User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,610
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Gli inganni che divorano il “mondo cattolico”

    Gli inganni che divorano il “mondo cattolico” (compresi certi sedicenti tradizionalisti)

    di Pietro Ferrari

    IL CULTO DELL’UOMO. L’umanesimo immanentistico sradica l’essenza stessa del Cristianesimo, perchè l’inquinamento antropocentrico della dottrina cattolica, spalanca il varco alle più infami forme di immoralità. Dio viene sostituito con un “collettivo umano” per cui la “coscienza umana” avrà la priorità sull’essere come atto primo. Quale coscienza poi? La qualunque coscienza intorpidita dal mondo incontra la lusinga ecclesiale invece della scossa vitale. Una scossa solo apparentemente lacerante perchè la sapiente potatura rinvigorisce l’anima e la rimette sulla strada della Salvezza. Occorre abbandonare “l’umanesimo integrale” per tornare alla “metafisica integrale”, mentre Ratzinger ad Erfurt, esalta la spiritualità “cristocentrica” del bestemmiatore Lutero definendo la condanna di Lutero l’errore di una “società confessionale”. I chierici del nuovo ordine modernista svelano la generosità delle rivoluzioni negando l’intrinseco anticristianesimo delle stesse. L’unico “dialogo” andrebbe fatto col Signore affinchè essi si convertano e i veri credenti perseverino. San Luca negli Atti ci evidenzia la severa giustizia esercitata da San Pietro con Anania e Saffira, esempio di come la Chiesa deve esercitare la carità senza cedere alle debolezze umane, perché il cattolicesimo non è una comoda religione di massa che punta al numero dei “fedeli” più che alla loro vera conversione. Il Vangelo di San Giovanni (VI, 60-72) ci ricorda il “parlare duro” di Gesù e le moltitudini dei discepoli che lo abbandonarono a Cafarnao mentre Egli chiese agli apostoli: “… ve ne andrete anche voi?”… Pietro rispose: “Dove andremo? Tu hai parole di vita eterna….e sappiamo che sei il Cristo…”.

    L’INTROVABILE ERESIA. I chierici del nuovo ordine modernista rifiutano l’idea che l’eresìa possa insinuarsi nei sacri palazzi e non vogliono vedere (o nascondono volutamente) che il mondo cattolico è diventato pancristiano e avverso al proselitismo. Anche qui i più onesti sembrano proprio gli invasati ultramodernisti che plaudono a tutto ciò, chiedendo a gran voce che si vada “avanti” ancora più velocemente. E’ l’eresìa stessa che non esiste più, mentre il reprobo diventa colui che si ostina a pretendere definizioni e affermazioni chiare, anche nell’uso di un linguaggio nitido e semplice. Ma le tenebre fuggono la luce.

    La pertinacia eretica si deduce dalle azioni della persona, da quello che dice e che scrive, da una prassi non più ambigua ma ormai chiarissima ed unidirezionale: l’inversione rivoluzionaria del magistero di 260 Papi, accolta solo perché munita del timbro dell’autorità neo-modernista. Come evidenzia Daniele Araì, la Chiesa annuncia una dottrina sacra poiché la stessa è divinamente rivelata. Quindi la Rivelazione fonda la legittimità del Magistero, non l’inverso, perché non è la Chiesa che crea o inventa un “magistero” divinamente rivelato solo perché enunciato da Essa! Eppure Pio XII con la “Humani generis” (basti leggerla) del 1950 aveva condannato quanto oggi viene insegnato come “cattolico”! Oggi, invece, la dottrina sacra sarebbe tale solo perché viene annunciata dal nuovo magistero. Ma possono esserci due magisteri nella Chiesa? Ed entrambi veri, legittimi e santi? Evidentemente no. La Sacra Scrittura e la Tradizione sono la fonte e la “regola remota” della Fede, laddove il Magistero è “regola prossima” mai ambigua o fonte di equivoci volutamente irrisolti. Non può esservi altro Magistero, ed unico Magistero, di quello che conferma la dottrina rivelata “originariamente attinta dal labbro stesso del Redentore” (Mystici Corporis – Pio XII). Ma ecco che per giustificare la contraddizione (quando non si riesce a dissimularla) si parla di infallibilità esclusiva solo per il Magistero straordinario e solenne, magari di concilii solo “pastorali” (anche se il “magistero conciliare” sarebbe ovviamente straordinario e solenne…) e quindi non infallibili ma obbligatorii o magari neanche obbligatorii (quindi criticabili ed eludibili) ma autentici (così si può venerare l’autorità che “sbaglia”). Magari si parla di “magisteri privati”, validi ma di minor valore rispetto a quelli insegnati dai medesimi prelati “solennemente”! Inizia lo spostamento delle questioni dai dati di fatto conclamati alle “ermeneutiche”, magari di continuità, come se bastasse enunciare una continuità perché essa sussista necessariamente, nonostante una direzione coerente ed una prassi inesorabile di senso contrario! Come se le rotture non fossero dei fatti, ma solo immagini distorte che appaiono in coscienze traviate o dotate di scarso comprendonio e in quanto tali, attratte dalle “ermeneutiche di rottura”. Esiste anche un salvataggio in extremis quando il grossolano cambiamento viene giustificato in modo assiomatico: come “sviluppo omogeneo” dal passato o come qualcosa che oggi diventa necessario mentre “ieri” poteva ancora non esserlo del tutto. In pratica, il gioco delle tre carte: nulla è cambiato ma se è cambiato lo è perché quello che valeva ieri non vale più oggi e comunque trattasi di questioni di scarsa importanza sostanziale.

    LA RESTAURAZIONE INESISTENTE. Davanti a queste quinte colonne della rivoluzione mascherate da Restauratori, meglio l’onestà dei progressisti che invece esultano per aver visto finalmente i “mea culpa” per il passato costantiniano-tridentino. A pochi isolati dalla chiesa del “parroco conservatore” c’è spesso la “parrocchia neo-catecumenale” in reciproca polemica o la chiesetta donata a scismatici o valdesi: il pantheon pancristiano dove trovi l’organo e la chitarra, le litanìe in latino e gli svenimenti neo-pentecostali, ma dove vengono “de-canonizzati” San Simonino di Trento o San Lorenzino da Marostica. Leggere o “ri-leggere” il concilio alla luce della Tradizione dovrebbe significare solo una cosa: la condanna del Concilio Vaticano II perché contrario alla Tradizione. La “Pascendi” di Papa San Pio X è troppo attuale per non trovarsi sul comodino di ogni cristiano “in crisi” che ama davvero la Chiesa cattolica. Un tale documento magisteriale appare sempre più come un legato, una bussola orientativa, uno strumento per comprendere e per resistere.

    Il termine “crisi” significa infatti “discernimento” e la Provvidenza ci ha lasciato un capolavoro teologico che illumina un’epoca tenebrosa e confusa. Ma occorre leggerlo.

    IL PAPATO. San Paolo esortava: “O Timoteo, custodisci il deposito, evitando le profane novità delle espressioni e le contraddizioni della falsa scienza” (I Tm 6, 20). Poiché la barriera posta dal Signore al falso e per confermare la Verità si poggia sulla Roccia del suo Vicario in terra, è proprio sul Papato che incombe l’operazione del sommo inganno. L’Autorità papale sarebbe vera perché eletta da conclavi canonici che produce Papi legittimi, legittimi non perché proclamano la vera dottrina ma perché i conclavi risultano “canonici”. Attenzione però, perché l’eletto deve essere per la Fede, non la Fede per l’eletto. Come può essere per la Fede, un eletto che ad esempio difende la libertà di coscienza e di religione in foro esterno condannate (nel Syllabo di Pio IX) dal Magistero? Viene ricordato come “Prima sedes a nemine iudicatur”, ma questo può valere se vi è una pubblica offesa della Fede? Paolo IV nella Bolla “Cum ex apostolatus officio” e l’art. 188 del Codice di Diritto Canonico del 1917, prevedono come vi sia la decadenza “ipso-facto” di qualsiasi ufficio per pubblica defezione dalla Fede e ciò ovviamente non inficia la promessa di indefettibilità della Chiesa. Matteo Castagna, in tal senso, ricorda gli insegnamenti di una santa appresi dalla Vergine. Scrive Santa Brigida dopo aver pregato la Madonna di illuminarla sulla questione se bastassero certi peccati per far decadere l’autorità papale: “…perché è la vera e Cattolica Fede che un Papa che non fa pubblica defezione dalla Fede non è mai così malizioso che come risultato di questi peccati e delle sue altre opere cattive non ci sia sempre in lui la pienezza dell’autorità e il completo potere per legare e sciogliere le anime” (Rivelazioni, libro 7, cap. 7). Pertanto solo nel caso di pubblica decadenza dalla Fede il Papa perde la sua autorità. Parafrasando San Vincenzo di Lerino nel Commonitorium, quando professa dottrine differenti da quelle insegnate e da tutti credute in ogni tempo e luogo perché occorre continuare a credere e a fare ciò che la Chiesa ha fatto sempre e dappertutto”. Come è possibile non trovare una contraddizione verticale tra il Magistero cattolico sull’ecumenismo della “Mortalium Animos” di Pio XI con i raduni interreligiosi o pancristiani degli ultimi 40 anni? I cristiani possono giudicare i loro pastori seguendo quello che 260 Papi ininterrottamente hanno insegnato perchè se c’è un’infallibilità di magistero, vi è anche in senso passivo da parte di chi riceve il predetto magistero. Nell’Atto di Fede il cristiano proclama di aderire a “quanto la Chiesa ci propone a credere” e pertanto tale Atto di Fede diventa impossibile se deve avere ad oggetto due “magisteri” in contraddizione tra loro.

    Per leggere il resto andate qui : Gli inganni che divorano il “mondo cattolico” (compresi certi sedicenti tradizionalisti) « AGERECONTRA 2012
    Ultima modifica di Guelfo Nero; 30-06-12 alle 19:47

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    19 Sep 2005
    Località
    Oggiono (LC)
    Messaggi
    19,189
    Mentioned
    17 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Gli inganni che divorano il “mondo cattolico”

    Circolo Cattolico Triveneto CHRISTUS REX

    Sede: Via Valpolicella 15 - 37020 Negrar (VR)
    Sito: agere

    e-mail: [email protected]

    Resp.le: Andrea Dal Canton

    Portavoce: Matteo Castagna

    Addetto Stampa: Franco Damiani

    Aggiornamenti ulteriori sui profili Facebook di Franco Damiani e Matteo Castagna

    Buona Festività dell'Assunta a tutti i lettori

    L'EDITORIALE DEL VENERDI

    DI ARAI DANIELE

    SUL COSTO STRABILIANTE DELLA «CURIOSITY» SU MARTE

    LA RICORRENZA. PER NON DIMENTICARE:

    6 Agosto 1945 – 6 Agosto 2012: 67 anni fa il genocidio di Hiroshima provocato da un bombardiere USA di Redazione

    L'APPUNTAMENTO: LA TRADIZIONALE S. MESSA AL COL BRICON ORGANIZZATA DA "I RECUPERANTI":

    11 Agosto 2012 ore 10.30: S. Messa a Punta Ces per i caduti della Prima Guerra Mondiale

    RICORDANDO UN "COLPO DI SOLE" DEL 2011. BENEDETTO XVI: "GLI EBREI NON CONDANNARONO GESU' ":

    L’ermeneutica della continuità conciliare: Benedicto “una cum” Caifa o Giuda XVI ?

    IL CASO:

    Pio XII chiuso ai “turisti” lettera firmata giunta alla Redazione

    Articoli recenti

    don Floriano Abrahamowicz: La metamorfosi della Fraternità San Pio X Testo
    Gloria.tv
    Luterani “una cum” Benedicto…

    Rassegna stampa dell’ Ass.ne La Torre: Sindone, miracolo in linea con la fisica
    La Russia condanna gli atti blasfemi. Sempre più stima per Putin Segnalazioni di Andrea Giovanazzi
    La Russia di Putin difende l’onore della tradizione cristiana di fronte all’Occidente debosciato
    Vice premier russo a Madonna: O ti togli la croce, o ti metti le mutande TMNews
    Casini apre alle “Unioni civili, anche omosex”: e costui sarebbe cattolico? di Raimondo Gatto
    C’è la crisi e i marocchini propongono: «Dateci la pensione e ce ne andiamo tutti» da Il Gazzettino.it
    Sicilia: i preti conciliari organizzano un partito art. di Mariateresa Conti
    Spettacolo blasfemo a Ravenna di Federico Catani
    Notizie non allineate sull’aggressione alla Siria (Agosto 2012) da ComedonChisciotte
    La guerra per procura della CIA in Siria e la “sinistra” pro-imperialista di Alex Lantier
    La guerra segreta siriana di Mahdi Darius Nazemroaya
    Minacciati di morte perché hanno 13 figli Segnalazione di Luciano Gallina
    L’Iran condanna a morte 4 banchieri colpevoli di aver truffato Stato e privati Segnalazione di Luciano Gallina
    L’incubo di Draghi: nascondere alla gente il segreto della moneta di Maurizio Blondet
    Più di così non si può produrre di Massimo Fini
    Ultima modifica di Luca; 11-08-12 alle 15:06

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,610
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Gli inganni che divorano il “mondo cattolico”

    In attesa di nuovi articoli di Pietro Ferrari.

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,610
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Gli inganni che divorano il “mondo cattolico”


 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 22-02-11, 16:08
  2. la cortina di inganni dietro la distruzione del mondo del lavoro
    Di Avanguardia nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 19-10-10, 11:14
  3. 4 leader associazioni mondo cattolico candidati con l'Udc
    Di Colombo da Priverno nel forum Cattolici
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 28-02-06, 19:37
  4. anche il mondo cattolico contro cofferati
    Di itloox nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 26-10-05, 09:28
  5. Perche' Ora Il Mondo Cattolico Tace?
    Di marylory nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 02-04-04, 08:55

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226