User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19
Like Tree3Likes

Discussione: I limiti del liberismo.

  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Portovenere e La Spezia
    Messaggi
    44,275
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito I limiti del liberismo.

    Salve io non ho fatto economia e quindi correggetemi se dico castronerie, faccio un 3d riassuntivo.

    Condizione di libera concorrenza.

    Condizione ideale, i margini di guadagno delle aziende sono "giusti", la concorrenza livella i prezzi, le aziende più efficienti prosperano.. i compratori e i venditori sono parcellizzati.

    Ecco i limiti a questo paradigma nella realtà

    1) i venditori si coalizzano e alzano il prezzo."cartello"

    2) non è possibile le libera concorrenza per ragioni fisiche, reti di fornitura ad esempio o perchè si becessita di tali dimensioni azindali che solo pochi grandi o addirittura solo un grande può fare.

    3) la parcellizzazione eccessiva di un servizio lo rende al contrario fin troppo comprimibile, quindi si arriva a una condizione di lavoro sottocosto.
    Caso sia dei lavoratori che in assenza di una regolazione artificiale lavorano da schiavi, lo stasso caso avviene talvolta anche per le aziende.

    4) una risorsa naturale che è una rendita di posizione, a questo punto non è meglio lasciarla pubblica, se è una rendita di posizione.

    Ora io mi sono espresso sicuramente male e ho accorpato i punti come mi capitava.

    Comunque in questi 4 casi si necessita l'intervento dello stato,

    1) antitrust

    2) monopolio di stato

    3) legislazione sul lavoro

    4) azienda di stato nazionale.


    Quindi il liberismo auspicabile finisce per non essere puramente liberismo. ma una parziale interventismo e regolamentazione.

    Tutto cio non va confuso con l'interventismo massiccio attualmente in uso negli stati occidentali, soprattutto nel PIGS-.


    ........ se non bestemmio oggi .......


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Breathe The Universal
    Data Registrazione
    28 Jul 2012
    Messaggi
    3,977
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I limiti del liberismo.

    i cartelli in realtà funzionano poi in circostanze diverse e fino ad un certo punto. nel momento in cui uno ed uno solo decide di andare controcorrente quel cartello crolla o comunque viene ridimensionato.
    John Orr likes this.
    ཨོཾ་མ་ཎི་པ་དྨེ་ཧཱུྃ

  3. #3
    Giusnaturalista
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    Giudicato di Cagliari
    Messaggi
    15,648
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I limiti del liberismo.

    Citazione Originariamente Scritto da dDuck Visualizza Messaggio
    Salve io non ho fatto economia e quindi correggetemi se dico castronerie, faccio un 3d riassuntivo.

    Condizione di libera concorrenza.

    Condizione ideale, i margini di guadagno delle aziende sono "giusti", la concorrenza livella i prezzi, le aziende più efficienti prosperano.. i compratori e i venditori sono parcellizzati.

    Ecco i limiti a questo paradigma nella realtà

    1) i venditori si coalizzano e alzano il prezzo."cartello"

    2) non è possibile le libera concorrenza per ragioni fisiche, reti di fornitura ad esempio o perchè si becessita di tali dimensioni azindali che solo pochi grandi o addirittura solo un grande può fare.

    3) la parcellizzazione eccessiva di un servizio lo rende al contrario fin troppo comprimibile, quindi si arriva a una condizione di lavoro sottocosto.
    Caso sia dei lavoratori che in assenza di una regolazione artificiale lavorano da schiavi, lo stasso caso avviene talvolta anche per le aziende.

    4) una risorsa naturale che è una rendita di posizione, a questo punto non è meglio lasciarla pubblica, se è una rendita di posizione.

    Ora io mi sono espresso sicuramente male e ho accorpato i punti come mi capitava.

    Comunque in questi 4 casi si necessita l'intervento dello stato,

    1) antitrust

    2) monopolio di stato

    3) legislazione sul lavoro

    4) azienda di stato nazionale.


    Quindi il liberismo auspicabile finisce per non essere puramente liberismo. ma una parziale interventismo e regolamentazione.

    Tutto cio non va confuso con l'interventismo massiccio attualmente in uso negli stati occidentali, soprattutto nel PIGS-.


    Possibile che per te sia così complicato capire come funzioni il libero mercato?? Ma sei a favore della libera concorrenza o della concorrenza imposta con la forza???? Se si viene a formare un monopolio in libera concorrenza non c'è niente dio sbagliato. La questione è che in regime di libero mercato non viene a formarsi mai, in quanto le forze di mercato sono tropo rapide e centripete per permettere un monopolio. Anche quando succede il monopolio dira comunque davvero pochissimo tempo, giusto il tempo affinchè un concorrent epiù rapido e furbo riesca a scardinare il monopolio. Il vero monopolio è per forza legato a imposizioni di legge statali.
    Southern Comfort and Platone like this.
    Tu ne cede malis, sed contra audentior ito, quam tua te Fortuna sinet.


  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Portovenere e La Spezia
    Messaggi
    44,275
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: I limiti del liberismo.

    Citazione Originariamente Scritto da Southern Comfort Visualizza Messaggio
    i cartelli in realtà funzionano poi in circostanze diverse e fino ad un certo punto. nel momento in cui uno ed uno solo decide di andare controcorrente quel cartello crolla o comunque viene ridimensionato.
    Ve bene, ma in molti settori i produttori sono sempre un "elite", ora faccio esempio pratici.

    Le industrie farmaceutiche, sono sempre poche, perchè servono investimenti grossi, esperienza, ecc....

    E' facile che le aziende farmaceutiche si accordono per alzare i prezzi. infatti è un settore giusto/sbagliato straregolamentato.

    ci sono problematiche de facto serie.

    Faccio l'esempio delle autostrade, non ha senso privatizzarle, perchè sono una rendita di posizione.

    Alitalia invece non lo era più e tanto vale privatizzarla.


    ........ se non bestemmio oggi .......


  5. #5
    Breathe The Universal
    Data Registrazione
    28 Jul 2012
    Messaggi
    3,977
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I limiti del liberismo.

    Le autostrade si possono privatizzare cioè fare gare d'appalto, stesso discorso per le strade urbane e cittadine.

    Le lobbi farmaceutiche sono così lobbi perché è permesso così dallo stato. E' il classico esempio degli psicofarmaci nelle scuole pubbliche e non americane. Ma anche in italia un qualunque studente di farmacia che non sia del tutto idiota riuscirà con facilità a capire perché poche aziende sono riuscite a fare lobby e come si proteggono fra loro grazie all"imparziale arbitro" statale che magari rende illegale una determinata sostanza perché non è di proprietà della bayer o di chissà quale altra azienda.
    ཨོཾ་མ་ཎི་པ་དྨེ་ཧཱུྃ

  6. #6
    Breathe The Universal
    Data Registrazione
    28 Jul 2012
    Messaggi
    3,977
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I limiti del liberismo.

    comjunque la questione del monopolio è molto normale. L'esempio è la tecnologia. Esempi tipo le console giochi, cellulari, siti internet e social network che sono i mercati più anarchici in assoluto (quelli della tecnologia di consumo per il pubblico e per l'intrattenimento). Se conosci un po' di storia dei videogiochi casalinghi noti in tranquillità come dal monopolio americano dell'amiga e mattel per via di scelte di mercato e di idee realmente lobbystiche di queste due aziende il giappone incula tutti con il nintendo 8 bit imponendo uno standard più alto e un costo più basso. Da qui l'ingresso della sega che segue questo trend e successivamente la sony che ne aumenta la qualità, il parco giochi, il pubblico (giochi Horror, violenti, linguaggio volgare etc etc..) e ne abbatte i costi in modo impensabile con l'uso del cd e non delle cassette di plastica. Adesso abbiamo le console principali che hanno evidentemente mercati diversi: microsoft che punta sul multiplayer di classe e di altissima qualità e di un sistema online che quasi ti vergogni talmente ti è disponibile e sony punta sulla multimedialità, mentre la ninentedo ha vinto il mercato nuovamente in quanto ha puntato sui giochi famiglia e semplici tipo i vari wii sport e roba simile strizzando l'occhio comunque al giocatore interessato.

    I cellulari direi che abbiamo due protagonisti assoluti quali samsung e apple, due sconosciuti del mondo dei cellulari che hanno in tutto e per tutto preso il postodi nokia e motorolae e la 3 ha avuto un incremento nel mercato grazie a ottime offerte per internet.
    Per i socialnetwork ricordi lo stradominio My Space? Quanti gruppi musical, artisti, attori.. hanno sfondato grazie a quel sito negli ultimi 10 anni? Eppure è stato svenduto battuto da facebook e twitter che di contro hanno diversificato i propri obiettivi non lottando contro. Vedi che google + ha cercato di entrare ma non ha offerto né un servizio diverso da fb o twitter e nemmeno un servizio migliore o qualcosa di particolare ma limitandosi a unire un po' tutto e circa il 90% di chi ha una gmail non ha nemmeno messo "ok" su "vuoi iniziare con google plus?".

    Io faccio l'esempio della tecnologia perché mi viene vicino, credo che qualche altro utente magari più esperto di me (sicuramente) può dire la sua a riguardo.
    Ultima modifica di Southern Comfort; 19-11-12 alle 17:33
    ཨོཾ་མ་ཎི་པ་དྨེ་ཧཱུྃ

  7. #7
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Portovenere e La Spezia
    Messaggi
    44,275
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: I limiti del liberismo.

    In realtà ho buttato un po di cose nel calderone.

    Citazione Originariamente Scritto da Southern Comfort Visualizza Messaggio
    Le autostrade si possono privatizzare cioè fare gare d'appalto, stesso discorso per le strade urbane e cittadine.
    Caso appalto, non è libera concorrenza, ma monopolio pubblico appaltato ai privati.

    Le lobbi farmaceutiche sono così lobbi perché è permesso così dallo stato. E' il classico esempio degli psicofarmaci nelle scuole pubbliche e non americane. Ma anche in italia un qualunque studente di farmacia che non sia del tutto idiota riuscirà con facilità a capire perché poche aziende sono riuscite a fare lobby e come si proteggono fra loro grazie all"imparziale arbitro" statale che magari rende illegale una determinata sostanza perché non è di proprietà della bayer o di chissà quale altra azienda.
    Certamente la legislazione statale può fare acqua, ma resta il fatto che la sanità è un settore da prendere con le molle,.

    Io non amo lo stato e so che spesso la regolamentazione statale é un gruviera, ma ci sono casi in cui serve giusto o sbagliato la regolamentazione.

    Ti pare che una Wanna Marchi o un Do Nascimiento o un mago Anubi possano vendere farmaci ?
    Ultima modifica di dDuck; 19-11-12 alle 18:16


    ........ se non bestemmio oggi .......


  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    13 Apr 2011
    Località
    Savona, Italy
    Messaggi
    1,532
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I limiti del liberismo.

    Il limite più grande del liberismo è che, trattandosi di una teoria, è sbagliata.
    Mi spiego: parte, come ogni teoria sociologico-economica, da assunti non veri. Soprattutto quello dell'equità-uguaglianza delle condizioni di partenza.
    Questo comporta sia delle divergenze sociali ingiuste (ma a noi ora non interessa), sia delle divergenze economiche nel sistema che poi si rivelano essere falle. Il liberismo funziona se c'è competizione per ottenere il predominio, ma la formazione di trust rompe il modello, tanto per dirne una, e manda a... Villa Certosa... il funzionamento equilibrato del sistema.
    Essenzialmente il problema del liberismo è il suo essere un modello teorico, come il marxismo: fallisce nello scontrarsi con la pratica, quando l'idealità del modello ha a che fare con l'elemento umano.

    Ovviamente mi rifaccio al modello standard di liberismo, quello popperiano, diciamo.

  9. #9
    Breathe The Universal
    Data Registrazione
    28 Jul 2012
    Messaggi
    3,977
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: I limiti del liberismo.

    Ti pare che una Wanna Marchi o un Do Nascimiento o un mago Anubi possano vendere farmaci ?
    Se qualche stronzo è così stronzo da comprare quella roba.. del resto da poco è morto un ragazzo italiano perché ha seguito una cura al bicarbonato che ha peggiorato le cose..

    In ottica cinica il mercato preferisce la chemio che il bicarbonato e i bicarbonatari sono destinati a fare la fame e ad essere considerati imbroglioni.
    ཨོཾ་མ་ཎི་པ་དྨེ་ཧཱུྃ

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Portovenere e La Spezia
    Messaggi
    44,275
    Mentioned
    45 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: I limiti del liberismo.

    Citazione Originariamente Scritto da Southern Comfort Visualizza Messaggio
    Se qualche stronzo è così stronzo da comprare quella roba.. del resto da poco è morto un ragazzo italiano perché ha seguito una cura al bicarbonato che ha peggiorato le cose..

    In ottica cinica il mercato preferisce la chemio che il bicarbonato e i bicarbonatari sono destinati a fare la fame e ad essere considerati imbroglioni.
    Premesso che sono liberale, ora non trattarmi da marxista.

    vabbè.

    Il modello liberista che è ideale, presuppone anche la conoscenza del settore da parte di ogni operatore.

    Se sto male, io non ci capisco nulla di mali, e mi affido ai dottori,

    Se incappo in un dottore stronzo sono nella merda, per questo il settore sanitario é ipercontrollato.

    Se è maglio la Chemio e un'altra cosa io non lo so, e allora c'è la ricerca neutrale.

    .


    ........ se non bestemmio oggi .......


 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. I limiti del progressismo?
    Di MaIn nel forum Internazionale Progressista
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 19-06-13, 12:10
  2. Sui limiti da non superare
    Di subiectus nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-02-11, 23:44
  3. i limiti di Ostellino
    Di rossopietro nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 25-11-08, 14:25
  4. L'idiozia non ha limiti? o ne ha?
    Di pensiero nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 08-09-07, 02:25
  5. oltrepassare i limiti
    Di Antibus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-01-06, 10:50

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225