User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,566
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Don Luigi Villa (1918-2012): il ricordo di Sodalitium

    DON LUIGI: IL RICORDO DI SODALITIUM.
    E’ morto don Luigi Villa
    Nelle prime ore di domenica 18 novembre, è deceduto il sacerdote Don Luigi Villa, fondatore delle “Operaie di Maria Immacolata” e direttore del mensile bresciano “Chiesa viva”. Don Villa era nato a Lecco il 3 febbraio 1918, ed era stato ordinato sacerdote il 28 luglio 1942, nell’Istituto missionario fondato da Padre Comboni. Nel 1956 lasciò l’Istituto religioso missionario, e fu incardinato successivamente nelle diocesi di Ferrara, di Chieti e infine di Brescia, dove si stabilì definitivamente. Dottore in Teologia, fondatore, già nel 1967, della Casa Editrice Civiltà, fu molto stimato a Roma sotto il Pontificato di Pio XII: al primo Congresso Internazionale di Studio del Movimento “Chiesa viva”, tenutosi a Roma dal 1 al 4 ottobre 1974, don Villa potè contare, tra l’altro, sulla partecipazione dei Cardinali Ottaviani, Parente, Palazzini e Oddi, nonché di teologi come Padre Roschini, Padre Fabro, Padre Joseph de Sainte Marie (Salleron), l’abbé Luc Lefèvre (de la Pensée Catholique) e molti altri, anche stranieri; a sorpresa, ricevette anche le lettere di incoraggiamento del Cardinal Vicario, Poletti, e del Card. Seper. Infatti, pur situandosi nel solco dell’insegnamento di Pio XII, e pur criticando il post-Concilio, don Villa, dalle pagine della sua rivista “Chiesa Viva”, il cui primo numero risale al settembre 1971, rimase a lungo tra coloro che accettavano sia il Concilio Vaticano II, sia la riforma liturgica ed il nuovo messale, che egli, tra l’altro, ha continuato a utilizzare abitualmente, anche quando la sua rivista, perdendo così appoggi e consensi, iniziò a criticare sempre più il Concilio stesso e la riforma liturgica. Lo fece, anche, denunciando le infiltrazioni massoniche nella Chiesa, come già aveva fatto don Putti con il suo quindicinale antimodernista “Si si no no” (pubblicazione nata nel 1975 a Grottaferrata), peccando spesso però di totale mancanza di senso critico e di verifica delle fonti, gettando così a volte il discredito su quella che sarebbe stata una ben più efficace battaglia antimassonica. L’altra incoerenza che a nostro parere ha minato il lavoro di don Villa è stata quella, già segnalata, di attaccare a ragione il Vaticano II e le sue riforme, e di rimanere però nello stesso tempo in comunione con gli autori di queste riforme, pur da lui denunciati apertamente negli ultimi anni, restando persino, ripetiamolo, inspiegabilmente legato al nuovo rito che pur condannava nei suoi scritti o in quelli dei suoi collaboratori.
    Non sappiamo quale seguito avranno le opere che lui ha fondato durante il suo lungo apostolato terreno, opere che negli ultimi anni gli avevano attirato l’attenzione e il favore di tanti sedevacantisti stranieri, ignari delle autentiche posizioni di don Villa. Guardando al passato, malgrado le critiche inevitabili, non si può ignorare un così lungo e coraggioso lavoro da parte di un sacerdote che – con l’intenzione di difendere la Fede – ha saputo rinunciare agli onori del mondo e a una proficua e tranquilla carriera ecclesiastica. La rivista “Sodalitium” pertanto, nata solamente nel 1983, rivolge un rispettoso saluto a uno dei pionieri della difesa della Tradizione cattolica in Italia, e raccomanda a tutti i suoi lettori una preghiera di suffragio per l’anima sacerdotale di don Luigi Villa.

    SODALITIUM

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    2,694
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Lightbulb Re: Don Luigi Villa (1918-2012): il ricordo di Sodalitium

    Don Luigi Villa (1918-2012): bel ricordo di "Sodalitium", riporto su questo omaggio a lui dato che oggi 18 novembre 2016 è il quarto anniversario della sua morte, RIP...





    18 novembre 2012 - 18 novembre 2016...
    Un sacerdote davvero coraggioso, se soltanto avesse constatato la Sede almeno formalmente Vacante la sua posizione dottrinale ed il suo operato sarebbero stati molto più intrinsecamente coerenti, comunque malgrado ciò ha fatto tanto per la Tradizione cattolica...







    http://federiciblog.altervista.org/2...n-luigi-villa/


    https://forum.termometropolitico.it/...l#post15942923
    E' morto don Luigi Villa
    https://forum.termometropolitico.it/...l#post15942913


    Don Luigi Villa il Vittorioso ?Avvocato del diavolo?
    Omaggio a don Luigi Villa
    http://padrepioandchiesaviva.com/upl...20Villa_2_.pdf
    Franco Adessa - Don Luigi Villa - Biografia
    Don Villa è morto
    https://forum.termometropolitico.it/...odalitium.html
    "Don Luigi Villa (1918-2012): il ricordo di Sodalitium"








    Requiem aeternam dona ei Domine
    et lux perpetua luceat ei,

    requiescat in pace.

    Amen


    Luca,
    Sursum Corda!
    ADDIO GIUSEPPE, mio caro fratello di sangue e spirito, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    NOI 2 insieme, uniti OLTRE LA MORTE ed il tragico DESTINO SIA IN TERRA CHE IN CIELO, per SEMPRE VEDREMO LA LUCE - SURSUM CORDA!

  3. #3
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    2,694
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Lightbulb Re: Don Luigi Villa (1918-2012): il ricordo di Sodalitium

    In ricordo di Don Luigi Villa (1918-2012) nel quinto anniversario della sua morte, oggi 18 novembre 2017, RIP...
    Negli ultimi mesi mi sono procurato diversi suoi libri in formato cartaceo tramite miei due buoni conoscenti - andiamo insieme alle Sante Messe di Don Floriano - che pochi anni prima della sua morte l'hanno conosciuto di persona...
    Me ne hanno parlato molto bene, è anche grazie a lui che hanno iniziato ad aprire gli occhi sull'occupazione massonica, neo-modernista e vaticano-secondista nella Chiesa e poi sono diventati sedevacantisti qualche anno fa; Don Villa non era sedevacantista, però con tutti gli errori che potrà aver commesso è stato un sacerdote fedele alla Tradizione che per difendere il Cattolicesimo ha fatto del suo meglio...Che Dio l'abbia in gloria!




    P.S.
    18 NOVEMBRE 2017: DEDICAZIONE DELLE BASILICHE DEI SANTI PIETRO E PAOLO APOSTOLI, A ROMA…





    "Dedicazione delle Basiliche dei SS. Pietro e Paolo, apostoli, a Roma, 18 novembre."
    Guéranger, L'anno liturgico - 18 novembre. Dedicazione delle Basiliche dei SS. Pietro e Paolo Apostoli, a Roma
    http://www.unavoce-ve.it/pg-18nov.htm
    “18 NOVEMBRE DEDICAZIONE DELLE BASILICHE DEI SANTI PIETRO E PAOLO APOSTOLI, A ROMA.”




    Dedicazione basiliche ss. Pietro e Paolo - Sodalitium
    http://www.sodalitium.biz/dedicazion...-pietro-paolo/
    “18 novembre, Dedicazione delle Basiliche dei santi Apostoli Pietro e Paolo.

    “A Roma la Dedicazione delle Basiliche dei santi Apostoli Pietro e Paolo. La prima di esse, ricostruita in forma più maestosa, fu consacrata in questo stesso giorno dal Sommo Pontefice Urbano ottavo; l’altra poi, quasi interamente distrutta da un miserando incendio e riedificata con maggior magnificenza, venne solennemente consacrata il dieci Dicembre da Pio nono, il quale stabilì che in questo giorno se ne celebrasse l’anniversario” .
    “Celebrata in agosto la festa della Dedicazione della Basilica di Santa Maria Maggiore e ultimamente quella della Basilica del Salvatore al Laterano, la Chiesa ci invita a celebrare in un medesimo giorno la dedicazione delle due Basiliclie di san Pietro e di san Paolo a Roma. Sono le quattro basiliche che negli anni giubilari i pellegrini devono visitare, per acquistare la grande indulgenza, che i Papi sogliono concedere ogni 25 anni. Se non possiamo andare a Roma e pregare in quelle auguste chiese, la Liturgia ci aiuta a partecipare alle grazie chieste dai pellegrini sulle tombe degli Apostoli e che la Chiesa chiede per tutti i fedeli nel giorno della Dedicazione” (Dom Prosper Guéranger).”








    http://www.sursumcorda.cloud/
    https://www.facebook.com/CdpSursumCorda/






    Ligue Saint Amédée
    http://www.saintamedee.ch/
    https://www.facebook.com/SaintAmedee/
    “18 Novembre : Dédicace des Basiliques Saint-Pierre et Saint-Paul.”











    "Radio Spada è un sito di controinformazione cattolico Radio Spada | Radio Spada ? Tagliente ma puntuale e una casa editrice http://www.edizioniradiospada.com/"
    “18 NOVEMBRE 2017: DEDICAZIONE DELLE BASILICHE DEI SANTI PIETRO E PAOLO APOSTOLI, A ROMA.”
    “Il 18 novembre 1302 viene pubblicata la Bolla "Unam Sanctam" di Papa Bonifacio VIII Caetani, uno dei vertici magisteriali del Medioevo cristiano.”
    “Nove giorni alla Festa della Medaglia Miracolosa (27 novembre).”









    Luca, Sursum Corda!
    ADDIO GIUSEPPE, mio caro fratello di sangue e spirito, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    NOI 2 insieme, uniti OLTRE LA MORTE ed il tragico DESTINO SIA IN TERRA CHE IN CIELO, per SEMPRE VEDREMO LA LUCE - SURSUM CORDA!

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    2,694
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Lightbulb Re: Don Luigi Villa (1918-2012): il ricordo di Sodalitium

    Don Luigi Villa (3 febbraio 1918 -18 novembre 2012) avrebbe 100 anni se fosse ancora vivo ed avrebbe assistito persino alla "canonizzazione" di "San Paolo VI" (sic!!) cioè all'apoteosi della "massoneria ecclesiastica" da lui tanto combattuta pubblicamente per decenni senza tregua con estrema determinazione ed eroico coraggio: onore a questo grande sacerdote...
    Questa domenica 18 novembre 2018 ricorrerà l'anniversario della sua morte: RIP...




    Chiesa viva -la verità vi farà
    http://www.chiesaviva.com/

    https://chiesaviva.dnsfree.eu/donluigivilla.pdf

    E? morto don Luigi Villa - Centro Studi Giuseppe Federici
    http://www.centrostudifederici.org/e...n-luigi-villa/

    Don Villa è morto
    http://www.salpan.org/SCANDALI/Don_L...%A8_morto.html

    Franco Adessa - Don Luigi Villa - Biografia
    http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV3...igi_Villa.html



    Don Luigi Villa aveva ragione...
    Le prove che Montini/"Paolo VI" sia stato un falso "papa" e sommo impostore (oggettivamente tale, pur spettando ad un futuro Pontefice la dichiarazione ufficiale canonica, ed a prescindere dalle sue intenzioni soggettive che avrà giudicato unicamente Dio, il solo a cui spetti il giudizio definitivo su chiunque di noi...) sono molteplici, pur essendo ormai stato anche ufficialmente "canonizzato" ed acclamato come "santo" dal suo successore Bergoglio e dai suoi compari della setta vaticano-secondista...
    A tal proposito...


    Questo sabato 17 novembre 2018 si terrà a MILANO il "XVII CONVEGNO DI STUDI ALBERTARIANI", v. qui sotto per tutte le informazioni precise, con relatore sempre lo stimato Don Francesco Ricossa dell’ “Istituto Mater Boni Consilii” (I.M.B.C.):




    Centro Studi Davide Albertario ? integralmente cattolici
    http://www.davidealbertario.it

    17/11/2018, convegno di studi albertariani - Centro Studi Giuseppe Federici
    http://www.centrostudifederici.org/1...-albertariani/

    Convegno studi albertariani 2018 e video edizioni passate - Centro Studi Giuseppe Federici
    http://www.centrostudifederici.org/c...-albertariani/

    XVII Convegno di Studi Albertariani ? Centro Studi Davide Albertario
    http://www.davidealbertario.it/2018/...-albertariani/
    «XVII CONVEGNO DI STUDI ALBERTARIANI.
    Tutti Santi…Da “san” Giovanni XXIII a “san” Paolo VI, ovvero la canonizzazione del Concilio Vaticano II
    1º intervento. La canonizzazione dei santi secondo la dottrina tradizionale della Chiesa
    2º intervento. “Il fumo di satana nella Chiesa”: la “canonizzazione” di G.B. Montini e la ­situazione attuale della Chiesa
    relatore don Francesco Ricossa
    Milano, Sabato 17 novembre 2018, ore 15,00
    presso Andreola Central Hotel
    in via Domenico Scarlatti 24 (vicino alla Stazione Centrale)
    Per informazioni:
    Centro Studi Davide Albertario
    Centro Studi Davide Albertario ? integralmente cattolici
    http://www.davidealbertario.it
    e-mail: [email protected]


    “Milano, sabato 17 novembre 2018:
    http://www.davidealbertario.it/2018/...-albertariani/
    https://www.facebook.com/events/1724524070917527/
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...5c&oe=5C818E3D





    17° CONVEGNO DI STUDI ALBERTARIANI - Sodalitium
    http://www.sodalitium.biz/17-convegn...-albertariani/

    Omelia sulla "canonizzazione" Paolo VI - Sodalitium
    http://www.sodalitium.biz/omelia-sul...ione-paolo-vi/

    Sodalitium - Sito ufficiale dell'Istituto Mater Boni Consilii
    http://www.sodalitium.biz/




    Segnalo questo convegno perchè l'argomento è della massima importanza - seppur riconosciuto come tale da pochi, purtroppo anche tra i cattolici - e consiglio fortemente di andarci almeno a tutti coloro che abitano in zona; ci dovrei essere anch'io con altre persone insieme alle quali mi farò il bel viaggio...Forse verrà con noi, se non ha altri impegni o programmi più urgenti, anche Don Floriano...se Dio vorrà...





    Riguardo alla “XIII GIORNATA PER LA REGALITÀ SOCIALE DI CRISTO” tenutasi a MODENA il 20 ottobre 2018 aggiungo ulteriori dettagli qui a seguire:




    https://forum.termometropolitico.it/...di-cristo.html
    “Questa XIII edizione ha registrato il maggior numero di presenze. Le registrazioni delle tre lezioni saranno caricate sul canale YouYube di Sodalitium appena possibile: https://www.youtube.com/user/sodalitium
    La settimana scorsa a Modena: la tredicesima giornata per la regalità sociale di Cristo (organizzata dalla rivista Sodalitium e dal Centro Studi Federici). Video delle lezioni di don Ricossa: I video della giornata di Modena - Centro Studi Giuseppe Federici
    I video della giornata di Modena - Centro Studi Giuseppe Federici
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...a7&oe=5C88E90A





    «Dalla bacheca di don Ugo Carandino: "La vergogna della tradizione” è stato uno dei libri più venduti alla giornata di Modena. Ho ringraziato pubblicamente don Francesco Ricossa, autore del libro, per aver fatto quello che altri avrebbero dovuto e potuto fare: denunciare questa mentalità malsana, che si è insinuata nei nostri ambienti, che presenta in modo positivo i testi omosessuali di autori omosessuali (e il vizio genera altri vizi: oltre alla ‘peste rosa' diversi di questi personaggi erano infetti dalla 'peste nera' dell’occultismo, dell’esoterismo, ecc.). Per prendere l’esempio storico della crisi modernista e la condanna di san Pio X, molti vedevano e sapevano eppure tacevano (le omissioni e convivenze di tanti vescovi e rettori di seminario), chi per quieto vivere, chi per interesse, chi per debolezza: e così i modernisti proseguirono a insinuarsi nella Chiesa (tra l’altro in talare e con il Messale di san Pio V: nulla di nuovo sotto il sole ratzingeriano). Così pure nel nostro piccolo mondo, per gli stessi motivi (quieto vivere, interesse, debolezza) delle persone conosciute per le loro attività pubbliche (conferenze, libri, articoli) preferiscono tacere (almeno in pubblico): solo don Ricossa ha sentito il dovere (soprattutto sacerdotale) di denunciare pubblicamente la cosa. Fanno eccezione Roberto de Mattei e Rino Cammilleri che, pur non avendo la nostra posizione dottrinale, hanno pubblicamente preso posizione (raccomando in particolare la recensione al libro pubblicata da “Corrispondenza Romana”). In questo senso le giornate di Modena e i convegni albertariani non sono fine a se stessi (imbarcare qualsiasi 'fenomeno' pur di riempire la sala e pavoneggiarsi, tipico dello spirito sessantottino narcisista e puerile descritto da Marcello Veneziani) ma sono organizzati per il bene delle anime, riaffermando la sana dottrina e condannando gli errori, nella chiarezza dottrinale e senza ambiguità o omissioni sulla questione centrale dell’autorità nella Chiesa.»
    Novità libraria: "La vergogna della tradizione" - Sodalitium
    http://www.sodalitium.biz/novita-lib...la-tradizione/
    http://www.sodalitium.biz/wp-content...vo-226x300.jpg
    Un'importante recensione - Sodalitium
    http://www.sodalitium.biz/unimportante-recensione/


    «Carlo Di Pietro - Sursum Corda
    "XIII giornata per la regalità sociale di Cristo"
    Sono pronte le cartelline per i partecipanti alla giornata di sabato 20 ottobre a Modena (si ringrazia per il lavoro gli amici del "Centro Studi Federici" della Valmarecchia), con una cartolina del gen. Hermann Kanzler nel 130° anniversario della sua morte (1888-2018).
    Dalla bacheca di Giuseppe Federici
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...ed&oe=5C88BB1F






    Il banchetto di Carlo di Pietro a Modena 2018:


    “SVRSVM CORDA www.sursumcorda.cloud ”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...43&oe=5C4CE337






    Da Carlo Di Pietro ho comprato tutti i 5 libri (3 quest’anno e 2 quello scorso) pubblicati dalle sue edizioni “Sursum Corda”:



    https://www.sursumcorda.cloud/
    https://www.sursumcorda.cloud/sostienici/libri.html

    https://www.sursumcorda.cloud/sostie...ur-detail.html
    Mons. Louis Gaston Adrien de Ségur, La rivoluzione. La rivolta di Lucifero contro Dio, la patria, la famiglia, l'umanità, Sursum Corda 2017.

    “Per conoscere e contrastare la rivolta di Lucifero contro Dio, la patria, la famiglia, l'umanità. Difensore dell'infallibilità del papa e della Chiesa, Mons. de Ségur in questo libro affronta La Rivoluzione, nel tentativo di svelare ed abbattere gli errori e le fallacie, gl'inganni e le calunnie, con cui le settarie congiure tentano d'alienare i popoli. Un compendio di dottrina cattolica antirivoluzionaria e di teologia politica.”

    https://www.sursumcorda.cloud/sostie...no-detail.html
    Gabriele M. Roschini, Chi è Maria? Catechismo mariano, Sursum Corda 2017.

    “Catechismo mariano composto da 235 articoli, semplici ma eruditi. Un'esposizione chiara, ordinata e sintetica di tutto ciò che riguarda la storia, il dogma ed il culto mariano, secondo la forma classica di domande e risposte. Dalla Prefazione: «La parola Catechismo, in questo caso almeno, non è affatto sinonimo di insegnamento elementare e per bambini. Esso, quindi, può andare anche tra le mani degli adulti, ossia, di tutti coloro che vogliono procurarsi una cultura sinteticamente completa intorno alla Vergine Santa. È perciò una piccola Somma mariana».”

    https://www.sursumcorda.cloud/sostie...mo-detail.html
    Padre Jean Baptiste Lemius, Catechismo sul Modernismo. Secondo l’Enciclica Pascendi dominici gregis di Sua Santità Pio X, Sursum Corda 2018.

    "Il Modernismo è «sintesi di tutte le eresie». È un «sistema di vaneggiamenti» che «spalanca la via all’ateismo». In questo volume il Padre Jean Baptiste Lemius (1851 - 1938), usando la Pascendi dominici gregis di Papa San Pio X, illustra ai semplici il Modernismo, ne evidenzia i pericoli ed indica i rimedi. Un Catechismo sul Modernismo attuale più che mai, composto da 510 articoli nella forma di domanda e risposta, introdotto dal Card. Merry del Val, benedetto dal Pontefice e dalla Santa Chiesa."

    https://www.sursumcorda.cloud/sostie...la-detail.html
    Mons. Louis Gaston Adrien de Ségur, L’inferno è dogma o favola? Se esiste. Che cos’è. Come possiamo evitarlo, Sursum Corda 2018.

    "Mons. de Ségur, vero teologo, dimostra l’esistenza dell’inferno. Si tratta di un libro apologetico, ricco di dottrina ma facilmente comprensibile, adatto sia all’erudito che al semplice. L’inferno è creduto da tutti i popoli di ogni tempo, costituisce ciò che si chiama una verità di senso comune, o meglio, di comune sentimento universale."

    https://www.sursumcorda.cloud/sostie...si-detail.html
    Padre Giacinto da Belmonte, Racconti Miracolosi. Con saggio introduttivo sui veri e sui falsi miracoli, Sursum Corda 2018.

    "Il miracolo è una prova sicura della verità. Dobbiamo distinguere il vero dal falso miracolo, chiamato prodigio ed operato da imbroglioni o da maliardi in combutta col demonio. Il vero miracolo è la più autentica ed incontestabile testimonianza che si possa avere della verità di una dottrina."




    Da Paolo Baroni (del “CENTRO CULTURALE SAN GIORGIO” di Ferrara, qui i siti da lui curati: http://www.centrosangiorgio.com/ e http://www.crisinellachiesa.it/ ) ho comprato usati i seguenti ormai piuttosto rari libri:



    Pedro Ortiz de Cisneros de Ribadeneyra, Il principe cristiano, 2 vol., Cantagalli, Siena 1978.

    P. Roger - Thomas O.P., Per una teologia della storia, Borla, Moncalieri 1967.

    Prosper-Louis-Pascal Guéranger, Il senso cristiano della storia, Milano 1982

    Benedetto D'Orazio, La Nostra Suprema Vittoria, Edizioni Paoline, Alba (CN) 1964.




    L'anno scorso - Modena 2017 (Conferenza e seminario di studi di don Francesco Ricossa, direttore della rivista “Sodalitium”, “DELLA SETTA MASSONICA. 1717 – 2017: i tre secoli della massoneria moderna”; XII GIORNATA PER LA REGALITÀ SOCIALE DI CRISTO) avevo comprato anche questi libri:


    Thomas Molnar, La controrivoluzione, Volpe, Roma 1970.

    Romano Del Corona, AntiRisorgimento: Un protagonista: Monaldo Leopardi, P. Cipriani, Firenze 1974.

    Franco Adessa, Gabriel García Moreno, Editrice Civiltà, Brescia 1997.




    Oltre ai vari gratuiti, molto preziosi, numeri cartacei di "Sodalitium"...


    Sodalitium - Sodalitium
    http://www.sodalitium.biz/sodalitium/



    P.S. Mi raccomando, forumisti e lettori, cercate di esserci questo sabato 17 novembre 2018 a MILANO per il "XVII CONVEGNO DI STUDI ALBERTARIANI", spero di vedervi...
    Luca, Sursum Corda – Habemus Ad Dominum!!!
    ADDIO GIUSEPPE, mio caro fratello di sangue e spirito, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    NOI 2 insieme, uniti OLTRE LA MORTE ed il tragico DESTINO SIA IN TERRA CHE IN CIELO, per SEMPRE VEDREMO LA LUCE - SURSUM CORDA!

  5. #5
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    2,694
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Lightbulb Re: Don Luigi Villa (1918-2012): il ricordo di Sodalitium

    In Ricordo di Don Luigi Villa (3 febbraio 1918 - 18 novembre 2012) - e di tutti i Sacerdoti cattolici antimassonici ed antimodernisti defunti - nell’anniversario della sua morte, R.I.P. …


    "Requiem aeternam.
    Réquiem aetérnam dona eis, Dómine,
    et lux perpétua lúceat eis.
    Requiéscant in pace.
    Amen."



    18 NOVEMBRE 2018: DEDICAZIONE DELLE BASILICHE DEI SANTI PIETRO E PAOLO APOSTOLI, A ROMA…




    «18 NOVEMBRE DEDICAZIONE DELLE BASILICHE DEI SANTI PIETRO E PAOLO APOSTOLI, A ROMA.»
    Guéranger, L'anno liturgico - 18 novembre. Dedicazione delle Basiliche dei SS. Pietro e Paolo Apostoli, a Roma

    http://www.unavoce-ve.it/pg-18nov.htm




    SANTA MESSA domenicale celebrata da Don Floriano Abrahamowicz a Paese (TV) alle ore 10.30 stamattina 18 NOVEMBRE 2018, DEDICAZIONE DELLE BASILICHE DEI SANTI APOSTOLI PIETRO E PAOLO:


    «Don Floriano Abrahamowicz - Domus Marcel Lefebvre.
    Dedicazione della Basilica dei Ss. Pietro e Paolo Apostoli, mem. VI dom.dopo l'Epifania
    https://www.youtube.com/watch?v=BCV5IrOcjEQ
    Dedicazione della Basilica dei Ss. Pietro e Paolo Apostoli, mem. VI dom dopo l'Epifania (Omelia)
    https://www.youtube.com/watch?v=8ZTNndxzhdA
    https://www.youtube.com/user/florianoabrahamowicz/
    http://www.domusmarcellefebvre.it/
    Ogni giovedì alle ore 20.30 ha luogo la lettura in diretta di una o due questioni del Catechismo di San Pio X.
    http://www.domusmarcellefebvre.it/santa-messa-1.php
    La Santa Messa tutte le domeniche alle ore 10.30 a Paese, Treviso.»




    Dedicazione delle Basiliche dei ss. Pietro e Paolo - Sodalitium
    http://www.sodalitium.biz/dedicazion...-pietro-paolo/
    «18 novembre, Dedicazione delle Basiliche dei santi Apostoli Pietro e Paolo.

    “A Roma la Dedicazione delle Basiliche dei santi Apostoli Pietro e Paolo. La prima di esse, ricostruita in forma più maestosa, fu consacrata in questo stesso giorno dal Sommo Pontefice Urbano ottavo; l’altra poi, quasi interamente distrutta da un miserando incendio e riedificata con maggior magnificenza, venne solennemente consacrata il dieci Dicembre da Pio nono, il quale stabilì che in questo giorno se ne celebrasse l’anniversario.”
    (Martirologio Romano).
    “Celebrata in agosto la festa della Dedicazione della Basilica di Santa Maria Maggiore e ultimamente quella della Basilica del Salvatore al Laterano, la Chiesa ci invita a celebrare in un medesimo giorno la dedicazione delle due Basiliclie di san Pietro e di san Paolo a Roma. Sono le quattro basiliche che negli anni giubilari i pellegrini devono visitare, per acquistare la grande indulgenza, che i Papi sogliono concedere ogni 25 anni. Se non possiamo andare a Roma e pregare in quelle auguste chiese, la Liturgia ci aiuta a partecipare alle grazie chieste dai pellegrini sulle tombe degli Apostoli e che la Chiesa chiede per tutti i fedeli nel giorno della Dedicazione” (Dom Prosper Guéranger).»
    http://www.sodalitium.biz/wp-content...-1-300x188.jpg





    http://www.sodalitium.biz/indulgenze-per-i-defunti/
    "INDULGENZE PER I DEFUNTI."


    SANTE MESSE ed omelie domenicali dei Sacerdoti dell’ “Istituto Mater Boni Consilii” (I.M.B.C.):


    "Sante Messe - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/

    "S. Messa in provincia di Verona - Sodalitium"
    http://www.sodalitium.biz/s-messa-provincia-verona/

    “Sodalitium - IMBC.”
    https://www.youtube.com/user/sodalitium

    “Omelie dell'I•M•B•C a Ferrara.”
    https://www.facebook.com/OmelieIMBCFerrara/

    http://www.oratoriosantambrogiombc.it/
    “Oratorio Sant'Ambrogio, Milano - Offertur Oblatio Munda (Malachia 1, 11)”





    https://tradidiaccepi.blogspot.com/


    https://www.facebook.com/catholictradition2016/
    «Sancti et Sanctae Dei, orate pro nobis.»







    http://www.sursumcorda.cloud/
    https://www.sursumcorda.cloud/sostienici/libri.html
    https://www.facebook.com/CdpSursumCorda/
    «Carlo Di Pietro - Sursum Corda.
    Sul sito è disponibile il numero 139 (del giorno 18 novembre 2018) di Sursum Corda®.
    https://www.sursumcorda.cloud/tags/numero-139.html

    - Breve commento alla recente questione del Pater noster;
    - Comunicato numero 139. Gesù cammina sull’acqua;
    - Preghiera a San Diego d’Alcalá, Confessore;
    - Gli anatemi del Concilio di Firenze, numero 7 [Abrogazione della legge mosaica];
    - Orazione a San Giosafat, Martire;
    - Orazione a Sant’Alberto Magno, Dottore;
    - San Tommaso: il dominio del Papa che è superiore ogni altro potere;
    - Orazione a Santa Geltrude, Vergine;
    - Preghiera del Pater noster;
    - Teologia Politica 127. Nessuno può essere buon cattolico ad un tempo e vero socialista.
    https://www.sursumcorda.cloud/tags/numero-139.html
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...65&oe=5C85633C


    Preghiera al Santo del giorno.

    In nómine Patris
    et Fílii
    et Spíritus Sancti.
    Amen.

    Eterno Padre, intendo onorare san Màssimo Vescovo, e Vi rendo grazie per tutte le grazie che Voi gli avete elargito. Vi prego di accrescere la grazia nella mia anima per i meriti di questo Santo, ed a lui affido la fine della mia vita tramite questa speciale preghiera, così che per virtù della Vostra bontà e promessa, san Màssimo Vescovo possa essere mio avvocato e provvedere tutto ciò che è necessario in quell'ora. Così sia.»


    “Disponibile il n. 26 della rivista in lingua spagnola "Integrismo" - Integrismo N° 26 - Revista Integrismo
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...b0&oe=5C7556F6



    «In questo mese di novembre raccomando alle vostre preghiere le anime dei sacerdoti defunti, in particolare tutti coloro che per amore della Verità furono refrattari alla 'nuova messa' di Paolo VI. Uno di essi ripeteva, riferendosi alla Messa di San Pio V e all'impossibilità di celebrare i due riti:"Non posso tradire la mia Sposa, non posso essere adultero" (come invece hanno fatto certi 'dubbiosi' e 'correttori filiali': per capire queste cose bisognerebbe essere meno 'tradizionalisti' e più cattolici...). Il calendario Sodalitium 2019 renderà omaggio al clero fedele alla Messa Romana e refrattario alla 'messa' di Lutero & Calvino (e di Montini, di Wojtyla, di Ratzinger, di Bergoglio).
    Dalla bacheca di don Ugo Carandino.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...a9&oe=5C84B87A


    «Cito: Ricevo dei messaggi sul "cambiamento del Padre Nostro voluto da Bergoglio" (già presente nella Bibbia della CEI del 2008). Vorrei ricordare che è dal Concilio Vaticano II che - prima Paolo VI, poi Giovanni Paolo II e quindi Benedetto XVI - hanno cambiato la teologia, la messa, i sacramenti, i catechismi, il diritto canonico, la traduzione della Bibbia, ecc. ecc. ecc., insomma, hanno cambiato la religione cattolica. Come ho già scritto altre volte, le eleganti scarpe rosse di Ratzinger (teologo conciliare!) e le rozze scarpe nere di Bergoglio, la cappa magna di Burke e il pizzetto di Enzo Bianchi fanno parte della stessa nuova religione modernista, con la quale un cattolico non può essere in comunione nè alla messa nè nella vita quotidiana. L'unica differenza è che alcuni sono dei nemici della fede evidenti, altri dei nemici camuffati. Preghiamo la S. Vergine Immacolata affinchè l'eresia modernista sia sconfitta al più presto per la gloria di Dio e la salvezza delle anime.
    Dalla bacheca di don Ugo Carandino.»


    «Essere indotti in tentazione
    significa soccombere alla tentazione

    Diciamo di essere indotti in tentazione, quando cediamo alla medesima. Ora noi possiamo esservi indotti così in due modi: primo, quando, rimossi dal nostro stato, precipitiamo nel male, verso il quale qualcuno ci ha spinto col tentarci. Ma nessuno è in questo modo indotto in tentazione da Dio, perché per nessuno Dio è causa di peccato, odiando egli tutti quelli che commettono iniquità. E quanto dice san Giacomo: Nessuno, tentato che sia, dica di essere tentato da Dio; poiché Dio non è tentatore al male (I,13); secondo, possiamo essere tentati, nel senso che uno, sebbene non tenti egli stesso né si adoperi a farci tentare, tuttavia lo permette, mentre potrebbe impedire sia la tentazione che il prevalere di essa. Ebbene, Dio lascia che così siano tentati i buoni e i pii, senza privarli però della sua grazia.
    Talvolta anzi, quando i nostri peccati lo richiedono, con giusta e impenetrabile sentenza, Dio ci abbandona a noi stessi, e noi cadiamo. Si dice anche che ci induce in tentazione quando ci serviamo dei suoi benefici, che dovevano servire alla nostra salvezza, per operare il male, e consumiamo le sostanze del padre, come il figlio prodigo, in una vita lussuriosa, secondando le nostre basse passioni (Lc 15,12). Allora possiamo ripetere le parole dell'Apostolo: Trovai che il comandamento datomi per la vita, mi ha condotto alla morte (Rm 7,10).
    Giunge qui opportuno l'esempio di Gerusalemme, la quale, come dice Ezechiele, sebbene arricchita da Dio di ogni genere d'ornamenti, tanto da farle dire per bocca dello stesso profeta: Eri perfetta nella mia dignità, di cui ti avevo rivestito (Ez 16,14), tuttavia, pur essendo ricolma di doni celesti, fu così lontana dal ringraziare il beneficentissimo Dio dei beni suddetti, e dal servirsi di essi per conseguire la beatitudine celeste in vista della quale li aveva ricevuti, che, con somma ingratitudine verso il padre Iddio, avendo rigettato ogni speranza e pensiero dei frutti celesti, si diede perdutamente all'esclusivo godimento dei beni presenti, come Ezechiele la rimprovera lungamente in quel medesimo capitolo. Questa è l'ingratitudine di coloro che, pur avendo ottenuto da Dio abbondante materia per fare del bene, si danno, permettendolo Dio, a una vita viziosa.
    E' necessario però badare alle parole usate dalla sacra Scrittura per esprimere questa permissione di Dio, parole le quali, prese nel loro significato proprio, significherebbero un'azione diretta da parte di Dio medesimo. Cosi nell'Esodo si legge: Io indurerò il cuore del Faraone (4,21; 7,3); in Isaia: Acceca il cuore di questo popolo (6,10); e nella lettera ai Romani l'Apostolo scrive: Dio li ha abbandonati alle loro infami passioni, ai loro reprobi sensi (I,26,28). Tutti luoghi questi, ed altri simili, nei quali non si deve credere affatto che l'azione venga da Dio, ma intendere invece che Dio l'ha permessa.
    Dal Catechismo Tridentino
    PARTE QUARTA: L'ORAZIONE SESTA DOMANDA
    E non c'indurre in tentazione.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...4a&oe=5C681B89


    “Lasciate o Vergine - Che anch’io vi onori
    Voi siete l’unica - Gioia dei cuori.”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...8b&oe=5C6F33FD







    «Radio Spada è un sito di controinformazione cattolico http://www.radiospada.org e una casa editrice
    http://www.edizioniradiospada.com/
    https://www.facebook.com/radiospadasocial/ »
    “18 NOVEMBRE 2018: DEDICAZIONE DELLE BASILICHE DEI SANTI PIETRO E PAOLO APOSTOLI, A ROMA (con memoria della VI domenica dopo L'Epifania traslata).”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...31&oe=5C687605





    “Il 18 novembre 1302 viene pubblicata la Bolla "Unam Sanctam" di Papa Bonifacio VIII, uno dei vertici magisteriali del Medioevo cristiano.”

    https://www.radiospada.org/2018/11/l...-unam-sanctam/
    «È forse una delle bolle pontificie più importanti della storia, sicuramente una delle più contestate, delle più indigeste, delle più odiate dai nemici della Chiesa interni ed esterni. La sua importanza è tale che la troviamo citata ancora nel 1943 da Pio XII nella sua monumentale enciclica “Mystici Corporis” sulla Chiesa. Stiamo parlando della bolla “Unam Sanctam” sulla Chiesa nella sua costituzione e nei suoi rapporti coi poteri secolari, pubblicata il 18 novembre 1302
    dal parimenti contestato, odiato e calunniato Bonifacio VIII Caetani. Non certo un Santo, ma sicuramente una delle più fulgide glorie del Papato Romano, uno dei più appassionati difensori della libertà della Chiesa, sulla scia di giganti come san Gregorio VII. Lo stesso Dante, acerrimo nemico e critico spietato, rivide rinovellata in lui schiaffeggiato ad Anagni la Passione di Cristo: “Perché men paia il mal futuro e ‘l fatto, / veggio in Alagna intrar lo fiordaliso, / e nel vicario suo Cristo esser catto. / Veggiolo un’altra volta esser deriso; / veggio rinovellar l’aceto e ‘l fiele, / e tra vivi ladroni esser anciso” (Purg. XX, 86-90). Al netto della costante divina assistenza, solo una Chiesa libera dall’influenza di potentati e ideologie mondane e potente nella sua indipendenza – ci dice Papa Caetani – potrà efficacemente compiere la sua sacra missione. Questo il succo della Bolla che offriamo alla meditazione del caro lettore. Bolla nella attuazione della quale confidiamo consistere la restaurazione di una società normale, ossia secondo le norme eterne di Dio Creatore. »
    https://i2.wp.com/www.radiospada.org...pg?w=480&ssl=1

    «BONIFACIO VESCOVO SERVO DEI SERVI DI DIO A FUTURA MEMORIA.

    Per la fede che ci spinge, siamo costretti a credere e a ritenere unica la Chiesa santa, cattolica e apostolica, e noi fermamente la crediamo e con semplicità professiamo, fuori della quale non v’è salvezza né remissione dei peccati, secondo quanto proclama lo Sposo nei Cantici: “Una è la mia colomba, la mia perfetta, l’unica di sua madre, senza pari per la sua genitrice”[1]. Essa rappresenta un solo corpo mistico, il cui capo è Cristo, e il capo di Cristo è Dio. In essa vi è un solo Dio, una sola fede, un solo battesimo. Una sola invero al tempo dei diluvio fu l’Arca di Noè, figura dell’unica Chiesa, la quale costruita da un sol braccio, ebbe un unico comandante, ossia Noè, e un unico reggitore, e leggiamo che fuori di essa ogni essere sulla terra fu distrutto.
    Questa Chiesa noi veneriamo e questa sola, come dice il Signore per mezzo del Profeta: “Libera dalla lancia, o Signore, l’anima mia e dalla violenza del cane l’unica mia”[2]. Per l’anima infatti, cioè per se stesso, pregò, per il capo e per il corpo a un tempo. Corpo che chiamò sua unica Chiesa, a motivo dell’unità dello sposo, della fede, dei sacramenti e della carità ecclesiale. Questa è quella inconsutile tunica del Signore, che fu strappata, ma data in sorte.
    Pertanto di questa sola ed unica Chiesa uno solo è il corpo, uno solo il capo, non due – ossia Cristo e Pietro. il Vicario di Cristo, e il successore di Pietro quasi fosse un mostro, poiché il Signore ha detto alle stesso Pietro: “Pasci le mie pecore”[3]. “Le mie” disse, parlando in generale e non in particolare di queste o di quelle pecore: per la qual cosa si capisce che gliele abbia affidate tutte. Pertanto ove i Greci o altri dicano non esser stati affidati a Pietro e ai suoi successori, necessariamente ammettono di non essere nel novero delle pecore di Cristo, per il fatto che il Signore dice in Giovanni che vi è un solo ovile e un solo pastore.
    Il Vangelo ci insegna che nella Chiesa e nella sua potestà stanno le due spade, quella spirituale e quella materiale. Infatti, alle parole degli Apostoli: “Ecco qui due spade”[4] – qui, cioè nella Chiesa, poiché parlavano gli Apostoli – non rispose il Signore esser troppe, ma essere abbastanza. Certamente chi nega essere la spada temporale nella potestà di Pietro, male ha inteso la parola del Signore che dice: “Rimetti la tua spada nel fodero”[5]. Entrambe le spade son quindi nella potestà della Chiesa, la spada spirituale cioè e quella materiale.
    Questa dev’essere impugnata in favore della Chiesa, quella dalla Chiesa; quella dal sacerdote, quella dalla mano dei re e dei militi, ma al comando e con la condiscendenza del sacerdote.
    È conveniente d’altra parte che una spada sia sottomessa all’altra e che l’autorità temporale sia sottomessa alla potestà spirituale. Infatti sebbene l’Apostolo dica: “Non vi è potestà se non da Dio; quelle che sono, sono ordinate da Dio”[6], esse non sarebbero ordinate se una spada non fosse sottomessa all’altra e, come inferiore, fosse condotta dall’altra [che le è superiore] a nobilissime imprese. Infatti secondo il beato Dionigi è legge di Dio che le cose infime siano ricondotte dall’intermedio a quelle supreme. Dunque le cose non sono ricondotte al loro ordine alla pari immediatamente, secondo la legge dell’universo, ma le infime attraverso le intermedie e le inferiori attraverso le superiori. Ma è necessario che chiaramente affermiamo che il potere spirituale è superiore ad ogni potere terreno in dignità e nobiltà, come le cose spirituali sono superiori a quelle temporali. Il che, invero, noi possiamo chiaramente constatare con i nostri occhi dal versamento delle decime, dalla benedizione e santificazione, dal riconoscimento di tale potere e dall’esercitare il governo sopra le medesime, poiché, e la verità ne è testimonianza, il potere spirituale ha il compito di istituire il potere terreno e, se non si dimostrasse buono, di giudicarlo. Si realizza così il vaticinio di Geremia a riguardo della Chiesa e del suo potere: “Ecco io ti ho oggi costituito al di sopra delle genti e dei regni etc.”[7].
    Quindi, se la potestà terrena erra, sarà giudicata dalla potestà spirituale; invero, se erra una potestà spirituale minore, sarà giudicata dalla potestà spirituale ad essa superiore; se poi erra la suprema, potrà essere giudicata solo da Dio, non dall’uomo, giusta la testimonianza dell’Apostolo: “L’uomo spirituale giudica tutte le cose; ma egli stesso non è giudicato da alcun uomo”[8]. Questa autorità infatti, quantunque sia stata data a un uomo, e da un uomo viene esercitata, non è una potestà umana ma divina, essendo stata conferita a Pietro dalla bocca di Dio e per lui ed i suoi successori resa, nel medesimo Cristo che confessò, pietra inconcussa, giusta il detto del Signore allo stesso Pietro: “Ogni cosa legherai etc.”[9]. Perciò chiunque si oppone a questa potestà in tal modo da Dio ordinata, si oppone al comando di Dio, a meno che non pretenda, come i Manichei, che ci sono due principi; il che noi affermiamo falso ed eretico, poiché, come attesta Mosè non nei principi, ma “nel principio Dio creò il cielo e la terra”[10].
    Quindi noi dichiariamo, affermiamo, definiamo e pronunziamo che è assolutamente necessario per la salvezza di ogni creatura umana che essa sia sottomessa al Romano Pontefice.
    Data in Laterano il 18 novembre 1302, anno ottavo di Pontificato.
    [1] Cant. VI, 9.
    [2] Ps. XXII, 20.
    [3] Joann. XXI, 17.
    [4] Luc XXII, 38.
    [5] Matth. XXVI, 52.
    [6] Rom. XIII, 1.
    [7] Hier. I, 10.
    [8] 1Cor. II, 16.
    [9] Matth. XVI, 9
    [10] Gen I, 1.
    [a cura di Giuliano Zoroddu. Testo latino tratto da Luigi Tosti osb, Storia di Bonifazio VIII e de’ suoi tempi divisa in libri sei, Monte Cassino, 1846, Vol. II, p. 304-306].»


    “Nove giorni alla Festa della Medaglia Miracolosa (27 novembre).”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...3b&oe=5C707AE0





    https://www.radiospada.org/2018/11/d...o-y-san-pablo/
    https://i2.wp.com/www.radiospada.org...pg?w=470&ssl=1





    https://i1.wp.com/www.radiospada.org...pg?w=400&ssl=1





    https://i0.wp.com/www.radiospada.org...pg?w=400&ssl=1





    https://i0.wp.com/www.radiospada.org...pg?w=480&ssl=1








    Como ovejas sin Pastor
    http://sicutoves.blogspot.com/
    Como ovejas sin Pastor: DEDICACIÓN DE LAS BASÍLICAS de San Pedro y San Pablo
    https://4.bp.blogspot.com/-2Na5aWkp_...EDROPABLO1.jpg





    http://www.etudesantimodernistes.fr/


    http://www.catholique-sedevacantiste.fr/


    http://oblatio-munda.over-blog.com/


    https://militesvirginismariae.wordpress.com/
    “Messe du XXVIème dimanche après la Pentecôte (textes du VIème dimanche après l’Epiphanie).
    18.11.2018 : XXVIème dimanche après la Pentecôte (textes VIème après l’Epiphanie), mem. Dédicace Bas. S. Pierre et S. Paul, dm ; Vêpres D., mem. Dédidace, Ste Elisabeth et S. Pontien PM.

    In die XVIII Novembris MMXVIII. Dominica XXVI (VI post Epiphaniam) post Pentecosten. In Dedicatione Basilicarum Ss. Petri & Pauli, Apostolorum. Duplex majus. In Missa Gloria, Credo, Praefatio Trinitatis & ultimum Evangelium Dominicae. (Albus)
    Chaîne où suivre en direct la messe du XXVIème dimanche après la Pentecôte :
    https://militesvirginismariae.wordpr...es-lepiphanie/





    Ligue Saint Amédée
    http://www.saintamedee.ch
    https://www.facebook.com/SaintAmedee/
    «Intransigeants sur la doctrine ; charitables dans l'évangélisation [Non Una Cum].»
    “[Dimanche mobile] Sixième après l’Épiphanie.”
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...79&oe=5C8351CC


    18 novembre : Dédicace des Basiliques Saint-Pierre et Saint-Paul :: Ligue Saint Amédée
    “18 novembre : Dédicace des Basiliques Saint-Pierre et Saint-Paul.”
    http://liguesaintamedee.ch/applicati...saint_paul.jpg








    Réquiem aetérnam dona eis, Dómine, et lux perpétua lúceat eis. Requiéscant in pace. Amen.
    Cor Jesu Sacratissimum, miserere nobis!!!
    Regina Sacratissimi Rosarii Ora Pro Nobis!!!

    Luca, Sursum Corda – Habemus Ad Dominum!!!
    ADDIO GIUSEPPE, mio caro fratello di sangue e spirito, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    NOI 2 insieme, uniti OLTRE LA MORTE ed il tragico DESTINO SIA IN TERRA CHE IN CIELO, per SEMPRE VEDREMO LA LUCE - SURSUM CORDA!

 

 

Discussioni Simili

  1. E' morto don Luigi Villa
    Di Giò nel forum Destra Radicale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 20-11-18, 18:33
  2. E' morto don Luigi Villa
    Di Giò nel forum Tradizionalismo
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 19-11-18, 02:03
  3. Libro: Don luigi villa
    Di Jim dagli occhi neri nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-11-11, 12:07
  4. DON LUIGI VILLA da Brescia !!!!
    Di padus996 (POL) nel forum Cattolici
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-06-05, 21:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225