User Tag List

Pagina 1 di 12 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 117
Like Tree7Likes

Discussione: Disinformazione_pagina massoneria

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    San Gottardo
    Messaggi
    29,647
    Mentioned
    271 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Disinformazione_pagina massoneria

    Pagina massoneria home page



    Aticoli su articoli per tutti i gusti ma sempre e solo sugli illuminati
    Possiamo concludere che tutto il peggio che succede in Italia e' dovuto alle elites PD ed al vaticano?
    Stupri, attentati, invasione, fallimenti, disoccupazione, emergenza sociale, denatalita',violenza verbale , suicidi, omicidi....

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,176
    Mentioned
    43 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Disinformazione_pagina massoneria

    Quantità, qualità, moralità

    Tratto da «Ritorno al Nuovo Mondo» di Aldous Huxley, 1961 Mondadori
    Traduzione di Luciano Bianciardi

    Nel mondo nuovo della mia favola si praticavano normalmente l’eugenetica e il suo contrario, la disgenia. In una serie di bottiglie, ovuli biologicamente superiori, fertilizzati da spermatozoi biologicamente superiori, ricevevano le migliori cure prenatali, e finalmente si decantavano nelle categorie Alfa, Beta, e persino Alfa Più. In un’altra serie di bottiglie, assai più numerosa, ovuli biologicamente inferiori, fertilizzati da spermatozoi inferiori, subivano il Processo Bokanovsky e il trattamento prenatale con l’alcool e con altri veleni proteinici. Se ne decantavano creature quasi subumane, ma pur sempre capaci di lavoro non specializzato; anzi, opportunamente condizionate, e detensionate dal libero e frequente accesso al sesso opposto, sistematicamente distratte dai divertimenti gratuiti, reindotte ai moduli della buona condotta mediante dosi quotidiane di soma, davano la garanzia di non infastidire mai i loro superiori.
    Nella seconda metà del ventesimo secolo noi non organizziamo sistematicamente la riproduzione; e il nostro sregolato capriccio non solo tende a sovrappopolare il pianeta, ma anche, sicuramente, a darci una maggioranza di umani di qualità biologicamente inferiore. Ai brutti tempi andati di rado sopravviveva un bambino che avesse qualche spiccato, o anche lieve, difetto ereditario. Oggi invece, grazie all’igiene, alla farmacologia moderna e alla coscienza sociale, quasi tutti i bambini venuti al mondo con difetti ereditari giungono a maturità, e si moltiplicano. Date le condizioni oggi dominanti, ogni progresso della medicina sarà frustrato da un corrispondente aumento del tasso di sopravvivenza degli individui che dalla nascita portano con sé una qualche insufficienza genetica. Nonostante i nuovi farmaci meravigliosi, nonostante le cure migliori (anzi, in certi casi, proprio per via di queste cose), la salute fisica della popolazione media non migliorerà, anzi andrà peggiorando. Alcuni autorevoli studiosi affermano che il declino è già cominciato, e continua. «In condizioni a un tempo facili e sregolate» scrive il dottor W.H. Sheldon, «al nostro ceppo migliore tende a soppiantarsi un altro ceppo, inferiore sotto ogni aspetto… C’è la moda, in certi ambienti accademici, di assicurare gli studenti che sono infondati gli allarmi relativi al differenziarsi del tasso di natalità; che tali problemi sono soltanto economici, o soltanto educativi, o soltanto religiosi, o soltanto culturali, e così via. E’ un ottimismo da struzzi. La delinquenza riproduttiva è un fatto biologico, basilare» E prosegue: «Nessuno sa in che misura è diminuito il quoziente d’intelligenza medio nel nostro paese [gli Stati Uniti] dal 1916, da quando cioè Terman cercò di standardizzare il significato».
    In un paese sovrappopolato e sottosviluppato, dove quattro quinti della popolazione hanno meno di duemila calorie al giorno, e solo l’altro quinto si nutre a sufficienza, possono nascere spontaneamente istituti democratici? E possono sopravvivere, una volta imposti dall’estero o dall’alto?
    E consideriamo adesso il caso della società ricca, industrializzata, democratica, nella quale, praticandosi – caso, ma non meno efficacemente - la disgenetica, decrescono vigore fisico e quoziente d’intelligenza. Una società siffatta, fino a quando potrà conservare le sue tradizioni di libertà individuale e di governo democratico? Fra cinquanta o cent’anni i nostri bambini daran la risposta a questa domanda.
    Intanto noi ci troviamo di fronte un fastidiosissimo problema morale. Noi sappiamo che la bontà dei fini non giustifica l’uso di mezzi cattivi. Ma che dire delle situazioni – così frequenti oggi – in cui mezzi buoni dan risultati finali che si rivelano cattivi?
    Per esempio: noi andiamo in un isola tropicale, con l’aiuto del DDT sterminiamo la malaria e, nello spazio di due o tre anni, salviamo centinaia di migliaia di vite. E’ ovviamente un bene. Ma le centinaia di migliaia di esseri umani così salvati, e i milioni che da loro vengono al mondo, noi non possiamo vestirli, alloggiarli, istruirli, nemmeno nutrirli a sufficienza, con le risorse disponibili nell’isola. Non c’è più la morte rapida della malaria; ma la fame rende la vita insopportabile, il sovraffollamento diviene la regola, la morte lenta per inedia minaccia tante vite di più.
    E che dire degli organismi insufficienti per condizionare congenie, che la medicina e i servizi sociali oggi salvano e lasciano proliferare? Aiutare gli infelici è bene, indubbiamente. Ma non meno indubbiamente è male trasmettere interi ai nostri posteri i risultati di mutazioni negative; come è un male la progressiva contaminazione del fondo genetico a cui dovranno attingere i membri della nostra specie. Siamo presi fra le corna di un dilemma morale: per trovare la soluzione occorrerà tutta la nostra intelligenza tutta la nostra buona volontà.
    -----------
    Aldous Huxley (1894-1963)
    Futorologo britannico, professore al M.I.T. (Massachussetts Institute of Tecnology) di Boston.
    Nipote di Thomas Huxley (uno dei fondatori della "Round Table" britannica), fratello di Sir Julian Sorell Huxley (primo direttore dell'UNESCO, e presidente per diversi anni della "Eugenetics Society").
    Aldous fu membro della Fabian Society e della Golden Dawn, sperimentò in prima persona l'uso di droghe allucinogene e descrisse le sue "visioni" in due opere apologetiche: "Le porte della percezione" (1954) e "Paradiso e inferno" (1956). Opera più famosa: "Il Mondo Nuovo" (1932)

    Il Mondo Nuovo di Huxley

    Non è Adolf Hitler; è Aldous Huxley, autore de "Il Mondo Nuovo", di cui suggerisco la lettura a tutti.

    Le pratiche eugenetiche alla base delle accuse rivolte al cattolico di Brunau am Inn sono state il pane quotidiano del personaggio in questione, elevate all'ennesima potenza. Ma del fabiano britannico nessuno parla male e nessuno grida al male assoluto.

    Questione di in-formazione.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,333
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Disinformazione_pagina massoneria

    SONO CONSIGLIATI I LIBRI DI GIULIANO LILLI.



    Quando Satana firma la Storia V - 1 e 2



    Quando Satana firma la Storia II

    ... risponde l'autore della presente opera, con la sua "apologia" cristiano-cattolica con la quale si vorrebbero mettere in guardia i credenti veri dai falsi profeti dei nostri tempi, che "battezzano" prima (non si sa mai: l'aldilà!) i loro rampolli (mandati a studiare nell'odierna America) e poi li "sbattezzano", per educarli alla carriera del successo, alla politica del malaffare, ai compromessi bancari, agli scambi di favori, alla catena di S. Antonio, alla truffa, al raggiro, alla menzogna, al perbenismo apparente, al disprezzo per la "plebe", soprattutto se è di stirpe rurale [Engels, insegna: La guerra dei contadini, Londra, 1850]. Come sopra ho scritto, si può o non si può condividere la tesi dell'Autore, ma la documentazione dei fatti è ineccepibile: smontarla con uno sberleffo sarebbe assai facile, ma contestarla con i dati alla mano sarebbe impresa assai difficile...



    Quando Satana firma la Storia III



    Tra lager e colonie, l'epitaffio anticristiano d'Italia dal nome Risorgimento. Con processo a Garibaldi: critica della Sentenza alla luce dell'eresia liberale anglicana


    Quando Satana firma la Storia IV


    La violazione spregiudicata di tutti e dieci i Comandamenti dal nome vano, fallace e sacrilego di Risorgimento.





    L'assurdità della riunificazione nazionale italiana IL LIBRO E' STATO PUBBLICATO QUEST'ANNO DALLA CASA EDITRICE SEGNO.


    Edizioni Segno - Casa editrice


    Don Giuliano Lilli prosegue con questo libro l’opera di rivisitazione storica avviata con i volumi Quando Satana firma la storia. Dalla “massima unità nazionale” del cesarismo liberale alla “mala unità nazionale” del Movimento Neoborbonico, in entrambi i casi abbiamo il nonsenso in quanto la differenziazione peninsulare violata reclama la propria riparazione. Anche secondo la storiografia laica, il Risorgimento è mera aggressione a 360 gradi: l’insormontabile differenziazione internazionale intrapeninsulare europea attesta sotto gli occhi di tutti, che, a prescindere dal Papato, la penisola appenninica è politicamente distinta per natura.


    ESSENDO L'AUTORE UN RELIGIOSO FA MOLTI RIFERIMENTI A SATANA, PERO' MERITANO UN CERTO INTERESSE PER LE TEMATICHE TRATTATE.


    presenti anche qui:

    Giuliano Lilli - Tutti i Libri di: Giuliano Lilli - Pagina 1

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,333
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Disinformazione_pagina massoneria

    ALTRI LIBRI SU SETTE E MASSONERIE SEMPRE DELLA CASA SEGNO:




    Edizioni Segno - Casa editrice

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Apr 2012
    Località
    Helvetia felix
    Messaggi
    1,217
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Disinformazione_pagina massoneria

    Direi di aggiornare sempre questa discussione dato che -loro- decideranno il nostro futuro.

    Qualcuno e' a conoscenza di un buon libro sugli illuminati/bildberger in inglese dato che vorrei distribuirlo in Svezia , vivendo, gli scandinavi, ancora in un mondo di fiabe e folletti.
    Ci vogliono "1000 isolette" norvegesi per svegliarli?

  6. #6
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,176
    Mentioned
    43 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Disinformazione_pagina massoneria

    III. Psichiatri e Massoni. L'ala britannica

    Le unioni miste "del nero e del tipo caucasico danno luogo ad ogni sorta di organismi disarmonici. Mettendo un poco della mente dell'uomo bianco nel mulatto, non solo lo si rende più capace e ambizioso (non ci sono casi accertati di negri puri saliti a qualche eminenza), ma si accresce il suo scontento e si crea un'ovvia ingiustizia continuando a trattarlo come un africano purosangue. Il nero americano è turbolento a causa del sangue bianco americano che è in lui". Queste righe - che implicano approvazione per la segregazione razziale - suscitarono a loro tempo qualche scalpore, perché a scriverle era un famoso liberal dell'estabhshment britannico: il biologo Julian Huxley. Nipote del primo editore di Darwin, e fratello dello scrittore (e sperimentatore di droghe) Aldous Huxley, Julian scriveva di ritorno da un viaggio in Usa compiuto nel 1924 (Julian Huxley, America Revisited – The Negro Problem, sullo Spectator del 29 novembre 1924). Lí aveva avuto occasione di approvare le teorie razziali di Charles Davenport, allora presidente della International Federation of Eugenics Organizations: l'ente angloamericano (era stato fondato nel 1925 presso la Royal Society di Londra) che nel 1932 avrebbe eletto suo nuovo presidente il genetista del Terzo Reich, Ernst Ruedin. Julian Huxley non rinnegò mai le sue idee eugenetiche. Il 6 settembre 1930, sulla Weekend Rewiew, prese le parti del Comitato per la Legalizzazione della Sterilizzazione: "La causa della sterilizzazione di certe classi di persone anormali o difettose mi sembra invincibile". Nel 1929, secondo la Eugenics Society (Mental Deficiency Committec) di Londra, il numero di tali "difettosi", nella sola Inghilterra, era valutabile a 300 mila, tutti candidati alla castrazione. Inutile dire che Julian Huxley era membro rilevante della Eugenics Society, di cui fu presidente ancora nel 1962.

    ENTRA MONTAGU NORMAN

    Difficile dire se "nonostante" le sue idee, o piuttosto grazie ad esse, Julian Huxley sia stato elevato alla carica di direttore generale dell'Unesco, che ricoprí dal 1946 al 1948. Fatto sta che proprio nel 1948 l'Unesco e l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) diedero il loro patronato ad un eccezionale International Congress on Mental Health, che si tenne presso il Ministero della Sanità britannico. Il congresso diede vita alla Federazione Mondiale della Salute Mentale (World Federation for Mental Health); ma, come scrisse la coordinatrice della delegazione statunitense Nina Ridenour, "la World Federation for Mental Health è stata creata su raccomandazione dell'Oms e dell'Unesco, perché questi organi delle Nazioni Unite abbisognavano di un'organizzazione nongovernativa con cui cooperare"( "Poiché gode dello status consultivo presso le Nazioni Unite e diverse delle sue agenzie specializzate, la World Federation for mental Health è in grado di influire su alcune decisioni dell'Onu e su alcuni suoi programmi": Nina Ridenour, Mental Health in the U.S.A Fifty Years History, citata da Anton Chaitkin, British Psychiatry... EIR, 7 ottobre 1994, p.34). Assistiamo qui alle motivazioni che fanno nascere le entità a cui l'Onu riconosce lo status di "Organizzazioni non-Governative" (Ong): si tratta di gruppi di pressione o lobbies, in apparenza nati dal basso per promuovere rivendicazioni ed esigenze che si pretendono "popolari" e "di massa", ma che l'Onu, o gli oligarchi che le hanno create, sono ben lieti di accogliere. Ad esempio l'organizzazione ecologista Greenpeace, e il Population Council fondato dai Rockefeller, sono Ong; e in molti casi possono condurre le loro campagne a nome e sotto l'egida (e con i fondi) dell'Onu.
    Di fatto, la World Federation for Mental Health era emanazione diretta di un'associazione britannica dal nome simile, la National Association for Mental Health. E questa era stata fondata da un personaggio in cui non si sospetterebbero interessi per la psichiatria, se non forse perché era egli stesso uno psicolabile: Norman Montagu, governatore della Banca d'Inghilterra. Ciclotimico, occultista, teosofo e massone (Sui riti "muratori" di Montagu Norman, cfr. Geminello Alvi, Dell'estremo Occidente, M.Nardi, Firenze, 1993, p.161), Norman Montagu era stato protagonista delle svolte cruciali del secolo, dalla crisi del 1929 (aggravata dall'ostinazione di tener sopravvalutata la sterlina da parte della Banca Centrale britannica) fino ai conciliaboli dei supercapitalisti angloamericani con Hjalmar Schacht, governatore della Reichsbank e autore del "miracolo economico" nazista, grazie anche ai finanziamento della City e di Wall Street. Nel 1929 i responsabili della Federal Reserve, più i rappresentanti della Guaranty Trust, Royal Dutch Shell, J.D.Rockefelier e altri banchieri privati s'incontrarono con Schacht a New York, dove decisero investimenti e finanziamento nella Germania sfiancata dai debiti di guerra. Un altro incontro, nel 1931, vide la partecipazione di Montagu Norman. In seguito, anche dopo la salita al potere di Hitler, Schacht rivide Norman nella residenza londinese di quest'ultimo, Thorpe Lodge. Ma nel 1944, in piena guerra, Sir Norman si dimise dalla Banca d'Inghilterra; nello stesso anno fondò la Associazione Nazionale per la Salute Mentale. Come tesoriere, Montagu Norman scelse Otto Niemeyer, che era stato suo assistente alla Banca; come segretario generale Mary Appleby, sua nuora, che aveva lavorato nella sezione tedesca del Foreign Office; come presidenti scelse Richard A. Butler, che era stato vice di Lord Halifax, il ministro britannico degli Esteri nel governo di Neville Chamberlain, notorio per la sua aperta simpatia verso il Terzo Reich. E come chairman dell'Associazione, insediò il genero di lord Halifax, il conte di Feversham. Strana "Associazione per la Salute Mentale" davvero, quella a cui si dedicarono alcuni dei massimi esponenti della finanza e della politica estera britannica, tutti più o meno catalogabili come filo-nazisti. Ma qui, forse, si sfiora un lato fra i più occultati della recente storia inglese. Il Rito Scozzese Antico e Accettato (la Massoneria Azzurra o britannica) ha tradizionalmente come Gran Maestro - riconosciuto dagli adepti di tutto il mondo - un fratello della regina d'Inghilterra. Oggi, è il Duca di Kent. Nel 1934, quando il Rito Scozzese americano cominciò a finanziare le sue strane ricerche sulla schizofrenia, "Gran Maestro della Gran Loggia Madre dei Massoni del Mondo" era il duca di Connaught, fratello del principe Alberto, marito della regina Vittoria. Tedesco d'origine (della famiglia Coburgo), il duca di Connaught aveva ospitato nella sua casa un adolescente di nome Joachim Von Ribbentrop, con cui mantenne strettissimi rapporti anche quando Ribbentrop divenne ambasciatore nazista nel Regno Unito e poi ministro degli Esteri di Hitler. E attorno al duca di Connaught si radunò quel gruppo di aristocratici che nell'anteguerra propugnavano un'alleanza con il Terzo Reich, di cui furono esponenti di spicco il principe Edoardo (il futuro Edoardo VIII, zio della regina Elisabetta, costretto all'abdicazione per le sue tendenze nazisteggianti) e il famigerato lord Halifax.

    SPIE IN CAMICE BIANCO

    Nel 1948, la National Association for Mental Health di Montagu Norman indisse dunque a Londra il grande Congresso Internazionale sulla Salute Mentale. Sotto l'alto patronato della Duchessa di Kent, vedova del Gran Maestro del Rito Scozzese (carica che tenne dal 1939 al 1942) e madre del futuro Gran Maestro (dal 1967 ad oggi), il Congresso vide la partecipazione di personaggi famosi: Julian Huxley; l'antropologa americana Margaret Mead, che fu la relatrice d'apertura; Carl Gustav Jung. Vi intervenne Winfred Overholser, capo della delegazione americana e alto esponente del Rito Scozzese statunitense, direttore a Washington della clinica psichiatrica St. Elizabeth. Non mancarono lord Thomas J. Horder, medico di Edoardo VIII, presidente della Eugenics Society e della Anglo-Soviet Public Relations Association; il dottor Alfred E.Tredgold, membro del Committee for Sterilization presso il Ministero della Sanità; gli psichiatri Cyril Burt e Hugh Crichton-Miller, esperto di ricerche sul paranormale il primo, vicepresidente dell'Istituto "C.G.Jung" a Zurigo il secondo, entrambi fondatori dell'Istituto Tavistock di Londra. Ecco un nome interessante. Come ho avuto altrove l'occasione di scrivere, l'Istituto Tavistock, "formalmente clinica di ricerca psichiatrica è stato il laboratorio della guerra psicologica per l'armata britannica durante la seconda guerra mondiale" (Cfr. il mio In Bosnia come in Libano: guerre programmate dagli psichiatri su Studi Cattolici n.391, settembre 1993, p.545.). L'oggetto degli studi più accaniti del Tavistock in questi ultimi anni è la creazione di "salti di paradigma" (paradigm shifts), ossia del mezzo per indurre nelle società valori "nuovi", attraverso eventi traumatici collettivi (turbulent environments). Ad esempio, un ciclo di conferenze tenute al Tavistock nel 1989 aveva come tema il seguente: Il ruolo delle Organizzazioni non Governative nell'indebolire gli Stati Nazionali. Ebbene, fra i partecipanti al congresso sulla Salute Mentale che Montagu Norman volle a Londra nel 1948, spiccano personaggi le cui ricerche psichiatriche (o sul funzionamento della mente) si svolgono in gran parte nell'ambito di programmi militari, o politico-militari. A cominciare dall'uomo che nel1948 fu eletto presidente della World Federation for Mental Health: lo psichiatra - e generale di brigata britannico in servizio – John Rawlings Rees. Che è stato anche direttore dell'Istituto Tavistock. Ma anche il dottor Overholser, il massone a capo della delegazione statunitense, aveva un curriculum militare di tutto rispetto. Nel 1943 presiedeva, all'interno dell'Office for Strategic Services (OSS, che nel dopoguerra diventerà la Cia) un comitato per la ricerca di "sieri della verità", ossia di sostanze psicotrope in grado di annullare i freni inibitori, da usare negli interrogatori dei prigionieri: Overholser somministrò l'allucinogeno mescalina a vari soggetti-cavia; e nella sua clinica St. Elizabeth cominciò dagli anni'50 a provare la marijuana come mezzo per "sciogliere la lingua" a reclute della U.S. Army, probabilmente allo scopo di identificare soggetti sovversivi. Quanto a Margaret Mead - succeduta al generale Rees alla presidenza della World Federation of mental Health nel 1956 - ebbe una parte poco chiara nel colossale programma della CIA denominato MK Ultra.
    Nel 1943, la Rockefeller Foundation aveva creato in Canada (dunque in territorio britannico) una clinica, lo "Allen Memorial Institute", collegata alla McGill University di Montreal: a capo del servizio psichiatrico fu posto Donald E. Cameron, uno psichiatra scozzese che divenne notorio, e non in senso positivo, quando agghiaccianti particolari sugli esperimenti MK Ultra cominciarono a trapelare, provocando una rivolta dell'opinione pubblica americana: Cameron era specialista nell'indurre nei suoi pazienti (o vittime) il sonno per mezzo di droghe, per poi svegliare con l'elettroshock. Lo stesso Cameron provò il curaro nell'ambito delle ricerche che interessavano la Cia. Lo Army Chemical Center invece finanziò, sempre nel quadro del MK Ultra, le ricerche con l'LSD di Paul Hoch, uno psichiatra - e alto grado del Rito Scozzese - che aveva collaborato con l'eugenista tedesco filonazista Franz Kallmann negli studi sulla schizofrenia sponsorizzati dal Rito Scozzese americano (Franz J.Kallmann,The Genetics of Schizophrenia: a Study of Heredity and Reproduction in the Families of 1087 Schizophrenics, New York, 1938.Kallmann aveva cominciato le sue ricerche in Germania sotto l'eugenista del Terzo Reich Ernst Ruedin, ma nel 1935, identificato come "mezzo ebreo", aveva dovuto emigrare negli USA.Trpvò impiego al New Yprk Psychiatric Institute,il cui direttore, Nolan D.C.Lewis,era un adepto del rito scozzese). Anche Robert hanna felix, il "33°" fondatore (per conto del Rito Scozzese) del National Institute of mental Health, fu coinvolto nello scandalo MK Ultra per esperimenti di "lavaggio del cervello", insieme al suo allievo Harris Isbell, che per la Cia aveva condotto sperimentazioni illegali con droghe su tossicomani negli nel suo Addiction Research Center di Lexington (Kentucky).

    L'ESPERIMENTO MK ULTRA

    Infine, al principio degli anni'60, le rivelazioni di stampa sulle vittime del MK Ultra costrinsero ad interrompere il programma. Fu condotta un'inchiesta, che non portò a nulla. Non a caso: a capo dell'apposita Commissione senatoriale era stato messo Nelson Rockefeller. La Commissione Rockefeller chiuse i suoi lavori nel 1975. Ma già dal 1961 il "33°" Robert H. Felix aveva radunato i principali ricercatori del MK Ultra sotto l'ombrello di una nuova istituzione dal nome rispettabile: l'American College of NeuroPsycopharmacology.
    Nel 1967 - albeggiava già la contestazione permanente, il culto giovanile delle droghe, l'età dei "figli dei fiori" - il College tenne un congresso ("Effetti dei farmaci psicotropi sugli umani normali"), la cui relazione introduttiva spettò a due ex attori del MK Ultra: Wayne O.Evans, psichiatra militare, direttore dell'U. S. Army Stress Laboratory di Natik (Massachusetts), e Nathan Kline, un eugenista della Columbia University, studioso del voodoo haitiano. L'incipit della loro relazione rivela, con una chiarezza abbagliante, il vero motivo per cui le oligarchie finanziarie hanno per tanto tempo finanziato le ricerche psichiatriche: "L' attuale ventaglio di psicofarmaci sembrerà quasi banale quando lo paragoniamo al possibile numero di sostanze chimiche che saranno disponibili per il controllo di aspetti selettivi della vita umana nel Duemila. La cultura americana muove verso una "società sensata". L'accento vien posto sempre più sull'esperienza sensoriale e sempre meno su filosofie razionaliste o orientate al lavoro. Tale visione filosofica, unita ai mezzi per separare il comportamento sessuale dalla riproduzione, intensificherà senza dubbio la libertà sessuale.
    "Sembra ovvio che la gioventù di oggi non ha più paura delle droghe o del sesso. Ancora, i filosofi e gli opinionisti d'avanguardia propugnano l'esperienza sensoriale personale come la raison d'etre della prossima generazione. Stiamo andando verso un'era, in cui un lavoro significante sarà possibile solo per una minoranza: in quell'era, afrodisiaci chimici saranno accettati come un mezzo comune di occupare il tempo.
    "Se noi accettiamo la posizione che l'umore dell'uomo, le sue motivazioni ed emozioni, sono riflessi dello stato neurochimico del cervello, allora i farmaci possono fornire il mezzo semplice, rapido e pratico di produrre qualunque stato neurochimico desideriamo.
    "Più presto smetteremo di confondere le affermazioni scientifiche e quelle morali sull'uso delle droghe, e più presto potremo razionalmente considerare i tipi di stati neurochimici che vogliamo diventar capaci di fornire alla gente".

    Psichiatri e massoni
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  7. #7
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,176
    Mentioned
    43 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Disinformazione_pagina massoneria

    Introduzione occulta al film Prometheus

    Introduzione occulta al film Prometheus | Neovitruvian

    L’ultimo e attesissimo film di Ridley Scott, Prometheus, immerge lo spettatore nella mitologia elitaria. Non sto parlando delle solite pellicole “Illuminate” in cui vengono mostrati, comportamenti e stili di vita, conformi all’agenda dei poteri forti: qui siamo al fulcro del “credo mistico” luciferino, in cui il titano Prometeo, portatore di luce, “dona” agli umani il fuoco, rendendoli essi stessi “divinità”.
    Gli illuminati, vogliono proporre la loro versione della creazione, dove gli umani non sono altro che “prodotti” dell’ingegneria genetica, servitori/schiavi di questa razza di “ingegneri”. Si cerca di creare l’illusione che la Creazione sia frutto della tecnologia e che gli esseri umani, diventando a loro volta creatori di vita artificiale, (Androidi indistinguibili dagli esseri umani … tranne che per l’anima) siano essi stessi divinità. Ci troviamo di fronte ad un’ideale materialista di divinità, che ricerca l’immortalità fisica piuttosto che quella spirituale. Andremo ora ad analizzare i vari concetti e simboli presenti in due video che mostrano intenti, progetti e creazioni illuminate.

    FILMATO VIRALE 1 TED 2023

    Il Monologo di Peter Weyland illustra perfettamente i concetti espressi sopra. Ascoltiamo trasportati la glorificazione del Titano Prometeo che rubò il fuoco per concederlo agli esseri umani. Procedendo con logica materialista infallibile, Peter, giunge alla conclusione che l’uomo è una divinità, non tanto per il suo spirito divino, quanto per la sua capacità di diventare onnipotente e immortale sul piano materiale (attraverso la tecnologia).

    Luciferanesimo

    Il moderno culto luciferino affonda le sue radici negli insegnamenti gnostici, nonché egiziani e babilonesi. Il dio del mondo materiale è visto come una figura testarda e sadica che cerca di mantenere l’umanità perpetuamente nelle tenebre, mentre Lucifero è il salvatore dell’umanità, in quanto ci donò la scienza. Se reinterpretare la storia di Adamo ed Eva attraverso “occhi luciferini”, vi accorgerete che il serpente in realtà è il “salvatore sotto copertura” che sfidò Dio dando l’opportunità agli uomini di diventare dei. E’ considerato il catalizzatore del potenziale umano.
    “Il culto di Lucifero rappresenta una radicale rivalutazione dell’eterno nemico dell’umanità: Satana. E’ l’inversione definitiva del bene e del male. La formula di questa inversione è riflessa dal paradigma narrativo del mito gnostico dell’Ipostasi. A differenza della versione originale biblica, il racconto gnostico rappresenta la “rivalutazione della storia ebraica della tentazione del primo uomo, il desiderio di ‘essere come Dio’ prendendo dal frutto dell’albero della conoscenza del bene e del male“.
    Raschke-26
    I praticanti delle dottrine luciferine cercano, durante la loro vita, di raggiungere un livello superiore di benessere, ottenendo l’illuminazione (spesso rappresentata da una torcia). Una persona illuminata è colei che è riuscita ad accumulare sufficiente conoscenza mistica e spirituale da raggiungere uno stato divino. Le antiche religione misteriche offrono
    “L’opportunità di cancellare la maledizione della condizione mortalità attraverso l’incontro diretto con la divinità, o in molti casi andando incontro ad un processo di trasfigurazione da umano a divino”.
    Raschke-26

    Prometeo

    Questa statua (che si trova nella piazza del Rockefeller Center di New York), raffigura Prometeo, un Titano della mitologia greca conosciuto per la sua grande intelligenza. Egli tuttavia tradì Zeus rubando il fuoco e consegnandolo agli uomini. Lo si accredita di aver portato la civiltà e introdotto arti quali la scrittura, la matematica, l’agricoltura, la medicina e la scienza. Zeus punì Prometeo per il suo crimine, legandolo ad una roccia mentre una grande aquila gli mangiava il fegato il quale ricresceva la notte per essere nuovamente mangiato il giorno successivo.
    Prometeo [il nome significa premeditazione] non era uno sciocco, ma per quale motivo allora, si ribellò a Zeus? Cercò di ingannare il padre degli dei (che sa tutto e vede tutto) con un falso sacrificio. Prometeo rubò anche il fuoco da Zeus e lo diede ai primitivi mortali. Zeus non punì solo Prometeo, punì tutto il mondo per la sfrontatezza di questo dio ribelle.
    -Stewart
    Ecco un estratto dell’opera di Eliphas Levi “La Dottrina di magia trascendentale”, riferendosi a Phyche ed Eva: Entrambe sono colpevoli del crimine espiato da Prometeo nell’antichità e da Lucifero nella leggenda cristiana, nel primo caso fu Ercole a salvare Prometeo nel secondo fu il Salvatore a redimere l’umanità. Il Grande Segreto Magico sta quindi nella lampada e nel pugnale di Psiche, nella mela di Eva, nel sacro fuoco di Prometeo, nella torcia Luciferina, ma anche nella Santa Croce del Redentore.

    Il fuoco di Prometeo

    Ma cos’è il fuoco? Il fuoco nei geroglifici egiziani, è legato al simbolismo solare della fiamma ed è associato, in particolare, con i concetti di vita e salute. La sua natura include anche i concetti di superiorità e di controllo, aspetti che mostrano la sua valenza come espressione dell’energia spirituale.
    Gli alchimisti mantennero in particolare la nozione eraclitea del fuoco come ‘agente trasmutatore’, poiché tutte le cose vengono e ritornano dal/al fuoco. E’ il seme che viene riprodotto in ogni vita successiva (è quindi legato alla libido e alla fecondità). Il fuoco, come l’acqua, è un simbolo di trasformazione e rigenerazione. Per la maggior parte delle popolazioni primitive, il fuoco era un demiurgo proveniente dal sole, di cui ne era il rappresentante terreno. E’ dunque legato da una parte ai raggi del sole e alla luce, dall’altra, all’oro. Frazer elenca molti riti in cui venivano utilizzate torce, falò e braci ardenti poichè si pensava stimolassero la crescita del grano e il benessere umano/animale.
    Marius Schneider, tuttavia, distingue tra due tipi di fuoco, a seconda della loro direzione (o della loro funzione): il fuoco nell’asse fuoco-terra (che rappresenta l’erotismo, il calore solare e l’energia fisica), e il fuoco nell’asse fuoco-aria ( collegato al misticismo, alla purificazione o sublimazione e all’energia spirituale). C’è un parallelo esatto qui con il simbolismo ambivalente della spada (che indica sia la distruzione fisica e determinazione dello spirito). Fuoco, di conseguenza, è un’immagine di energia che può essere trovato a livello della passione animale e sul piano di forza spirituale.
    L’idea eraclitea del fuoco come agente di distruzione e rigenerazione è riprodotto nei Purana indiani e nell’Apocalisse. Gaston Bachelard ricorda il concetto alchimista del fuoco come elemento che opera al centro di tutte le cose, come fattore unificante e stabilizzante. Paracelso dimostrò il parallelo tra il fuoco e la vita, sottolineando che entrambi devono nutrirsi di altre vite in modo da proseguire la propria esistenza. Rubare il fuoco come fece Prometeo, o abbandonarsi ad esso, come Empedocle, sono due concetti che puntano al dualismo dell’esistenza umana. Il fuoco infatti abbraccia due poli opposti: quello buono (calore vitale) e quello cattivo (distruzione). Implica il desiderio di annientare il tempo e portare tutte le cose alla loro fine. Il fuoco è l’immagine archetipica dei fenomeni stessi.

    FILMATO VIRALE 2 DAVID 8

    Come detto in precedenza, Peter Weyland, rappresenta il demiurgo. La sua creazione, David, è il capostipite di una razza di androidi indistinguibili dagli esseri umani.
    Il secondo filmato virale, fatto circolare nella rete, presenta al pubblico David. David è un androide frutto di anni di ricerca sull’integrazione uomo – macchina. Come molti di voi avranno capito, ci troviamo di fronte alla meta ultima del transumanesimo: “uomo e macchina saranno indistinguibili” afferma Weyland nel suo monologo. Ecco l’esempio di “super – uomo”, perfetto a livello fisico e mentale ma privo di anima.
    David è in grado di portare a termine qualsiasi compito, fra questi ne vengono sottolineati due in particolare:
    In primo luogo è in grado di gestire in maniera efficiente ed efficace il personale, migliorando l’organizzazione generale (di una ditta o di una azienda). Col passare degli anni ci accorgiamo che nel lavoro sono sempre più richieste efficienza e organizzazione delle risorse. Alle fabbriche
    in dirittura di fallimento vengono affiancati degli esperti (dei tecnici se vogliamo) che cercano di recuperare il tutto per tutto, ponendo gli operai in situazioni difficili e degradanti (orario di lavoro aumentato, minor denaro e tempo da dedicarsi). Tutto ciò fa parte del piano illuminato per renderci, completamente, degli animali, delle vacche da mungere fino all’ultima goccia.
    In Italia, c’è già il governo tecnico, che sembrava dovesse risolvere i problemi della crisi economica grazie alla rinomata schiera di professori. Quello che fa è semplicemente portare a termine i compiti assegnati dall’elite (cedere la sovranità popolare e migliorare le condizione delle banche) a scapito dei cittadini. Questa è una anticipazione di quello che ci aspetterà su scala molto più vasta, con l’unificazione de facto dell’Europa e successivamente del mondo:
    Tutte le questioni politiche/economiche/sociali, verranno gestite da una tecnocrazia illuminata che, sebbene sia qualificata, risponde ai voleri del governo occulto.
    David è inoltre privo di qualsiasi coscienza: in questo modo potrà portare a termine quei compiti “difficili” o “non-etici” preclusi agli esseri umani. Pensate ad un padrone che potrà spiare, fare pressioni sui dipendenti, licenziare o ammazzare senza sporcarsi le mani. Cosa succederebbe se la scienza fosse privata dell’etica? Se il senso critico e i sentimenti umani fossero preclusi a vantaggio della pura razionalità? Vogliono farci diventare macchine in tutto e per tutto in modo da controllarci meglio e sopperire al “difetto umano” chiamato libero arbitrio.
    Proseguendo nel filmato veniamo a conoscenza di un chip “simula emozioni” installato in David che gli permette di capire cosa siano le emozioni nonostante non possa provarle.
    Questa è forse la scena più significativa del filmato in quanto mostra, in tutta la sua finzione e incompletezza, il progetto di trasformare un uomo in una macchina. Le lacrime di David sono chiaramente il frutto di script pre impostati, come d’altronde le espressioni del viso e il tono della voce. Il “microchip emozionale” di David è solo un’altra “incredibile funzione” dell’uomo 2.0. I sentimenti e tanto meno l’anima non potranno mai essere creati in laboratorio, nonostante le più elaborate finzioni e simulazioni.
    David quindi sta recitando un copione per far commuovere e stupire il popolino: dopo 200 anni di desensibilizzazione ed inganni anche un robot in lacrime potrebbe fare breccia nei “pseudo – sentimenti” delle persone.
    Dopo il siparietto “strappa lacrime” David mette ulteriormente in luce i punti forti del suo microchip emozionale. E’ in grado di accenderlo e spegnerlo al momento del bisogno in modo da essere più efficiente o inserirsi meglio nel contesto umano.
    Un altro punto su cui vorrei soffermarmi è il nome David 8.
    Se date un occhio al monumento del Rockefeller Center vi accorgerete di 7 stelle con 8 punte: esse rappresentano le sette arti e scienze liberali: grammatica, retorica, logica, aritmetica, geometria, musica e astronomia.
    E’ attraverso le arti e le scienze liberali che l’élite occulta vuole dominarci e raggiungere l’apoteosi. Il numero otto in sé è molto importante. L’ottagono, è la forma intermedia tra il quadrato o ordine terrestre e il cerchio (l’ordine eterno) ed è, di conseguenza, un simbolo di rigenerazione. In virtù della sua forma, il numero è associato ai due serpenti intrecciati del caduceo, a significare il bilanciamento di forze opposte o l’equivalenza del potere spirituale a quello naturale. Esso simboleggia, ancora una volta per la sua forma, il movimento eternamente spiraliforme dei cieli. A causa della sua valenza rigenerativa, il numero otto, nel Medioevo, fu un emblema dell’acqua battesimale. Non è sorprendente, pertanto, che la maggior parte dei battisteri hanno una forma definita ottagonale.
    David è il punto finale dell’agenda eugenetica degli Illuminati. Il vigore fisico, la bellezza, l’intelligenza superiore e l’immortalità fanno di lui il super uomo. Come la divinità ha creato l’uomo così l’uomo ha creato la macchina a sua immagine. L’androide è migliore dell’uomo sotto ogni punto di vista fisico, ma è privo d’anima, di quella emanazione di Dio che ci rende quello che siamo.

    Introduzione occulta al film Prometheus
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  8. #8
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,176
    Mentioned
    43 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Disinformazione_pagina massoneria

    È chiaro che i padroni del mondo - illuminati, elite globale, nobiltà nera - vogliono porsi allo stesso livello degli Dei venuti dal Cielo (Anunnaki, Elohim, Tuatha de Danan, Asi, Veda) nei confronti di noi comuni umani lavoratori.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Apr 2012
    Località
    Helvetia felix
    Messaggi
    1,217
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Disinformazione_pagina massoneria

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    È chiaro che i padroni del mondo - illuminati, elite globale, nobiltà nera - vogliono porsi allo stesso livello degli Dei venuti dal Cielo (Anunnaki, Elohim, Tuatha de Danan, Asi, Veda) nei confronti di noi comuni umani lavoratori.
    A leggere sommariamente la sintesi del film vengono i brividi.....cerchiamo di scriverci e comunicare adesso perche' fra un po' anche queste forme di pseudo-liberta' saranno abolite.
    attila621 likes this.

  10. #10
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,176
    Mentioned
    43 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Disinformazione_pagina massoneria

    Citazione Originariamente Scritto da verdi Visualizza Messaggio
    A leggere sommariamente la sintesi del film vengono i brividi.....cerchiamo di scriverci e comunicare adesso perche' fra un po' anche queste forme di pseudo-liberta' saranno abolite.
    Il sito olodogma deve essere stato oscurato. Impossibile collegarsi.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

 

 
Pagina 1 di 12 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Massoneria
    Di Von Righelli nel forum Cattolici
    Risposte: 23
    Ultimo Messaggio: 26-04-11, 21:12
  2. La Massoneria
    Di Libertarian Sam nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 164
    Ultimo Messaggio: 19-11-07, 12:35
  3. U$A=Massoneria
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25-06-06, 18:11
  4. Massoneria
    Di Sgiar nel forum Cattolici
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 02-11-04, 17:49
  5. Massoneria
    Di Sùrsum corda! (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 09-02-04, 14:28

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226