User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    288 amu
    Data Registrazione
    19 Sep 2009
    Località
    115
    Messaggi
    21,155
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Radio Padania «invade» il Salento

    ALESSANO - Buongiorno Terronia, provincia della Padania. Dal 17 dicembre i salentini possono ascoltare le trasmissioni di Radio Padania Libera, l’emittente della Lega Nord. Ce l’ha fatta Bossi a far viaggiare via etere il suo messaggio fin nella profonda Puglia, al confine “De finibus terrae” di santa Maria di Leuca, limite un tempo della civiltà italica ed europea. L’aveva promesso l’amministratore unico Cesare Bossetti: «Far conoscere le idee della Lega sul federalismo - spiega - potrebbe portare dei benefici anche al Sud».

    Da Alessano, terra di antenne e ripetitori, la voce dei “lumbard” rimbalza ogni giorno sulla frequenza di 105,600Mhz: notiziari, canzoni tradizionali della Lombardia e del Veneto, dibattiti a microfono aperto per i radioascoltatori del Nord. I temi preferiti: gli extracomunitari e i meridionali. I primi brutti e sporchi, da tenere lontani oppure chiusi nelle fabbriche. I secondi rubano i posti di lavoro ai settentrionali nella scuola e in tutti gli enti pubblici. Lo slogan ricorrente: «Roma ladrona». Nulla di nuovo sotto il sole per chi conosce il vocabolario dei leghisti. Ma gli eventi non arrivano per caso.

    E sulla diffusione al Sud delle frequenze della radio leghista circolano diverse spiegazioni. Una, gettonata dagli stessi leghisti, è quella politica. I leghisti sentono il vento in poppa e sognano di far crescere il loro potere. A Roma alzano la voce e premono su Berlusconi: «Andiamo al voto». Più consensi nelle regioni settentrionali è tra le ipotesi possibili. Ma anche i pochi voti del Sud contribuiscono a far crescere le percentuali. Il compito principale di radio Padania è contribuire al successo elettorale della Lega. A questa motivazione se ne aggiunge un’altra.

    Perché la scelta del Salento e della Puglia? In primo luogo i leghisti riscaldano il cuore dei radioascoltatori con il messaggio federalista, presentato come una sorta di paradiso terrestre nel quale tutti, al Nord e al Sud, vivranno nel migliore dei mondi possibili. Ciascuno comanda a casa propria, è sempre una bella frase, in qualsiasi punto della Terra. Ma c’è poi un filo che tiene insieme emozioni e politica. Ai “lumbard” sono simpatici pugliesi e salentini. Siamo considerati i meridionali più vicini al Nord.

    Matteo Salvini, europarlamentare della Lega e direttore di Radio Padania Libera, in un’intervista, spiegò bene la strategia, a cavallo della buona umanità e della politica delle piccole patrie: «Ho molti amici salentini e conosco bene la situazione della regione che non ha un’unica identità: c’è Foggia, Bari, il Salento. Lecce vuole staccarsi da Bari e creare una propria realtà istituzionale. Noi simpatizziamo per tutti i territori a vocazione secessionista e indipendentista. Per questo tra tutte le zone della Puglia abbiamo optato proprio per Alessano».

    E‘ questa la sorpresa: il Salento «secessionista» piace alla Lega. Ogni pezzo d’Italia è potenzialmente secessionista, soprattutto quando la crisi economica rende scarse le risorse. Questa storia presenta contorni ambigui, da definire meglio. Intanto, per un sortilegio della politica italiana, Radio Padania Libera è considerata una radio comunitaria. Cioè una radio che produce servizi culturali per aree geografiche e popolazioni minoritarie. Un modo per non abbassare la bandiera del pluralismo informativo e culturale di fronte alle radio commerciali che vivono con gli spot.

    In Italia ci sono due radio comunitarie: la cattolica “Radio Maria” e, appunto, quella leghista. Queste radio hanno dei vantaggi. In base alla legge finanziaria del 2001 possono acquisire frequenze in deroga ai regolamenti locali. E’ sufficiente che la frequenza acquistata non disturbi le altre. Sono necessari 90 giorni per usufruire del silenzio-assens o. Un’altra norma, del 2005, destina poi un milione alle due emittenti, da dividere in parti uguali. La radio leghista è attivissima nella permuta, negli scambi e negli acquisti-vendite delle frequenze. Da alcuni anni è in pieno svolgimento la campagna di colonizzazione dell’etere, incluse le aree meridionali. Secondo alcuni esperti, la finalità di questo attivismo non è politico ma solo economico, cioè valorizzare le frequenze per poi cederle ad altri operatori. Queste azioni, comuqnue, galvanizzano i fans di Bossi. «Conquisteremo il Sud», dice un radioascoltatore. E molti ripetono una giaculatoria: al Nord vive la gente onesta, al Sud c’è la mafia. L’ordine regna in Lombardia e nel Veneto, l’abusivismo nel Mezzogior no. Ma la Lega fa l’occhiolino ai salentini e ai pugliesi, diversi rispetto al resto del Sud. «Nel Salento trascorrerò le vacanze, in Campania non andrò mai», promette Matteo Salvini.

    La Gazzetta del Mezzogiorno.it | Radio Padania «invade» il Salento

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    288 amu
    Data Registrazione
    19 Sep 2009
    Località
    115
    Messaggi
    21,155
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Radio Padania «invade» il Salento

    AGGIORNAMENTO: Radio Padania sfrattata dal Salento "Ora via contributi e privilegi"

    Radio Padania sfrattata dal Salento
    "Ora via contributi e privilegi"
    Il ministero delle Comunicazioni accoglie l'esposto dei proprietari delle frequenze occupate abusivamente dall'emittente: "Impedita la svendita del territorio meridionale alla Lega Nord"
    di LELLO PARISE
    Lo leggo dopo

    Radio Padania sfrattata dal Salento. Il ministero delle Comunicazioni accoglie l'esposto dell'avvocato Gianluigi Pellegrino presentato in nome e per conto del gruppo Mixer media e sospende le trasmissioni dell'emittente leghista che dal 17 dicembre dell'anno scorso andavano in onda dalla Puglia meridionale sulla frequenza 105.6, già occupata però da radio Nice, che fa capo a Mixer media. "Li abbiamo rispediti al mittente", dice l'avvocato Pellegrino, che aggiunge: "E' stata impedita una svendita, anche giuridica, del territorio meridionale alla Lega Nord".

    Per Luigi Nicolardi, sindaco di Alessano, là dove radio Padania aveva attivato il proprio impianto, "l'intervento del ministero dello Sviluppo economico non risolve un'anomalia". Quella secondo cui radio Padania "diventa proprietaria della frequenza" se entro novanta giorni nessuno la reclama e, dopo tre mesi, può scambiare quella stessa frequenza con network commerciali. "Chiedo a tutti i parlamentari salentini", sottolinea Nicolardi, "di impegnarsi perché sia negato questo privilegio, concesso a Radio Padania dalla finanziaria Bossi-Berlusconi del 2001. Sono gli stessi Bossi e Berlusconi che continuano a tagliare i trasferimenti di risorse agli enti locali, mentre non tagliano i contributi a radio Padania".

    Radio Padania sfrattata dal Salento "Ora via contributi e privilegi" - Bari - Repubblica.it

  3. #3
    288 amu
    Data Registrazione
    19 Sep 2009
    Località
    115
    Messaggi
    21,155
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Radio Padania «invade» il Salento

    ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13 NOVEMBRE 2012

    Villa Castelli, Radio Padania approda nel Salento: iniziano le polemiche

    Villa Castelli è un paese pieno di ripetitori, pertanto il maggior esponente del Partito, Umberto Bossi, ha pensato bene di portare la sua voce in un territorio che di padano non ha nulla. Non si sono fatte attendere le polemiche con le dovute lamentele. A dar voce è stato il proprietario di Idea Radio Latiano, Tommaso D’Angeli, denunciando l’accaduto per mezzo di una lettera destinata al sindaco della provincia brindisina, Francesco Nigro e al Responsabile dei servizi territoriali, Roberto Barnaba.
    Non è la prima volta che il movimento padano attiva un impianto per le proprie trasmissioni nel Salento.
    D’Angeli sostiene che l’emissione parte dal Comune di Villa Castelli, in quanto è terreno di concentrazione di impianti radiotelevisivi, militari che in tempi non remoti hanno destato proteste da parte dei cittadini non solo per l’impatto ambientale sul territorio ma anche per l’emissione elettromagnetiche. Il proprietario di Idea Radio tiene a ribadire che secondo un Decreto Legge, Radio Padania può trasmettere in qualità di Radio Comunitaria Nazionale su tutto il territorio nazionale senza acquistare impianti, essenziale per tutto ciò è la comunicazione dell’attivazione al Ministero dello Sviluppo Economico- Comunicazioni.
    Si chiede solamente di non interferire con gli altri legittimi utilizzatori dello spettro radioelettrico. Per le emittenti locali, non solo il danno ma anche alla beffa. Dovranno documentare il tutto con campagne di misure radioelettriche e perizie, i disturbi nell’ascolto delle loro trasmissioni. Questo comporterà delle spese economiche non di poco conto.
    “Tommaso D’Angeli, invita il Sindaco di Villa Castelli e l’Arpa Puglia a verificare se Radio Padania abbia mai inoltrato istanza ai sensi di quanto disposto dal D.L. n.259/03, L.R. 05/92 e dal R.R. 14/06, per l’installazione delle antenne e dell’impianto nel comune di Villa Castelli, diversamente si prega di intervenire con urgenza secondo la propria autorità per la rimozione dell’impianto”.

    Villa Castelli, Radio Padania approda nel Salento: iniziano le polemiche | Edizione di LECCE ? Il quotidiano italiano

 

 

Discussioni Simili

  1. Radio Padania Libera occupa il Salento
    Di Napoli Capitale nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 24-01-11, 20:57
  2. Radio Padania e voi
    Di glenn nel forum Padania!
    Risposte: 99
    Ultimo Messaggio: 18-09-06, 12:09
  3. Radio Padania, anzi Radio Censura
    Di motan nel forum Padania!
    Risposte: 38
    Ultimo Messaggio: 31-03-06, 20:59
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-11-02, 17:21
  5. se in Radio Padania..
    Di carbonass nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 03-11-02, 21:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226