User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18
Like Tree5Likes

Discussione: Una storia poco conosciuta: il prefetto di ferro e la guerra alla mafia degli anni 30

  1. #1
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    918 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Una storia poco conosciuta: il prefetto di ferro e la guerra alla mafia degli anni 30

    Cesare Mori nel 1922 era prefetto di Bologna, ed era all'epoca uno fra i pochissimi rappresentanti degli "organi di repressione dello Stato" che considerassero lo squadrismo fascista al pari del "sovversivismo" di sinistra e quindi da reprimere in egual maniera. Dopo aver bloccato una spedizione punitiva di squadristi fu duramente contestato dal fascismo rampante, ormai appoggiato dalla borghesia industriale e agraria, per cui all'ascesa al potere di Mussolini Mori fu dispensato dal servizio attivo e si ritirò in pensione nel 1922 a Firenze.
    In seguito, però nel 1924, Mori venne richiamato in servizio e gli fu affidato proprio da Benito Mussolini l'incarico di repressione della mafia in Sicilia (vista la sua fama di inflessibilità). fu nominato prefetto di Palermo, con poteri straordinari su tutta l'isola, con l'incarico di sradicare la mafia con qualsiasi mezzo. Si insediò quindi a Palermo il 22 ottobre dello stesso anno e vi rimase fino al 1929. Questo il testo del telegramma inviatogli da Mussolini:
    « ...vostra Eccellenza ha carta bianca, l'autorità dello Stato deve essere assolutamente, ripeto assolutamente ristabilita in Sicilia. Se le leggi attualmente in vigore la ostacoleranno, non costituirà problema, noi faremo nuove leggi... »
    In Sicilia Mori impiegò metodi al quanto sbrigativi e violenti che prevedevano persino l'assedio militare di un intera città tagliando i rifornimenti idrici (famoso l'episodio di Gangi) per catturare i latitanti che vi nascondevano. Con numerosi uomini dei Carabinieri e della Polizia passò quindi al rastrellamento del paese casa per casa, arrestando banditi, mafiosi e latitanti vari. I metodi attuati durante quest'azione furono particolarmente duri e Mori non esitò ad usare donne e bambini come ostaggi per costringere i malavitosi ad arrendersi. Fu proprio per la durezza dei metodi utilizzati che venne soprannominato Prefetto di Ferro.
    Con metodi più o meno simili, che ricordavano molto la cosiddetta "lotta al brigantaggio" post-risorgimentale, Mori continuò la sua azione per tutto il biennio 1926-27 applicando inoltre per la prima volta lo strumento del "confino" (inventato all'epoca) verso i padrini contro i quali non c'erano prove processuali condannandoli anche in tali casi al confino nelle isole.
    Nella sola provincia di Palermo gli omicidi scesero da 268 nel 1925 a 77 nel 1926, le rapine da 298 a 46, e anche altri crimini diminuirono drasticamente.Pentiti mafiosi hanno riconosciuto il grave stato di difficoltà nella mafia dopo quegli anni.
    Cesare Mori non si pose alcun problema di andare a colpire il fascista siciliano maggiormente in vista, Alfredo Cucco, legato alla mafia e non fu risparmiato neppure l'ex-ministro della Guerra, il potente generale Antonino Di Giorgio.Nel 1927 Cucco venne espulso dal PNF «per indegnità morale» e accusato, grazie alle indagini di Cesari Mori, di essere colluso con la mafia. Nel 1929 Mori era però diventato troppo popolare e cominciava a fae ombra a Mussolini per cui fu collocato a riposo per anzianità di servizio e il 16 giugno fu nominato senatore del Regno su proposta di Mussolini, mentre per tutta Italia la propaganda dichiarava che la mafia era stata sconfitta . I grandi padrini emigrarono però in massa verso gli stati uniti rafforzando Cosa Nostra americana che in quel periodo arrivò probabilmente al suo massimo sviluppo.
    Nel 1943 però mentre diventava sempre piu evidente la sconfitta militare dell'Italia nella seconda guerra mondiale e il fascismo era in piena crisi Cosa Nostra collaborò con i servizi segreti americani nello sbarco dell'esercito americano in Sicialia.«Lucky Luciano, il noto boss rinchiuso nelle carceri americane, passò i nomi di 850 persone su cui "contare" e gli ufficiali dell'OSS, che dirigeranno sul campo "l'operazione sbarco", saranno Max Corvo, Victor Anfuso e Vincent Scamporino. Il loro gruppo sarà conosciuto come il "cerchio della mafia". Tra gli americani, in divisa dell'esercito, c'erano Albert Anastasia (ucciso nel dopoguerra in un negozio di barbiere) e don Vito Genovese, (il don Vito Corleone del film "Il padrino"), stretti collaboratori di Charles_Poletti. Scrivono Roberto Faenza e Marco Fini "Gli americani in Italia": "È così che quando nel 1943 gli americani sbarcheranno in Sicilia, la prima azione dell'OSS sarà [...] restituire la libertà ai mafiosi imprigionati dal regime fascista»."
    In un'intervista al regista Pasquale Scimeca, questi afferma:
    «I mafiosi che erano sfuggiti alla repressione del Prefetto Mori, emigrando in America, avevano fatto fortuna, esercitavano una rispettabile influenza e disponevano di non poche entrature in vari ambienti come quelli militari, dove prestavano il loro ausilio come interpreti, o strani accompagnatori. Alcuni di loro furono addirittura arruolati direttamente nei servizi segreti della Marina Americana. Illustrissimi, del calibro di Joe Profacy, Vincent Mangano, Nick Gentile, Vito Genovese e l'immancabile Lucky Luciano, si resero disponibili ad offrire la loro preziosa consulenza sfruttando gli antichi legami mai interrotti con la terra natia. Per portarsi avanti, nel contempo, L'OSS (Office Strategic Service) mandò Max Corvo e Vincent Scamporino, il capo del settore italiano del secret intelligence, a Favignana dove erano rinchiusi i mafiosi "perseguitati" dal Prefetto di ferro e li fece liberare» "
    Così scrive Giorgio Bongiovanni direttore di Antimafia 2000:
    «Dopo lo sbarco il loro primo incarico fu quello di mettere ordine, chi poteva farlo meglio di coloro che avevano sempre avuto un controllo serrato del territorio? In pochissimo tempo i padrini ripresero il comando e eliminarono con accanita sistematicità le decine di bande che infestavano l'isola, tutte tranne una: quella di Salvatore Giuliano, ricondotta sotto l'egida della famiglia di Montelepre, che controllava da giusta distanza la mitica azione rivoluzionaria del bandito. In men che non si dica venne a crearsi in Sicilia una catena di persone e personaggi, in numero sempre crescente, disposti a mettersi dalla parte dei vincitori. I capimafia di fatto si sentirono nobilitati e vennero elevati al grado di "liberatori". Ma la vera legittimazione venne con l'assegnazione dei comuni ai vecchi boss che si ritrovarono di nuovo padroni dei loro feudi e con la fascia tricolore posta di traverso sul petto: Don Calò (Calogero Vizzini) divenne sindaco di Villalba, Salvatore Malta di Vallelunga, Genco Russo (Giuseppe Genco Russo) sovrintendente agli Affari Civili di Mussomeli e altri rivestirono incarichi ufficiali in diversi ambiti»
    Ultima modifica di C@scista; 01-08-12 alle 20:02
    MaIn and Murru like this.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    918 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito re: Una storia poco conosciuta: il prefetto di ferro e la guerra alla mafia degli anni 30

    Va ovviamente sottolineato dal punto di vista della ricostruzione storica che i risultati eccezionali ottenuti contro la mafia furono frutto di un uno strumento vero e proprio di guerra che sospendeva totalmente il normale stato di diritto (Cesare Mori non fu affatto fascista, ma fu proprio il fascismo che gli diede quell' arma per la sua operazione eccezionale in Sicilia). Come sottolinea il Biografico Treccani , « Mori riconobbe esplicitamente che la propria azione repressiva includeva momenti di arbitrarietà (….)" Le armi principali della campagna repressiva contro i mafiosi furono così lo spregiudicato uso del confino e dell’accusa di associazione a delinquere: bastò spesso la sola testimonianza dei funzionari di Pubblica Sicurezza per essere condannati. E' anche vero però che anche nei decenni successivi del dopoguerra non mancò mai qualche commentatore convinto , proprio sulla base dell'esperienza storica del prefetto di ferro,che solo una sospensione totale e limitata dello stato di diritto in Sicilia potrebbe ottenere seri risultati contro il fenomeno mafioso.
    Ultima modifica di C@scista; 25-08-12 alle 19:31
    MaIn likes this.

  3. #3
    Utente cancellato
    Data Registrazione
    13 Jul 2009
    Messaggi
    5,455
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito re: Una storia poco conosciuta: il prefetto di ferro e la guerra alla mafia degli anni 30

    Molti boss mafiosi anziché lasciare l'Italia fascista smisero di essere mafiosi e si fecero sottomettere ben volentieri dal regime, alcuni tornarono dall'America quando la guerra non era ancora finita. Molto spesso il regime garantiva loro ciò che volevano senza "fare i mafiosi" e non avevano più motivo di esserlo.

  4. #4
    Giolittiano
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    8,410
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    14 Thread(s)

    Predefinito re: Una storia poco conosciuta: il prefetto di ferro e la guerra alla mafia degli anni 30

    purtroppo nessun singolo uomo può cambiare il costume di una società
    VOTA ALLE ELEZIONI DI POL QUI
    VOTA LISTA REPUBBLICANA


  5. #5
    duca di rivoli
    Data Registrazione
    27 May 2009
    Località
    LOMBARDIA - Alpi
    Messaggi
    16,938
    Mentioned
    81 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito re: Una storia poco conosciuta: il prefetto di ferro e la guerra alla mafia degli anni 30

    dovrebbero ricominciare subito con la legge marziale.
    nei territori ad alta criminalità serve il carcere duro anche per reati minori, coprifuoco e forze dell'ordine ovunque. commissari prefettizi provenienti da altre regioni o da altri paesi dell'Unione Europea, domicilio coatto nelle isole (non capri, ma l'asinara o qualche scoglio tipo la Capraia) oppure in stati esteri ben retribuiti per lo scopo, tipo la libia. oviamente sotto severo controllo da parte delle nostre FFOO.
    animo!

  6. #6
    Sospeso/a
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Località
    Cagliari Capitale
    Messaggi
    23,802
    Mentioned
    730 Post(s)
    Tagged
    32 Thread(s)

    Predefinito re: Una storia poco conosciuta: il prefetto di ferro e la guerra alla mafia degli anni 30

    Grande personaggio Cesare Mori. Stanno dando alla RAI una fiction su di lui , oggi c' è stata la prima parte , domani la seconda e ultima.
    Ultima modifica di Murru; 16-09-12 alle 23:53

  7. #7
    Crocutale
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    35,774
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    399 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)

    Predefinito re: Una storia poco conosciuta: il prefetto di ferro e la guerra alla mafia degli anni 30

    Citazione Originariamente Scritto da Cattivo Visualizza Messaggio
    alcuni tornarono dall'America quando la guerra non era ancora finita.
    Temo che quella fosse l'operazione Lucky Luciano.
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

  8. #8
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    23 Oct 2010
    Messaggi
    6,201
    Mentioned
    85 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito re: Una storia poco conosciuta: il prefetto di ferro e la guerra alla mafia degli anni 30

    che ne pensate del film? io non l'ho visto,ma ci sono state polemiche Cesare Mori: il Prefetto di ferro: critiche e polemiche sulla fiction | DavideMaggio.it

  9. #9
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    918 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Una storia poco conosciuta: il prefetto di ferro e la guerra alla mafia degli ann

    Citazione Originariamente Scritto da DEESNIDER Visualizza Messaggio
    che ne pensate del film? io non l'ho visto,ma ci sono state polemiche Cesare Mori: il Prefetto di ferro: critiche e polemiche sulla fiction | DavideMaggio.it
    L'ho visto ma avendo letto prima il libro da cui era stato tratto come spesso capita ne sono stato un po' deluso

  10. #10
    Cancellato
    Data Registrazione
    23 Jul 2015
    Messaggi
    8,528
    Mentioned
    547 Post(s)
    Tagged
    32 Thread(s)

    Predefinito Re: Una storia poco conosciuta: il prefetto di ferro e la guerra alla mafia degli ann

    Una burla.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Una storia poco conosciuta: i Khmer Rossi
    Di C@scista nel forum Storia
    Risposte: 136
    Ultimo Messaggio: 21-09-17, 18:31
  2. Storia poco conosciuta: Le radici fasciste di Sharon
    Di Lord Caspar nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 03-07-06, 20:29
  3. Storia poco conosciuta: Le radici fasciste di Sharon
    Di Lord Caspar nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07-06-06, 20:18
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 23-05-05, 08:58

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226