User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 29
Like Tree3Likes

Discussione: La lenta agonia

  1. #1
    fiamma verde
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    6,833
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La lenta agonia

    Berlusca, bersani, di pietro, grillo, sallusti........e' tutta fuffa.


    Qua il problema e' piu' grosso, il boss della BCE ci aveva provato ad aiutarci, ma i nordici hanno avuto buon gioco dalla piega che hanno preso le cose: la spagna e' prossima al collasso delle disponibilita' liquide, noi abbiamo una recessione in corso durissima, dall'anno prossimo dovremo iniziare a "rientrare" SENZA potere contare sulla crescita, quindi nell'unico modo possibile -intaccando il capitale-.


    Non si vede la soluzione, Passera (o Passerà?) ha tirato fuori la stronzata sulle start-up tecnologiche, roba buona per i giornali, ma nel concreto non sposta nulla, per ripartire ci vogliono i SOLDI, soldi in mano alle imprese con una radicale riduzione del costo del lavoro e della fiscalita' generale che oggi fa si che le imprese italiane siano ad una pressione del 68% (guadagno 1000 euro e me ne rimangono 350) e ci rende indifesi in molti ambiti del mercato export.

    Nel mercato interno, le famiglie sono asfittiche, oppresse dai mutui casa presi qualche anno fa, dalla disoccupazione e dai salari reali oramai al lumicino.

    Il settore delle costruzioni (comprese le agognate ristrutturazioni e messe in sicurezza e a norma) sono piombate in una situazione che non si ricordava, anzi che in Italia non e' mai esisistita, sotto la clava del credit crunch e delle tasse (non solo l'imu che ha avuto uno spaventoso effetto psicologico), secondo le ass.ni di categoria solo qui alla fine si perderanno 1/2 milione di posti di lavoro.


    Se qualcuno di voi ha famigliarità con le zone industriali, potra' constatare il deserto che cresce, le imprese non spendono (non possono o non vogliono) 1 euro in ammodernamenti, nelle aziende metalmeccaniche che sono il nerbo industriale e produttivo, vedrete le stesse presse comprate negli anni '70, la stessa fresa del '85 etc. un problema che viene da lontano e che oggi appare in tutta la sua gravita'.



    Allora che fare? Per me l'unica e' una radicale riduzione della spesa pubblica e contratti di solidarieta' nel settore pubblico, qualcuno dira': "e' peggio gireranno meno soldi", nel breve e' sicuro, ma e' l'unico modo per riportare la bilancia verso i ceti produttivi e le imprese.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    STELLA D'ACCIAIO
    Data Registrazione
    29 Jan 2011
    Messaggi
    39,681
    Mentioned
    69 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: La lenta agonia

    Che ricetta del cazzo.

    ci sono almeno 200 miliardi di euro all anno che vanno in fumo e voi volete tagliare i servizi per non toccare questi soldi.

    PIU' TAGLIATE SERVIZI PIU' INGROSSATE LE NOSTRE FILA.

    GRAZIE.
    I'm not a robot without emotions, I'm not what you see
    I've come to help you with your problems, so we can be free
    I'm not a hero, I'm not a savior, forget what you know
    I'm just a man whose circumstances went beyond his control
    Beyond my control

  3. #3
    .
    Data Registrazione
    02 Mar 2004
    Messaggi
    61,469
    Mentioned
    395 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito Re: La lenta agonia

    Citazione Originariamente Scritto da trilex Visualizza Messaggio
    Berlusca, bersani, di pietro, grillo, sallusti........e' tutta fuffa.


    Qua il problema e' piu' grosso, il boss della BCE ci aveva provato ad aiutarci, ma i nordici hanno avuto buon gioco dalla piega che hanno preso le cose: la spagna e' prossima al collasso delle disponibilita' liquide, noi abbiamo una recessione in corso durissima, dall'anno prossimo dovremo iniziare a "rientrare" SENZA potere contare sulla crescita, quindi nell'unico modo possibile -intaccando il capitale-.


    Non si vede la soluzione, Passera (o Passerà?) ha tirato fuori la stronzata sulle start-up tecnologiche, roba buona per i giornali, ma nel concreto non sposta nulla, per ripartire ci vogliono i SOLDI, soldi in mano alle imprese con una radicale riduzione del costo del lavoro e della fiscalita' generale che oggi fa si che le imprese italiane siano ad una pressione del 68% (guadagno 1000 euro e me ne rimangono 350) e ci rende indifesi in molti ambiti del mercato export.

    Nel mercato interno, le famiglie sono asfittiche, oppresse dai mutui casa presi qualche anno fa, dalla disoccupazione e dai salari reali oramai al lumicino.

    Il settore delle costruzioni (comprese le agognate ristrutturazioni e messe in sicurezza e a norma) sono piombate in una situazione che non si ricordava, anzi che in Italia non e' mai esisistita, sotto la clava del credit crunch e delle tasse (non solo l'imu che ha avuto uno spaventoso effetto psicologico), secondo le ass.ni di categoria solo qui alla fine si perderanno 1/2 milione di posti di lavoro.


    Se qualcuno di voi ha famigliarità con le zone industriali, potra' constatare il deserto che cresce, le imprese non spendono (non possono o non vogliono) 1 euro in ammodernamenti, nelle aziende metalmeccaniche che sono il nerbo industriale e produttivo, vedrete le stesse presse comprate negli anni '70, la stessa fresa del '85 etc. un problema che viene da lontano e che oggi appare in tutta la sua gravita'.



    Allora che fare? Per me l'unica e' una radicale riduzione della spesa pubblica e contratti di solidarieta' nel settore pubblico, qualcuno dira': "e' peggio gireranno meno soldi", nel breve e' sicuro, ma e' l'unico modo per riportare la bilancia verso i ceti produttivi e le imprese.
    a me sinceramente impressiona il NON traffico che c'è nelle nostre zone straindustrializzate.

    due giorni fa nell'andare a brescia alle 7.30 del mattino avrò visto 4 o 5 camion in tutto e ci ho messo 35 minuti scarsi.

    roba che 10 anni fa scendevo in colonna...
    Continuare a scrivere su TP e' collaborazionismo

  4. #4
    fiamma verde
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    6,833
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La lenta agonia

    Citazione Originariamente Scritto da Aldo Raine Visualizza Messaggio
    Che ricetta del cazzo.

    ci sono almeno 200 miliardi di euro all anno che vanno in fumo e voi volete tagliare i servizi per non toccare questi soldi.

    PIU' TAGLIATE SERVIZI PIU' INGROSSATE LE NOSTRE FILA.

    GRAZIE.
    ma di quali servizi parli, ma credi che il pubblico siano gli ospedali o gli asili (che poi nemmeno ci sono), io vado in giro per enti tutti i giorni, e' pieno di gente pagata per il nulla o quasi, conosco uffici con 10 funzionari, in cui la baracca la mandano avanti in 2-3, in cui i dirigenti te lo dicono chiaramente, "quando si libera tizio possiamo inserire la pratica...."

  5. #5
    fiamma verde
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    6,833
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La lenta agonia

    Citazione Originariamente Scritto da xxxx Visualizza Messaggio
    a me sinceramente impressiona il NON traffico che c'è nelle nostre zone straindustrializzate.

    due giorni fa nell'andare a brescia alle 7.30 del mattino avrò visto 4 o 5 camion in tutto e ci ho messo 35 minuti scarsi.

    roba che 10 anni fa scendevo in colonna...
    io ti farei vedere le zone industriali tra la valle del tronto e la val vibrata, tra marche a abruzzo, un tempo davano la paga al veneto a livello di crescita (quasi tutta roba locale, niente fabbriconi) ora si sta' desertificando.
    Ultima modifica di trilex; 28-09-12 alle 11:17

  6. #6
    .
    Data Registrazione
    02 Mar 2004
    Messaggi
    61,469
    Mentioned
    395 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito Re: La lenta agonia

    comunque il grossissimo problema è a mio avviso la stretta creditizia.
    Continuare a scrivere su TP e' collaborazionismo

  7. #7
    STELLA D'ACCIAIO
    Data Registrazione
    29 Jan 2011
    Messaggi
    39,681
    Mentioned
    69 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: La lenta agonia

    Citazione Originariamente Scritto da trilex Visualizza Messaggio
    ma di quali servizi parli, ma credi che il pubblico siano gli ospedali o gli asili (che poi nemmeno ci sono), io vado in giro per enti tutti i giorni, e' pieno di gente pagata per il nulla o quasi, conosco uffici con 10 funzionari, in cui la baracca la mandano avanti in 2-3, in cui i dirigenti te lo dicono chiaramente, "quando si libera tizio possiamo inserire la pratica...."
    Allora chiamali sprechi, corruzione ed evasione e DELLA MALAPOLITICA NON I SUOI COSTI NE VUOI PARLARE?

    la crisi non ve la pagheranno i ceti più deboli.
    I'm not a robot without emotions, I'm not what you see
    I've come to help you with your problems, so we can be free
    I'm not a hero, I'm not a savior, forget what you know
    I'm just a man whose circumstances went beyond his control
    Beyond my control

  8. #8
    STELLA D'ACCIAIO
    Data Registrazione
    29 Jan 2011
    Messaggi
    39,681
    Mentioned
    69 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: La lenta agonia

    Citazione Originariamente Scritto da xxxx Visualizza Messaggio
    comunque il grossissimo problema è a mio avviso la stretta creditizia.
    Ci vuole un plotone di soldati in ogni banca, le banche d'affari poi ILLEGALI.
    I'm not a robot without emotions, I'm not what you see
    I've come to help you with your problems, so we can be free
    I'm not a hero, I'm not a savior, forget what you know
    I'm just a man whose circumstances went beyond his control
    Beyond my control

  9. #9
    fiamma verde
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    6,833
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La lenta agonia

    Citazione Originariamente Scritto da Aldo Raine Visualizza Messaggio
    Allora chiamali sprechi, corruzione ed evasione e DELLA MALAPOLITICA NON I SUOI COSTI NE VUOI PARLARE?

    la crisi non ve la pagheranno i ceti più deboli.

    la malapolitica e' scontata, MA uno stato o costa assai e3 ti vezzeggia di servizi e benefit o deve costare poco e tu avere i soldi per provvedere direttamente, qui da noi costa tanto per niente, costi scandinavi e servizi americani, non funziona.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pavia
    Messaggi
    28,968
    Mentioned
    18 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: La lenta agonia

    Citazione Originariamente Scritto da trilex Visualizza Messaggio
    Berlusca, bersani, di pietro, grillo, sallusti........e' tutta fuffa.


    Qua il problema e' piu' grosso, il boss della BCE ci aveva provato ad aiutarci, ma i nordici hanno avuto buon gioco dalla piega che hanno preso le cose: la spagna e' prossima al collasso delle disponibilita' liquide, noi abbiamo una recessione in corso durissima, dall'anno prossimo dovremo iniziare a "rientrare" SENZA potere contare sulla crescita, quindi nell'unico modo possibile -intaccando il capitale-.


    Non si vede la soluzione, Passera (o Passerà?) ha tirato fuori la stronzata sulle start-up tecnologiche, roba buona per i giornali, ma nel concreto non sposta nulla, per ripartire ci vogliono i SOLDI, soldi in mano alle imprese con una radicale riduzione del costo del lavoro e della fiscalita' generale che oggi fa si che le imprese italiane siano ad una pressione del 68% (guadagno 1000 euro e me ne rimangono 350) e ci rende indifesi in molti ambiti del mercato export.

    Nel mercato interno, le famiglie sono asfittiche, oppresse dai mutui casa presi qualche anno fa, dalla disoccupazione e dai salari reali oramai al lumicino.

    Il settore delle costruzioni (comprese le agognate ristrutturazioni e messe in sicurezza e a norma) sono piombate in una situazione che non si ricordava, anzi che in Italia non e' mai esisistita, sotto la clava del credit crunch e delle tasse (non solo l'imu che ha avuto uno spaventoso effetto psicologico), secondo le ass.ni di categoria solo qui alla fine si perderanno 1/2 milione di posti di lavoro.


    Se qualcuno di voi ha famigliarità con le zone industriali, potra' constatare il deserto che cresce, le imprese non spendono (non possono o non vogliono) 1 euro in ammodernamenti, nelle aziende metalmeccaniche che sono il nerbo industriale e produttivo, vedrete le stesse presse comprate negli anni '70, la stessa fresa del '85 etc. un problema che viene da lontano e che oggi appare in tutta la sua gravita'.



    Allora che fare? Per me l'unica e' una radicale riduzione della spesa pubblica e contratti di solidarieta' nel settore pubblico, qualcuno dira': "e' peggio gireranno meno soldi", nel breve e' sicuro, ma e' l'unico modo per riportare la bilancia verso i ceti produttivi e le imprese.
    Sono d'accordo, riduzione senza pietà della spesa fino al livello in cui si possono diminuire le imposte alle imprese.
    Against all odds

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 27-11-11, 16:34
  2. Giustizia lenta ma inesorabile
    Di Monsieur nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 10-07-11, 12:44
  3. Una giustizia lenta, non è mai giusta!
    Di Staiano nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-02-08, 09:40
  4. Andatura lenta o veloce?
    Di blob21 nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 25-09-06, 00:31
  5. Adsl lenta?
    Di DD nel forum Scienza e Tecnologia
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 31-12-02, 14:46

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226