User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    39,362
    Inserzioni Blog
    5
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Studenti universitari italiani: tutti cattolici e di destra

    Elezioni universitarie, trionfo per la destra. riporto un articolo preso da Agoràvox:http://www.agoravox.it/Studenti-univ...-italiani.html

    Alle ultime elezioni universitarie gli studenti italiani hanno votato a destra, confermando il loro alto gradimento sia nei confronti del governo Berlusconi sia nel programma della Gelmini.



    Sembrerebbe una notizia di scarso interesse nazionale, una notizia esclusivamente per gli

    - addetti ai lavori - invece è sorprendente come siano state dimenticate tutte le manifestazioni, gli scioperi e i cortei di protesta contro il governo e soprattutto contro la Gelmini che tanto hanno infiammato l’autunno 2009; cosa è successo?

    Il 12 e il 13 Maggio si sono svolte le elezioni universitarie, ogni studente doveva esprimere ben sei preferenze per eleggere: il ’’ Rappresentante”, gli ’’ organi amministrativi ’’, il ’’ consiglio di facoltà ’’ gli ’’ organi superiori ’’, il ’’ senato accademico ’’, il ’’ consiglio di amministrazione ’’, il ’’ Cus ’’, il ’’ Cars ’’, l’ ’’ Ersu ’’, (borse di studio, vitto, alloggio etc…)

    Quattro i collegi che racchiudevano il voto degli studenti universitari di tutta la penisola, Nord Est, Nord Ovest, Centro e Sud. Il risultato spiazzante, sinistra ko. La destra trionfa.

    «Tra gli studenti c’è un forte desiderio di voltare pagina - spiega il ministro della Gioventù, Giorgia Meloni -, i proclami contro la riforma Gelmini, i sit-in e le occupazioni si sono rivelate un vero bluff». Intanto arrivano i primi dati romani per l’elezione del Senato accademico degli atenei di Tor Vergata e Roma Tre. In tutte e due le università vince il centrodestra. E a Tor Vergata il Blocco Studentesco, movimento legato a CasaPound, conquista un seggio.

    Ma se al centro e al sud la destra padroneggia al nord, a dettar legge è Comunione e Liberazione, movimento ecclesiale cattolico. I ciellini conquistano il primo posto all’Università degli studi, in Bocconi, all’Università Cattolica e al Politecnico, ma portano a casa nel collegio del Nord Ovest quasi il 50% delle preferenze, seguiti dal 36% delle liste di sinistra. Questo in una Nazione fortemente attaccata dal punto di vista dell’istruzione dove, proprio qui, nel cuore del sapere, si attua il più feroce divisionismo di tipo classista. Se hai i soldi studi, altrimenti arrangiati, è così che funziona? Qualcuno li chiama ’’ Baroni’.’

    I ’’baroni’’ non amano la pubblicità. Molti pm hanno indagato sui privilegi, concorsi truccati, cognomi che si ricorrono di generazione in generazione, infiltrazioni mafiose a gestire le scelte dei candidati, lobby bianche e nere e rosse, collegamenti con l’alta politica apparentata con l’alta finanza e quindi, gli stanziamenti pubblici.

    Professori, ricercatori e dottori coinvolti nelle inchieste, primari che si suicidano misteriosamente, come il cardiochirurgo Marcelletti, morto per una overdose di un medicinale che agiva sul cuore. Le indagini svolte per istigazione al suicidio sono finite in un vicolo cieco.

    L’università italiana è un sistema che si autoalimenta.

    Due giornalisti, uno della Repubblica Carlucci e l’altro del Corriere della Sera Castaldo, affiancarono al sistema universitario mafioso il sistema di chi dignitosamente lavora seriamente e viene sotto pagato. Del resto basta fare qualche domanda ai laureandi sul metodo usato agli esami, dove i collaboratori vengono sovraccaricati di lavoro e i professoroni si dividono tra una partita di golf e un pranzo mondano. E gli studenti che si ribellano e si sono ribellati al sistema truccato, che fine hanno fatto? Hanno votato a destra?

    Stando a quanto riportano Paolo Bertinetti e Stefano Podestà ex ministro delle università nel 1996, nei nostri atenei la meritocrazia non trova posto e la metà dei rettori è iscritto alla Massoneria.

    Carlucci e Castaldo riportano inoltre che, da una verifica fatta e confrontata con vecchie inchieste, i nostri rettori hanno famiglia in 25 delle 59 università statali italiane, il 50% dei rettori ha un parente stretto nella stessa o altra università e sempre con un ruolo di tutto onore, e il merito?

    Più chiara ancora la ricostruzione di un dialogo tra docenti nella deposizione rilasciata all’autorità giudiziaria da Massimo Del Vecchio, professore di matematica a Bari – «Se non vengo io, tu non sarai nominato preside» – «Che cosa vuoi in cambio?» – «Due miei parenti falli entrare…». Carlo Sabba, uno dei professori che si è ribellato al sistema dei concorsi truccati, conclude amaramente: «Se non si spezza questa catena, i giovani saranno a immagine e somiglianza di chi li ha arruolati, e tutto rimarrà uguale». Questa affermazione è una pugnalata al cuore di chi, nella giustizia e nella democrazia ci crede. Una affermazione che ha l’effetto di un terremoto distruttore e vigliacco.

    La mafia non è la Sicilia, la mafia è questo sistema che percorre l’Italia in lungo e il largo e ha conquistato le scuole come le università, come gli ospedali e le cliniche private e ogni ente pubblico o privato. Questa è la mafia, la mafia che non permette indagini, che depista e allontana i pm, che impedisce il decorso giuridico e affossa la democrazia. Anche l’Opus dei ha le sue università, anche il Vaticano ha le sue personalissime università super pagate e con lo stessa sistema. Il figlio dell’operaio è costretto a pagarsi l’affitto per una camera vicina all’ateneo, il ’’baronetto’’ ottiene aiuti e appartamenti ovunque desideri andare.

    Descrizione dettagliata del “sistema mafioso” che vige all’interno di alcune università, a Messina ad esempio alcune indagini evidenziarono «...infiltrazioni mafiose e della ‘ndrangheta, la cosca Morabito, penetrata profondamente all’interno della Facoltà di medicina e chirurgia» come scriveva il pm Gratteri della dda di Reggio Calabria.

    Nel filone investigativo viene raccontato come agisce la massoneria in cattedra, «A Bologna ci sono due lobby, massoneria e Comunione e liberazione controllano la sanità e la facoltà di Medicina. E’ sempre stato così. E’ uno spaccato inquietante» dice Libero Mancuso, ex magistrato.

    Continuano a spiegare il meccanismo della grande truffa dei concorsi «C’è l’assenza di qualsiasi trasparenza nello stabilire chi merita e chi no. Pilotare i concorsi è una pratica assolutamente sicura e quasi indolore. I docenti sanno di partecipare a un teatrino. Il nome di chi deve vincere si conosce in anticipo. Talvolta è davvero la migliore delle scelte possibili. Altre volte decisamente no. Ma la domanda è: se già si conosce il vincitore perché spendere tanti soldi per indire i concorsi?» scrivono Carlucci e Castaldo. Parentopoli d’Italia «A Roma il rettore è Luigi Frati, ex preside di facoltà di Medicina dove c’era la moglie, ex professoressa di liceo diventata ordinario, il figlio, chiamato a insegnare sotto la presidenza del padre, e la figlia, laureata in giurisprudenza…A Napoli nelle facoltà di Economia e Commercio della Federico II sono state rintracciate 140 parentele accademiche su un totale di 877 docenti... A Bari a Economia imperversano famiglie come i Massari: otto i docenti con questo cognome, tutti imparentati tra loro». Si spiegano i meccanismi delle commistioni dei poteri trasversali, poteri politici e interessi economici che determinano assunzioni e vincitori di concorsi. Tutto sempre più spesso inter nos. Difficile stabilire quanti hanno pagato il loro conto alla giustizia ma, per ogni condannato una schiera di parenti era pronta a prenderne il posto e continuare ad alimentare il sistema.

    Se andate a vedere, molti degli stemmi delle più blasonate università sono un chiaro richiamo al simbolismo, questo a conferma che le sette dei baroni nascono nella storia e vivono il nostro presente. A questo scopo servivano e servono le riforme della Gelmini a dare maggior spazio al potere calcolatore e ad indebolire maggiormente la già fascia debole della nostra società.

    L’eterna estrazione sociale che ha conosciuto solo sporadiche battaglie, ma che adesso incita alla guerra. Una guerra non sanguinaria ma intellettuale, combattuta a colpi di segnalazioni e denunce, una guerra fredda che vuole invadere le piazze pacificamente ma continuamente, che si organizza e mette in scena la propria popolare genialità. La genialità di un popolo oppresso che ha imparato, grazie alla memoria storica, che non c’è pace senza giustizia.

    La scuola pubblica non ha mai conosciuto anni peggiori di questi. Il governo ha tagliato profondamente gli stanziamenti per il pubblico, aumentandoli alle scuole private di ogni ordine e grado. Tuttavia resta una amara domanda, quella iniziale: come hanno potuto gli studenti universitari italiani votare a destra? I conti, come sempre, non tornano.
    Se hai un po di tempo da perdere fai un salto qui:
    www.candidonews.wordpress.com
    Un blog in cui parlare di Politica, Informazione, Televisione, Cinema e tanto altro...

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    25 Feb 2009
    Messaggi
    2,826
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re:Studenti universitari italiani: tutti cattolici e di destra

    Si, un segnale preoccupante, ok. Ma ricordiamoci che ha votato (come sempre, peraltro) una percentuale ridicola di studenti, e neanche quelli più "coinvolti", ma soprattutto quelli che conoscevano gli amici degli amici del candidato.

    Inoltre, complimenti alla scelta suicida della "Rui".
    Corriamo da una fotografia in macchina.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pavia
    Messaggi
    29,065
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re:Studenti universitari italiani: tutti cattolici e di destra

    Non capisco il parallelismo tra voto a destra e baroni. La riforma Gelmini non mi sembrava proprio pro-baroni, anzi.
    E comunque credo sappiamo tutti quale sia il voto prevalente nel'ambiente dei professori universitari, o no?
    Against all odds

  4. #4
    Maria Di Donna Presidente
    Data Registrazione
    07 May 2009
    Località
    Santa Teresa di Gallura
    Messaggi
    6,365
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re:Studenti universitari italiani: tutti cattolici e di destra

    ma neanche anti-baroni

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    19 Aug 2004
    Messaggi
    18,533
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re:Studenti universitari italiani: tutti cattolici e di destra

    iannis ha scritto:
    La riforma Gelmini non mi sembrava proprio pro-baroni, anzi.
    La Gelmini ha eliminato il sistema di valutazione peer review, in uso in tutti i Paesi civili e appena introdotto da Fabio Mussi, con ciò mettendo una pietra tombale sulla meritocrazia e aprendo un'autostrada a familismi, clientelismi, baronie e caproni e asini di ogni genere che hanno tirato un sospiro di sollievo, perché così continueranno a prosperare indisturbati. Ovviamente fanno eccezione alcuni prof seri, di facoltà serie, in università serie.
    Basta con i cialtroni.

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 May 2009
    Messaggi
    4,015
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re:Studenti universitari italiani: tutti cattolici e di destra

    Bene così, molto bene.

    Sinistre universitarie fuck!!!
    \"La Giustizia è il potere dei senza potere\"
    Vaclav Havel

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Cyborg nazzysta teleguidato da Casaleggio
    Messaggi
    26,848
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re:Studenti universitari italiani: tutti cattolici e di destra

    Per me invece questo voto è assolutamente esemplificativo di che cosa "succede" quando una qualche istituzione perde completamente la sua credibilità.

    Detto chiaramente se si chiede ad uno studente universitario che cosa pensa dei "rappresentanti degli studenti" nelle istituzioni di ateneo la migliore risposta che si puo' ottenere è piu' o meno "un branco di coglioni che crede di rappresentare qualcuno andando a leccare il culo al rettore".

    Il che dovrebbe essere di monito ed esempio appunto a chi, come la "sinistra" (perlomeno quella che non si spaccia come tale) continua a chiedersi quale sia il "grande problema" che la affligge.

    Se non sei "rappresentativo" la colpa non è degli "studenti fancazzisti", cosi' come non è del "popolo italiano piagnone", ma semplicemente del fatto che non si è in grado nè di proporre classe dirigente nè sopratutto di incidere qualcosa realmente nella risoluzione dei problemi, in un ateneo cosi' come in parlamento. Detto chiaramente, il solito problema riassumibile in una sola parola. Credibilità.

    Ed è altresi' chiaro che in questo tipo di configurazione chi "sopravvive" sono solo i consociativismi corporativi anche di tipo semimafioso. A loro della "credibilità" non gliene frega assolutamente niente. Ma non perche' siamo diventati "cattivi" ma perche' il sistema NON è credibile.

    Cio' pero' NON indica affatto che gli universitari non siano "incazzati neri", lo sono ECCOME, sia con il ministero che con la "struttura" per cosi' come è configurata, ma NON hanno "sponda", semplicemente non sono rappresentati.
    Vuoi una soluzione VERA alla Crisi Finanziaria ed al Debito Pubblico?

    NUOVA VERSIONE COMPLETATA :
    http://lukell.altervista.org/Unasolu...risiEsiste.pdf




  8. #8
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    12 Apr 2009
    Messaggi
    15,823
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re:Studenti universitari italiani: tutti cattolici e di destra

    veramente la coalizione udu - liste democratiche - liste di sinistra ha preso più voti di cl - azione universitaria - blocco - mup e destrume vario
    è il sistema dei collegi che da la maggioranza alle destre

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pavia
    Messaggi
    29,065
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re:Studenti universitari italiani: tutti cattolici e di destra

    Kowalsky ha scritto:
    veramente la coalizione udu - liste democratiche - liste di sinistra ha preso più voti di cl - azione universitaria - blocco - mup e destrume vario
    è il sistema dei collegi che da la maggioranza alle destre
    Ma ci sono dei risultati nazionali o no?
    Against all odds

  10. #10
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    12 Apr 2009
    Messaggi
    15,823
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re:Studenti universitari italiani: tutti cattolici e di destra

    iannis ha scritto:
    Kowalsky ha scritto:
    veramente la coalizione udu - liste democratiche - liste di sinistra ha preso più voti di cl - azione universitaria - blocco - mup e destrume vario
    è il sistema dei collegi che da la maggioranza alle destre
    Ma ci sono dei risultati nazionali o no?
    a me risulta questo http://www.repubblica.it/scuola/2010...zioni-4115683/

    per il resto gira un articolo di tgcom che proclama il trionfo del coordinamento liste per il diritto allo studio (cl) senza però dare numeri

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Altre tasse per gli studenti universitari
    Di bianconero (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 03-08-07, 16:18
  2. Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 30-11-06, 09:27
  3. Venerdi 1 Dicembre - Sciopero di tutti gli studenti italiani
    Di Barney nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 67
    Ultimo Messaggio: 28-11-06, 16:25
  4. Venerdi 1 Dicembre - Sciopero di tutti gli studenti italiani
    Di Barney nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 21-11-06, 14:23
  5. Per gli studenti universitari: *Aiuto*
    Di Danny nel forum Fondoscala
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 25-09-05, 23:20

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226