User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Aug 2009
    Messaggi
    7,478
    Inserzioni Blog
    7
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'8,5 % alle Europee del '99 è stato più un bene o un male?

    Ammetto che avevo sperato che quel risultato potesse finalmente aprire un nuovo scenario per i radicali e per il loro ruolo nella politica italaian, invece da allora le notizia sono state perlopiù cattive, facendo una breve cronistoria:
    2000: risultati deludenti alle regionali
    2001: esclusione dal parlamento
    2004: riduzione del gruppo a Strasburgo
    2005: risultato ancora peggiroe alle regionali
    2006: risultato deludente della Rosa nel Pugno, alleanza andata in crisi al secondo exit poll e che non si è riusciti in nesun modo a rianimare.
    2008: elezione di un piccolo gruppo ospiti (nemmeno tanto graditi) del Pd.
    2009: esclusione dall'Europarlamento (che sa di beffa, dato l'europeismo radicale).

    Insomma, è stata vera gloria?
    Controllori di volo pronti per il decollo,
    telescopi giganti per seguire le stelle
    (F. Battiato, No time no space)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Jul 2012
    Messaggi
    16,478
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    101 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: L'8,5 % alle Europee del '99 è stato più un bene o un male?

    secondo i problemi sono:

    1) l' assenza di un radicamento territoriale e la partecipazione alle istituzioni locali come partito radicale
    2) tessere troppo costose
    3) eccessivi sballattomenti di qua e di là tra sinistra e destra
    4) molte battaglie di elite(giuste ma elitarie) e poco presenza di quelle sentite dalla masse.

    come scritto anche altrove penso, consideranda anche l'età di pannella, che sarebbe opportuna una federazione tra radicali, azionisti, repubblicani e verdi.
    escludo i socialisti solo perchè mi pare più opportuno che i socialisti tentino di portare sel o il pd nel pse ma altrimenti mi andrebbero bene anche loro.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Jul 2012
    Messaggi
    16,478
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    101 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: L'8,5 % alle Europee del '99 è stato più un bene o un male?

    credo comunque che i radicali per chi si sente liberale siano l'unica scelta possibile oggi in italia.
    il problema è che pochi in questo Paese si sentono liberali.
    come diceva il buon salvemini, in italia i liberali hanno sempre finito per comportarsi come conservatori(se non peggio).

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pavia
    Messaggi
    29,072
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: L'8,5 % alle Europee del '99 è stato più un bene o un male?

    Citazione Originariamente Scritto da MaIn Visualizza Messaggio
    credo comunque che i radicali per chi si sente liberale siano l'unica scelta possibile oggi in italia.
    il problema è che pochi in questo Paese si sentono liberali.
    come diceva il buon salvemini, in italia i liberali hanno sempre finito per comportarsi come conservatori(se non peggio).
    E magari sono anche pochissimi. I pochi liberali sono abbastanza conservatori sui temi etici, ma questo in fondo anche in Europa (si veda FDP, liberali danesi e olandesi), solo che sono molti di più e c'è spazio anche per la minornza di liberali di sinistra. Da noi essendo in totale pochissimi, i liberali di sinistra come i radicali sono una minoranza nella minoranza. Poi l'immagine di Pannella fa il resto.
    Against all odds

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Jul 2012
    Messaggi
    16,478
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    101 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: L'8,5 % alle Europee del '99 è stato più un bene o un male?

    penso invece che in italia i liberali di sinistra siano la maggioranza dei liberali mentre i liberali di destra/moderati siano quasi assenti proprio per la lunga tradizione di "corruzione" con i lati più retrivi della società italiana.


    Citazione Originariamente Scritto da Iannis Visualizza Messaggio
    E magari sono anche pochissimi. I pochi liberali sono abbastanza conservatori sui temi etici, ma questo in fondo anche in Europa (si veda FDP, liberali danesi e olandesi), solo che sono molti di più e c'è spazio anche per la minornza di liberali di sinistra. Da noi essendo in totale pochissimi, i liberali di sinistra come i radicali sono una minoranza nella minoranza. Poi l'immagine di Pannella fa il resto.

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    21 Jan 2010
    Messaggi
    6,064
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: L'8,5 % alle Europee del '99 è stato più un bene o un male?

    Citazione Originariamente Scritto da subiectus Visualizza Messaggio
    Ammetto che avevo sperato che quel risultato potesse finalmente aprire un nuovo scenario per i radicali e per il loro ruolo nella politica italaian, invece da allora le notizia sono state perlopiù cattive
    succede quando non si cambiano i capi dagli anni '70.

    Citazione Originariamente Scritto da MaIn Visualizza Messaggio
    secondo i problemi sono:

    1) l' assenza di un radicamento territoriale e la partecipazione alle istituzioni locali come partito radicale
    2) tessere troppo costose
    3) eccessivi sballattomenti di qua e di là tra sinistra e destra
    4) molte battaglie di elite(giuste ma elitarie) e poco presenza di quelle sentite dalla masse.
    l'assenza del "radicamento territoriale" e le "tessere troppo costose" sono state una precisa scelta, a mio parere.
    La scelta è stata quella di rimanere sostanzialmente un circolo di intellettuali senza dotarsi di una pesante struttura di partito. Perché la pesante struttura di partito o la governi con pugno di ferro o ti governa lei. Ed è costosissima.
    Sulle battaglie di élite non so che dirti. Alcune mi sono sembrate decisamente popolari, direi che almeno un paio abbiano avuto effetti su porzioni importanti della società italiana. Si può discutere se siano stati effetti benefici o meno, ma non sul fatto che abbiano coinvolto la maggioranza del popolo. Il popolo mi pare abbia risposto in massa, d'altronde.
    Ultima modifica di paterfamilias; 09-10-12 alle 09:25

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 56
    Ultimo Messaggio: 25-02-10, 12:05
  2. I risultati dei candidati liberali alle europee e alle amministrative
    Di LIBERAMENTE nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 10-06-09, 21:40
  3. Risposte: 60
    Ultimo Messaggio: 28-04-09, 23:09
  4. Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 23-10-08, 17:37
  5. Sondaggi: a europee bene lista Prodi, An e Udc, male Fi e Lega
    Di Padanik (POL) nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 14-02-04, 14:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226