User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
Like Tree1Likes
  • 1 Post By Perdu

Discussione: Avremo un esercito e una flotta, ma non una lingua?

  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    12 Feb 2008
    Messaggi
    20,160
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Avremo un esercito e una flotta, ma non una lingua?

    L’influenza sulla politica sarda dei pensatori neo-indipendentisti Franciscu Sedda e Gavino Sale non può essere sopravvalutata.

    La loro visione “irlandese”–ma in fondo recuperata e rimessa in circolazione dai leghisti–di un’indipendenza non basata sulla lingua, la cultura e l’identità, si sta diffondendo anche ad altri raggruppamenti politici.

    Seguo perciò con un misto di simpatia e di apprensione l’attivismo di Paolo Maninchedda.

    Da quanto riesco a vedere da qui, Maninchedda mi sembra il più attivo e anche il più abile dei politici sardi.

    Si sta muovendo in modo esplicito per la costruzione di un fronte sovranista che superi la divisione–che lui lui definisce “italiana”–tra destra e sinistra: “Che cosa disturba di questo rinnovato spirito dell’indipendentismo sardo? Disturba l’autonomia culturale e politica dalla Destra e dalla Sinistra italiane. Disturba la disinvoltura con cui cerca di disarticolare la Destra e la Sinistra sarde (questa è l’accusa principale che muovono al sottoscritto, che non ha mai nascosto di non appartenere né all’una né all’altra e di lavorare per consumarle entrambe). Disturba l’indifferenza alle parole d’ordine del culturame italiano. Disturba l’irriverenza verso i simboli dell’immobilismo italiano (dalla sacralità della Costituzione alla venerazione per Napolitano). Disturba, in una parola, la pretesa di centralità dell’indipendentismo sardo.” (Indipendenza, indennità, immoralità e ansia di potere)

    Lasciando stare che la divisione tra destra e sinistra è una divisione fisiologica e non ideologica e che la si ritrova dappertutto e nel corso di tutta la storia, Maninchedda ha più che ragione a voler costituire un fronte sardo trasversale contrapposto all’altrettanto trasversale fronte italiano, caratterizzato, quest’ultimo, da un forte nazionalismo che supera le divisioni, anche feroci, tra destra e sinistra italiane.

    I Sardi devono difendersi dagli Italiani e, per riuscirci, devono formare un fronte comune.

    Una volta raggiunto l’obiettivo di una Sardegna sovrana–qualunque cosa si intenda con questa parola: indipendenza, federalismo, autonomia reale alla catalana–i Sardi potranno permettersi il lusso di dividersi nuovamente e fisiologicamente in una destra e una sinistra.

    Condivido pienamente questa parte del progetto di Maninchedda.

    Rispetto a Sedda e Sale, poi, Maninchedda è molto più abile politicamente–cioè nella politica pratica del costruire alleanze e sporcarsi le mani nella gestione del potere–e si sta dimostrando capace di dare forma concreta alla sua idea di indipendenza.

    Detto questo, non mi resta che ripetere le mie obiezioni al progetto indipendentista “irlandese”, identico da questo punto di vista sia nella versione IRS-ProgReS, sia nella versione PSdAz: (i) la repubblichina italiana di Sardegna non mi interessa; (ii) come pensano i nostri eroi dell’indipendenza, che se anche se riuscissero a mettere d’accordo tutti i partitucoli, movimenticelli, organizzazioncine–14, no?–arriverebbero a malapena al 15%–o facciamo pure il 20% dei tempi d’oro del PSdAz–a conquistare il 51% dei Sardi?

    Qual’è il progetto ideale–l’identità–che dovrebbe riunire i Sardi–e non solo i vari partitucoli, movimenticelli, organizzazioncine–e convincerli a intraprendere la strada del sovranismo?

    Non ho seguito Gavino Sale negli ultimi tempi, ma sia Sedda che Maninchedda parlano soltanto di quattrini: quelli che l’Italia ci deve e quelli che si guadagnerebbero con l’indipendenza.

    Il loro economicismo è chiaramente ispirato dal successo leghista su questo terreno.

    Nel caso di Sedda, è anche ispirato dal successo irlandese nel raggiungere l’indipendenza statuale, rinunciando alla lingua.

    Ma Sedda dimentica quanta parte abbia giocato nella questione irlandese l’identità cattolica e dimentica il fatto che l’Irlanda è poi diventata una colonia vaticana, in cui i preti sporcaccioni dettavano legge.

    E nel caso della Lega, dimentica l’identità razzista di molti nordici.

    Sia Sedda che Maninchedda ci propongono una Sardegna senza lingua.

    Una Sardegna non sarda.

    Una Sardegna senza identità.

    Sedda lo dice esplicitamente, facendo riferimento all’Irlanda e quindi–implicitamente–alla riduzione del sardo a lingua impagliata da custodire in qualche museo.

    Maninchedda–molto più astuto di Sedda–si limita a tacere sull’argomento.

    Ma anche l’ispettore Rock ha commesso un’errore: per i più giovani allego il filmato (Carosello "Linetti" L'infallibile ispettore Rock 1961 - YouTube)

    Maninchedda ha sí parlato di lingua, quando in gioco c’era il principio dell’uso veicolare del sardo nei corsi delle università italiane di Sardegna.

    E l’ineffabile Paolo si è schierato con chi voleva violare il principio e, addirittura, la legge e truffare ancora una volta i contribuenti sardi.

    Maninchedda si è schierato con i nemici dichiarati della lingua.

    Adesso tace su questo argomento cruciale e parla esclusivamente di quattrini.

    Io non mi fido e mi unisco all’appello che su Comitadu pro sa Limba rivolge alla Regione, di cui Maninchedda è uno dei rappresentanti più influenti.

    Finalmente il logo della home page del sito della Regione è in lingua sarda

    Se Maninchedda vuole essere preso sul serio sulla questione della non dipendenza della Sardegna, cominci a spiegare qual’è la sua posizione sulla lingua/le lingue, l’identità e la nazione Sarda.

    Per quanto mi riguarda, ProgReS, questa credibilità se l’è già giocata, ribadendo la scelta irlandese.

    Fra l’altro, non si sono nemmeno resi conto che il “populismo”–cioè la grande novità politica degli ultimi decenni–ha dimostrato che la gente è coinvolta da motivazioni identitarie molto di più che da motivazioni economiche.

    Insomma, io all’orizzonte non vedo né esercito, né flotta e, per quanto riguarda questi politici, non la vedo bene nemmeno per la lingua.

    Avremo un esercito e una flotta, ma non una lingua? | Bolognesu

    Opinioni?
    Dannato Barone Rosso.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    100% sardu
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Sardìnnia
    Messaggi
    28,942
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Avremo un esercito e una flotta, ma non una lingua?

    Non fumate, disse il fumatore con la sigaretta in mano...

    Poita est chi custu artìculu est in italianu? Poita est chi Bolognesi scriit is lìburus suus in italianu?
    Cristianu likes this.

  3. #3
    Forumista
    Data Registrazione
    18 Apr 2010
    Località
    una vidda
    Messaggi
    243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Avremo un esercito e una flotta, ma non una lingua?

    secondo il mio modesto parere non avremo ne esercito, ne flotta e nemmeno la lingua

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Sep 2009
    Messaggi
    187
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Avremo un esercito e una flotta, ma non una lingua?

    Citazione Originariamente Scritto da chistioneri Visualizza Messaggio
    secondo il mio modesto parere non avremo ne esercito, ne flotta e nemmeno la lingua
    stavo per scriverlo io, poi ho evitato perchè non volevo fare il disfattista :giagia:

  5. #5
    100% sardu
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Sardìnnia
    Messaggi
    28,942
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Avremo un esercito e una flotta, ma non una lingua?

    Citazione Originariamente Scritto da chistioneri Visualizza Messaggio
    secondo il mio modesto parere non avremo ne esercito, ne flotta e nemmeno la lingua
    Citazione Originariamente Scritto da Four Moors Visualizza Messaggio
    stavo per scriverlo io, poi ho evitato perchè non volevo fare il disfattista :giagia:
    A cantu est s'otimismu oi?

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    12 Feb 2008
    Messaggi
    20,160
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: Avremo un esercito e una flotta, ma non una lingua?

    Citazione Originariamente Scritto da chistioneri Visualizza Messaggio
    secondo il mio modesto parere non avremo ne esercito, ne flotta e nemmeno la lingua
    Il pene in gomma è previsto?
    Ultima modifica di Morfeo; 08-07-12 alle 15:26
    Dannato Barone Rosso.

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    12 Feb 2008
    Messaggi
    20,160
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: Avremo un esercito e una flotta, ma non una lingua?

    Ma 15 lettori all'una di notte che ci fanno qua dentro?
    Dannato Barone Rosso.

 

 

Discussioni Simili

  1. La Flotta sarda è realtà. Adesso energia e esercito
    Di Morfeo nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-09-12, 17:46
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-12-05, 12:57
  3. Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 28-03-05, 19:58
  4. Quando avremo un nuovo record (se mai lo avremo?)
    Di marcejap nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 15-02-05, 00:50
  5. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 07-03-03, 17:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225