sembra abbastanza evidente che nel magna-magna della Regione Lazio vi siano vari gradi di responsabilità.
quello dei partiti di maggioranza, e del suo leader Polverini, che han guidato l'assemblea legislativa e il ladrocinio della casse pubbliche.
quello dei partiti di minoranza che comunque han goduto di quei fondi.
tra questi ultimi, un po' meglio degli altri, i Radicali che i soldi li hanno presi ma hanno denunciato lo spreco, votato contro le leggi che aumentavano la spesa, mostrato nota di tutte le spese, utilizzato quei fondi in modo corretto(quindi niente ostriche).

ora però sorge il problema: nelle prossime elezioni, il PD andrà probabilmente con l' UDC e nessuno sano di mente può credere che una simile alleanza riduca le spese burocratiche e combatta i due (dei tre) grandi buchi neri del Lazio ( privilegi ecclesiastici, cliniche private convenzionate).

i Radicali corrono il rischio di rimanere fuori proprio ora che han dimostrato di valore.

come risolvere il problema?