User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
  1. #1
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito I consigli democratici dell'alta finanza


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,051
    Mentioned
    64 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I consigli democratici dell'alta finanza

    Citazione Originariamente Scritto da Nazionalistaeuropeo Visualizza Messaggio
    Loro sanno quello che è meglio , ma non c'è mai nessuna forza di sinistra che và in piazza contro certi poteri ???????
    Il Silenzio per sua natura è perfetto , ogni discorso, per sua natura , è perfettibile .

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    10,320
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: I consigli democratici dell'alta finanza

    Mario Monti è uno di loro. Figuriamoci.

  4. #4
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I consigli democratici dell'alta finanza

    Citazione Originariamente Scritto da Freezer Visualizza Messaggio
    Loro sanno quello che è meglio , ma non c'è mai nessuna forza di sinistra che và in piazza con certi poteri ???????
    Così è più realista...

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    10,320
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    10,320
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: I consigli democratici dell'alta finanza

    LA PAURA INDOTTA. | UNIONE PER IL SOCIALISMO NAZIONALE
    Mister Monti ha dichiarato, bontà sua, di essere disponibile a concedere il bis. Adesso la sceneggiata è finita e le prospettive elettorali sono più chiare, a dimostrazione che tutto è stato già scritto dagli stessi organismi sovranazionazionali di cui Monti è, al tempo stesso, garante e proconsole per l’Italia.

    Fin dall’inizio questa soluzione extra parlamentare è stata sapientamente preparata attraverso la paura della catastrofe incombente, paura che ha coinvolto la massa dei sudditi ma che non ha lasciata indenne la stessa classe dirigente partitocratica che ha così dimostrato di essere, oltre che inadeguata e corrotta, anche vile.

    Adesso i capi bastone dei partiti di centrodestrasinistra hanno addirittura paura di vincere le elezioni da soli senza la protezione e la copertura dell’uomo della finanza usuraia internazionale, evidenziando così la loro propensione al servile ossequio ai pontefici del denaro. Dietro l’alibi del “senso di responsabilità” si sono arresi senza combattere, trascinando nella disperazione e nella miseria ciò che resta di un paese che si chiama ancora Italia.

    La “prima repubblica” è stata spazzata via dalle procure, la seconda – forse mai nata – sta morendo miseramente di corruzione e di paura. Una intera classe dirigente si è stancamente logorata alla ricerca di un riformismo incoerente ed inetto che ha alimentato le spinte egoistiche settoriali e le spinte utopistiche eversive. La corruzione è divenuta rappresentativa del sistema politico, sindacale, giudiziario, amministrativo, ha coinvolto le imprese e le aziende, determinando un corto circuito tra i corruttori e i corrotti, un sistema – quindi – che ha assunto tutte le caratteristiche della stessa criminalità organizzata di stampo mafioso.

    In questa palude di mediocrità, di inettitudine e di corruzione, sta il fallimento della “politica” e l’affermazione dei cosiddetti “poteri forti” che hanno oscurato ogni dibattito in una serie di settarie certezze di politica finanziaria dominata dall’usura. Cosa dobbiamo e possiamo augurarci ?

    In primis dobbiamo essere consapevoli che dalla corruzione e dal cappio dell’usura non se ne esce con le “riforme”, con le manovre finanziarie, con le elezioni truffa, o attraverso l’azione di movimenti che si dichiarano alternativi ma che agiscono nella logica del sistema atlantista garantito dalla NATO ( nota associazione criminale militar-politica). Noi socialisti nazionali siamo impegnati nell’utilizzo dell’arma della VERITA’ attraverso un’opera di propaganda e di vero apostolato finalizzati ad aprire il cuore e la mente dei nostri connazionali, affinchè si rendano conto di quali subdoli strumenti si serve il nemico dell’umanità.

    Pertanto, opera capillare di contro informazione per denunciare l’azione criminale di organizzazioni quali la Trilateral Commission, Il Council on Foreign Relations, Il Club Bilderberg, la Banca mondiale, Il Fondo monetario internazionale , la Banca Centrale Europea, La Goldman Sachs. Dobbiamo indicare i loro uomini (Monti in primis !) infiltrati nei gangli vitali della vita politica, amministrativa e imprenditoriale della nazione e rendere pubbliche le loro biografie professionali.

    Solo la conoscenza della VERITA’ potrà provocare quella necessaria ribellione degli uomini e delle donne che desiderano vivere senza paura da cittadini liberi in una nazione sovrana integrata in una Federazione Europea di Stati sovrani liberi dall’influenza anglo-sionista-statunitense. Il nostro obiettivo finale è: liberarci dai liberatori.

    Stelvio Dal Piaz
    Ultima modifica di Avanguardia; 01-10-12 alle 13:04

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    10,320
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: I consigli democratici dell'alta finanza

    MONTI BIS. VOGLIAMO SENTIRE LA PAROLA DITTATURA | UNIONE PER IL SOCIALISMO NAZIONALE
    L’ultimo articolo del nostro Prof. Dal Piaz ed il comunicato appena uscito da parte della Presidenza, ha portato i nostri ragionamenti ben oltre l’ostacolo, ribadendo ciò che affermiamo da anni. Com’è ormai noto, l’emerito Presidente del Consiglio (senatore a vita, per giunta) davanti alla platea dei “Padroni” del Council of Foreign Relation ha dato comunicazione all’universo mondo che, “qualora i partiti dell’arco costituzionale glielo chiedessero“, egli è disponibile ad una seconda candidatura da grigio tecnocrate. I giorni successivi, la schiera della “servitù bianca” (dall’UDC a FLI, fino ad alcune frange del PDL e del PD) ha prontamente risposto alla “chiamata“. Pensate che Gianfranco Fini è arrivato ad immaginare un “listone civico nazionale” chiamandolo “rassemblement“, termine che di italiano ha ben poco…! Per capire che aria che tira, ridicolo è stato l’incontro prima nascosto e poi “saltato” che si sarebbe dovuto tenere ieri a Firenze, fra Bill Clinton e il Rottamatore Renzi. Un endorsement così forte (e così atlanticamente schierato) sarebbe stato troppo, per far capire i disegni della cupola anche ai più sprovveduti. Adesso, visto che a noi piace molto la Storia, quella vera, e non quella raccontata dalla stampa dei “liberatori occupanti“, è opportuno ricordare la figura di Lucio Quinzio Cincinnato. Per chi non ne fosse a conoscenza estrapoliamo dalla Treccani: “Cincinnato, Lucio Quinzio Politico romano (5° sec. a.C.). Console nel 460 a.C., dittatore nel 458, salvò l’esercito del console Minucio circondato dagli equi sul monte Algido. Si tramanda che accogliesse a malincuore la nomina a dittatore e che, celebrato il trionfo sugli equi, tornasse a coltivare il suo terreno. Secondo una tradizione, fu fatto dittatore anche nel 439 per fronteggiare Spurio Melio.”

    Parliamo di eventi di 2500 anni fa. La figura del “Dittatore Romano” è ben sintetizzata così: “Alla dittatura si faceva ricorso solamente in casi straordinari (quale un impedimento grave ad operare del console che lo nominava), e il dittatore durava in carica fino a quando non avesse svolto i compiti per i quali era stato nominato, e comunque non più di sei mesi; inoltre il dittatore usciva dalla propria carica una volta scaduto l’anno di carica del console che lo aveva nominato. Il dittatore era dotato di summum imperium, e cumulava in sé il potere dei due consoli; per questa ragione era accompagnato da ventiquattro littori. Inoltre non era soggetto al limite della provocatio ad populum, e per questo i suoi littori giravano anche all’interno del pomerium con le scuri inserite nei fasci. Tutti gli altri magistrati erano a lui subordinati. Alla dittatura i Romani facevano ricorso in situazioni di emergenza, come per sedare una rivolta (dictator seditionis sedandae causa) o per affrontare pericoli esterni e governare lo Stato in situazioni di difficoltà (dictator rei gerendae causa).”

    Non vi ricorda qualcuno ?

    Non è forse Monti il “dittatore chiamato per i casi di emergenza” ?

    Non è forse il Parlamento Italiano quello completamente spogliato di ogni iniziativa ed umiliato a mero passacarte del volere delle lobby usuraie di Strasburgo e New York ?

    Pertanto cari signori, sinistrati, destronazionali, pacifinti, papalini, etc… voi che siete scesi in piazza numerose volte, ora per difendere gli imprensentabili ducetti, ora per scioperare in nome di sindacati a libro paga, abbiate le palle per affermare

    “ACCETTIAMO LA DITTATURA DI MONTI”

    “ACCETTIAMO LA SOSPENSIONE TOTALE DELLA DEMOCRAZIA”

    “LA COSTITUZIONE E’ CARTA STRACCIA”

    “IL POTERE E’ NELLE MANI DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA”

    Abbiate le palle per farlo, invece di fare i lecchini umiliati al servizio dei Padroni.

    Abbiate il coraggio di pronunciare la parola “DITTATURA“.

    J.G.
    Ultima modifica di Avanguardia; 01-10-12 alle 13:11

  8. #8
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I consigli democratici dell'alta finanza

    Comunque l'unto(dalle banche) pare che voglia delegare
    ad altri (unti?) il governaccio del paese per conto delle banche..
    molisane o eurabiche.

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    19 Jul 2010
    Messaggi
    350
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Re: I consigli democratici dell'alta finanza

    Citazione Originariamente Scritto da Avanguardia Visualizza Messaggio
    MONTI BIS. VOGLIAMO SENTIRE LA PAROLA DITTATURA | UNIONE PER IL SOCIALISMO NAZIONALE
    L’ultimo articolo del nostro Prof. Dal Piaz ed il comunicato appena uscito da parte della Presidenza, ha portato i nostri ragionamenti ben oltre l’ostacolo, ribadendo ciò che affermiamo da anni. Com’è ormai noto, l’emerito Presidente del Consiglio (senatore a vita, per giunta) davanti alla platea dei “Padroni” del Council of Foreign Relation ha dato comunicazione all’universo mondo che, “qualora i partiti dell’arco costituzionale glielo chiedessero“, egli è disponibile ad una seconda candidatura da grigio tecnocrate. I giorni successivi, la schiera della “servitù bianca” (dall’UDC a FLI, fino ad alcune frange del PDL e del PD) ha prontamente risposto alla “chiamata“. Pensate che Gianfranco Fini è arrivato ad immaginare un “listone civico nazionale” chiamandolo “rassemblement“, termine che di italiano ha ben poco…! Per capire che aria che tira, ridicolo è stato l’incontro prima nascosto e poi “saltato” che si sarebbe dovuto tenere ieri a Firenze, fra Bill Clinton e il Rottamatore Renzi. Un endorsement così forte (e così atlanticamente schierato) sarebbe stato troppo, per far capire i disegni della cupola anche ai più sprovveduti. Adesso, visto che a noi piace molto la Storia, quella vera, e non quella raccontata dalla stampa dei “liberatori occupanti“, è opportuno ricordare la figura di Lucio Quinzio Cincinnato. Per chi non ne fosse a conoscenza estrapoliamo dalla Treccani: “Cincinnato, Lucio Quinzio Politico romano (5° sec. a.C.). Console nel 460 a.C., dittatore nel 458, salvò l’esercito del console Minucio circondato dagli equi sul monte Algido. Si tramanda che accogliesse a malincuore la nomina a dittatore e che, celebrato il trionfo sugli equi, tornasse a coltivare il suo terreno. Secondo una tradizione, fu fatto dittatore anche nel 439 per fronteggiare Spurio Melio.”

    Parliamo di eventi di 2500 anni fa. La figura del “Dittatore Romano” è ben sintetizzata così: “Alla dittatura si faceva ricorso solamente in casi straordinari (quale un impedimento grave ad operare del console che lo nominava), e il dittatore durava in carica fino a quando non avesse svolto i compiti per i quali era stato nominato, e comunque non più di sei mesi; inoltre il dittatore usciva dalla propria carica una volta scaduto l’anno di carica del console che lo aveva nominato. Il dittatore era dotato di summum imperium, e cumulava in sé il potere dei due consoli; per questa ragione era accompagnato da ventiquattro littori. Inoltre non era soggetto al limite della provocatio ad populum, e per questo i suoi littori giravano anche all’interno del pomerium con le scuri inserite nei fasci. Tutti gli altri magistrati erano a lui subordinati. Alla dittatura i Romani facevano ricorso in situazioni di emergenza, come per sedare una rivolta (dictator seditionis sedandae causa) o per affrontare pericoli esterni e governare lo Stato in situazioni di difficoltà (dictator rei gerendae causa).”

    Non vi ricorda qualcuno ?

    Non è forse Monti il “dittatore chiamato per i casi di emergenza” ?

    Non è forse il Parlamento Italiano quello completamente spogliato di ogni iniziativa ed umiliato a mero passacarte del volere delle lobby usuraie di Strasburgo e New York ?

    Pertanto cari signori, sinistrati, destronazionali, pacifinti, papalini, etc… voi che siete scesi in piazza numerose volte, ora per difendere gli imprensentabili ducetti, ora per scioperare in nome di sindacati a libro paga, abbiate le palle per affermare

    “ACCETTIAMO LA DITTATURA DI MONTI”

    “ACCETTIAMO LA SOSPENSIONE TOTALE DELLA DEMOCRAZIA”

    “LA COSTITUZIONE E’ CARTA STRACCIA”

    “IL POTERE E’ NELLE MANI DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA”

    Abbiate le palle per farlo, invece di fare i lecchini umiliati al servizio dei Padroni.

    Abbiate il coraggio di pronunciare la parola “DITTATURA“.

    J.G.

    avessero le palle

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    10,320
    Mentioned
    20 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: I consigli democratici dell'alta finanza

    Citazione Originariamente Scritto da Etrvsco Visualizza Messaggio
    avessero le palle
    Non le hanno. Poi, la menzogna è componente integrante della loro condotta, sia politica che privata. Se fossero coraggiosi e sinceri, non potrebbero fare i politici.

 

 

Discussioni Simili

  1. Il golpe dell’alta finanza
    Di Guelfo Nero nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 19-08-12, 12:26
  2. Alta finanza e Oriente
    Di carlomartello nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21-02-10, 11:37
  3. Obama: L’uomo Nuovo Dell’alta Finanza
    Di TyrMask (POL) nel forum Umbria
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 22-01-09, 11:23
  4. Obama: L’uomo Nuovo Dell’alta Finanza
    Di TyrMask (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21-01-09, 01:30
  5. Stoiber: Schröder pedina dell'Alta Finanza
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-08-02, 18:03

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226