User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
Like Tree1Likes
  • 1 Post By Aurelio

Discussione: Alla Statale di Milano si fa il test di inglese agli studenti americani

  1. #1
    Christianita
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Ελευσίνα
    Messaggi
    16,472
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Alla Statale di Milano si fa il test di inglese agli studenti americani

    Antonio Vanuzzo

    «Ma lei è sicura di sapere bene l’inglese?» chiese l’esaminatore alla studentessa del Montana, sbarcata alla Statale di Milano per frequentare un corso di laurea in Relazioni internazionali. Cronaca tragicomica di come l’università italiana tratta gli studenti stranieri che il ministro Profumo vuole attrarre.

    13 ottobre 2012 - 158

    «Ma lei è sicura di sapere bene l’inglese?» chiese l’esaminatore alla studentessa americana, cercando disperatamente tra le carte della sua application un qualche certificato di conoscenza linguistica. Purtroppo non è uno stralcio della sceneggiatura dell’ultima commedia di Woody Allen, ma una storia accaduta davvero, che la dice lunga sullo stato in cui versa l’università italiana. E soprattutto sulla sua capacità di attrarre studenti stranieri. Il ministro Profumo, che si è impegnato in prima persona per rendere appetibili i nostri atenei alle intelligenze del mondo, ha ancora molto lavoro da fare.

    Katy (nome di fantasia, ndr), fidanzata di un mio amico originaria del Montana, è sbarcata da qualche settimana a Milano. Educatrice di formazione, ha deciso di iscriversi a una laurea specialistica in Relazioni internazionali, in lingua inglese, all’Università Statale. Il suo colloquio di selezione era fissato per il primo ottobre. Al 25 settembre ancora non sapeva nulla del piano di studi che sarebbe andata a frequentare – online non c’era alcuna indicazione – ma tant’è, la ragazza non si perde d’animo. Il fatidico primo ottobre si presenta puntuale davanti alla commissione chiamata a decidere del suo destino, nelle buie stanze di via Festa del Perdono. «Vedrai che non c’è problema», gli dicono dalla segreteria studenti internazionali, che in teoria – in teoria – dovrebbe provvedere al permesso di soggiorno per studenti, evitandole tutta la trafila all’ufficio immigrazione spesso immortalata dalle telecamere dei telegiornali. (Per inciso, Katy ha il visto ufficiale del consolato Usa, ma il permesso di soggiorno lo ha richiesto da sola, alle Poste). In effetti non c’è problema, purchè tu abbia il documento giusto. Eppure il colloquio sarebbe dovuto servire a valutare l’idoneità a frequentare un corso interamente in inglese.

    Qui arriva il bello. L’esaminatore chiede, pretende un documento: l’Ielts, il Toefl, insomma un appiglio, una carta, qualsiasi cosa dica che effettivamente Katy dal Montana conosce bene l’inglese. Nota bene, avere un certificato internazionale non era tra i requisiti richiesti per frequentare il corso di laurea. Katy comincia a sudare freddo, e pensa tra sé: «no, non può succedere davvero». Invece sì, benvenuta in Italia. Sembra davvero finita, ma con la lucidità dei momenti di disperazione più nera Katy estrae dal plico dei documenti gli essay dei paper preparati per gli esami della sua laurea americana. Il professore li guarda accigliato per un tempo indefinito, i secondi sembrano giorni. Alza gli occhi, e sentenzia: «Per me va bene, sai l’inglese». Tirando un sospiro di sollievo, la madrelingua Katy può ufficialmente iniziare la sua nuova vita da studente a Milano.

    Sembra finita, invece no. Passano due giorni, e iniziano le lezioni. E Katy, con sommo disappunto, scopre che in realtà i corsi, nonostante nella sua classe ci siano una quindicina di studenti da tutto il mondo, sono in italiano, tranne un paio in lingua inglese. Fortunatamente l’entusiasmo per la sua nuova avventura prevale sulla frustrazione. Nota a margine: il giorno della sua prima lezione di Politica italiana l’assessore lombardo Zambetti, accusato di voto di scambio, viene arrestato. Si parla di Formigoni, di Berlusconi, e di Nicole Minetti. Si parla anche di Tangentopoli. Dice di avere in testa una domanda, non ha capito bene la lezione, essendo per l’appunto in italiano: «Ma perchè voi italiani non vi indignate di fronte a tutto questo?».

    Alla Statale di Milano si fa il test di inglese agli studenti americani | Linkiesta.it
    «Feared neither death nor pain,
    for this beauty;
    if harm, harm to ourselves.»
    (Ezra Pound - Canto XX, The Lotus Eaters)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Jul 2012
    Messaggi
    16,125
    Mentioned
    117 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Alla Statale di Milano si fa il test di inglese agli studenti americani

    Il problema in italia è che non essendoci un briciolo di meritocrazia, succede che abbiamo casi come questo.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Jan 2011
    Località
    Haiti trincea della Tradizione
    Messaggi
    9,016
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Alla Statale di Milano si fa il test di inglese agli studenti americani

    Ahahahah la statale. Che luogo magico.
    Giò likes this.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    27 Apr 2011
    Località
    Palermo
    Messaggi
    421
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Alla Statale di Milano si fa il test di inglese agli studenti americani

    incredibile

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    15,774
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Alla Statale di Milano si fa il test di inglese agli studenti americani

    E' palesemente un articolo inventato e comunque chi l'ha scritto probabilmente non ha mai messo piede in un'università.

    Già che inizia con <Katy (nome di fantasia, ndr), fidanzata di un mio amico originaria del Montana...> sembra la storiella della ragazza che festeggia i 18 anni con un pompino gratis per tutti-

    Gli è stato richiesto un certificato di inglese, ma una volta verificato che era madrelingua inglese è stata ammessa. Quindi qual è la polemica?

    Poi cosa vuol dire che ha estratto gli essay dei paper?
    Io non mi sento italiano,
    ma per fortuna o purtroppo lo sono.

 

 

Discussioni Simili

  1. Gli studenti della Statale sono idioti?
    Di tolomeo nel forum Fondoscala
    Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 02-12-11, 20:18
  2. Elezioni Universitarie: Alla Statale di Milano la Sinistra trionfa
    Di John Galt nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 19-05-09, 23:58
  3. Scritte Alla Statale Di Milano
    Di Fabrizio Fratus nel forum Destra Radicale
    Risposte: 104
    Ultimo Messaggio: 30-09-06, 16:29
  4. La Statale Di Milano Vittima Dei Sinistroidi
    Di Jenainsubrica nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 09-11-05, 14:38
  5. Test antidroga per gli studenti
    Di pensiero nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 28-02-04, 16:21

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225