User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
Like Tree4Likes
  • 1 Post By Gianky
  • 1 Post By Gianky
  • 2 Post By Kroenen

Discussione: Un'amica disperata e fiera

  1. #1
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    48,886
    Mentioned
    94 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Un'amica disperata e fiera

    di Mario M. Merlino







    Anche i ‘maghi’ provano sentimenti e si addolorano. Invecchiando, poi, si diventa più fragili e più soggetti alle emozioni che scaturiscono dal proprio vissuto, dalla memoria. Oggi, dunque, sarò meno fantasioso e più umano. Confidando nella magnanimità dei lettori di EreticaMente.




    Il 28 aprile 1945, poco dopo le 17, nello stadio comunale di Lecco vengono fucilati 16 tra ufficiali e sottufficiali. Si sono offerti in cambio della vita dei loro 160 legionari. Da Milano Sandro Pertini ha dato ordine che siano tutti fucilati; l’intervento di alcuni sacerdoti porta al compromesso. Dopo, va da sé, che sono stati spogliati di tutto e massacrati di botte. Fra costoro il tenente Bernardino Bernardini di Gubbio che si regge un occhio cavatogli sotto tortura. Lo stesso giorno la figlia Mila compie due anni. Ulteriore segno di un legame tenace e tragico…





    Ho una amica disperata e fiera. La conosco dal tempo dell’università, quando nella sede del FUAN di via Siena o sulle scalinate delle facoltà giovani di ideali e liberi di sogni, ci illudevamo di poter spezzare la catena della storia menzognera. Con i bastoni il braccio levato il canto, faccia al sole e in culo al mondo, contro compagni e guardie, poco importa. E sapevamo cercare, dentro di noi, le ragioni e le passioni della nostra irriverenza, della nostra identità.




    Mila non abbisognava di alcun risguardo perché portava nella carne, ferita mai rimarginata, ciò che origina, ciò che permane. Nei giorni d’aprile del ’45, appunto, un reparto della Leonessa e del btg. Perugia cadde in imboscata partigiana. La resa dopo vano combattimento la promessa del salvacondotto il tradimento l’assassinio degli ufficiali.




    Noi, dunque, idealmente fedeli a quelle vicende esaltanti e dolorose, avevamo una camerata che di quella storia era testimone viva e coinvolta. Ella, però, per tanti anni, volle portarsi dentro tutto ciò nel timore che divenisse vanto e non coscienza infelice. Solo quando rientrò a Gubbio, accanto alla madre, nell’appartamento e nei luoghi che erano stati di suo padre e di lei bambina, il prepotente bisogno di sapere si fece più forte, feroce d’ogni riservatezza, pudore.




    (Della sua storia e di Emilio, legionario della Leonessa, del loro incontrarsi, della struggente e straordinaria storia d’amore ne ho tratto un racconto in Atmosfere in nero).




    Disperata nel cuore; fiera nella mente. Negli anni partecipe di quella disperazione, fedele a quella fierezza. Nelle scelte della vita privata, nelle scelte dell’impegno ideale e politico. Puntare il dito contro la cattiva coscienza, la collettiva rimozione, di coloro che prima colpirono impuniti dalla forza del branco e successivamente impuniti dall’icona eretta del vincitore. Eppure, mai doma, Mila tentare lo stesso: aspra e ostinata contro il silenzio il fastidio le carte bollate l’ironia le velate minacce. E volle tentare in nome d’un principio supremo: un giovane ufficiale della Repubblica (l’unica che a noi conta) era caduto da soldato e come tale voleva fosse riconosciuto. Un soldato fidente nella lealtà, leale per natura, dalla parola ricevuta e pronto a sacrificarsi per i suoi giovanissimi uomini. Di contro l’odio l’infamia la viltà la menzogna dell’assassino in armi.




    In questa battaglia, che era di Mila e per Mila, ella avvertiva che c’era un mondo, realtà umana e politica, che poteva e doveva esserle solidale, condividere con lei impegno e riscatto.




    Le mani levate gli scontri le parole scritte e dette le assemblee la piazza le campagne elettorali la presenza militante i manifesti sui muri erano tutti segni di quella memoria che non si voleva ottenebrare e a cui valeva donare i nostri anni il lavoro la famiglia e, in più occasioni, la vita medesima. Una storia di cuori ardenti di menti vivaci di muscoli tesi…Poi gli anni sono trascorsi veloci, troppo in fretta, e forse s’è faticato tenere loro il passo. Lo specchio, ogni mattina, rimanda il volto ove la speranza si frantuma nell’occhio stanco, in un progressivo reticolo di rughe…




    Ho un’amica disperata e fiera. Oggi è un’amica che si sente tradita. E a ragione. La sua battaglia si è infranta contro il silenzio il fastidio le carte bollate l’ironia le velate minacce. Non soltanto del mondo avverso e ostile. Perché molti di noi hanno sposato, per intonare la cravatta ai colori della giacca, proprio tutto quanto era stato il mondo avverso e ostile di Mila.




    L’indagine contro gli assassini di Lecco è stata archiviata e scaduti i termini del ricorso. Semplicemente perché si sono dimenticati di avvertirla, distratti da altre cause, altre udienze, altre carte bollate o, soltanto, perché non è più di moda… Qualche vecchio caporione, a cui magari demmo credito e auspicio di rinnovamento, di linee e sfondamenti, ha insinuato che ne faceva questione di soldi e non di pietà filiale…




    Una amica disperata e fiera e sola.




    Possiamo ancora levare una bandiera al sole e gettare al vento una canzone, che non siano pallide ombre di sogno?



    Una amica disperata e fiera. Il 12 marzo 2006 Mila se n’è andata di un male che ci consente solo di cercare di ben morire. Se n’è andata in una bara di legno scuro senza poter avere sopra la bandiera con l’aquila dalle ali spiegate e il fascio fra i rostri. In compenso il sindaco di Gubbio, di Rifondazione Comunista, suo avversario in consiglio comunale, ne ha lodato la coerenza l’onestà lo spirito guerriero…


    EreticaMente: Una amica disperata e fiera
    CON LA PALESTINA likes this.
    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Ghibellino
    Data Registrazione
    22 May 2009
    Messaggi
    48,886
    Mentioned
    94 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Un'amica disperata e fiera

    Ho postato questo articolo essendo il sottoscritto del circondario di Lecco. I fatti riportati sono caduti nell'oblio più totale a Lecco. Nessuno, tantomeno il sottoscritto fino a pochi anni fa, sa niente. Qualche anno fa la giunta di cdx aveva provveduto a fare issare una lapide in ricordo dei caduti della RSI fuori dalla stadio, ma la feccia antifa lecchese ha sempre provveduto a vandalizzarla. Meglio ricordare i nostri caduti nel cuore, lì, nessuno potrà mai vandalizzarli
    Ultima modifica di Gianky; 23-09-12 alle 08:50
    Johann von Leers likes this.
    Se guardi troppo a lungo nell'abisso, poi l'abisso vorrà guardare dentro di te. (F. Nietzsche)

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Aug 2011
    Messaggi
    2,216
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Un'amica disperata e fiera

    Citazione Originariamente Scritto da ULTIMA LEGIONE Visualizza Messaggio
    Ho postato questo articolo essendo il sottoscritto del circondario di Lecco. I fatti riportati sono caduti nell'oblio più totale a Lecco. Nessuno, tantomeno il sottoscritto fino a pochi anni fa, sa niente. Qualche anno fa la giunta di cdx aveva provveduto a fare issare una lapide in ricordo dei caduti della RSI fuori dalla stadio, ma la feccia antifa lecchese ha sempre provveduto a vandalizzarla. Meglio ricordare i nostri caduti nel cuore, lì, nessuno potrà mai vandalizzarli
    La storia è molto toccante, credo rappresenti bene uno spaccato di ciò che accadde in Italia nella primavera del 45 alla caduta della Rsi.
    Non mi stupisce quello che succede nella tua provincia, penso sia la norma (anche se non dovrebbe essere a distanza di tanto tempo)
    Ma come scrivi tu giustamente è sempre necessario portare il ricordo di tanti uomini e donne nei nostri cuori perchè il loro sacrificio non sia stato vano e possa essere d'esempio per qualcuno in futuro.

  4. #4
    paracadute zen
    Data Registrazione
    23 Feb 2011
    Messaggi
    10,543
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Un'amica disperata e fiera

    Citazione Originariamente Scritto da ULTIMA LEGIONE Visualizza Messaggio
    Ho postato questo articolo essendo il sottoscritto del circondario di Lecco. I fatti riportati sono caduti nell'oblio più totale a Lecco. Nessuno, tantomeno il sottoscritto fino a pochi anni fa, sa niente. Qualche anno fa la giunta di cdx aveva provveduto a fare issare una lapide in ricordo dei caduti della RSI fuori dalla stadio, ma la feccia antifa lecchese ha sempre provveduto a vandalizzarla. Meglio ricordare i nostri caduti nel cuore, lì, nessuno potrà mai vandalizzarli
    E' estremamente triste quanto dici.
    Ed è sintomatico dell'eroismo della chiavica antifà.
    Freezer and Johann von Leers like this.
    Trollhunter delle 2 Sicilie.

 

 

Discussioni Simili

  1. la società disperata
    Di uqbar nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-06-13, 18:12
  2. Disperata richiesta di aiuto
    Di testadiprazzo nel forum Fondoscala
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 01-02-09, 16:45
  3. richiesta disperata di aiuto
    Di Alberich nel forum Repubblicani
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 26-03-06, 12:43
  4. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 16-05-05, 12:12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226