User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Portovenere e La Spezia
    Messaggi
    44,362
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Il fallimento della rivoluzione russa.

    Il fallimento della rivoluzione russa.

    Un ucronia a prima vista abbastanza semplice.

    La rivoluzione russa fallisce e Nicola II riprende in mano la situazione,

    Fucilazioni di massa, Lenin e Stalin escono dalla storia, a meno che non riescono a scappare.

    La Russia vince la guerra e le truppe russe arrivano a Berlino nel 18.

    a Verseilles si progetta la rimodellazione dell'Europa ma con un inquilino in più, lo Zar.



    Immaginiamo che in mezzo ci sia il barbuto Nicola.

    come cambia l'Europa, come sono ipotizzabile gli anni 20 del XX secolo ?


    ........ se non bestemmio oggi .......


    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Portovenere e La Spezia
    Messaggi
    44,362
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Il fallimento della rivoluzione russa.

    Immagino che la Russia difenda la posizione della Serbia che otterrà nel nuovo degno qualcosa di più, ad esempio Fiume e Zara, probabilmente Veglia e Lussino e qualcosina nel Carso.

    La vittoria sarà ancor più mutilata, perchè le posizioni serbe saranno ulteriormente appoggiare in conferenza.

    La Germania sarà altrettanto punita, ma il regno di polinia non nasce e anzi tutta la Polonia finisce sotto la Russia.

    Lo Zar ottiene la Galizia austriaca. oltre al territorio di Poznan, Danzica e la Prussia orientale (che resterà di lingua tedesca).

    La Finlandia non nasce come paese indipendente, le truppe russe entrano in Armenia che verrà liberata dall'oppressore ottomano, ma diverrà una provincia russa. in pratica la Russia arriverà al lago di Van.

    Il genocidio armeno avverrà come nella realtà, ma gli armeni ora saranno protetti, dentro l'impero russo, anche se in un territorio diviso tra tante etnie.


    ........ se non bestemmio oggi .......


  3. #3
    Utente cancellato
    Data Registrazione
    13 Jul 2009
    Messaggi
    5,455
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il fallimento della rivoluzione russa.

    E la Russia si mantiene assolutistica e autocratica? Ma scherzi? Non avrebbe mai visto il XXI secolo, i movimenti socialisti e comunisti ormai sorti e propagati in tutto il mondo avrebbero attentato alla vita del tiranno Nicola II duemila volte. Oppure la Russia si sarebbe dovuta democratizzare immediatamente e la monarchia sarebbe dovuta divenire parlamentare e concedere un forte federalismo per non crollare.

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Portovenere e La Spezia
    Messaggi
    44,362
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Il fallimento della rivoluzione russa.

    Citazione Originariamente Scritto da Cattivo Visualizza Messaggio
    E la Russia si mantiene assolutistica e autocratica? Ma scherzi? Non avrebbe mai visto il XXI secolo, i movimenti socialisti e comunisti ormai sorti e propagati in tutto il mondo avrebbero attentato alla vita del tiranno Nicola II duemila volte. Oppure la Russia si sarebbe dovuta democratizzare immediatamente e la monarchia sarebbe dovuta divenire parlamentare e concedere un forte federalismo per non crollare.
    Confondi come progressista pro gay pro eutanasia pro sesso libero, pro liberalizzazione droghe pro tutto, che la rivoluzione russa (ma in passato americana e francese) fossero rivoluzioni progressiste come le intendiamo nel XXI secolo ?

    Ma guarda che Lenin mondò a morire 10 volte la gente che mandava a morire il cattivo Nicola II, e Stalin 100.

    Non erano progressisti radical chic, buonisti come ai giorni d'oggi-

    Ai socialisti e comunisti del XIX e della prima età del XX secolo, delle battaglie alla Pannella/Bonino o compagnia se ne impioppavano.

    Era lotta di classe, ma lotta seria, non le pippe attuali dei figli della borghesia post 68-
    Ultima modifica di dDuck; 04-12-12 alle 19:17


    ........ se non bestemmio oggi .......


  5. #5
    Forumista junior
    Data Registrazione
    11 May 2009
    Messaggi
    23
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il fallimento della rivoluzione russa.

    La vedo molto difficile, al limite possiamo immaginare che i Bolscevichi non riescono a prendere il potere e Kerenski mantega il governo provvisorio, che poi diviene quello definitivo. Lo Zar era fottuto comunque, non morto, ma fuori dai giochi. In tale ipotesi, la pace di Brest Litowsk forse non ci sarebbe stata, e non a quelle condizioni, i Tedeschi si sarebbero ancora di più addentrati nel territorio Russo arrivando alle porte di Mosca, ma a quel punto, ci sarebbe stato un serrate le fila ed un contrattacco, dato che le linee di rifornimento erano troppo lunghe per i Tedeschi. Il trattato di Versailles non avrebbe visto indipendenza per le Rep. Baltiche, Ucraina e Finlandia. La Polonia sarebbe stata indipendente, ma ai confini della linea Curzon, e con una buona influenza Russa. L'Armenia sarebbe stata russa ed anche il Bosforo.
    La Russia sarebbe diventata un pseudodemocrazia, abbastanza socialdemocratica, senza l'industrializzazione forzata degli anni '20 e '30.
    Se Hitler avesse preso il potere, ma senza URSS la forza dei partiti comunisti sarebbe stata molto inferiore, quindi non ci sarebbe stata forse nemmeno la scissione di Gramsci in Italia e nemmeno il fascismo, in quanto i rossi non sarebbero visti come un problema da VE III, quindi un ascesa delle destra non ci sarebbe probabilmente stata, ma ripeto se Hitler poi avesse invaso la Russia, gli avrebbe ARATI.

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Portovenere e La Spezia
    Messaggi
    44,362
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Il fallimento della rivoluzione russa.

    Io intendevo senza rivoluzione, neppure quella di Marzo, non solo quella di ottobre.

    Citazione Originariamente Scritto da DonPizza Visualizza Messaggio
    La vedo molto difficile, al limite possiamo immaginare che i Bolscevichi non riescono a prendere il potere e Kerenski mantega il governo provvisorio, che poi diviene quello definitivo. Lo Zar era fottuto comunque, non morto, ma fuori dai giochi. In tale ipotesi, la pace di Brest Litowsk forse non ci sarebbe stata, e non a quelle condizioni, i Tedeschi si sarebbero ancora di più addentrati nel territorio Russo arrivando alle porte di Mosca, ma a quel punto, ci sarebbe stato un serrate le fila ed un contrattacco, dato che le linee di rifornimento erano troppo lunghe per i Tedeschi. Il trattato di Versailles non avrebbe visto indipendenza per le Rep. Baltiche, Ucraina e Finlandia. La Polonia sarebbe stata indipendente, ma ai confini della linea Curzon, e con una buona influenza Russa. L'Armenia sarebbe stata russa ed anche il Bosforo.
    Quindi ipotizzo che tutta la Polonia sarebbe stata russa, magari un regno unito alla Russia con una doppia corona, la Galizia austriaca unita al regno di Polonia.

    La Russia sarebbe diventata un pseudodemocrazia, abbastanza socialdemocratica, senza l'industrializzazione forzata degli anni '20 e '30.
    Se Hitler avesse preso il potere, ma senza URSS la forza dei partiti comunisti sarebbe stata molto inferiore, quindi non ci sarebbe stata forse nemmeno la scissione di Gramsci in Italia e nemmeno il fascismo, in quanto i rossi non sarebbero visti come un problema da VE III, quindi un ascesa delle destra non ci sarebbe probabilmente stata, ma ripeto se Hitler poi avesse invaso la Russia, gli avrebbe ARATI.
    Ecco il dunque, sensa URSS, sarebbe possibile prima per i fascisti prendere il potere nel 22 ?
    Senza la minaccia dei comunisti forti o V Emanuele avrebbe fatto arrestare Mussolini ?

    La vittoria mutilata è la medesima, Fiume e Zara (e forse le due isole di Cherso e Lussino) ipotizzo con una Russia forte vengono direttamente assegnare al regno dei serbi, croati e sloveni.

    Ma la mancanza di una minaccia comunista cosi forte ?
    Ultima modifica di dDuck; 05-12-12 alle 16:10


    ........ se non bestemmio oggi .......


  7. #7
    Forumista junior
    Data Registrazione
    11 May 2009
    Messaggi
    23
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il fallimento della rivoluzione russa.

    Citazione Originariamente Scritto da dDuck Visualizza Messaggio
    Io intendevo senza rivoluzione, neppure quella di Marzo, non solo quella di ottobre.



    Quindi ipotizzo che tutta la Polonia sarebbe stata russa, magari un regno unito alla Russia con una doppia corona, la Galizia austriaca unita al regno di Polonia.


    Ecco il dunque, sensa URSS, sarebbe possibile prima per i fascisti prendere il potere nel 22 ?
    Senza la minaccia dei comunisti forti o V Emanuele avrebbe fatto arrestare Mussolini ?

    La vittoria mutilata è la medesima, Fiume e Zara (e forse le due isole di Cherso e Lussino) ipotizzo con una Russia forte vengono direttamente assegnare al regno dei serbi, croati e sloveni.

    Ma la mancanza di una minaccia comunista cosi forte ?
    Se partiamo dal presupposto che lo zarismo avesse resistito, dobbiamo anche partire dal presupposto che le truppe sul fronte sarebbero state fedelissime allo Zar e non ai bolscevichi, ma sopratutto avrebbero evitato le diserzioni?
    Se sì, l'evento cardine sarebbe stato la pace di Brest Litowsk, lo Zar l'avrebbe accolta? Oppure avrebbero continuato la guerra ad oltranza? E la pace avrebbe portato in patria milioni di disoccupati, le rivolte sarebbero state certe.
    Comunque sarebbe subentrata la Pace di Versailles che avrebbe sistemato la faccenda, sebbene i punti di Wilson includevano l'autodeterminazione dei popoli. La Polonia avrebbe sicuramente avuto una maggiore indipendenza rispetto allo stato fantoccio che era siano al 1915, avrebbe incorporato anche la Galizia (forse non tutta) e il corridoio di Danzica, ma le altre Repubbliche? Se Wilson avesse insistito con l'indipendenza per la Russia sarebbe stata una sconfitta tremenda, con tutte le conseguenze del caso, ma poniamo il caso che la Russia mantenesse una forte leadership e controllo del territorio, allora certamente le Rep. Baltiche sarebbero annesse alla Russia, come la Finlandia e l'Ucraina.
    Ritengo tuttavia che anche se non ci fosse stata nessuna rivoluzione della nostra timeline, certamente lo smacco di Brest l'avrebbe causata Bolscevichi o meno, ergo lo Zar non sarebbe sopravvissuto al governo, molto più probabile che a seguito ci sarebbe stato un governo molto più liberale, con al limite uno Zar come figura di solo capo di Stato. Insomma una monarchia costituzionale, se andava bene...

    Un ucronia più interessante e verosimile sarebbe stata se il governo provvisorio di Kerenskij avesse mantenuto il potere, chiedendo un armistizio prima del fallimentare contrattacco omonimo, che avrebbe avuto il placet della popolazione e avrebbe gestito meglio la sconfitta: i bolscevichi sarebbero rimasti minoranza, e non ci sarebbe stato il golpe. Poi si sarebbe dopotutto aspettare un annetto, l'Entente avrebbe certamente aiutato Kerenskij se avesse retto, sia ripristinando i territori (come detto sopra) sia dando ad egli dignità...

  8. #8
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    50,315
    Mentioned
    1012 Post(s)
    Tagged
    40 Thread(s)

    Predefinito Re: Il fallimento della rivoluzione russa.

    Citazione Originariamente Scritto da dDuck Visualizza Messaggio
    Immagino che la Russia difenda la posizione della Serbia che otterrà nel nuovo degno qualcosa di più, ad esempio Fiume e Zara, probabilmente Veglia e Lussino e qualcosina nel Carso.

    La vittoria sarà ancor più mutilata, perchè le posizioni serbe saranno ulteriormente appoggiare in conferenza.

    La Germania sarà altrettanto punita, ma il regno di polinia non nasce e anzi tutta la Polonia finisce sotto la Russia.

    Lo Zar ottiene la Galizia austriaca. oltre al territorio di Poznan, Danzica e la Prussia orientale (che resterà di lingua tedesca).

    La Finlandia non nasce come paese indipendente, le truppe russe entrano in Armenia che verrà liberata dall'oppressore ottomano, ma diverrà una provincia russa. in pratica la Russia arriverà al lago di Van.

    Il genocidio armeno avverrà come nella realtà, ma gli armeni ora saranno protetti, dentro l'impero russo, anche se in un territorio diviso tra tante etnie.
    puo' darsi ma credo che a lungo andare Nicola II una costituzine l'avrebbe comunque concessa a e poi non avrebbe fatto crollare le monarchie in Germania tanto facilmente, i regnanti dei vari stati tedeschi erano tutti parenti stretti suoi o della moglie
    non piu' interessato a questo forum

  9. #9
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    50,315
    Mentioned
    1012 Post(s)
    Tagged
    40 Thread(s)

    Predefinito Re: Il fallimento della rivoluzione russa.

    Citazione Originariamente Scritto da DonPizza Visualizza Messaggio
    La vedo molto difficile, al limite possiamo immaginare che i Bolscevichi non riescono a prendere il potere e Kerenski mantega il governo provvisorio, che poi diviene quello definitivo. Lo Zar era fottuto comunque, non morto, ma fuori dai giochi.
    Nicola II era probabilmente fuori dai giochi ma non suo fratello Michele a favore del quale Nicola II aveva abdicato il 15 marzo del 1917, e il granduca Michele era molto diverso dal fratello: era di indole molto meno autoritaaria, filobritannico, democratico
    forse avremmo avuto una monarchia alla britannica con Kerenskij premier
    non piu' interessato a questo forum

  10. #10
    Forumista junior
    Data Registrazione
    11 May 2009
    Messaggi
    23
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il fallimento della rivoluzione russa.

    Citazione Originariamente Scritto da Candido Visualizza Messaggio
    Nicola II era probabilmente fuori dai giochi ma non suo fratello Michele a favore del quale Nicola II aveva abdicato il 15 marzo del 1917, e il granduca Michele era molto diverso dal fratello: era di indole molto meno autoritaaria, filobritannico, democratico
    forse avremmo avuto una monarchia alla britannica con Kerenskij premier
    Infatti mi riferivo a Nicola II, se Kerenskij avesse retto, qualche tipo di referendum l'avrebbero potuto fare a cose sistemate. Ma a versailles sarebbe andato Kerenskij, non certo Nicola II

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. I finanziatori della rivoluzione russa...
    Di Identitario nel forum Storia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 09-08-11, 19:22
  2. Come valuti la rivoluzione russa?
    Di EternoOccidente nel forum Destra Radicale
    Risposte: 116
    Ultimo Messaggio: 02-08-07, 15:29
  3. Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 05-11-05, 16:19
  4. Il fallimento della «rivoluzione» del 1905
    Di Caterina63 nel forum Cattolici
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-10-05, 22:45
  5. I finanziatori della Rivoluzione Russa
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-12-03, 13:36

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226