User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    75,430
    Mentioned
    603 Post(s)
    Tagged
    60 Thread(s)

    Predefinito INDIGNATEVI SU QUESTO: SPUNTI DI RIFLESSIONE

    Leggetevi questa:
    Da Tiscali Notizie:

    Altro che circolare...è un boomerang!
    (L'INPS, invalidi civili e la politica sorda)
    di Giulio Lobina
    Invia
    E sì. Tornerà indietro. Come tutto ciò che viene fatto senza pensare alle reali conseguenze. Come tutto ciò che, in Italia, accade da troppo tempo senza che nessuno riesca in qualche modo a farsi sentire come si deve. Non basta sentire che sulla revoca delle pensioni di invalidità di chi ha un reddito familiare superiore ai 16.000 euro annui sono insorti l'Italia dei Valori e la CIGL. La sordità di una persona si può capire. Quella dei politici è un silenzio assordante. Una circolare dell'INPS che in un colpo solo cancella fin troppe pensioni di invalidità. Migliaia di persone che si ritrovano senza un soldo da un mese all'altro, con le pensioni "bloccate". Come se poi fosse semplice portare avanti la procedura per sbloccarle.

    Non lo è. Non lo è in modo particolare per chi è affetto da alcune invalidità, come quelle psichiatriche, tali da non poter portare avanti le occupazioni più semplici della vita quotidiana. Figuriamoci le procedure per sbloccare una pensione. Certo, ci sono i familiari. Peccato che non tutte le famiglie siano unite. Peccato che, in certe famiglie, nessuno si prenda cura di un parente invalido. Poi ci sono gli amministratori di sostegno. Uomini e donne di buona volontà investiti dal tribunale tutelare o delegati dal Comune nel quale è residente la persona invalida (in accordo col Tribunale), a prendersi cura della persona.

    Noi amministratori di sostegno ci occupiamo di persone "extra-ordinarie". Sì. Di persone sole, di persone che da sole non sono in grado di gestire la propria vita e la propria economia. Facciamo la fila alle Poste, nelle banche, negli uffici protocollo...e le facciamo anche negli ospedali per i ricoveri, nelle sedi dei CAF e dell'INPS. E facciamo le file anche quando, la mattina, in orari d'ufficio, le sedi dell'INPS rimangono chiuse e bloccano il servizio offerto perchè troppo cariche di lavoro.

    Facciamo anche le file per organizzare le visite specialistiche, per chiedere ai medici i certificati specialistici, per organizzare ricoveri nelle Residenze Sanitarie Assistenziali o nelle strutture idonee per i nostri "beneficiari" (I beneficiari della tutela o della amministrazione di sostegno), "pazienti" per altri, "casi umani", "doppie diagnosi", "schizzofrenici", "borderline", e tutti quei mille nomi che si usano per indicare uno "status", piuttosto che una persona. Come se quasi fossero tutti senza nome. Categorie.

    Poi d'un tratto vai alle Poste a ritirare la pensione e non c'è. Non c'è più. Bloccata, sospesa, cancellata, revocata, ferma chissà dove e chissà perchè. Nessuna comunicazione, o infilata in cassette delle lettere sbagliate, o buttata nei cortili o mai partita. Potrei raccontarvi il caso del signor R. e della doppia F del suo nome che per anni bloccava la pensione per discordanza tra: libretto postale, decreto del tribunale e carta d'identità (gli errori burocratici o superficiali che bloccano i diritti). Si chiamava Rafaele ma per altri era Raffaele. O il caso della Signorina E. abbandonata a se stessa. Mangiava latte scaduto da due anni, al buio, con le unghie e i capelli più lunghi di qualsiasi altra persona io abbia mai visto in 29 anni di vita. Potrei raccontarvi mille casi e di tutti ricordo i nomi e i cognomi perchè sono persone che hanno diritto a quella pensione, che hanno diritto ad un sussidio, che hanno diritto alla loro dignità anche quando la FAMIGLIA preferisce abbandonarli.

    E l'abbandono dei familiari non si può neanche giudicare così alla buona. Non si può dire: "Sono brutte persone", perchè basta un giorno in compagnia di persone che soffrono di talune patologie invalidanti per comprendere quanto sia difficile anche solo rendersi utile per loro. Le famiglie non si giudicano. Non si possono giudicare. Ma la loro richiesta d'aiuto, anche nell'abbandono arrendevole della sofferenza celata per anni deve essere ascoltata. Invece abbiamo i politici sordi. Vergognosamente sordi che percepiscono fior fiore di pensioni d'oro e accettano a occhi chiusi le circolari boomerang che distruggono tutto ciò che è stato costruito per anni. E ripeto: non basta la voce di un solo partito e di un sindacato per cambiare le cose. Bisogna essere compatti in questi casi.

    Chi glielo dice al Signor M che la sua pensione non c'è più perchè magari è sposato (ma la moglie non ne vuole sentire di aiutarlo e c'è una causa di separazione in corso) e perchè la moglie magari percepisce uno stipendio tale da non consentire più al Signor M. di percepire la pensione perchè oggi è stato deciso così da una circolare INPS. Una circolare, non una legge. Ma nel silenzio della politica (IDV a parte, che sempre più viene demolita forse proprio perchè controcorrente) si azzera in un attimo un diritto riconosciuto dalla nostra costituzione. Dove va a finire l'uguaglianza sociale e la solidarietà sociale quando accadono queste cose?

    Ma non c'è tempo per pensarci. Ci sono le elezioni ora e sono tutti in campagna elettorale. Tutti a pensare alla credibilità dell'Italia in Europa, all'Europa e all'euro, ai caccia bombardieri, al numero dei parlamentari, alle alleanze, alla par condicio...e ci si dimentica degli italiani. Una politica che va contro le famiglie, contro i giovani, contro i lavoratori, contro i pensionati, contro gli invalidi civili...ma dove vogliamo andare?

    Davvero è più importante la maggioranza al Senato della vita delle persone? Della salute delle persone? Può una circolare dell'INPS sostituire la legge? Possiamo essere ciechi anche noi, sordi anche noi davanti a questa vergognosa ascesa della superficialità e dell'apparenza? E il principio di legalità esiste ancora?

    Ci vuole una Rivoluzione civile. Che non sia solo il nome di un movimento. Ci vuole un impegno totale verso i beni principali della vita. Il pane non deve mancare a nessuno. La casa non deve mancare a nessuno. Il lavoro non deve mancare a nessuno. E la solidarietà sociale è alla base di uno Stato democratico. Cancellare le pensioni in questo modo è come tassare con l'IMU in un modo tutt'altro che europeo. Non ci bastonerà l'Europa per questa circolare INPS, ma da un giorno all'altro ci sarà chi non avrà più nulla.

    Il Signor M. da questo mese non avrà più nulla dallo Stato e accadrà qualcosa di ormai classico. Qualcosa che, chi come me è Consigliere Comunale o si occupa dei Servizi Sociali in un piccolo comune vede tutti i giorni: il Comune prenderà in carico il caso. Il Comune spenderà in "toto" per prendersi cura della persona che, senza reddito, e senza pensione non ha nulla. Il Comune, oltre tutti i tagli del Governo e il blocco delle assunzioni, dovrà utilizzare i sempre minori fondi che riceve dallo Stato per prendere in carico persone che, con un minimo di pensione gestito da tutori o amministratori di sostegno, conducevano una vita difficilissima ma quasi dignitosa.

    Un boomerang che colpirà i Comuni, le piccole comunità di cui la Sardegna è ricca. E non solo lei.

    E' proprio vero: in questa Italia chi ha poco perde anche quel poco che ha. I ricchi? Beati loro.

    Ma il popolo è sovrano. Non l'INPS, non le banche, non la Finanza. Abbiamo già avuto il Nazismo ma non abbiamo imparato nulla dalla storia. Gli invalidi civili sono prima di tutto persone.

    La politica non cambia se non cambiamo noi.

    11 gennaio 2013

    Definire questa faccenda una vergogna è dire poco.
    L'INPS va sbaraccata, prima possibile.
    La religione di Cristo è troppo sottile per gli Orientali, a loro servono più principi politici. Ai loro occhi Maometto è superiore a Gesù, perché lo vedono agire.
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    75,430
    Mentioned
    603 Post(s)
    Tagged
    60 Thread(s)

    Predefinito Re: INDIGNATEVI SU QUESTO: SPUNTI DI RIFLESSIONE

    Per il momento l'INPS ha dovuto fare marcia indietro, anche perchè sono insorti i sindacati e diversi giuristi hanno contestato la validità della mossa dell'Istituto, basata su una sentenza di cassazione (a sezioni non unite) e sull'avidità di denaro dell'attuale gestione.
    Forse, solo forse, sarebbe anche giunto il momento di invitare il buon Mastrapasqua ad andare in pensione, lui che può.
    La religione di Cristo è troppo sottile per gli Orientali, a loro servono più principi politici. Ai loro occhi Maometto è superiore a Gesù, perché lo vedono agire.
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.

 

 

Discussioni Simili

  1. Mussolini: spunti per una riflessione...
    Di Contrario nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 04-10-07, 16:48
  2. Alcuni spunti di riflessione per un elettore di cdx...
    Di Sabotatore nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 30-05-06, 18:58
  3. OT - Il caso NAURU: spunti di riflessione?
    Di Iunthanaka nel forum Padania!
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 15-11-05, 17:49
  4. Spunti di riflessione
    Di Spirit nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-06-04, 00:02
  5. spunti per una riflessione
    Di benfy nel forum Repubblicani
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 09-01-04, 21:15

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226