User Tag List

Pagina 1 di 13 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 127
Like Tree1Likes

Discussione: "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA-una strategia per il movimento paleo"Di M.N.Rothbard.

  1. #1
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA-una strategia per il movimento paleo"Di M.N.Rothbard.

    Un po' di Rothbard quello vero?
    In opposizione a quello immaginato da certi "libertari",i quali,non coincidentalmente evitano QUESTO Rothbard come se fosse una ex-fidanzata cornuta?
    Avevo gia' tradotto altri inediti sui generis("La Vecchia Destra",pubblicato da Enclave, "Isolazionismo,destra,sinistra"etc.)sarebbe bello recuperarli,sono vitali e credo aiuterebbero a dare il tono a forum e spazio ambientale ,ma questo..

    Questo potrebbe essere un vero e proprio programma strategico, oggi ancora piu' attuale di allora ,piu' che mai necessario per il movimento paleo.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA-una strategia per il movimento paleo"Di M.N.Rothbard.

    Un po' di Rothbard quello vero?
    In opposizione a quello immaginato da certi "libertari",i quali,non coincidentalmente evitano QUESTO Rothbard come se fosse una ex-fidanzata cornuta?
    Avevo gia' tradotto altri inediti sui generis("La Vecchia Destra",pubblicato da Enclave, "Isolazionismo,destra,sinistra"etc.)sarebbe bello recuperarli,sono vitali e credo aiuterebbero a dare il tono a forum e spazio ambientale ,ma questo..

    Questo potrebbe essere un vero e proprio programma strategico, oggi ancora piu' attuale di allora ed ora piu' di prima necessario per il movimento paleo.

  3. #3
    Vedo la mano invisibile
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Éire
    Messaggi
    29,867
    Mentioned
    140 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA-una strategia per il movimento paleo"Di

    ma dov'è l'articolo??
    La verità produce effetti anche quando non può essere pronunciata.

    L. von Mises

    SILENDO LIBERTATEM SERVO

  4. #4
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA-una strategia per il movimento paleo"Di

    Citazione Originariamente Scritto da -Duca- Visualizza Messaggio
    ma dov'è l'articolo??
    L'ho gia' tradotto due volte ,che palle!poi al momento di mandarlo mi da problemi ,devi reiscrivermi e poi scompare..bo' ( forse se uno sta troppo a lungo sulla risposta del post succede questo?Bo')comunque adesso lo metto nell'altro thread ,quello senza messaggi,cosi' rimane " pulito".
    n' po ' di pazienza.

  5. #5
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA-una strategia per il movimento paleo"Di

    Se finalmente riesco a metterlo nell'altro thread questo si puo' chiudere,cancellare o anche lasciare aperto per parlare di progetti per le prossime vacanze estive,immortalita' dell'anima , passioni amorose e giochi senza frontiere.

  6. #6
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA-una strategia per il movimento paleo"Di

    "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA"( Parte I)


    Ed alla fine..sono riusciti a far fuori David Duke.
    Ma,una cosa e' certa:
    Li ha fatti cagare tutti addosso!

    Ci e' voluta una campagna massiva di isteria,paura ed odio,orchestrata da entrambi le ali dell'elite del potere,dalla destra ufficiale alla sinistra ,dal presidente Bush con tutto il partito repubblicano ufficiale,attraverso tutti i media nazionali condotti da New York-Washington,continuando per le varie elite locali di potere ,giu' fino a tutte le varie organizzazioni ed attivisti locali di sinistra.
    Ci e' voluta una massiccia campagna di terrore,la quale non solo rievocava continuamente i vecchi spaventapasseri del Ku Klux Klan ed Hitler ma anche,piu' concretamente, minacciava di boicottare la Lousiana tutta,di ritirare turisti e fiere,di fare perdere posti di lavoro facendo spostare attivita' ed imprese .
    Ci e' voluta una campagna di diffamazione che si e' abbassata fino a mettere in discussione le credenziali cristiane di David Duke e anche a sfidarlo aggressivamente a nominare la sua "chiesa ufficiale".
    Pure il mio vecchio amico Doug Bandow ha partecipato a questa cabala dalle pagine del Wall Stree Journal che era divenuto una delle armi a tempo pieno dell'isteria anti -David Duke arrivando al punto di attaccarlo perche' "guidato da interessi personali"!
    E questo.. in opposizione agli altri politici,guidati solo dalla loro profonda devozione per il bene pubblico,presumo?
    Ci e' voluta una bella faccia tosta per Doug Bandow per arrivare a fare questo ,in quanto lui stesso non e' un cristiano "sacramentale"( gli attacchi erano basati sulla non ufficialita' sacramentale del cristianesimo di David Duke)ma un cristiano "pietista" ,vale a dire un cristiano opposto ad ogni forma di Credo ufficiale o liturgia!
    Come puo' un cristiano "pietista",non ufficiale,sfidare le credenziali sacramentali di un'altro?
    E tutto cio' in un mondo dove nessuno osa mettere in discussione le credenziali cristiane di un Chuck Colson o di un Jeb Madruger?

    Ma qui la logica se ne era gia' totalmente volata fuori dalla finestra ,perche' qui l'intero establishment,l'intera elite al potere era stata sfidata e quando ci si trova di fronte ad una battaglia del genere le 2 ali che teoricamente sarebbero "opposte"si fondono velocemente in una ed incominciano a sparare ,unite,con qualsiasi arma si ritrovino a disposizione.

    E nonostante tutto cio':
    Duke ha preso il 55% del voto bianco ed ha poi perso al ballottaggio perche' la massiva campagna di terrore ha portato la popolazione negra a votare in massa.

    Notare,pero' ,l'eccitamento che Duke ha creato :
    La politica della Louisiana si e' innalzata dall'usuale torpore alla quale siamo abituati da decenni ed e' arrivata una affluenza di oltre l'80% mai neppure vagamente raggiunta dal diciannovesimo secolo in poi in Louisiana,vale a dire dai tempi nei quali la politica era ancora fieramente partigiana ed ideoligicizzata.

    Un punto che non e' ancora stato fatto notare da nessuno :
    Il populismo ha comunque trionfato in Lousiana perche' i 2 vincitori delle primarie sono stati David Duke,un populista di destra ed Edwin Edwards ,un populista di sinistra.
    Sconfitti i 2 rappresentanti ufficiali dell'establishment :
    Il governatore in carica Buddy Roemer,un democratico ,grande tassatore e smisurato spenditore di soldi pubblici ,alla fine abbracciato anche dall'amministrazione Bush nel tentativo di bloccare l'avanzata del temutissimo Duke.
    E l'uomo invisibile,Clyde Holloway,il candidato ufficiale del partito repubblicano ,un fedele " conservatore da establishment ",il quale ha ottenuto solo il 5% dei voti.
    Il povero periodico conservatore da establishment "Human Events" continuava a lamentarsi e chiedere durante tutta la campagna:
    "Perche' i media ignorano Clyde Holloway?"
    La risposta e' semplice:
    Lui non ha mai neppure cominciato la campagna e non e' mai andato da nessuna parte e questo tutto di per se' stesso.
    Questa e' anche una metafora molto istruttiva su quello che alla fine sara' il fato certo di tutto il "conservatismo da establishment" .

  7. #7
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA-una strategia per il movimento paleo"Di

    "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA " ( Parte II)

    Un populista di sinistra ed un ex governatore Edwards e'un cosidetto "farabutto del cajun"( Nota del traduttore :Cajun e' la tipica cucina della Louisiana e zone limitrofe,di influenza francese),il cui motto e' sempre stato "Laissez le bon temps roulez"( Nota:
    "Lasciate che continuino i tempi felici " e' una filosofia di gestione politica fatta di abbondanti regalie,favori,assistenzialismo estremo ad amici,supporters,elettori.."finche' le cose e l'economia vanno bene e durano" della quale filosofia Edwards era un vero principe).
    Di lui si e'sempre detto che era odiato dai grandi imprenditori e dall'elite conservatrice.
    Ma questi erano tempi di crisi e nella crisi la verita' e' svelata:
    Non vi e' nessuna fondamentale differenza tra il populismo di sinistra ed il sistema odierno che sperimentiamo,lo status quo.
    Populismo di sinistra:
    Aizzare le masse contro il "ricco",il che ammonta sempre ad "un po'di piu' dello stesso":
    Tasse piu'alte,spese piu' folli,redistribuzione piu' massiccia delle entrate delle classi medie e produttrici verso la coalizione al potere formata da:
    Il grande governo,i grandi monopoli corporativi e la Nuova Classe di burocrati,tecnocrati ed ideologi con i loro vari gruppetti dipendenti.
    E cosi' ,al momento della verita'il populismo di sinistra,il falso populismo ,scompare e tutte la marachelle vengono perdonate all'interno della potentissima coalizione Edwards.
    E' istruttivo osservare come l'Establishment professi di credere ciecamente alle piagnucolanti promesse di Edwards di cambiamento personale ( "Ho 65 anni oramai e la mentalita' de "le bon temps" si e'molto addolicita' in me"),mentre rifiuta di considerare la sincerita' della riconversione di Duke.

    Negli anni 60,quando si voleva criticare gentilmente la violentissima sinistra si diceva sempre :
    " Non usate la violenza,lavorate dentro il sistema"..e di certo ha funzionato bene perche' quella che era precedentemente la "New Left" ora e' il corpo leader delle classi intellettuali piu' rispettabili.
    E allora perche'mai l'Establishment si rifiuta di perdonare e dimenticare quando un estremista di destra come David Duke smette di invocare la violenza,si toglie il costume del Klan e comincia a lavorare dentro il sistema?
    Se va bene essere stato un'attivista comunista,un Weatherman o qualsiasi altra cosa uno possa essere stato durante la propria "folle ed incosciente gioventu' ",perche' non uno del Klan?
    Ancora piu' precisamente:
    Se va bene per il riveritissimo giudice Hugo Black o per il "leone del Senato" ,Robert Byrd,essere stati parte del Klan,perche'non per David Duke?
    La risposta e' anche troppo ovvia,Black e Byrd sono divenuti 2 membri della elite progressista ,quindi parte dell'establishment,mentre Duke ha continuato ad essere un populista di destra ,quindi anti-establishment ,ma ora molto piu' pericoloso proprio perche' " lavorante dentro il sistema".

    E' affascinante osservare come non vi e' nulla nella presente campagna o nel programma di Duke che non possa essere anche abbracciato da paleoconservatori e paleolibertari :
    Eliminazione di tasse,smantellamento della burocrazia ,tagli al sistema assistenziale ,attacchi alla "discriminazione positiva"(affirmative action)e qualsiasi quota razziale,un richiamo a diritti fondamentali perfettamenti uguali per tutti gli americani ,bianchi inclusi ..
    Cosa c'e' di sbagliato in tutto questo?
    Ed infatti la poderosa coalizione anti-Duke ha scelto di non affrontarlo su nessuno dei temi.
    Pure il piu' progressista dei suoi opponenti ammetteva a fatica che,sui temi specifici, Duke aveva diverse ragioni .
    Piuttosto l'Establishment ha deciso di concentrasi tutto sul tipo di campagna estremamente negativa che loro dichiarano pubblicamente di "aborrire"(.. specialmente quando diretta contro di loro).

    Nota ironica:
    I commentatori politici televisivi i quali si fanno tutti la plastica facciale regolarmente due volte all'anno attaccavano Duke selvaggiamente perche' appariva ,dicevano loro ,che lui si sarebbe fatto una plastica facciale!
    E nessuno rideva di questo!

  8. #8
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA-una strategia per il movimento paleo"Di

    "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA"(Parte III)

    -COS' E' IL POPULISMO DI DESTRA?-

    La visione fondamentale del populista di estrema destra e' quella che noi viviamo in una nazione ed un mondo statalista dominato da una elite di potere consistente di una coalizione di governo espanso,grandissime imprese monopolistiche e vari gruppi di influenza su interessi speciali .
    Piu' specificamente:
    La Vecchia America, basata su liberta' individuale,proprieta' privata e governo minimo e' stata rimpiazzata da una coalizione di politici e burocrati alleati con,o anche dominati da, gigantesche corporazioni e vecchie elites finanziarie ereditate( I Rockfeller,la trilaterale etc.);inoltre le Nuova Classe di tecnocrati ed intellettuali,includenti gli accademici della Ivy League( Nota del Traduttore:L'Ivy League e' l'associazione che comprende le 8 universita' maggiori del nord-est,includenti Harvard,Yale,Princeton..considerate le piu' "selettive",escluse poche altre eccezioni negli USA, oggi tutte rigorosamente tendenti ,o quasi militarmente, "a sinistra" nei loro programmi di (per cosi' dire) "studi"))e le elite giornalistiche e mediatiche ,la quale forma la classe dei modellatori di opinione nella societa'.
    In poche parole noi siamo governati da una forma riadattata per il ventesimo secolo della coalizione di Trono e Altare,eccetto che questo Trono e' formato da vari grandi gruppi corporativi d'affari e l'Altare e' formato da intellettuali secolaristi statalisti ,sebbene mescolata ai secolaristi ci sia una moderata infusione di cristiani del pensiero dominante ,del "Gospel sociale".
    La classe dominante di uno stato ha sempre avuto la necessita' di intellettuali che facessero l'apologia del loro potere e che succhiassero le masse alla sottomissione,idem est pagare tasse ed accettare il potere dello stato.
    Ai vecchi tempi ,nella maggioranza delle societa' ,una forma di Classe dei Preti o Stato-Chiesa costituiva la classe dei modellatori di opinione che faceva l'apologia di quel potere.
    Ora,in una piu' secolare era,abbiamo i tecnocrati ,gli "scienziati sociali "e gli intellettuali mediatici che fanno l'apologia del sistema statale e riempiono pure lo staff della sua burocrazia.

    I libertari sono sempre stati in grado di riconoscere questo problema chiaramente ,ma come strategisti di cambiamento hanno poi sempre perso il treno malamente .
    In quello che potremmo chiamare "Il modello Hayek"loro hanno sempre incitato a "diffondere le idee corrette",quindi convertire gli intellettuali alla liberta'cominciando dai massimi filosofi cosi' che poi ,lentamente ,attraverso i decenni , le idee colassero giu' fino ad intellettuali mediatici ed altri modellatori di opinione.
    Certo,le idee sono la chiave e diffondere idee corrette e' parte necessaria di qualsiasi strategia libertaria.
    Si potrebbe dire che questo richiede troppo tempo,ma una ampia strategia a lungo raggio e' comunque necessaria e contrasta chiaramente con la tragica futilita' del conservatismo ufficiale che e' solo interessata al minore dei due mali durante la corrente elezione e quindi perde gia' nella strategia a medio raggio , senza neppure menzionare quella a lungo raggio.
    Ma il vero errore NON e' stato quello di concentrarsi sulla strategia a lungo raggio ma l'ignorare il fatto che il problema NON E' SOLO L'IGNORANZA O L'ERRORE DEGLI INTELLETTUALI.
    Il vero problema e' che le classi intellettuali beneficiano del sistema corrente ed in modo cruciale,loro sono parte della classe al potere.
    Il processo di conversione Hayekiana assume che tutti,o perlomeno gli intellettuali,sono interessati solo alla verita'e che gli interessi economici personali non disturbano il processo.
    Chiunque abbia conoscenze tra gli intellettuali di potere dovrebbe subito togliersi dalla mente questa illusione e velocemente.
    Qualsiasi strategia libertaria deve prima di tutto rendersi conto che intellettuali e modellatori di opinione sono parte attiva del problema fondamentale,e non solo per errore intellettuale ma perche' il loro interesse personale e' annodato strettamente al sistema di potere.

    Perche',allora,il comunismo e' imploso ?
    Perche' il sistema stesso funzionava cosi' disastrosamente che pure la nomenklatura non ne poteva piu' e getto' la spugna.
    I marxisti stessi avevano fatto notare correttamente che un sistema collassa quando la classe dominante diviene talmente demoralizzata che perde la propria volonta' di potere.
    Il manifesto fallimento del sistema comunista causo' tale demoralizzazione.
    Ma il non fare niente o il dipendere solo dall'educare le elites intellettuali ad idee corrette significherebbe fare si che il nostro attuale sistema statale finisca solo quando tutta la nostra societa' sara' ridotta,proprio come quella sovietica ,ad un cumulo di macerie.
    Di certo noi non possiamo rimanere seduti ad aspettare questo.
    Una strategia della liberta' deve essere molto piu' attiva ed aggressiva.

    Quindi la strategia per i libertari o per i conservatori miniarchici di avere un doppio colpo tra le proprie armi :
    Non solo diffondere idee corrette ma anche ,allo stesso tempo, esporre la corruzione delle attuali elites di potere e come loro beneficiano dal sistema esistente ,piu' specificamente come loro ci stanno derubando e truffando.
    Strappare la maschera alle elites e' "campagna negativa" nella sua versione migliore e piu' fondamentale.

  9. #9
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA-una strategia per il movimento paleo"Di

    IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA ( Parte IV)

    -COS' E' Il POPULISMO DI DESTRA -II

    Questa strategia a 2 punte e':
    a)
    Costruire una cattedra nostra ,formata da modellatori di opinione della riduzione del governo,basata su idee corrette.
    b)
    Comunicare direttamente alle masse,causare il corto circuito dei media dominanti ed intellettuali d'elite,aizzando le masse contro le elites che le stanno saccheggiando,confondendo ed opprimendo sia socialmente che economicamente.

    Ma questa strategia deve fondere l'astratto al concreto,essa non deve attaccare le elites solo astrattamente ma deve concentrarsi specificamente sul sistema CORRENTE,su quelle persone che costituiscono ora la elite di potere.

    I libertari si sono domandati a lungo chi, quale gruppo sociale raggiungere?
    La semplicistica risposta "tutti "non e' sufficiente ,perche' se noi vogliamo essere in qualche modo rilevanti politicamente dobbiamo concentrarci su quei gruppi maggiormente oppressi e che ,allo stesso tempo, hanno piu' peso sociale.

    La realta' del sistema corrente e' che esso e' costituito da una impura alleanza di Grandi Imprese "progressiste- corporative"ed elites mediatiche ,le quali tutte,attraverso il grande governo, hanno privilegiato e causato l'espansione di una sotto-classe parassitica che ,assieme a tutti loro ,sta saccheggiando ed opprimendo la gran parte delle classi medie e le classi produttive e lavoratrici in America.
    Quindi la corretta strategia operativa di libertari e paleo e' proprio quella del "populismo di destra ",vale a dire:
    Esporre e denunciare questa impura alleanza e di incitare a che ci si tolga questa alleanza di "preppie" universitari-sottoclasse parassitica e media progressisti dalle spalle del resto, tutti noi:
    La classe media produttiva e le classi lavoratrici.

  10. #10
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,475
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA-una strategia per il movimento paleo"Di

    "IL POPULISMO DI ESTREMA DESTRA "(Parte V)


    UN PROGRAMMA POPULISTA DI DESTRA

    Un programma populista di destra dunque deve concentrarsi nello smantellare le esistenti aree cruciali di potere dello Stato e delle elites e sul liberare l'americano medio dai piu' flagranti ed oppressivi aspetti di quel potere .
    In poche parole:

    1)
    ELIMINARE TASSE.
    Tutte le tasse,IVA,tasse sulle imprese ,tassa di proprieta',etc.ma primariamente la piu' oppressiva ,sia politicamente personalmene,di tutte:
    La tassa sulle entrate .
    Noi dobbiamo lavorare verso la eliminazione della tassa sulle entrate e della IRS.

    2)
    ELIMINARE IL SISTEMA ASSISTENZIALE.
    Liberariamoci della sotto classe parassitica eliminando il sistema assistenziale,o perlomeno tagliamolo fortemente e limitiamolo seriamente .

    3)
    ABOLIAMO PRIVILEGI RAZZIALI O DI GRUPPI SOCIALI.
    Aboliamo la "discriminazione positiva"(" Affirmative action") ,qualsiasi quota razziale ,inoltre facciamo notare che la radice di tali "quote" e' stata la intera struttura dei cosidetti "Diritti Civili"i quali calpestano i diritti di proprieta' di ogni americano.

    4)
    RIPRENDIAMOCI LE STRADE, FACCIAMO A PEZZI LA CRIMINALITA'.
    E per criminalita' non intendo certo i cosidetti " criminali dal collare bianco"ma proprio i violenti criminali da strada ,ladri,assaltatori,violentatori,assassini.
    Sguinzagliare i poliziotti concedendo il potere di punizione istantanea,ma aggiungendo la responsabilita' del poliziotto in caso di errore.

    5)
    RIPRENDIAMOCI LE STRADE,ELIMINIAMO I MENDICANTI .
    Ancora una volta,sguinzagliamo i poliziotti per ripulire le strade dai barboni e dai mendicanti.
    Dove andranno?
    Chi se ne frega?
    La speranza e' che spariranno,vale a dire si muoveranno dalla classe dei coccolati ed assistiti barboni e si uniranno ai ranghi dei membri produttivi della societa'.

    6)
    ABOLIAMO I "FEDS",ATTACCHIAMO I BANCHIERI.
    Soldi e banche sono temi reconditi e complessi.
    Ma le realta' possono essere rese vivide a tutti ,i FED sono un cartello mafioso di truffatori bancari che stanno creando inflazione,truffando il pubblico e distruggendo i risparmi dell'americano medio.
    Ed i centinaia di miliardi di dollari che i risparmiatori devono passare con le tasse alle banche di conto corrente e di risparmio sono nulla comparati al disastro in arrivo delle banche commerciali.

    7)
    AMERICA PRIMA DI TUTTO.
    Questo e' un punto chiave e per nulla inteso come settimo in ordine di importanza .
    L'economia americana non e' solo in recessione,e' stagnante.
    La famiglia media e' in condizioni molto peggiori oggi di cio' che era 2 decadi fa.
    Torna a casa America .
    Smetti di dare aiuti finanziari a barboni e scrocconi d'oltre-oceano .
    Blocca tutti gli aiuti finanziari stranieri; che sono in realta' aiuti a banchieri ,ai loro investimenti e industrie d'esportazione .
    Basta con la pazzia "globale" e risolviamo i nostri problemi interni .

    8)
    DIFESA DEI VALORI DELLA FAMIGLIA.
    Il che significa togliere lo stato dalle schiene delle famiglie e rimpiazzare il controllo statale con il controllo famigliare.
    Alla lunga questo significa eliminare la scuola pubblica e rimpiazzarla con scuole private ,am rendiamoci conto che i vouchers o anche crediti sulle tasse per la scuola privata non sono,nonostante Milton Friedman,passi transitivi sulla strada della scuola privatizzata ,invece essi rendono le cose peggiori perche' allaciano il controllo statale sulle scuole private .
    All'interno di una alternativa graduale di buon senso c'e' la decentralizzazione,il ritorno del controllo locale o della comunita' sulla scuola.

    INOLTRE:
    Noi dobbiamo rifiutare una volta per tutte l'idea libertaria di sinistra che tutte le risorse del governo sono beni a libera disposizione di tutti.
    Noi dobbiamo cercare,sulla strada della privatizzazione totale ,almeno di utilizzare le risorse operate dal governo in una maniera che porti solo a convenienze per affari e lavoro,o a maggiore controllo della comunita' locale , ma questo significa anche che le scuole pubbliche devono permettere la preghiera e dobbiamo abbandonare l'assurda interpretazione ateista di sinistra del Primo Amendamento secondo la quale "stabilire la religione" significherebbe non permettere preghiere a scuola o un presepio in un cortile scolstico o una piazza pubblica.
    Noi dobbiamo ritornare a buon senso e intenzione originale nella interpretazione della Costituzione.

    Fino a qui ognuna di queste posizioni populiste di destra e' consistente con quelle di un estremista libertario ,ma tutta la politica reale e' politica di coalizione e ci sono aree nelle quali un libertario puo' fare compromessi con un tradizionalista o paleo conservatore all'interno di una coalizione populista.
    Per esempio sui valori della famiglia , annosi problemi quali pornografia,prostituzione,aborto,qui un libertario pro-legalizzazione e pro-scelta dovrebbe essere disposto a fare compromessi su una piattaforma di decentralizzazione ,cio' e' terminare la tirannia delle corti federali e lasciare tali problemi agli stati o,ancora meglio, alle localita' ed al vicinato ,vale a dire agli "standard della comunita' ".

 

 
Pagina 1 di 13 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 101
    Ultimo Messaggio: 01-07-20, 23:54
  2. "populismo penale", ovvero la strategia della paura
    Di robertoguidi nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-10-08, 20:33
  3. Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 22-09-08, 13:05
  4. Sull'"omega" della cosiddetta "destra radicale": quale strategia?
    Di donerdarko nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 21-09-08, 23:24
  5. Risposte: 36
    Ultimo Messaggio: 08-05-05, 19:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226