User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    10,635
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Domanda retorica: c'è più libertà in Francia o in Iran?

    Italia Sociale
    Domanda retorica: è una Nazione libera la Francia o l’Iran ?



    Robert Faurisson - Saturday, July 28, 2012



    A dispetto della repressione il revisionismo vincerà



    Questo 25 luglio, a Parigi, un giudice istruttore mi ha notificato tre rinvii a giudizio che concernono essenzialmente la mia partecipazione alla conferenza internazionale di Teheran sull'"Olocausto". Ricordo che a questa conferenza, che si è svolta l'11 e il 12 dicembre 2006, tutti i partecipanti senza eccezione, così i credenti come i contestatori della nuova religione, hanno potuto liberamente far sentire i loro argomenti. Il 13 dicembre 2006 Jacques Chirac, in quel periodo presidente della Repubblica francese, aveva denunciato la mia partecipazione alla suddetta conferenza ed annunciato che chiedeva contro di me l'apertura d'una inchiesta giudiziaria. È precisamente questa inchiesta che approda, cinque anni e mezzo più tardi, al mio triplo rinvio a giudizio. Bisogna comprendere che delle pietose associazioni hanno nel frattempo unito i propri lamenti all'iniziativa di Superbugiardo, il quale, del tutto normalmente, s'era portato così in aiuto di una Supermenzogna in pericolo.

    Peraltro, proprio oggi, 28 luglio, ricevo una convocazione della polizia giudiziaria per il 31 luglio. Assunte informazioni, si tratta di un intervento revisionista che io avrei recentissimamente tenuto su internet.

    Ho l'abitudine di presentarmi alle convocazioni di un giudice istruttore o di un ufficiale di polizia ma mai rispondo alle domande al di fuori di quelle che vertono sulla mia identità. Anche se il funzionario sbuffa, gli faccio sempre registrare nel verbale dell'interrogatorio la mia breve rituale dichiarazione:"Io rifiuto di collaborare con la polizia e la giustizia francesi nella repressione del revisionismo storico".Prima prevengo l'interessato che nel caso in cui egli rifiutasse questa frase non firmerei il verbale.



    L'ineluttabile vittoria del revisionismo

    Sul piano strettamente scientifico e storico la vittoria dei revisionisti è già completa ma bisogna ancora portare la notizia a conoscenza del grande pubblico, cosa che non è un affare secondario.

    In ogni modo esiste necessariamente un considerevole tempo di ritardo tra il momento in cui si produce una verità scientifica che è sbalorditiva ed il momento in cui l'opinione pubblica si decide ad accettare questa scoperta. Un tempo, ciò poteva essere questione di parecchi secoli ma oggi, soprattutto grazie ad Internet, due o tre generazioni potrebbero bastare (da 66 a 99 anni dopo il 1945!). Un giorno, dei ricercatori venuti da tutti gli orizzonti uniranno i loro sforzi in vista di pubblicare su Internet un'interminabile Encyclopaedia Universalis delle menzogne dell'Olocausto, un immenso Stupidario della Shoah, una vasta elencazione del falso e delle falsificazioni presso "i veri falsari della Storia". Fonti o riferimenti a sostegno, vi si scopriranno i nomi e le opere di coloro che si sono disonorati tanto per le loro menzogne, le loro calunnie, le loro false testimonianze quanto per i loro appelli alla repressione contro i revisionisti. Le generazioni future vi vedranno prove alla mano come nasce, vive e muore un certo tipo di religione universale essenzialmente fondata sull'odio, la frode ed il lucro. Nessun complotto, nessuna congiura sono stati necessari per produrre queste abiezioni olocaustiche; sono stati sufficienti, da una parte, l'arroganza del vincitore dotato di un potere illimitato, la sua sfacciataggine, il suo cinismo, il suo gusto della vendetta, e, dall'altra parte, lo sfruttamento della Stupidità, della Menzogna e della Credulità.

    Sulle vittorie fin qui riportate dal revisionismo e molto spesso nascoste al grande pubblico, vedete nel blog http://robertfaurisson.blogspot.com i miei testi dell'11 dicembre 2006 (http://robertfaurisson.blogspot.it/2...isionismo.html) e dell' 11 settembre 2011 (http://robertfaurisson.blogspot.it/2...sme-suite.html). In quest'ultimo testo, intitolato "Les Victoires du révisionnisme (suite)",richiamo l'attenzione del lettore sulla sezione intitolata "Il colpo di grazia portato, il 27 dicembre 2009, al mito delle camere a gas naziste". Vi si tratta il caso di Robert Jan van Pelt, che talvolta chiamo "l'ultimo dei Mohicani della causa sterminazionista". Ecco un ricercatore ebreo che, rinunciando alla lotta, finisce per riconoscere che non esiste ad Auschwitz, capitale dell'"Olocausto", nessuna PROVA di uno sterminio degli ebrei ma soltanto delle"testimonianze" (sic!). Costui preconizza che su tutto quanto il luogo di Auschwitz e di Birkenau si lasci che la natura riprenda i suoi diritti. In altre parole, se lo comprendiamo bene, le decine di milioni di turisti o di pellegrini che si sono recati su quei luoghi sono stati tratti in inganno da un'abbondanza di false prove. Secondo me, gli sfruttatori del mito di Auschwitz non prendono in giro solo i viventi ma anche i morti le cui reali sofferenze in questo modo sono relegate in secondo piano per lasciare il posto a dei racconti fantasmagorici e sfruttati da lestofanti.

    Lo confermo qui: dopo il 27 dicembre 2009, non si è trovato nessuno che adduca una prova scientifica a sostegno di questa causa che si è costruita allo stesso tempo sul troppo reale dolore delle vittime e sui troppi "fatti [non] accertati" e, di conseguenza, "destinati alle pattumiere della storia". Il riconoscimento è di Jean-Claude Pressac. Ancora sotto il colpo della sconfitta che aveva dovuto subire durante il mio processo del 9 maggio 1995, in cui noi, Eric Delcroix ed io stesso, avevamo preteso la sua comparizione, l'uomo ha firmato questo riconoscimento un mese dopo, esattamente il 15 giugno 1995, al termine di un testo di quasi 40 pagine. Questa capitolazione di un ex collaboratore della coppia Klarsfeld è stata inizialmente tenuta sigillata per cinque anni. Poi, il testo ci è stato infine rivelato da Valérie Igounet, a piccoli caratteri tipografici e verso l'ultima fine della sua opera, Histoire du négationnisme en France, Seuil, 2000, p. 613-652.

    Sic transit gloria turpis mendacii! [Così passa la gloria del turpe mendacio!]



    L'impostura di Auschwitz ha fatto il suo tempo. Per quanto riguarda la repressione esercitata dagli impostori è il segno che questi ultimi sono a corto di argomenti. Si chiedeva loro "una prova, solo una prova" a sostegno della loro terribile accusa: secondo loro, per più di quattro anni la Germania avrebbe perpetrato contro il popolo ebreo un crimine senza precedenti nella storia dell'umanità e, durante tutti questi anni, il resto del mondo, ad eccezione di una manciata di"Giusti", sarebbe rimasto indifferente a questo orrore indicibile. In un primo tempo, gli impostori hanno fornito un'abbondanza di "prove" che, tutte, si sono rivelate fallaci e ciò a tal punto che in un secondo tempo, a partire dal 1979 hannodovuto concludere che tutto sommato non c'era motivo di provare l'evidenza! * Non restava più che colpire i recalcitranti ed essi hanno colpito. L'hanno fatto tanto con la produzione di opere in cui la supposizione se la contende con la speculazione, tanto con il cinema ed il romanzo, ma anche con il martellamento delle menti e la violenza fisica e la forza ingiusta della legge. Inutilmente. Il revisionismo vincerà.

    28 luglio 2012

    03/08/2012
    Ultima modifica di Avanguardia; 01-09-12 alle 10:44

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    04 Jun 2009
    Località
    Mein Reich ist in der Luft
    Messaggi
    11,094
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Domanda retorica: c'è più libertà in Francia o in Iran?

    E' commovente la battaglia di questi martiri per la verità.
    Se l'uomo avrà un futuro, questo sarà tutto per loro, loro che sono i giusti di questo pianeta.
    ████████

    ████████

    Gli umori corrodono il marmo

  3. #3
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Domanda retorica: c'è più libertà in Francia o in Iran?

    Dove c'è più libertà?
    In Iran

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    06 Oct 2010
    Messaggi
    1,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Domanda retorica: c'è più libertà in Francia o in Iran?

    tu parli di prove scientifiche...e poi mi parli di storia.
    capisci che stai mischiando campi opposti.
    ora se io ti chiedessi una prova scientifica di waterloo, giustamente tu mi rideresti dietro.
    non è che waterloo fu un esperimento chimico ripetibile in laboratorio
    veni vidi mici

  5. #5
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Domanda retorica: c'è più libertà in Francia o in Iran?

    Citazione Originariamente Scritto da polifilo Visualizza Messaggio
    tu parli di prove scientifiche...e poi mi parli di storia.
    capisci che stai mischiando campi opposti.
    ora se io ti chiedessi una prova scientifica di waterloo, giustamente tu mi rideresti dietro.
    non è che waterloo fu un esperimento chimico ripetibile in laboratorio
    Con una piccola differenza...se neghi Waterloo non ti fai 12 anni di galera.

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    04 Jun 2009
    Località
    Mein Reich ist in der Luft
    Messaggi
    11,094
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Domanda retorica: c'è più libertà in Francia o in Iran?

    Citazione Originariamente Scritto da Nazionalistaeuropeo Visualizza Messaggio
    Con una piccola differenza...se neghi Waterloo non ti fai 12 anni di galera.

    Non perdi il lavoro, non ti distruggono la carriera, non ti linciano fisicamente e mediaticamente e non rischi la vita.

    La storia si fa con le prove, i documenti, la tecnica e la scienza, non con le semplici e sole pseudo testimonianze.

    Questo vale per tutti gli avvenimenti, sia storici che scientifici.
    ████████

    ████████

    Gli umori corrodono il marmo

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    20 Oct 2011
    Messaggi
    156
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Domanda retorica: c'è più libertà in Francia o in Iran?

    Citazione Originariamente Scritto da polifilo Visualizza Messaggio
    tu parli di prove scientifiche...e poi mi parli di storia.
    capisci che stai mischiando campi opposti.
    ora se io ti chiedessi una prova scientifica di waterloo, giustamente tu mi rideresti dietro.
    non è che waterloo fu un esperimento chimico ripetibile in laboratorio

    E cosa ci dovrebbe essere da ridere?

    " Per*scienza*si intende un sistema di*conoscenze, ottenute con procedimenti metodici*e rigorosi e attraverso un'attività di*ricerca*prevalentemente organizzata, allo scopo di giungere a una descrizione, verosimile e oggettiva, della realtà e delle leggi che regolano l'occorrenza dei fenomeni"

  8. #8
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    48,886
    Mentioned
    94 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Domanda retorica: c'è più libertà in Francia o in Iran?

    Citazione Originariamente Scritto da polifilo Visualizza Messaggio
    tu parli di prove scientifiche...e poi mi parli di storia.
    capisci che stai mischiando campi opposti.
    ora se io ti chiedessi una prova scientifica di waterloo, giustamente tu mi rideresti dietro.
    non è che waterloo fu un esperimento chimico ripetibile in laboratorio
    Ma che intervento è? Boh?
    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

  9. #9
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Domanda retorica: c'è più libertà in Francia o in Iran?

    Citazione Originariamente Scritto da ULTIMA LEGIONE Visualizza Messaggio
    Ma che intervento è? Boh?
    Un intervento democratico.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Jun 2012
    Località
    Milano
    Messaggi
    39
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Domanda retorica: c'è più libertà in Francia o in Iran?

    In Francia è scomodo parlare di revisionismo e quindi c'è meno libertà per chi ne vuole parlare.

    In Iran non è scomodo parlare di revisionismo e quindi c'è molta libertà per chi ne vuole parlare.

    Ogni tirannia ha i suoi argomenti censurati. Nel caso dei Governi Occupati d'Occidente gli argomenti tabù e illegali sono essenzialmente legati a due temi:

    1. Identitarismo razziale/White Nationalism
    2. Questione ebraica e derivati(fra cui il revisionismo)

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. domanda retorica - La base della sinistra è fatta di deficienti?
    Di salvatoredell'espatrio nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 170
    Ultimo Messaggio: 03-01-14, 12:30
  2. Domanda retorica
    Di Frank17 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 29-08-08, 16:42
  3. Domanda retorica
    Di Feliks nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 25-02-08, 20:23
  4. Domanda retorica
    Di Il Pretoriano nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 17-11-06, 12:11
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-04-06, 15:43

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226