User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    15 Apr 2012
    Messaggi
    696
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Napolitano traditore (in un paese normale)

    Napolitano traditore (in un Paese normale)

    Non ho la pretesa di ergermi a titolo di Costituzionalista. Che non vuol dir nulla tranne che in Italia, dove il Costituzionalista si occupa di spiegare in tivù e sui giornali, ma soprattutto di interpretare, il significato dei singoli articoli della Costituzione adattati alle pieghe dei capricci dei politici, che ogni giorno rendono necessario complicare e stravolgere al limite del ridicolo ciò che la Costituzione non potrebbe dire nel modo più semplice.

    L’esempio più comune è quello dell’articolo 3 sull’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla Legge. Ci sono volute ore di talk show e decine di prime pagine di castronerie di “pensatori liberali” prima che la Corte costituzionale ci dicesse ciò che tutti già sapevamo: ossia che il lodo alfano in favore di Silvio Berlusconi è incostituzionale.

    La Costituzione italiana avrà tanti difetti e sarà pure da aggiornare. Ma sfido chiunque a ritenere che i suoi 139 articoli non siano abbastanza chiari da rendersi immuni di interpretazioni fasulle.
    Prendiamone uno a caso: l’articolo 90. Che essenzialmente dice: “Il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento…“.

    Dunque, evinciamo che Giorgio Napolitano è un irresponsabile tranne quando si macchia di “alto tradimento“. Chi stabilisce che il Capo dello Stato è un traditore? Il parlamento in seduta comune a maggioranza dei suoi membri…

    Bene, ma cos’è l’alto tradimento? L’alto tradimento, si legge su Wikipedia, “è un reato politico che si verifica quando il Capo dello Stato rivela segreti, specialmente di natura militare, a potenze nemiche.” Un reato paragonabile alla possibilità che il codice della strada preveds la revoca della patente al conducente soltanto nel caso in cui investisse un calesse in autostrada. Cioè mai. Almeno per l’assetto geopolitico attuale che vede l’Italia inserita in un contesto europeo e per la sua insignificanza militare, oltre che per la sua nulla tradizione bellica.

    Rimane quel “specialmente” che potremmo interpretare. “Specialmente” vuol dire “non esclusivamente”.
    E allora perché non ritenere traditore un Capo di Stato che pretende la distruzione di una serie di telefonate con un indagato per falsa testimonianza in un processo che cerca di far luce sui mandanti delle stragi siciliane che hanno dato il là alla cosiddetta Seconda Repubblica?

    Il tradimento, leggiamo dal dizionario di lingua italiana, è un crimine che riguarda una serie di atti di slealtà o infedeltà nei confronti di uno Stato sovrano. Ora, se Giorgio Napolitano è un irresponsabile che chiacchiera al telefono con l’indagato per falsa testimonianza Nicola Mancino, cos’ha da temere? Cos’ha da nascondere? Perché ricorre alla Consulta che “giudica sulle controversie relative alla legittimità costituzionale delle leggi e degli atti, aventi forza di legge, (…) sui conflitti di attribuzione tra i poteri dello Stato...”?

    Eccolo qui il vero VULNUS che tuonano i giornali. Il cosiddetto VUOTO che impedisce di accusare un Capo di Stato di mancanza di trasparenza nei confronti di 60 milioni di cittadini.
    Eccolo il vuoto di responsabilità politica di un capo di Stato, che come la mafia, invoca il silenzio su vicende di mafia.
    La prima azienda italiana. Eccoli gli specchi su cui si arrampica Napolitano rincorrendo come un impunibile qualunque i conflitti di attribuzione.

    Dov’è il reato di vilipendio all’intelligenza degli italiani? Perché non esiste? Napolitano, fosse un presidente degno di questo nome, svelerebbe cosa si è detto con Mancino al telefono e magari sarebbe andato a Bologna per i 32 anni di anniversario delle bombe del 2 agosto piazzate alla stazione dalla P2.

    Altro che fuggire a Londra al villaggio olimpico, lontano dai fischi e dalle pernacchie di piazza!
    Un presidente degno di una democrazia europea condannerebbe i segreti di Stato e s’appellerebbe al parlamento per la loro rimozione.

    Ma Napolitano, lo abbiamo capito, ha la coda di paglia. Tradisce la nostra intelligenza facendo leva sull’ignoranza, la disinformazione e la buona fede degli italiani che gli pagano un lauto stipendio.
    Così facendo, Napolitano tradisce.
    In un Paese normale Napolitano non sarebbe proprio presidente. Lo è in Italia: la Repubblica fondata sulla mafia. Che onore…



    Napolitano traditore (in un Paese normale) | Il blog di Daniele Martinelli

    .

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    906 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Napolitano traditore (in un paese normale)

    Beh nelle telefonate per cercare di coprire Mancino con i magistrati non è che Napolitano ci abbia fatto in ogni caso una gran figura

  3. #3
    Super Troll
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    55,792
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Napolitano traditore (in un paese normale)

    Citazione Originariamente Scritto da [email protected] Visualizza Messaggio
    Beh nelle telefonate per cercare di coprire Mancino con i magistrati non è che Napolitano ci abbia fatto in ogni caso una gran figura
    Fin dai tempi delle invasioni di carriarmati sovietici non ci fece in ogni caso una gran figura...

    Forse già allora avrebbe voluto svendere l' Italia ai compagni post staliniani.
    Ultima modifica di ugolupo; 06-08-12 alle 22:56
    "... e accenderemo un altro rogo il 4, al "fante ignoto" che non vuol più stare a Roma divenuta una Bisanzio putrefatta sempre più gonfia della sua putrefazione"

    (G. D'Annunzio)

  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    05 Jan 2010
    Messaggi
    29,047
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Napolitano traditore (in un paese normale)

    Ve la prendete con napolitano portando argomenti fumosi.

    Napolitano é stato comunista, del resto lo fu pure veltroni, dalema, bersani, e tanti altri.
    Chi di costoro protestò contro nikita per l'invio dei carrarmati a budapest?

    Nel PCI napolitano, assieme ad altri della sua corrente, fu emarginato, contò poco .
    Dunque?
    Apprezzabile il voler infilar le brache dalla testa ma poco convincente : dite piuttosto che vorreste un PdR servo della sinistra e non uno che cerca di svolgere le sue funzioni in modo equidistante.

    Visto che sta finendo il settennato , reputo napolitano uno dei migliori presidenti che abbiamo avuto.

  5. #5
    anti bufale
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    36,955
    Mentioned
    87 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)

    Predefinito Re: Napolitano traditore (in un paese normale)

    dai che tra un anno ci liberiamo del peggior presidente della repubblica dopo Cossiga

    un anno solo

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    05 Jan 2010
    Messaggi
    29,047
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Napolitano traditore (in un paese normale)

    Citazione Originariamente Scritto da Leviathan Visualizza Messaggio
    dai che tra un anno ci liberiamo del peggior presidente della repubblica dopo Cossiga

    un anno solo
    Dopo einaudi ( eravamo troppo piccoli o ancora da venire a quei tempi) i migliori presidenti della repubblica sono stati pertini e cossiga. Napolitano sarà uno di loro. Il peggiore quyello che non ci stava.
    Leone fu martire , fatto fuori dalla sinistra.
    Ciampi ,fu negativo appena meglio di scalfaro.

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    05 Jan 2010
    Messaggi
    29,047
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Napolitano traditore (in un paese normale)

    Citazione Originariamente Scritto da FORTEBRACCIO Visualizza Messaggio
    Napolitano traditore (in un Paese normale)

    Non ho la pretesa di ergermi a titolo di Costituzionalista. Che non vuol dir nulla tranne che in Italia, dove il Costituzionalista si occupa di spiegare in tivù e sui giornali, ma soprattutto di interpretare, il significato dei singoli articoli della Costituzione adattati alle pieghe dei capricci dei politici, che ogni giorno rendono necessario complicare e stravolgere al limite del ridicolo ciò che la Costituzione non potrebbe dire nel modo più semplice.

    L’esempio più comune è quello dell’articolo 3 sull’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla Legge. Ci sono volute ore di talk show e decine di prime pagine di castronerie di “pensatori liberali” prima che la Corte costituzionale ci dicesse ciò che tutti già sapevamo: ossia che il lodo alfano in favore di Silvio Berlusconi è incostituzionale.

    La Costituzione italiana avrà tanti difetti e sarà pure da aggiornare. Ma sfido chiunque a ritenere che i suoi 139 articoli non siano abbastanza chiari da rendersi immuni di interpretazioni fasulle.
    Prendiamone uno a caso: l’articolo 90. Che essenzialmente dice: “Il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento…“.

    Dunque, evinciamo che Giorgio Napolitano è un irresponsabile tranne quando si macchia di “alto tradimento“. Chi stabilisce che il Capo dello Stato è un traditore? Il parlamento in seduta comune a maggioranza dei suoi membri…

    Bene, ma cos’è l’alto tradimento? L’alto tradimento, si legge su Wikipedia, “è un reato politico che si verifica quando il Capo dello Stato rivela segreti, specialmente di natura militare, a potenze nemiche.” Un reato paragonabile alla possibilità che il codice della strada preveds la revoca della patente al conducente soltanto nel caso in cui investisse un calesse in autostrada. Cioè mai. Almeno per l’assetto geopolitico attuale che vede l’Italia inserita in un contesto europeo e per la sua insignificanza militare, oltre che per la sua nulla tradizione bellica.

    Rimane quel “specialmente” che potremmo interpretare. “Specialmente” vuol dire “non esclusivamente”.
    E allora perché non ritenere traditore un Capo di Stato che pretende la distruzione di una serie di telefonate con un indagato per falsa testimonianza in un processo che cerca di far luce sui mandanti delle stragi siciliane che hanno dato il là alla cosiddetta Seconda Repubblica?

    Il tradimento, leggiamo dal dizionario di lingua italiana, è un crimine che riguarda una serie di atti di slealtà o infedeltà nei confronti di uno Stato sovrano. Ora, se Giorgio Napolitano è un irresponsabile che chiacchiera al telefono con l’indagato per falsa testimonianza Nicola Mancino, cos’ha da temere? Cos’ha da nascondere? Perché ricorre alla Consulta che “giudica sulle controversie relative alla legittimità costituzionale delle leggi e degli atti, aventi forza di legge, (…) sui conflitti di attribuzione tra i poteri dello Stato...”?

    Eccolo qui il vero VULNUS che tuonano i giornali. Il cosiddetto VUOTO che impedisce di accusare un Capo di Stato di mancanza di trasparenza nei confronti di 60 milioni di cittadini.
    Eccolo il vuoto di responsabilità politica di un capo di Stato, che come la mafia, invoca il silenzio su vicende di mafia.
    La prima azienda italiana. Eccoli gli specchi su cui si arrampica Napolitano rincorrendo come un impunibile qualunque i conflitti di attribuzione.

    Dov’è il reato di vilipendio all’intelligenza degli italiani? Perché non esiste? Napolitano, fosse un presidente degno di questo nome, svelerebbe cosa si è detto con Mancino al telefono e magari sarebbe andato a Bologna per i 32 anni di anniversario delle bombe del 2 agosto piazzate alla stazione dalla P2.

    Altro che fuggire a Londra al villaggio olimpico, lontano dai fischi e dalle pernacchie di piazza!
    Un presidente degno di una democrazia europea condannerebbe i segreti di Stato e s’appellerebbe al parlamento per la loro rimozione.

    Ma Napolitano, lo abbiamo capito, ha la coda di paglia. Tradisce la nostra intelligenza facendo leva sull’ignoranza, la disinformazione e la buona fede degli italiani che gli pagano un lauto stipendio.
    Così facendo, Napolitano tradisce.
    In un Paese normale Napolitano non sarebbe proprio presidente. Lo è in Italia: la Repubblica fondata sulla mafia. Che onore…



    Napolitano traditore (in un Paese normale) | Il blog di Daniele Martinelli

    .
    Non condivido ma pensa tu che lo avete eletto voi per pochissimi voti.
    L'unica cosa buona fatta da prodi che NATURALMENTE LA FECE PER SBAGLIO.

  8. #8
    fra
    fra è offline
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Aug 2012
    Località
    parma
    Messaggi
    110
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Napolitano traditore (in un paese normale)

    Non è ne questione di chi lo ha eletto, ne di quale presidente è stato il migliore. Fino agli ultimi fatti lo stimavo e ritenevo che fosse un bravo presidente, ma mi indigno fortemente di fornte ad una cosa: non può un presidente della repubblica attaccare la magistratura del paese che governa, sparando a zero. Non può un presidente della repubblica accusare la magistratura e svilirla agli occhi della nazione. E inaccettabile. Una persona con la coscienza pulita elogia il lavoro che da 20 anni stanno facendo i magistrati...e li esorta ad andare avanti....chiediamoci perche lui non lo ha fatto...

  9. #9
    anti bufale
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    36,955
    Mentioned
    87 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)

    Predefinito Re: Napolitano traditore (in un paese normale)

    un presidente così' fazioso verso i due PD, un presidente che firma ogni schifezza immonda...

    ma dai lui il miglior presidente?
    ma per piacere

  10. #10
    In un CD degli 883
    Data Registrazione
    08 May 2005
    Località
    Emilia-Romagna
    Messaggi
    44,320
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Napolitano traditore (in un paese normale)

    Citazione Originariamente Scritto da yure22 Visualizza Messaggio
    Dopo einaudi ( eravamo troppo piccoli o ancora da venire a quei tempi) i migliori presidenti della repubblica sono stati pertini e cossiga. Napolitano sarà uno di loro. Il peggiore quyello che non ci stava.
    Leone fu martire , fatto fuori dalla sinistra.
    Ciampi ,fu negativo appena meglio di scalfaro.
    Di certo sarà bello avere Letta o Silvio come Presidenti della Repubblica. No perchè a destra si lamentano da Napolitano ma non sono ancora riusciti a fare un nome decente e presentabile.
    Il problema non è il problema. Il problema è il tuo atteggiamento rispetto al problema, comprendi?

    Mangio sempre i bambini bolliti.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Fini traditore, Casini traditore, Buscetta traditore, alfano traditore.
    Di fiume sand creek nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 09-10-13, 23:36
  2. napolitano è un traditore!!!
    Di eraclito nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 02-01-12, 20:14
  3. Bye, bye paese normale
    Di tolomeo nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 09-02-07, 12:51
  4. Attacco bolscevico e traditore ai danni del Paese
    Di Tahoeman nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 24-06-03, 14:17
  5. Un Paese normale
    Di MrBojangles nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 21-05-02, 21:06

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226