User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Utente cancellato
    Data Registrazione
    13 Jul 2009
    Messaggi
    5,455
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ernesto Nathan: quel Sindaco massone, repubblicano, laico ed anticlericale

    Ernesto Nathan fu il Sindaco di Roma che maggiormente lasciò il segno nella Città Eterna, caratterizzandola per la buona amministrazione, il senso civico e la laicità delle istituzioni.
    Ernesto Nathan lasciò - inoltre - il segno nella politica italiana, specialmente in quella che si rifà tutt'ora alla sinistra antimarxista (Repubblicana, Socialista, Liberale) e nella Massoneria del Grande Oriente d'Italia, che rinnovò profondamente.
    Cercherò qui di presentare, brevemente ed evitando il più possibile la retorica, il profilo biografico di questo grande repubblicano mazziniano e massone, ancor oggi ineguagliato.
    Ernesto Nathan nacque a Londra il 5 ottobre del 1845 da Sara Levi e Mayer Moses Nathan.
    Attorno agli anni '60 dell'800 la famiglia Nathan si stabilisce in Italia: dapprima a Firenze e successivamente a Milano e poi vicino a Genova.
    In seguito, Ernesto Nathan, si trasferirà nuovamente a Londra e sposerà Virginia Mieli.
    Conoscerà dunque Giuseppe Mazzini, Apostolo dell'Unità Italiana, il quale lo invierà a Roma per assumere l'amministrazione del suo quotidiano "La Roma del Popolo", il quale avrebbe dovuto formare la coscienza civile degli italiani, finalmente uniti, e sconfiggere l'analfabetismo. Correva infatti l'anno 1870.
    Nel 1872 morirà il Mazzini, nella casa della sorella di Ernesto Nathan - Giannetta Nathan Rosselli - e dunque sarà la stessa famiglia Nathan ad assumersi il compito di lottare contro l'analfabetismo, la povertà diffusa e per l'emancipazione della classe lavoratrice, come propugnato dall'ideale mazziniano.
    Sara Levi fonda dunque la scuola elementare "Giuseppe Mazzini", aperta a tutti, ed ove viene impartito un insegnamento laico a partire dallo studio del mazziniano "Doveri dell'Uomo" ed altre scuole fioriranno per mezzo del contrubuto delle numerose Società Operaie di Mutuo Soccorso, tutte di matrice mazziniana e garibaldina.
    La famiglia Nathan, acquisiti i diritti, si occuperà proprio in questi anni della diffusione delle opere di Giuseppe Mazzini.
    Attorno al 1886, Ernesto Nathan inizia ad appassionarsi ai problemi sociali relativamente ai ceti deboli, partecipando ai primi congressi operai e sostenendo il diritto di sciopero.
    Inizia a lottare contro lo sfruttamento della prostituzione, per la tutela del lavoro minorile e femminile, per la lotta all'analfabetismo, per l'affermazione della libertà di culto delle minoranze religiose e per un'etica laica e patriottica.
    Ernesto Nathan fa dunque suo il pensiero e l'azione del suo maestro Giuseppe Mazzini. Inizia così l'attività politica del Nostro.
    Nel 1887 Nathan aderisce alla Massoneria, in accordo con i suoi ideali di libero pensatore e di emancipatore. Viene iniziato "sulla spada" dallo stersso Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia Adriano Lemmi, nella Loggia Propaganda Massonica.
    L'anno successivo Ernesto Nathan acquisisce la cittadinanza italiana e così - finalmente - tutti i diritti politici e nel 1889 è eletto consigliere provinciale a Pesaro.
    Questo incarico gli permetterà di schierarsi - forse fra i primi - contro la gestione barbarica dei manicomi dell'epoca e sosterrà che la causa prima della malattia mentale risiede nell'indigenza e nella povertà.
    Successivamente si presenterà, nelle file radicali, con Andrea Costa, alle elezioni per il Parlamento nazionale, senza purtuttavia essere eletto (ricordiamo che allora il suffragio era ristretto, maschile e legato al censo e quindi le classi popolari erano escluse dal voto).
    Nel 1895, Nathan, con alcuni scritti significativi, attacca l'allora Primo Ministro Francesco Crispi, accusandolo di spreco di danaro pubblico e di corruzione. Egli propone inoltre l'allargamento del suffragio alle classi popolari, l'indipendenza della magistratura dal potere politico, la restrizione dei poteri dell'esecutivo ed il miglioramento delle condizioni economiche degli insegnanti.
    Sarà così eletto nel consiglio comunale di Roma.
    Nel 1896 è eletto Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, succedendo a Lemmi, ed inizierà un processo di rinnovamento dell'Istituzione massonica, rafforzandola e mettendola al servizio dell'etica laica e dell'emancipazione delle classi popolari.
    Arrivò persino a sostenere - come prima di lui aveva già fatto il Gran Maestro Giuseppe Garibaldi - l'iniziazione massonica delle donne, affermando testualmente: "...l'uomo e la donna siano le due note musicali che formano l'accordo umano, le due ali su cui l'essere si solleva sempre più alto per legge di eterno progresso nell'etere dell'infinito".
    Nei primi anni del '900, Ernesto Nathan, propone un'alleanza elettorale fra repubblicani, radicali e socialisti che sarà denominata "Blocco popolare" e con quesa lista, nel 1907, sarà eletto Sindaco di Roma con un'ampia maggioranza.
    Quale Sindaco della Città Eterna, Nathan, istituì le municipalizzate tutt'ora funzionanti: l'Atac e l'Acea; promuoverà l'istituto dei referendum per permettere alla cittadinanza di partecipare direttamente alla gestione della cosa pubblica; ostacolerà gli speculatori ed i proprietari terrieri che si opponevano al nuovo piano regolatore; aumenterà il numero delle scuole e promuoverà la cultura laica.
    Celebre il suo discorso - a Porta Pia - del 20 Settembre 1910, ove denunciò l'oscurantismo della Chiesa cattolica e la sua scarsissima sensibilità nei confronti del ceti meno abbienti.
    Passò alla Storia della cultura popolare, poi, il celebre motto coniato dallo stesso Ernesto Nathan "non c'è trippa per gatti" a proposito della necessità di risparmiare danaro pubblico finanche nelle frattaglie da dare ai gatti, allora utilizzati dal Comune quali cacciatori di topi.
    Nel 1914, il "Blocco popolare" guidato da Nathan, prese il nome di "Unione liberale democratica", riconfermando per le amministrative di Roma l'alleanza fra repubblicani, radicali e socialisti. E nello stesso anno, in Nostro, prende posizione a favore dell'entrata in guerra dell'Italia contro gli Imperi centrali, necessaria a completare il processo di Unità nazionale e di emancipazione dagli Asburgo.
    Il suo irredentismo è così acceso che decide, nel 1915, di arruolarsi volontario nell'esercito, nonostante i suoi settant'anni e sarà assegnato ai reparti di Croce Rossa.
    Infine, nel 1919, si dimette dalla carica di Gran Maestro del GOI per dedicarsi alla cura dell'Edizione Nazionale delle opere di Giuseppe Mazzini.
    Morì nel 1921 e gli fu così risparmiata la sciagura del fascismo che spazzò via, tristemente, ogni residuo di cultura laica e risorgimentale, mettendo all'indice gli ideali mazziniani (arrivando persino a distorcerli e ad utilizzarli ad uso e consumo del fascismo), radicali, socialisti e mettendo fuori legge la Massoneria.
    Ernesto Nathan fu rarissimo esempio di uomo di governo coerente con i suoi ideali: mazziniani dalla nascita alla morte. Esempio di buona amministrazione e lungimiranza purtroppo mai eguagliata in quasi cent'anni dalla sua morte.

    Ultima modifica di Cattivo; 22-09-12 alle 00:03

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Anti-taliban
    Data Registrazione
    13 Oct 2009
    Messaggi
    5,058
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ernesto Nathan: quel Sindaco massone, repubblicano, laico ed anticlericale

    La Massoneria è ciò che, più di ogni altra corrente politico-sociale, eredita le posizioni illuministe e liberali.
    Massoni erano i fondatori degli Stati Uniti liberali e laici, Massoni erano i fondatori dell'Italia monarchica ma laica e liberale, Massoni erano Mozart, Litz, Haydn, van Goethe, Churchill, Lincoln e Voltaire.

  3. #3
    repubblicano perciò di Sx
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    dove il dubbio è impossibile la certezza è sempre eguale
    Messaggi
    12,170
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ernesto Nathan: quel Sindaco massone, repubblicano, laico ed anticlericale

    Ernesto Nathan uscì di casa in quel triste marzo del 1872 per andar a chiamare il pittore che ci lascerà il ritratto di Mazzini morente. A ben guardare,in quel quadro vi è tant aparte della storia dell'Italia laica e democratica. Vi è Mazzini con la sua idea di Repubblica e di progresso, di associazionismo e di crescita delle forze del lavoro; vi è lo stesso plaid che avvolse Cattaneo morente , con il suo richamo alla democrazia come partecipazione, al federalismo come momento di un più ampio pluralismo, al suo fermo laicismo; vi è quella casa Rosselli , la stessa famiglia di Carlo e Nello nello , con la speranza di un socialismo liberale e la consapevolezza di come le fila della democrazia italiana si intreccino costantemente fra di loro . E vio è quel giovine Nathan su cui è stato ampiamente , e giustamente, detto nel post iniziale. Purtropp oil conflitto mondiale impedirà quel disegno di sempre più forte alleanza fra repubblicani, radical ie socialisti, fra la borghesia laica eprogressista che frequentava le logge massoniche ed un proletariato che stava scoprendo la propria forza e l'esigenza, mazziniana e socialista, di educarsi ( i famosi orologi con le otto ore per lavorare, otto ore per riposare, otto ore per istruirsi) . Il sogno di Nathan fu interrotto da quel conflitto, solo nel maggio del 1974 sembrerà di rivivere quel clima di alleanza tra le forze laiche di progresso, ma troppi galli nel pollaio, troppe ambizioni, ruppero la speranza di ricostruire quella alleanza; ed ormai mancava un Ernesto Nathan che sapesse dare nuova forza e vigore a quella speranza.
    "E' decretato che ogni uomo il quale s'accosta alla setta dei moderati debba smarrire a un tratto senso morale e dignità di coscienza?" G. Mazzini

    http://www.novefebbraio.it/

  4. #4
    repubblicano perciò di Sx
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    dove il dubbio è impossibile la certezza è sempre eguale
    Messaggi
    12,170
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ernesto Nathan: quel Sindaco massone, repubblicano, laico ed anticlericale

    gl iscritti di Giuseppe Mazzini ancora attendon odi essere a disposizione di tutti i cittadini in una versione on line che possa onorare quegl isforzi , anche economici, compiuti da Ernesto Nathan.
    "E' decretato che ogni uomo il quale s'accosta alla setta dei moderati debba smarrire a un tratto senso morale e dignità di coscienza?" G. Mazzini

    http://www.novefebbraio.it/

  5. #5
    repubblicano perciò di Sx
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    dove il dubbio è impossibile la certezza è sempre eguale
    Messaggi
    12,170
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ernesto Nathan: quel Sindaco massone, repubblicano, laico ed anticlericale

    Citazione Originariamente Scritto da Jared Visualizza Messaggio
    La Massoneria è ciò che, più di ogni altra corrente politico-sociale, eredita le posizioni illuministe e liberali.
    Massoni erano i fondatori degli Stati Uniti liberali e laici, Massoni erano i fondatori dell'Italia monarchica ma laica e liberale, Massoni erano Mozart, Litz, Haydn, van Goethe, Churchill, Lincoln e Voltaire.
    e masson furono anche molti esponenti del pensiero democratico-repubblicano e della sinsitr asocialista ed umanitaristica: Salvador Allende, Francisco Ferrer, Pietro Gori, Andrea Costa, Giuseppe Garibaldi, Giovanni Bovio, Fausto Nitti,Mendes-France, per citarne solo alcuni.
    "E' decretato che ogni uomo il quale s'accosta alla setta dei moderati debba smarrire a un tratto senso morale e dignità di coscienza?" G. Mazzini

    http://www.novefebbraio.it/

  6. #6
    Moderato con i moderati
    Data Registrazione
    04 May 2005
    Località
    Bolzano/Bozen
    Messaggi
    37,251
    Mentioned
    49 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Ernesto Nathan: quel Sindaco massone, repubblicano, laico ed anticlericale

    Ehi, ma che fine ha fatto Edera Rossa? L'ultimo suo intervento, sul forum repubblicani, risale al 04/03/1304-03-13

    Sarà mica morto?



    Ultima modifica di Scipione; 12-09-13 alle 20:42
    L’uomo veramente libero è colui che rifiuta un invito a pranzo senza sentire il bisogno di inventare una scusa. (Jules Renard).

    La metà della vita di un uomo è passata a sottintendere, a girare la testa e a tacere.(Albert Camus)

  7. #7
    Cavaliere d'oro
    Data Registrazione
    12 Dec 2003
    Località
    L'ultima ridotta d'Italia
    Messaggi
    13,879
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Ernesto Nathan: quel Sindaco massone, repubblicano, laico ed anticlericale

    Il miglior sindaco di Roma dai tempi dei prefetti urbani di Roma imperiale. L'unica cosa che gli rimprovero è il suo viscerale antianimalismo che al contrario di tutto il suo pensiero era molto "clericale".
    Quando le armi saranno fuorilegge, solo i fuorilegge avranno le armi

  8. #8
    Moderato con i moderati
    Data Registrazione
    04 May 2005
    Località
    Bolzano/Bozen
    Messaggi
    37,251
    Mentioned
    49 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Ernesto Nathan: quel Sindaco massone, repubblicano, laico ed anticlericale

    Citazione Originariamente Scritto da Scipione Visualizza Messaggio
    Ehi, ma che fine ha fatto Edera Rossa? L'ultimo suo intervento, sul forum repubblicani, risale al 04/03/1304-03-13

    Sarà mica morto?



    Repetita.....
    L’uomo veramente libero è colui che rifiuta un invito a pranzo senza sentire il bisogno di inventare una scusa. (Jules Renard).

    La metà della vita di un uomo è passata a sottintendere, a girare la testa e a tacere.(Albert Camus)

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 26-10-13, 23:55
  2. Ernesto Natha: un grande laico, un grande Sindaco
    Di Gordon Gekko (POL) nel forum Roma e Lazio
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 24-12-08, 11:34
  3. Ernesto Nathan e Giuseppe Mazzini
    Di Hyspanico (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 24-06-07, 17:30

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224