User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
Like Tree1Likes
  • 1 Post By polifilo

Discussione: La Russia e le comunità evangeliche

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Aug 2009
    Messaggi
    7,478
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    7

    Predefinito La Russia e le comunità evangeliche

    A prima vista la Russia potrebbe sembrare, nonostante decenni di ateismo di stato, ancora profondamente ortodossa (anche se con una cospicua minoranza interna islamica) merito anche dell'alleanza tra trono e altare Kremlino- Patriarcato di Mosca, però alcuni sembrano non sapere che non solo l'ortodossia russa ha conosciuto molte frange dissidenti(vecchi credenti, detto anche raskolniki, ovvero scismatici; chlysty, cui apparteneva il famigerato Rasputin; skopcy, molokani ecc) ed anche una comunità evangelica numerosa (il battismo mi pare sia tra le religioni riconosciute), però mi pare che l'opera di proselitismo degli evangelici (come anche dei cattolici) non sia ben vista, perché le "case madri" si trovano all'estero e questo è visto come un pericolo.
    Che ne pensate?
    Controllori di volo pronti per il decollo,
    telescopi giganti per seguire le stelle
    (F. Battiato, No time no space)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    09 Dec 2011
    Messaggi
    308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia e le comunità evangeliche

    Citazione Originariamente Scritto da subiectus Visualizza Messaggio
    A prima vista la Russia potrebbe sembrare, nonostante decenni di ateismo di stato, ancora profondamente ortodossa (anche se con una cospicua minoranza interna islamica) merito anche dell'alleanza tra trono e altare Kremlino- Patriarcato di Mosca, però alcuni sembrano non sapere che non solo l'ortodossia russa ha conosciuto molte frange dissidenti(vecchi credenti, detto anche raskolniki, ovvero scismatici; chlysty, cui apparteneva il famigerato Rasputin; skopcy, molokani ecc) ed anche una comunità evangelica numerosa (il battismo mi pare sia tra le religioni riconosciute), però mi pare che l'opera di proselitismo degli evangelici (come anche dei cattolici) non sia ben vista, perché le "case madri" si trovano all'estero e questo è visto come un pericolo.
    Che ne pensate?
    .. però mi pare che l'opera di proselitismo degli evangelici (come anche dei cattolici) non sia ben vista, perché le "case madri" si trovano all'estero e questo è visto come un pericolo.

    Che ne pensate?


    Beh, io penso chi predica il Vangelo sia un “ambasciatore” del Regno di Dio, perciò il suo “quartiere Generale" (case madri) ” è di lassù e tramite lo Sp.Santo vien guidato quaggiù, in questo strano paese che è il mondo, in mezzo ad una moltitudine di sconosciuti che neanche conoscono Gesù. Ora il cristiano non dovrebbe essere visto come un pericolo, in quanto egli non è di nessuna appartenenza politica, se non che egli sta dalla parte del Signore. Al massimo la “politica” del cristiano è quella di “pregare per i re, i magistrati, e tutti coloro che hanno autorità”(1Tim.2:1); per il proprio bene, per aver pace e poter predicare l'evangelo finchè sia possibile. Ricordiamo che il Signore Gesù Cristo fu arrestato dai i soldati del Sinedrio e in fine condannato da capi religiosi, e che il povero Pilato voleva liberarlo, giacchè non trovava in lui nessuna colpa. E tu che ne pensi???

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    06 Oct 2010
    Messaggi
    1,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia e le comunità evangeliche

    Citazione Originariamente Scritto da subiectus Visualizza Messaggio
    A prima vista la Russia potrebbe sembrare, nonostante decenni di ateismo di stato, ancora profondamente ortodossa (anche se con una cospicua minoranza interna islamica) merito anche dell'alleanza tra trono e altare Kremlino- Patriarcato di Mosca, però alcuni sembrano non sapere che non solo l'ortodossia russa ha conosciuto molte frange dissidenti(vecchi credenti, detto anche raskolniki, ovvero scismatici; chlysty, cui apparteneva il famigerato Rasputin; skopcy, molokani ecc) ed anche una comunità evangelica numerosa (il battismo mi pare sia tra le religioni riconosciute), però mi pare che l'opera di proselitismo degli evangelici (come anche dei cattolici) non sia ben vista, perché le "case madri" si trovano all'estero e questo è visto come un pericolo.
    Che ne pensate?
    è un problema vecchio che riguardò anche tolstoj e i suoi seguaci, che non credevano alla divinità di cristo, ma cmq vivevano evangelicamente.
    tolstoj sfuggì alla prigionia solo grazie alla sua fama internazionale.
    veni vidi mici

  4. #4
    STATI UNITI D'EUROPA!
    Data Registrazione
    02 Feb 2011
    Località
    Stati Uniti d'Europa
    Messaggi
    21,396
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia e le comunità evangeliche

    Citazione Originariamente Scritto da subiectus Visualizza Messaggio
    A prima vista la Russia potrebbe sembrare, nonostante decenni di ateismo di stato, ancora profondamente ortodossa (anche se con una cospicua minoranza interna islamica) merito anche dell'alleanza tra trono e altare Kremlino- Patriarcato di Mosca, però alcuni sembrano non sapere che non solo l'ortodossia russa ha conosciuto molte frange dissidenti(vecchi credenti, detto anche raskolniki, ovvero scismatici; chlysty, cui apparteneva il famigerato Rasputin; skopcy, molokani ecc) ed anche una comunità evangelica numerosa (il battismo mi pare sia tra le religioni riconosciute), però mi pare che l'opera di proselitismo degli evangelici (come anche dei cattolici) non sia ben vista, perché le "case madri" si trovano all'estero e questo è visto come un pericolo.
    Che ne pensate?

    Penso che nel caso dei cattolici la cosa sia inevitabile, nel senso che tutti i cattolici hanno "sede centrale" () a Roma e non ci si può fare niente.
    Nel caso degli evangelici invece la cosa è più semplice, perchè possono svilupparsi delle chiese locali russe totalmente autonome.
    PROPOSTE POLITICHE
    ► STATI UNITI D'EUROPA, SUBITO! Tutti gli Stati a Ovest della Russia!
    ♫ Top 25 Vocal Trance Spring 2015 l Amazing Vocal Trance Mix ♫

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    06 Oct 2010
    Messaggi
    1,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia e le comunità evangeliche

    per quanto riguarda i cattolici, le differenze con gli ortodossi, a parte la liturgia medievale ortodossa che però era adottata da noi anche un tempo, iconostasi e quant'altro. il problema riguarda solo la contrapposizione vescovo di roma, metropolita di mosca.
    per certi versi sono più malvisiti i cattolici dei protestanti, perché i cattolici hanno cmq un forte punto di riferimento a roma che i protestani, in patria non hanno. è proprio la somiglianza tra struttura gerarchica cattolica e russa a mettere in contrasto le due chiese.
    veni vidi mici

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    06 Oct 2010
    Messaggi
    1,445
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia e le comunità evangeliche

    Citazione Originariamente Scritto da CESAR Visualizza Messaggio

    Nel caso degli evangelici invece la cosa è più semplice, perchè possono svilupparsi delle chiese locali russe totalmente autonome.
    a tolstoj ripeto cmq non andò particolarmente bene.
    e non credo che oggi le cose siano molto migliorate anzi forse era più tollerante lo zar di putin.
    nel caso protestanti, veri credenti, varie sette, anche loro, se pur in forma minore dei cattolici, disconoscono il potere centrale.
    e questo in russia non si può fare.
    mosca è la terza roma, non può essere messa in discussione.
    subiectus likes this.
    veni vidi mici

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Aug 2009
    Messaggi
    7,478
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    7

    Predefinito Re: La Russia e le comunità evangeliche

    Citazione Originariamente Scritto da solocristiano Visualizza Messaggio
    .. però mi pare che l'opera di proselitismo degli evangelici (come anche dei cattolici) non sia ben vista, perché le "case madri" si trovano all'estero e questo è visto come un pericolo.

    Che ne pensate?


    Beh, io penso chi predica il Vangelo sia un “ambasciatore” del Regno di Dio, perciò il suo “quartiere Generale" (case madri) ” è di lassù e tramite lo Sp.Santo vien guidato quaggiù, in questo strano paese che è il mondo, in mezzo ad una moltitudine di sconosciuti che neanche conoscono Gesù. Ora il cristiano non dovrebbe essere visto come un pericolo, in quanto egli non è di nessuna appartenenza politica, se non che egli sta dalla parte del Signore. Al massimo la “politica” del cristiano è quella di “pregare per i re, i magistrati, e tutti coloro che hanno autorità”(1Tim.2:1); per il proprio bene, per aver pace e poter predicare l'evangelo finchè sia possibile. Ricordiamo che il Signore Gesù Cristo fu arrestato dai i soldati del Sinedrio e in fine condannato da capi religiosi, e che il povero Pilato voleva liberarlo, giacchè non trovava in lui nessuna colpa. E tu che ne pensi???
    Ti dirò una banalità sesquipedale: io sono convinto che tutti abbiano diritto di credere o di non credere, e di poter manifestare le proprie opinioni e di poter convincere il prossimo della bontà delle proprie opinione e di provare a guadagnarlo alla propria causa.
    Lo so, il regno che viene annunciato non è di questo mondo, e bisogna pregare per i governanti, però non sempre i rapporti sono così pacifici, è detto nelle Scritture che il messaggio metterà tre contro due e due contro tre, ed in effetti qualcosa del genere avviene quando un coniuge si converte alla nuova fede mentre l'altro no, causando non poche volte contrasti, oppure ci sono le rimostranze del clero locale che vedono il proprio monopolio spirituale minacciato dalla concorrenza.
    E poi vi sono motivi più schiettamente politici, è vero che una comunità evangelica può assumere un carattere nazionale, ma all'inizio i missionari sono stranieri, cominciano allora a circolare storie, del tipo "ma è davvero solo un religioso?" oppure "Il convertito sarà fedele allo stato o alla sua chiesa?" o ancora "costoro intaccano il patrimonio spirituale locale" ecc.
    Così l'opera diventa estremamente più difficile quando non pericolosa.
    Controllori di volo pronti per il decollo,
    telescopi giganti per seguire le stelle
    (F. Battiato, No time no space)

  8. #8
    chi è l'uomo?
    Data Registrazione
    31 Jan 2011
    Località
    hirpinia
    Messaggi
    3,866
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia e le comunità evangeliche

    Citazione Originariamente Scritto da polifilo Visualizza Messaggio
    è un problema vecchio che riguardò anche tolstoj e i suoi seguaci, che non credevano alla divinità di cristo, ma cmq vivevano evangelicamente.
    tolstoj sfuggì alla prigionia solo grazie alla sua fama internazionale.
    non ho approfondito studi circa la vita ed il pensiero del russo Tolstoj seppure nutro a riguardo qualche simpatia

    ho letto qualche biografia sintetica e qualche estratto dei suoi scritti come il racconto "Cosa fa vivere gli uomini" edito da Repubblica, libricino molto scorrevole e dal messaggio particolare

    non saprei affermare pertanto quello che tu sembri affermare circa il suo non credere nella divinità del Cristo
    ........ma il dono di Dio è la vita eterna, in Cristo Gesù, nostro Signore.
    (Romani 6:23)

    chiese e comunità cristiane evangeliche

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    09 Dec 2011
    Messaggi
    308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La Russia e le comunità evangeliche

    Citazione Originariamente Scritto da subiectus Visualizza Messaggio
    Ti dirò una banalità sesquipedale: io sono convinto che tutti abbiano diritto di credere o di non credere, e di poter manifestare le proprie opinioni e di poter convincere il prossimo della bontà delle proprie opinione e di provare a guadagnarlo alla propria causa.
    Lo so, il regno che viene annunciato non è di questo mondo, e bisogna pregare per i governanti, però non sempre i rapporti sono così pacifici, è detto nelle Scritture che il messaggio metterà tre contro due e due contro tre, ed in effetti qualcosa del genere avviene quando un coniuge si converte alla nuova fede mentre l'altro no, causando non poche volte contrasti, oppure ci sono le rimostranze del clero locale che vedono il proprio monopolio spirituale minacciato dalla concorrenza.
    E poi vi sono motivi più schiettamente politici, è vero che una comunità evangelica può assumere un carattere nazionale, ma all'inizio i missionari sono stranieri, cominciano allora a circolare storie, del tipo "ma è davvero solo un religioso?" oppure "Il convertito sarà fedele allo stato o alla sua chiesa?" o ancora "costoro intaccano il patrimonio spirituale locale" ecc.
    Così l'opera diventa estremamente più difficile quando non pericolosa.
    Sono d'accordo in quello che dici, ma a differenza della prima Chiesa che era perseguitata per via del Vangelo di Cristo, le chiese oggi sono perseguitate per via del loro immischiarsi nella politica, tutto il contrario di quello che insegna la Parola di Dio che ci dice: “Nessuno (missionario del Vangelo) che presta servizio come soldato (di Cristo) s'immischia nelle faccende della vita (di questo mondo e sopratutto della sua politica), se vuol piacere a colui che lo ha arruolato” (2°Tim.2:4).
    E chi è che ci chiama ad “andare a predicare il Vangelo”, che ci arruola al suo servizio? Per caso “il discepolo è più del suo Maestro o il servo più del suo Signore”, che faccia di testa sua o come gli vien detto da qualche pastore o chiesa universale o chicchessia (che va oltre la Parola)? Se uno predica “solo” il Vangelo di Cristo, con spirito di discernimento, di sicuro non verrà perseguitato per le cose del mondo, ma di sicuro se vien perseguitato lo sarà per Cristo!

 

 

Discussioni Simili

  1. letture evangeliche
    Di Leviathan nel forum Chiese e Comunità Cristiane Evangeliche
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-11-13, 10:30
  2. Il peccato nelle comunità evangeliche
    Di Imperium nel forum Chiese e Comunità Cristiane Evangeliche
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 04-04-12, 16:47
  3. Siria: la Russia spiazza la comunità internazionale
    Di Giò nel forum Destra Radicale
    Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 18-12-11, 15:06
  4. Domande evangeliche
    Di Affus nel forum Cattolici
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 05-03-07, 12:25
  5. Bush a Putin:''il futuro della Russia è nella comunità transatlantica"
    Di Zefram_Cochrane nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 22-02-05, 12:26

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226