User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: Chi voti?

Partecipanti
35. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Unione Nazionale per la Libertà e il Progresso

    7 20.00%
  • Unità Socialista

    15 42.86%
  • Partito liberale italiano

    7 20.00%
  • Unione dei liberali

    2 5.71%
  • Partito Popolare Italiano

    4 11.43%
Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 67
Like Tree13Likes

Discussione: Elezioni italiane del 1939

  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Elezioni italiane del 1939

    Il 26 settembre 1938 il golpe progettato dai principi ereditari per destituire Mussolini e fermare l'alleanza con Hitler si attua. Re Vittorio Emanuele abdica, il Principe Umberto rinuncia al trono facendo succedere così il piccolo Vittorio Emanuele e facendo così assumere la reggenza alla madre Maria José. Il generale Badoglio viene nominato unico responsabile della sicurezza e delle forze armate. Presidente del Consiglio il famoso "avvocato di Milano", Carlo Aphel. Il golpe, perfettamente riuscito, è stato sostenuto da un quadriumvirato ufficioso di noti gerarchi del fascismo: Italo Balbo, Emilio De Bono, Dino Grandi, Galeazzo Ciano. Per volontà di quest'ultimo (condizionato dalla moglie) si rinuncia al piano originario di far uccidere, "per tragico errore", Mussolini, il quale scompare, confinato in silenzio in un lussuoso bunker nel Sahara libico. Vengono formalmente ristabilite le vecchie libertà dello Stato liberale, conculcate dal fascismo, anche se, malgrado le speranze di Maria José, rimane una fortissima censura, controllata dai detti gerarchi golpisti. I mutamenti più immediati e profondi, non a caso quelli che resero necessario per i suoi esecutori il golpe, sono però in politica estera. Nella Conferenza di Monaco, in quei giorni progettata, l'Italia è rappresentata non dal Primo Ministro, né dal Ministro degli Esteri Ciano, ma, per volontà della reggente, da Dino Grandi. La politica estera del paese, affidata al duo Ciano (rappresentante del governo)-Grandi (rappresentante della Corona), diviene così fondata sul cardine di un'alleanza strettissima con la Gran Bretagna. La Conferenza di Monaco si risolve nella stessa maniera, favorevole ad Hitler, ma Ciano e Grandi, giudicando il Primo Ministro Chamberlain troppo debole, si mettono in contatto col vecchio ministro degli Esteri inglese Anthony Eden e con il grande critico conservatore dell'appesament, Winston Churchill. La reggente preme perché si tengano libere elezioni in breve tempo, trovando delle resistenze nel quadriumvirato. La politica economica decisa è, malgrado le radici aristocratiche del nuovo regime, tesa a far crescere il consenso, effettivamente alto, verso il nuovo ordine politico. Grazie a Balbo si inizia ad importare le politiche rooseveltiane del New Deal. Il ruolo dello Stato quindi, lungi dal diminuire, si allarga. L'attenzione al consenso popolare è dovuta molto anche all'esigenza di un sostegno popolare alla guerra alla Germania, giudicata inevitabile. Le camere sciolte immediatamente dopo il golpe devono comunque essere rielette. Si fissano le elezioni generali per il 29 agosto del 1939, il quale giorno si rivela essere con ogni evidenza alla vigilia dell'ambaradan.
    Manfr likes this.
    Perché l'unico tipo di rapporto che riusciva a concepire era di tipo feudale. Non aveva la minima idea di cosa fosse il cameratismo al quale anelava l'anima. (E. M. Forster)



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni italiane del 1939

    Appendice:
    I partiti classisti, giudicati un pericolo per la nazione, pur essendo legali, non possono presentarsi alle elezioni. Sotto il cartello rassicurante di Unità Socialista si sono comunque raggruppati molti esponenti socialisti e comunisti. I fedeli di Mussolini, ovviamente, sono illegali.
    L'UNLP ha ricevuto una lettera di sostegno dal presidente Roosevelt. Anthony Eden si è addirittura fermato in Italia per ben dieci giorni, tra il Quirinale e le residenze dei quadriumviri poco prima delle elezioni.
    Perché l'unico tipo di rapporto che riusciva a concepire era di tipo feudale. Non aveva la minima idea di cosa fosse il cameratismo al quale anelava l'anima. (E. M. Forster)



  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni italiane del 1939

    Unione Nazionale per la Libertà e il Progresso: E' la lista del governo e dei quadriumviri. Il leader è Italo Balbo. E' la lista del Quirinale, delle forze armate, del nuovo regime. E' riuscita a costruirsi un grande consenso popolare. E' con ogni evidenza pronta e desiderosa di entrare in guerra a fianco dell'Inghilterra contro il nazismo. Oltre che antinazista, è anche genericamente antitedesco. Considera il fascismo nient'altro che la conclusione logica del Risorgimento, dalla cui degenerazione il golpe del 26 settembre avrebbe salvato l'Italia. Laico, malgrado il principe Umberto sia un fervente cattolico, è assolutamente favorevole al principio sabaudo di assoluta separazione tra chiesa e stato. Decisamente favorevole all'impero coloniale, è paternalista nei confronti dei popoli colonizzati. Anticomunista, antibolscevico ed interclassista. Sostiene un'imposta patrimoniale, è vicino alle grandi industrie e sostiene una politica di forte spesa pubblica sul moello del New Deal. Si propone un innalzamento aristocratico dell'uomo per alcuni esponenti di chiara matrice nietzscheana. Molto anglofilo, e tendenzialmente filosionista, malgrado il patriottismo italiano degli ebrei che appoggiano la lista.
    Perché l'unico tipo di rapporto che riusciva a concepire era di tipo feudale. Non aveva la minima idea di cosa fosse il cameratismo al quale anelava l'anima. (E. M. Forster)



  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni italiane del 1939

    Seguono gli altri partiti. Aspettate a votare.
    Perché l'unico tipo di rapporto che riusciva a concepire era di tipo feudale. Non aveva la minima idea di cosa fosse il cameratismo al quale anelava l'anima. (E. M. Forster)



  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni italiane del 1939

    Unità Socialista: I partiti della sinistra in seguito al golpe sono tornati alla legalità. La lista socialista è composta da una maggioranza di candidati socialisti e una minoranza di comunisti disposti ad entrare nella lista. Pur essendo antinazisti, criticano la politica estera del governo, che a sua volta li attacca dicendo che non vogliono la guerra perché sono al servizio dei sovietici che hanno appena firmato il patto con il Reich. Propongono la trasformazione della Società delle Nazioni in un ente con più importanza e meno dominato dall'Inghilterra. Chiedono soprattutto aumenti salariali e promettono di sentire il sindacato per qualsiasi questione economica. Una minoranza di esponenti socialisti e alcuni intellettuali antifascisti hanno invece accettato l'invito di Balbo a partecipare al Listone dell'UNLP in funzione antinazista
    Perché l'unico tipo di rapporto che riusciva a concepire era di tipo feudale. Non aveva la minima idea di cosa fosse il cameratismo al quale anelava l'anima. (E. M. Forster)



  6. #6
    Breathe The Universal
    Data Registrazione
    28 Jul 2012
    Messaggi
    4,123
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni italiane del 1939

    dipende dalle poszioni dei partiti liberali e del partito popolare. Aspetto le descrizioni
    ཨོཾ་མ་ཎི་པ་དྨེ་ཧཱུྃ
    Liberale
    No al socialismo, no al fascismo.

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni italiane del 1939

    Partito Liberale Italiano: E' il partito del vecchio notabilato liberale. Vittorio Emanuele Orlando e Benedetto Croce ne sono gli ispiratori. Tra i giovani, Einaudi. Vuole opporsi sia al classismo dei socialisti sia al denunciato sansepolcrismo di ritorno del listone di Balbo. Chiede una politica di assoluto rigore finanziario. La stragrande parte dei suoi esponenti non ritiene l'Italia pronta all'entrata in guerra, con posizioni analoghe a quelle giolittiane sulla prima guerra mondiale.
    Unione dei Liberali: Partito di destra liberale. Liberista e pronto ad accogliere il voto cattolico più conservatore. Contro l'utopismo del listone governativo, contro il bolscevismo. Si distingue dal PLI per essere più a destra in economia, meno laicista e più anglofilo. Non è ben chiaro se voglia fare la guerra alla Germania, ma è comunque più anglofilo del PLI.
    Partito Popolare Italiano: E' il partito dei cattolici, riformato da don Sturzo. E' l'unico partito che difende esplicitamente la conservazione dei Patti Lateranensi e che si pone esplicitamente contro il divorzio (anche se l'UdL non è certo ostile a queste idee). Fortemente antinazista, ma anche abbastanza angloscettico, è filoamericano. Pare indisposto a sostenere un'entrata in guerra anche se è pronto a dare il sostegno logistico e non militare a quelle nazioni che dovessero combattere Hitler. Per il rigore finanziario, contro l'espandersi del ruolo dello Stato nell'economia, ma anche per rafforzare i sindacati e aumentare i salari
    Perché l'unico tipo di rapporto che riusciva a concepire era di tipo feudale. Non aveva la minima idea di cosa fosse il cameratismo al quale anelava l'anima. (E. M. Forster)



  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni italiane del 1939

    Le leggi razziali sono state abolite esattamente dieci giorni dopo il golpe.
    Perché l'unico tipo di rapporto che riusciva a concepire era di tipo feudale. Non aveva la minima idea di cosa fosse il cameratismo al quale anelava l'anima. (E. M. Forster)



  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni italiane del 1939

    Unione Nazionale per la Libertà e il Progresso: E' la lista del governo e dei quadrumviri. Il leader è Italo Balbo. E' la lista del Quirinale, delle forze armate, del nuovo regime. E' riuscita a costruirsi un grande consenso popolare. E' con ogni evidenza pronta e desiderosa di entrare in guerra a fianco dell'Inghilterra contro il nazismo. Oltre che antinazista, è anche genericamente antitedesco. Considera il fascismo nient'altro che la conclusione logica del Risorgimento, dalla cui degenerazione il golpe del 26 settembre avrebbe salvato l'Italia. Laico, malgrado il principe Umberto sia un fervente cattolico, è assolutamente favorevole al principio sabaudo di assoluta separazione tra chiesa e stato. Decisamente favorevole all'impero coloniale, è paternalista nei confronti dei popoli colonizzati. Anticomunista, antibolscevico ed interclassista. Sostiene un'imposta patrimoniale, è vicino alle grandi industrie e sostiene una politica di forte spesa pubblica sul moello del New Deal. Si propone un innalzamento aristocratico dell'uomo per alcuni esponenti di chiara matrice nietzscheana. Molto anglofilo, e tendenzialmente filosionista, malgrado il patriottismo italiano degli ebrei che appoggiano la lista.

    Unità Socialista: I partiti della sinistra in seguito al golpe sono tornati alla legalità. La lista socialista è composta da una maggioranza di candidati socialisti e una minoranza di comunisti disposti ad entrare nella lista. Pur essendo antinazisti, criticano la politica estera del governo, che a sua volta li attacca dicendo che non vogliono la guerra perché sono al servizio dei sovietici che hanno appena firmato il patto con il Reich. Propongono la trasformazione della Società delle Nazioni in un ente con più importanza e meno dominato dall'Inghilterra. Chiedono soprattutto aumenti salariali e promettono di sentire il sindacato per qualsiasi questione economica. Una minoranza di esponenti socialisti e alcuni intellettuali antifascisti hanno invece accettato l'invito di Balbo a partecipare al Listone dell'UNLP in funzione antinazista

    Partito Liberale Italiano: E' il partito del vecchio notabilato liberale. Vittorio Emanuele Orlando e Benedetto Croce ne sono gli ispiratori. Tra i giovani, Einaudi. Vuole opporsi sia al classismo dei socialisti sia al denunciato sansepolcrismo di ritorno del listone di Balbo. Chiede una politica di assoluto rigore finanziario. La stragrande parte dei suoi esponenti non ritiene l'Italia pronta all'entrata in guerra, con posizioni analoghe a quelle giolittiane sulla prima guerra mondiale.

    Unione dei Liberali: Partito di destra liberale. Liberista e pronto ad accogliere il voto cattolico più conservatore. Contro l'utopismo del listone governativo, contro il bolscevismo. Si distingue dal PLI per essere più a destra in economia, meno laicista e più anglofilo. Non è ben chiaro se voglia fare la guerra alla Germania, ma è comunque più anglofilo del PLI.

    Partito Popolare Italiano: E' il partito dei cattolici, riformato da don Sturzo. E' l'unico partito che difende esplicitamente la conservazione dei Patti Lateranensi e che si pone esplicitamente contro il divorzio (anche se l'UdL non è certo ostile a queste idee). Fortemente antinazista, ma anche abbastanza angloscettico, è filoamericano. Pare indisposto a sostenere un'entrata in guerra anche se è pronto a dare il sostegno logistico e non militare a quelle nazioni che dovessero combattere Hitler, almeno fino a quando non dovessero partecipare alla guerra gli stessi Stati Uniti. Per il rigore finanziario, contro l'espandersi del ruolo dello Stato nell'economia, ma anche per rafforzare i sindacati e aumentare i salari
    Ultima modifica di Monsieur; 21-08-12 alle 21:41
    Perché l'unico tipo di rapporto che riusciva a concepire era di tipo feudale. Non aveva la minima idea di cosa fosse il cameratismo al quale anelava l'anima. (E. M. Forster)



  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    26,812
    Mentioned
    31 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni italiane del 1939

    Visto che il sondaggio non è pubblico, scrivete per chi votate.
    Perché l'unico tipo di rapporto che riusciva a concepire era di tipo feudale. Non aveva la minima idea di cosa fosse il cameratismo al quale anelava l'anima. (E. M. Forster)



 

 
Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Elezioni italiane 2015
    Di Monsieur nel forum FantaTermometro
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 20-07-13, 22:09
  2. Elezioni Italiane 2017
    Di Gracco nel forum FantaTermometro
    Risposte: 58
    Ultimo Messaggio: 22-09-11, 09:21
  3. 1939: elezioni su Marte
    Di Von Righelli nel forum FantaTermometro
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 08-01-11, 00:37
  4. Elezioni Italiane 1925
    Di Tipo Destro nel forum FantaTermometro
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 29-08-08, 09:55
  5. Elezioni Italiane del 1921
    Di er uagh nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 64
    Ultimo Messaggio: 08-04-07, 01:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226