User Tag List

Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 63
Like Tree18Likes

Discussione: [Mondo di Perseo 1991] Progetto di Riforma dell'Economia dell'URSS

  1. #1
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito [Mondo di Perseo 1991] Progetto di Riforma dell'Economia dell'URSS

    Eccoci qua !

    L'assunto di base del Piano è che il sistema di autogestione jugoslava è sostanzialmente un modo di mobilitare le forze produttive in vista di un grande sforzo di riconversione economica più umano e inclusivo del classico modello stalinista di sviluppo: per funzionare, però, richiede controlli che garantiscano un tasso minimo di investimento, disciplina sul posto di lavoro, un modo per sfogare la contrapposizione dirigenti / lavoratori, e risorse naturali che permettano ai lavoratori stessi di godere continuativamente dei buoni risultati dell'autogestione.

    In base a queste linee guida, e traendo spunto dall'esperienza cinese, il Governo dell'URSS propone:

    -RIDEFINIZIONE DELLA PROPRIETA' SOCIALISTA NEL SETTORE INDUSTRIALE:

    -E' ammessa la formazione di industrie private a livello di imprese piccole e micro (da meno di cinque a fino 50 dipendenti fissi). In queste imprese, il datore di lavoro assocerà in partecipazione degli utili e degli oneri i dipendenti, in quote stabilite dai contratti sindacali.

    -Vengono trasformate in cooperative le aziende statali medie (da 50 a 300 dipendenti fissi). Le aziende micro e piccole che crescano di scala fino a raggiungere quella delle imprese medie vengono anch'esse trasformate in cooperative, compensando il proprietario con una quota proporzionale al suo capitale e alla sua anzianità di servizio di Buoni di Lavoro Prestato (vedi sotto), e garantendogli, se così preferisca, il ruolo di Presidente.

    -Le aziende statali di dimensione superiore ai 300 dipendenti fissi vengono trasformate in aziende a proprietà sociale. Esse vengono rette da un Consiglio di Gestione eletto direttamente dai lavoratori di tutte le filiali dell'impresa stessa. Il Consiglio nomina un manager. Le singole unità produttive eleggono anch'esse dei Consigli di Gestione, che sono incaricate di gestire i turni e contrattare con i delegati del Consiglio di Gestione centrale la quota di paga riferita ai risultati del singolo stabilimento.

    -Viene normato e riconosciuto il diritto di sciopero. Per aderire a una iniziativa di sciopero, i lavoratori di un impianto dovranno svolgere un referendum interno in cui almeno il 50%+1 dei dipendenti si pronunci a favore.

    -I minimi salariali vengono fissati da contratti collettivi a livello regionale o di filiera produttiva. Il resto del salario viene distribuito in base alla produttività dell'impianto e dell'azienda stessa, dalla contrattazione sindacale e dall'azione dei Consigli di Gestione. Nella ripartizione degli utili dell'impresa, almeno il 30% deve essere accantonato come Riserva Minima Obbligatoria indivisibile, da destinare a nuovi investimenti, più la quota della manutenzione degli impianti e dell'esposizione verso i creditori: il resto può andare a salario.

    -RIDEFINIZIONE DELLA PROPRIETA' SOCIALISTA NEL SETTORE TERZIARIO:

    -Al settore terziario si applicano le medesime categorie di proprietà del settore industriale.

    -Viene legalizzata la creazione di Agenzie di Collocamento, con le medesime norme di proprietà del settore industriale, che svolgono ruolo di intermediazione.

    -L'apporto del settore terziario all'Amministrazione del paese viene così ridefinito: tolte le funzioni di governo dirette (governo centrale, governi repubblicani, governi locali, sicurezza, moneta, rappresentanza all'estero) tutte le altre funzioni amministrative e forniture di servizi possono essere affidate dai governi federale, repubblicani, locali a aziende, tramite procedura concorsuale pubblica.

    -Viene abolito l'obbligo di adesione al PCUS per svolgere qualsiasi lavoro nella Pubblica Amministrazione.

    RIDEFINIZIONE DELLA PROPRIETA' SOCIALISTA NEL SETTORE AGRICOLO:

    -Al settore agricolo si applicano le medesime categorie di proprietà del settore industriale.

    -Vengono stabilite categorie massime di possesso di appezzamenti individuali. Questi limiti non valgono per le cooperative e le imprese sociali.

    - Lo Stato Sovietico realizza un meccanismo di controllo della produzione analogo alla PAC per come è stata elaborata fino alle riforme degli anni '90: fortemente protezionistico, con accantonamenti forzati per proteggere i prezzi interni dei prodotti e isolare temporaneamente l'agricoltura sovietica dalla concorrenza. L'obiettivo è migliorare l'efficienza della produzione, trasformare l'Unione in un paese autosufficiente e in prospettiva esportatore, come in passato, e sopratutto abituare lentamente i contadini alla concorrenza.

    NORME SPECIFICHE NEL SETTORE EDILIZIO:

    -E' liberalizzata la costruzione di nuovi appartamenti. Lo Stato si occuperà della costruzione di una quota minima di case popolari, qualora fosse necessario, col meccanismo del Mutuo Sociale della nostra TL.

    -E' liberalizzato il possesso di case e il loro affitto, in base alle dimensioni del centro urbano. Generalmente, non si potrà possedere più di una seconda casa per i centri piccoli e medi, più una terza per i centri più grandi, con una deroga di un'ulteriore abitazione nelle Zone di Interesse Turistico.

    INDUSTRIE DI INTERESSE STRATEGICO:

    -Il Governo federale emana una lista di attività da considerarsi di Interesse Strategico (esempi: controllo delle reti, armi, energia etc). Queste rimangono di proprietà dello Stato: i lavoratori partecipano alla loro gestione assieme a funzionari pubblici, con criteri analoghi a quelli della Cogestione tedesca.

    CREDITO:

    -Il Credito viene diviso tra Banche di Investimento, considerate di Interesse Strategico, e Banche di Risparmio, che seguono le normali regole per la Proprietà.

    -Esiste un'unica Banca Centrale, pubblica.

    FORME DI LAVORO, BUONI DI LAVORO PRESTATO, LAVORO DI SOLIDARIETA', IMMIGRAZIONE.

    -Le seguenti norme sono valide in tutti i settori, compreso quello pubblico.

    -La forma generale del contratto di lavoro è il Contratto a Tempo Indeterminato.

    -Le altre forme di contratto sono l'Apprendistato, il Lavoro Stagionale, il Lavoro a Tempo Determinato (copertura di picchi produttivi), il Lavoro a Progetto (alte professionalità e consulenze).

    -Il licenziamento viene deciso dai Consigli di Gestione per motivi disciplinari o economici. In caso di licenziamento per motivi disciplinari, la questione viene deferita a un Collegio Arbitrale. In caso di licenziamento per motivi economici, questo avviene in base alla stesura di Liste di Ricollocamento: in esse, i lavoratori vengono qualificati in base a un punteggio, formato da premi di produttività, anzianità di servizio, numero di familiari a carico etc. Si procede al licenziamento in base alla graduatoria.

    -Tutti i lavoratori di una impresa, a prescindere dalla loro tipologia contrattuale, qualora il Consiglio di Gestione decida di realizzare investimenti su una quota ulteriore rispetto alla Riserva Minima Obbligatoria, ricevono dei Buoni di Lavoro Prestato a rappresentare la diminuita quota di salario. Questi titoli rappresentano una obbligazione dell'Impresa nei loro confronti, producono utili con interesse variabile ma non possono essere scambiati fin che permane in essere il rapporto di lavoro. Successivamente, possono essere mantenuti come fonte di rendita o scambiati sul Mercato. A tal fine, viene istituita la Borsa del Lavoro.

    -Qualora un'azienda si trovi in difficoltà congiunturali, anzichè licenziare i propri dipendenti il Consiglio di Gestione può approvare la messa in opera di Lavoro di Solidarietà. I dipendenti dell'azienda vedono ridotto il proprio carico di lavoro proporzionalmente alle necessità dell'impresa, senza possibilità di scendere però a zero ore. Il Lavoro di Solidarietà può anche essere messo in opera dalle Autorità locali in caso di situazioni di forte disoccupazione locale.

    -E' completamente liberalizzato lo spostamento all'interno dei territori dell'Unione e la ricerca di lavoro. Paesi con accordi di immigrazione con l'URSS e i paesi membri del neoCOMECON possono liberamente inviare i propri lavoratori in URSS, con contratti di durata annuale. E' possibile l'immigrazione nell'URSS alle seguenti condizioni: ricerca di lavoro, un anno di tempo, obbligo di risiedere in Case Popolari gestite dallo Stato; per contratto ottenuto, durata un anno, a tal fine vengono aperti appositi uffici di collocamento nelle ambasciate sovietiche dei paesi neoCOMECON.

    -E' liberalizzato il turismo, all'interno e all'esterno dell'URSS, nei limiti degli accordi di visto con Paesi terzi.

    -E' legalizzata l'emigrazione dall'URSS per motivi di lavoro, fatte salve categorie professionali definite e sensibili per lo sviluppo dell'economia nazionale.

    WELFARE STATE:

    -La sanità e l'istruzione primaria e secondaria sono gratuite e accessibili a tutti.

    -I benefici di Welfare legati al reddito e al lavoro vengono ridefiniti in un Reddito Minimo Garantito: questo viene corrisposto in forma di integrazione al reddito, dietro richiesta presentata agli uffici competenti, nella percentuale necessaria a raggiungere quel livello di reddito (es: se il mio reddito scende fino a raggiungere il 70% del reddito previsto per la mia zona di residenza, mi viene coperto il restante 30%). Il Reddito Minimo Garantito viene tarato a livello Regionale. Il Reddito Minimo viene erogato anche a disoccupati e pensionati (è effettivamente una pensione minima): salvo che per i pensionati, è condizionato alla ricerca attiva di un lavoro che permetta di coprire la differenza. Al terzo rifiuto di un lavoro proposto dagli uffici o dalle agenzie di collocamento, il Reddito viene sospeso.

    -Fatto salvo il reddito minimo garantito (che scatta a una età di 65 anni per i lavori non usuranti, 60 per i lavori usuranti e le donne con più di un figlio, 55 per i lavori pericolosi e le donne con più di un figlio sottoposte a lavori usuranti) non c'è concetto di età pensionabile: si lavora finchè si vuole. Ogni azienda istituisce il proprio Fondo Pensione.

    -L'Università è gratuita, e la vita dello studente viene coperta da borse di studio statali. Per accedervi, è necessario superare dei test nazionali di idoneità e poi dei test universitari di ammissione. Il modello è sostanzialmente quello finlandese, ma più cattivo.

    RIDEFINIZIONE DEI RAPPORTI STATO-PERIFERIA:

    -Lo Stato sovietico viene significativamente decentrato. Il modello è quello tedesco, con le Repubbliche al posto dei vari Laender. Questo significa anche maggiore responsabilità finanziaria delle Repubbliche. Il Centro federale si occupa di creare un Fondo di Solidarietà, ma se una Repubblica è in rosso, non si aspettasse eccessivi crediti federali a coprire le sue magnacciate.

    -La tassazione è su tre forme: diretta, indiretta ( per prodotti non visti di buon occhio, come vodka, sigarette, gioielli etc) e patrimoniale. La tassazione è sempre progressiva. La tassazione opera su tre livelli: federale, repubblicano, provinciale, per le funzioni svolte, più eventuali tasse di scopo che possono essere decise a ogni livello (compreso quello cittadino). Le tasse patrimoniali sulle case spettano ai comuni.

    -Viene fiscalmente incentivato l'investimento in ricerca scientifica o in opere assistenziali. Il primo non viene tassato, il secondo viene sgravato in un massimo del 20% del reddito imponibile.

    LIBERALIZZAZIONE DEI PREZZI:

    -I prezzi verranno progressivamente liberalizzati in modo da non creare eccessive vampate inflazionistiche. Le risorse energetiche verranno utilizzate in parte per calmierare i loro prezzi interni, e in generale si farà ricorso a importazioni mirate di merci asiatiche a basso costo per garantire i livelli di consumo. Un minimo di inflazione sarà comunque necessaria nella transizione.

    APERTURA ALL'ESTERO:

    What's apertura all'estero ?

    In generale, libero commercio con controlli sui capitali con i paesi del neoCOMECON, commercio in regime di clearing agevolato con i paesi eurasiatici, commercio controllato dal centro con i paesi esterni a questo cerchio.

    INVESTIMENTI ESTERI:

    -Possibili in tutto il territorio dell'Unione in forma di joint-ventures.

    -Nelle Repubbliche Autonome, e nelle Repubbliche Sovietiche che così decidano, possibilità di derogare a queste norme, accettando una percentuale sui profitti e interventi infrastrutturali sul luogo. Al Giappone e alle altre Tigri Asiatiche verranno offerte condizioni di investimento particolarmente vantaggiose, facendo loro notare che delocalizzando in Unione Sovietica non rafforzeranno lo sviluppo cinese.

    STRATEGIA DI SVILUPPO:

    -ça va sans dire, in questo momento il nostro asset principale sono le risorse energetiche. Le offriamo a prezzo competitivo (diciamo, al 75% del prezzo di mercato) ai nostri partners, in cambio di prodotti da parte dei paesi meno ricchi e dalla Cina (in particolare per quest'ultima beni di consumo, onde tappare i buchi della produzione di beni senza scatenare vampate inflazionistiche, ma con il limite di non diventare l'attore egemone sul mercato, ad esempio viene permesso di importare beni cinesi a basso costo fino a una quota del 20-30% a seconda del settore).
    Il ricavato viene sostanzialmente investito in tre direzioni: miglioramento delle infrastrutture, miglioramento dell'istruzione e della ricerca scientifica, ricostruzione delle riserve valutarie per sostenere il corso del rublo sui mercati internazionali.
    Se i partners europei occidentali faranno gli schizzinosi e non ci compreranno il gas, lo venderemo al 70% del prezzo ai paesi dell'Europa Orientale (che di noi non possono fare a meno) onde riattirarli nella nostra sfera economica, e lasceremo il monopolio a Algeria e Libia, che sono nostre amiche. Visti i problemi dell'Algeria con i fondamentalisti, invieremo subito a loro supporto dei teams di istruttori militari formati in Afghanistan, per aiutarli a fare controguerriglia. Nel mentre, verranno create nuove infrastrutture di trasporto dirette ai nuovi affamati mercati asiatici.
    Ultima modifica di Manfr; 20-10-12 alle 10:12
    Perseo and von Dekken like this.
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,905
    Mentioned
    351 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: [Mondo di Perseo 1991] Progetto di Riforma dell'Economia dell'URSS

    -Le aziende statali di dimensione superiore ai 300 dipendenti fissi vengono trasformate in aziende a proprietà sociale. Esse vengono rette da un Consiglio di Gestione eletto direttamente dai lavoratori di tutte le filiali dell'impresa stessa. Il Consiglio nomina un manager. Le singole unità produttive eleggono anch'esse dei Consigli di Gestione, che sono incaricate di gestire i turni e contrattare con i delegati del Consiglio di Gestione centrale la quota di paga riferita ai risultati del singolo stabilimento.

    Formerei il consiglio di gestione centrale con un portavoce per ogni consiglio di base.
    E magari dei consigli di categoria, uno per gli ingegneri, uno per gli economisti ecc. in modo che ogni funzione nell'azienda abbia una voce.
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

  3. #3
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: [Mondo di Perseo 1991] Progetto di Riforma dell'Economia dell'URSS

    Rischia di essere molto complicato però, ti si creano consigli estremamente pletorici ...
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  4. #4
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,905
    Mentioned
    351 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: [Mondo di Perseo 1991] Progetto di Riforma dell'Economia dell'URSS

    Citazione Originariamente Scritto da Manfr Visualizza Messaggio
    Rischia di essere molto complicato però, ti si creano consigli estremamente pletorici ...
    Dipende da quante sono le unità di base.
    Al limite si mette un numero massimo ai membri del soviet centrale e se ci sono troppe unità di base devono accorparsi per ridurre il numero.
    Manfr likes this.
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

  5. #5
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,905
    Mentioned
    351 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: [Mondo di Perseo 1991] Progetto di Riforma dell'Economia dell'URSS

    Comunque finita la guerra in yugoslavia intendo fare tre tiri sul lotto: uno per il sistema rumeno, uno per quello URSS scritto qui e uno per quello cinese con gli operai che dormono per terra di fianco alla macchina. Per ognuno più è alto il numero e più funziona.
    Manfr likes this.
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,437
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: [Mondo di Perseo 1991] Progetto di Riforma dell'Economia dell'URSS

    La Portavoce delle Forze di Difesa dell'Unione emana un comunicato nel quale è indicata la nuova catena di comando delle FF.AA.

    Comando Centrale
    |
    Stati Maggiori Congiunti di tutte le armi
    comando a Mosca
    Comandante il Capo di Stato Maggiore della Difesa

    Distretto Militare Occidentale (Bielorussia, Crimea, Moldova, Ucraina)
    |
    14^ Armata e 3^ Armata
    comando a Kiev

    Distretto Militare Centrale (la Russia europea a nord di Volgograd)
    |
    1^ Armata della Guardia e 2^ Armata
    comando a Leningrado/S. Pietroburgo (come molti cittadini ora la chiamano)

    Distretto Militare Sud Occidentale (il resto della Russia europea ed il Caucaso)
    |
    4^ Armata (ad effettivi rinforzati)
    comando a Rostov sul Don

    Distretto Militare Siberiano (Siberia)
    |
    5^ Armata e 6^ Armata
    comando a Ekaterinburg

    Distretto Militare Sud Orientale (Kazakistan)
    |
    7^ Armata, 8^ Armata e 9^ Armata (tutte a ranghi ridotti)
    comando ad Alma-Ata

    Ogni Distretto Militare ha il comando di tutte le forze terrestri, aeree ed aereotrasportate dislocate sul suo territorio. Le forze missilistiche strategiche restano sotto il controllo diretto del Comando Centrale.
    Le forze navali mantengono i propri comandi autonomi.

    Il comunicato prosegue informando che in una regione del medio corso del Volga, la cui esatta ubicazione è mantenuta al momento classificata, è stata creata una base d'addestramento speciale per preparare le nuove unità operative per compiti di risposta rapida alle minacce rivolte alla Rodinia.
    Si conferma infine che le unità d'elité avranno al denominazione di "Guardie", tuttavia anche le altre unità manterranno standard operativi elevati.


    Nota: il numero delle divisioni e dei gruppi aerei di ogni Armata sarà comunicata in un prossimo futuro.
    Ultima modifica di von Dekken; 21-10-12 alle 10:23
    Manfr likes this.

  7. #7
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: [Mondo di Perseo 1991] Progetto di Riforma dell'Economia dell'URSS

    Volgograd si chiama di nuovo Stalingrado
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,437
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: [Mondo di Perseo 1991] Progetto di Riforma dell'Economia dell'URSS

    Citazione Originariamente Scritto da Manfr Visualizza Messaggio
    Volgograd si chiama di nuovo Stalingrado
    Quando è stata votata questa cosa? :gratgrat:

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,437
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: [Mondo di Perseo 1991] Progetto di Riforma dell'Economia dell'URSS

    In generale le proposte di riforma economico-sociale e delle relazioni economiche con l'estero ci sembrano buone. Facciamo i complimenti ai redattori del piano per l'impegno profuso e la concretezza delle proposte.

    Qualora le pressioni economiche sulla Polonia-Lituania, finalizzate alla restituzione di Kalinigrad, risultassero infruttuose dovremmo preparare un piano per il rimpatrio della popolazione.
    [potremmo usare il lotto per vedere in che misura la Polonia accetta le nostre richieste]
    Dal punto di vista sociale inoltre dobbiamo prevedere un piano contro l'alcolismo.
    Ultima modifica di von Dekken; 21-10-12 alle 12:53

  10. #10
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: [Mondo di Perseo 1991] Progetto di Riforma dell'Economia dell'URSS

    Citazione Originariamente Scritto da von Dekken Visualizza Messaggio
    Quando è stata votata questa cosa? :gratgrat:
    Atto d'imperio del governo prima che voi faceste la manifestazione nazionalista :giagia:
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

 

 
Pagina 1 di 7 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. "Progetto di Riforma dell'ordinamento di POL - Presentazione"
    Di Gianfranco nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 87
    Ultimo Messaggio: 08-10-07, 23:00
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 05-03-07, 13:56
  3. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 18-02-05, 00:37
  4. Risposte: 45
    Ultimo Messaggio: 06-01-05, 13:30
  5. Finalmente una buona notizia dal mondo dell'economia
    Di brunik nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 31-12-03, 12:58

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226