Gabrielli: "Emiliani reagito meglio di abruzzesi
La differenza non la fa la quantità di denaro"

Il capo della Protezione civile interviene a Radio Capital e risponde al sindaco dell'Aquila che lamenta ritardi nella ricostruzione: "Sempre facile dare responsabilità ad altri, anche territorio ha sue responsabilità". E agli ascoltatori che denunciano il blocco dei fondi per l'Emilia: "È una favola, ci sono 13,5 mln su conto Banca d'Italia"

ROMA - "Ci sono molte cause, ma anche il territorio ha le sue responsabilità. Io ho visto un territorio, quello emiliano, molto diverso dalla mia esperienza aquilana. È sempre facile dare le responsabilità ad altri, a chi sta fuori". A parlare in questi termini è il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, intervistato da Radio Capital rispondendo così al sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente che lamenta il fatto che sulla ricostruzione nella città colpita dal sisma sia ancora tutto fermo.

"C'è in alcune comunità un attivismo, una voglia di fare, che sono insiti. La differenza, storicamente, in Italia - ha aggiunto Gabrielli - non la fa la quantità di denaro destinato agli aiuti, ma la capacità di progettualità di ogni singolo territorio. E gli emiliani - conclude Gabrielli - hanno reagito meglio".

Nessun blocco fondi per l'Emila. Non sono solo gli aquilani, però, a denunciare ritardi. Anche gli ascoltatori dell'Emilia, intervenuti durante la trasmissione, hanno chiesto le ragioni per il blocco degli aiuti. "Nessun blocco per motivi burocratici, quella è una favola. La verità che ci sono 13,5 milioni di euro su un conto della Banca d'Italia. La Regione Emilia Romagna ha mandato 27 progetti. Giovedì il comitato dei garanti li esaminerà. E spero venerdì di dare il via agli accrediti alla contabilità speciale della Regione". Il capo della Protezione Civile,

risponde così agli ascoltatori che hanno chiesto perché i fondi donati via sms per aiutare i terremotati emiliani siano bloccati. "Se si avessero sempre tempistiche di questo genere nel nostro Paese - aggiunge il capo della Protezione Civile - andremmo tutti un po' meglio. La Regione ha fatto un lavoro accurato, che ha richiesto tempo, ma non c'è un solo elemento che possa essere ascritto alla burocrazia".

Gabrielli: "Emiliani reagito meglio di abruzzesi La differenza non la fa la quantità di denaro" - Repubblica.it