User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,701
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Wink Paganesimo di Guillame Faye

    Paganesimo

    Attitudine filosofica o/e religiosa generalmente politeista e panteista,agli antipodi sia delle religioni rivelate della salvezza (Ebraismo,Cristianesimo,Islam),che dei dogmi monoteisti religiosi o laici o,ancora,del materialismo occidentale.


    Sentiamo Chistopher Gèrard, uno dei principali conoscitori (dall’interno) del Paganesimo:

    Il Paganesimo, come visione del mondo organica, è fedeltà alla propria stirpe,considerata in un quadro temporale vastissimo, radicamento nel territorio e apertura verso il sovrasensibile, partecipazione attiva al mondo, costante equilibrio tra forze del microcosmo (l’uomo) e quelle del macrocosmo (Gea, la terra). Il Paganesimo è la religione naturale per eccellenza, (non lo si confonda però con il primitivismo o con il buon selvaggio N.d.A.M.) la religione della natura e dei suoi cicli eterni, la più antica del mondo perché “nata” insieme all’uomo, dando per scontato che il mondo sia “nato” ma questo è un altro discorso. Sgombriamo il campo da certe false idee, il paganesimo non è una fissazione di qualche scapestrato o un elegante nostalgia di qualche letterato che cerca rifugio in mitiche età dell’oro,oso,invece,affermare,che il suddetto sarà la prima religione al mondo” Tratto da “Percorsi Pagani” editions.l’age de l’homme

    Il nostro amico stima a un miliardo e mezzo il numero dei pagani nei cinque continenti, per questo sostiene che il paganesimo crescerà in maniera esponenziale e forsè diventerà la più numerosa comunità religiosa,pur con le sue tantissime distinzioni. Lo stesso aggiunge ancora “Non voglio cadere in biechi moralismi ma personalmente sono convinto che il paganesimo sia incompatibile con tutto ciò che degrada e abbruttisce l’uomo. Gli è propria invece l’esaltazione della vita,dell’afflato eterno sfociante nel rifiuto totale e incondizionato di ciò che svilisce l’uomo,ad esempio le droghe,l’alcool in eccesso e uno stile di vita malsano e squilibrato.” Detto in altri termini, il paganesimo vissuto non deve essere qualcosa di destrutturante, tantomeno legato, da vicino o lontano, ai modi di vita lassisti e antivitalisti dell’Occidente attuale, come sostengono e cercano di far credere le alte e basse gerarchie vaticane. Il cosiddetto “Gay Pride” non ha assolutamente niente di un Baccanale pagano! Teniamolo sempre a mente. Dal’altra parte il paganesimo non ha nulla di superstizioso ne platealmente ritualistico, queste accuse dovrebbero invece indirizzarsi verso l’Islam (la religione che odia più di tutti i Pagani) che lo è alla massima potenza.

    Pierre Vial,invece,ha potuto scrivere che il Paganesimo non è semplicemente anticristiano, ma, a sua volta, è a-cristiano e post cristiano. Aggiunge ancora:

    Essere Pagani , significa rifiutare l’inversione dei valori che Nietzsche ha potuto denunciare nel cristianesimo. Significa prendere ad esempio gli Eroi e non i martiri. Il martirismo cristiano mi ha sempre dato il voltastomaco. Celebrare i valori di redenzione,pentimento e sofferenza mi sembra un incitamento al masochismo.”

    Oggigiorno i cristiani modernisti celebrano l’etnomasochismo e il colpevolismo totale rispetto al terzo mondo e alla colonizzazione di popolamento; si sentono anche in dovere di predicare il “diritto al pentimento”. Prosegue ancora Pierre Vial:

    Esaltare a tutta forza l’ometto gracile,debole,sofferente,malato mi sembra una cosa da pazzi,preferisco di gran lunga l’ideale greco dell’atleta che ogni giorno cerca di migliorarsi o ancora l’ideale stoico di Marco Aurelio. Occorre anche saper discernere tra paganesimo serio e semplice anticlericalismo o peggio ateismo. Un ultimo punto fondamentale: una definizione puramente intellettuale del paganesimo è insoddisfacente,è necessaria ma non è sufficiente,questo perché il paganesimo deve essere qualcosa di vissuto,anche nei più semplici ed elementari gesti della vita quotidiana. Il Paganesimo si afferma come potente risorsa sacrale,ribadendo l’immanenza del sacro sulla terra.” Tratto da “Une terre,une peuple”

    Per questi due autori (Gèrard e Vial) il paganesimo è quindi l’autentica “religione” dell’Europa molto più dei monoteismi,questo perché esso lega (re legere) gli uomini di una stessa comunità tra loro e questi ultimi al cosmo dove il divino è ovunque,dove,insomma,l’uomo vive a stretto contatto con gli dei,e non li lascia dormire nelle nuvole bianche…il cristianesimo ha secolarizzato il mondo,scindendolo in sacro e profano e relegando il divino alle volte celesti.

    Attenzione poi a non confondere un certo gnosticismo di matrice massonica con il paganesimo.

    I tratti distintivi di tutti o quasi i paganesimi sono: presenza del sacro e del sovrannaturale, concezione ciclica o sferica del tempo, (contro tutte le escatologie della salvezza monoteistico- progressiste,dove il tempo sfila in maniera lineare e si attende una fine della storia); rifiuto assoluto di considerare la natura come proprietà dell’uomo e quindi di sfruttarla all’infinito, alternanza di varie forme d’ebrezza ,da quella sessuale a quella ascetico-filosofica, apologia costante della forza vitale (il si alla vita e la grande salute del Zarathustra di Nietzsche) ancora,la visione di un mondo che è increato,eterno,dove tutto scorre,in cui non ci sia un inizio ed una fine,il sentimento tragico della vita (molto presente in pittori e scrittori del romanticismo/decadentismo europeo N.d.A.M.) che però non sfocia in un nichilismo nemico della vita,il culto degli antenati,della stirpe e della identità biologica e spirituale del proprio popolo,il rifiuto di qualsiasi verità rivelata e universale e quindi di tutti i dogmatismi,fanatismi e proselitismi.

    A questo proposito è bene diffidare da certi pseudo pagani da salotto i quali sostengono che il paganesimo sarebbe tolleranza assoluta secondo il principio del “politeismo sociale”. Questa gente parteggia con la chiesa post conciliare umanitarista che vorrebbe l’approvazione di leggi volte a far entrare tutti gli immigrati,l’ecumenismo con l’Islam e che si rifiuta di combattere la decadenza dei nostri tempi. Questo pseudo paganesimo di alcuni circuiti laici-modernisti è solo un'altra espressione della sinistra. In effetti,questi difendono un paganesimo che non esiste,anzi,difendono una forma di giudeo-cristianesimo al contrario,puramente negativo,insomma semplice anticlericalismo.

    FINE PT 1


    Guillame Faye
    Pourquoi nous combattons
    L’Aencre-Paris 2001

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,701
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Paganesimo di Guillame Faye

    PT II Paganesimo

    A questo proposito è bene diffidare da certi pseudo pagani da salotto i quali sostengono che il paganesimo sarebbe tolleranza assoluta secondo il principio del “politeismo sociale”. Questa gente parteggia con la chiesa post conciliare umanitarista che vorrebbe l’approvazione di leggi volte a far entrare tutti gli immigrati,l’ecumenismo con l’Islam e che si rifiuta di combattere la decadenza dei nostri tempi. Questo pseudo paganesimo di alcuni circuiti laici-modernisti è solo un'altra espressione della sinistra. In effetti,questi difendono un paganesimo che non esiste,anzi,difendono una forma di giudeo-cristianesimo al contrario,puramente negativo,insomma semplice anticlericalismo.

    Non si tratta,quindi,per questi pseudo pagani salottieri di una filosofia di vita,ma di un risentimento.
    Tra le altre cose non sono mai riusciti a dare una definizione e a vivere positivamente il loro astruso “paganesimo”. Questo falso paganesimo sfocia in maniera incredibilmente assurda in un pro-islamismo (quando si sa bene quale sarà il destino dei pagani sotto un califfato,essendo degli idolatri finiranno come i montoni di Ait–el-Khèbir) (se per questo anche il cattolicesimo considera “idolatri” i pagani e destina loro l’inferno eterno N.d.A.M.), e in egualitarismo tollerante che giustifica qualsiasi forma di devianza sulle pretese di un molto presunto “politeismo sociale”,ad esempio tolleranza totale verso l’antirazzismo,l’etnopluralismo,tribalismo,omofili a etc. Non si comprende quindi come possano criticare la chiesa se poi stanno sulle stesse posizioni di Mgr Gaillot e del loro umanitarismo post conciliare decadentista.

    Occorre affermare,al contrario di questa falsa vulgata,che il paganesimo per sua propria essenza è partigiano dell’ordine sociale,riflesso dell’ordine cosmico; è ,ancora,a sua volta,contrario alla fusione dei popoli e altresì all’individualismo massificante. La visione del mondo pagana è organica e olista e considera il popolo come una comunità di destino apparentata e gerarchizzata. Questo,ad esempio,lo si poteva constatare nella nozione Aristotelica dello Stato,costruito sul patriottismo e l’identificazione etnica (riflesso della diversità delle divinità e della natura) quest’ultima fondamentale nella nostra visione del mondo. Da un punto di vista filosofico possiamo affermare che la nozione di “volontà di potenza” è assolutamente compatibile con il paganesimo, a condizione che questa rispetti l’ordine naturale e cosmico e non si apparenti a una hybris accecante e frenetica destinata a spegnersi rapidamente. Il Paganesimo era l’antica religione dei nostri antenati,prima che arrivasse il cristianesimo,è,però,ancora vivo nei cuori e nelle anime di molti europei,si manifesta in tre maniere:
    Un cosiddetto “neo paganesimo” filosofico con le sue varie componenti Greche,Italiche,Germaniche,Slave,Celtiche,Scandina ve,etc..,questo è un paganesimo che non“crede” in dei personificati ma è piuttosto una visione sacrale,politeista e panteista del mondo,dove le divinità sono allegorie eterne rappresentanti le tante sfaccettature della vita e del cosmo,questo paganesimo conosce numerosi riti comunitari legati ai momenti della vita e ai cicli stagionali; lo possiamo trovare anche in numerosi capolavori dell’arte europea (ad esempio nella primavera del Botticelli,per citarne solo uno N.d.A.M.); abbiamo anche un paganesimo “selvaggio” che và dalla New age (che possiamo qualificare anche come americanata) al buddismo occidentalizzato. Segnaliamo,en passant,altre forme di paganesimo “contraffatto”,ad esempio quello troppo intellettualistico che,nella maggior parte dei casi è solo ateismo anti cattolico,poi ci sono i “pagani da salotto”secondo l’espressione del nostro amico C.Gèrard,e,infine,un paganesimo sotterraneo e implicito,quello presente sia nel cattolicesimo che nell’ortodossia slava,specialmente nei culti politeisti che essi incorporano. Non esistono “chiese” pagane. Il paganesimo non è sociologicamente unificato,infatti si dovrebbe parlare di “paganesimi”al plurale. Il termine “pagano” poi,è piuttosto squalificante,fu adottato dalla prima apologetica cristiana che cosi bollava gli abitanti del “pagus”,il villaggio. Un altro chiarimento,le cosiddette “sette” non appartengono a nessun titolo alla tradizione pagana europea,bensì a quella delle religioni della salvezza orientali.

    I Pagani di oggi devono aver l’intelligenza e la saggezza di non rifiutare a priori i cattolici tradizionalisti e vice-versa,perché la lotta contro il nemico comune è più importante. Su questo non dovrebbero sussistere dubbi,occorrerebbe invece stipulare un “compromesso storico”. Con la chiesa post conciliare e i prelati di sinistra invece, nessuna intesa sarà mai possibile

    Il principale rimprovero che viene mosso ai cristiani da parte dei pagani europei è lo stesso formulato da Pierre Vial,Giorgio Locchi, Louis Rougier, e cioè che le radici prime dell’egualitarismo, dell’universalismo e altresì del progressismo storico sono contenute in nuce nel cristianesimo,allo stesso modo si comportano il liberalismo mondialista e le ideologie totalitarie della salvezza,cementate dall’ossessione della fine della storia e da un umanitarismo che disarma totalmente l’Europa,queste ultime dottrine politiche sono la perfetta laicizzazione dei principi evangelici. L’universalismo,ad esempio, è mutato in cosmopolitismo laico e il concetto di carità cristiana è diventato invece l’umanitarismo masochista. E’ assolutamente evidente che il concetto di carità cristiana,nato e sviluppato all’interno del giudeo-cristianesimo, è rifiutato e inaccettabile in una visione pagana del mondo,ed è,a sua volta,la prima molla di disarmo morale delle società europee,della loro mancanza di combattività rispetto alla colonizzazione di popolamento dal terzo mondo. Alla stessa maniera,relegando la spiritualità alle volte celesti e desacralizzando il mondo terrestre,il cristianesimo ha preparato il terreno per l’avvento del materialismo ateo moderno. A tutta questa serie di accuse i cattolici tradizionalisti rispondono,seguendo Agostino e Tommaso d’Aquino,che l’eguaglianza e l’universalità del genere umano davanti a Dio non sono destinati ad essere applicati nella “Città”,ma,nell’aldilà,al cospetto del “giudizio finale”.

    Dobbiamo riconoscere,però,che il virus egualitario,universalista e antinazionalista (anti civico quindi) dei primi cristiani,fù neutralizzato dalla chiesa medievale,quella della cavalleria,è però
    Ricomparso in gran forza con la chiesa post conciliare moderna. La chiesa cristiana tradizionale,in effetti,che sia cattolica oppure ortodossa,incorpora importanti elementi pagani,ad esempio il politeismo della Santa Trinità ,il culto dei santi,la vergine Maria et cetera.. Notiamo anche,che,da Pelagio a Teilhard de Chardin,passando per Giordano Bruno,furono numerosi gli uomini di Chiesa
    Che tentarono una sintesi tra paganesimo e cristianesimo.

    L’essenziale,al giorno d’oggi, è affrontare il nemico comune,cioè l’Islam,il più astratto,il più intollerante,il più pericoloso tra tutti i monoteismi(che ha fatto da modello al totalitarismi moderni,molto prima del comunismo) di cui la chiesa cattolica si fa collaboratrice e i pseudo pagani da salotto i suoi obiettivi alleati con le loro fumose idee sociali etnopluraliste. Per questo è facile supporre che i veri nemici dell’Islam,nel XXI secolo,saranno i pagani dell’India e d’Europa,coloro i quali combatteranno in prima linea contro la religione totalitaria del deserto e non il clero cattolico o i laici repubblicani.

    Questo non significa che bisogna strumentalizzare il paganesimo e renderlo una “religione politica”.Il Paganesimo è un attitudine interiore, una posizione filosofica e spirituale,una scelta di valori,e non ha nessuna vocazione di diventare una religione istituzionale,una “nuova chiesa”.
    Il cattolicesimo europeo, prima che fosse desacralizzato dal Concilio Vaticano II,aveva una forte presa nella gente grazie anche alle sue reminiscenze pagane,quelle che molti teologi moderni le hanno sempre rimproverato accusandola di “pagano-cattolicesimo”,stessa accusa mossa da Lutero e Calvino in altri tempi. L’Ortodossia slavo-ellenica attuale non ha,invece,scordato la sua matrice culturale pagana.

    Concludiamo spronando ancora i veri pagani,quelli che si ispirano alla Grecia,a Roma,o all’India,ad una alleanza contingente con i cattolici tradizionalisti per combattere,da una parte,la gnosi massonica,dall’altra parte l’oscurantismo del colonizzatore mussulmano e,in terzo luogo,contro il virus materialista.

    Guillame Faye
    Pourquoi nous combattons
    L'Aencre-Paris
    2001

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,701
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Paganesimo di Guillame Faye

    Che ne pensate del "paganesimo" Fayano e degli amici di Terre et peuple?

    Personalmente li stimo molto,poi Christophe Gèrard ha scritto un libro bellissimo che consiglio vivamente,"parcours payenne".ciao

  4. #4
    Reazionario dal 380 e.v.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Avrea Aetas
    Messaggi
    1,497
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Paganesimo di Guillame Faye

    Penso che spesso le sue formulazioni siano affascinanti, ma a volte non sia dottrinalmente affidabile.
    Per quanto riguarda la "alleanza contingente" coi cattolici integralisti, penso che sia impossibile, sia perchè di loro non ci si può mai fidare, così lacerati nell'anima come sono, sia perchè da parte loro non è minimamente presa in considerazione. Noi siamo il male tanto quanto per l'islam e così via, quindi... ognuno per sé.
    Bisogna solo avere l'accortezza di non mescolare le questioni urgenti identitarie, dove è necessario anche il numero, con piani più elevati.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,701
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Paganesimo di Guillame Faye

    Citazione Originariamente Scritto da Iperboreus Visualizza Messaggio
    Penso che spesso le sue formulazioni siano affascinanti, ma a volte non sia dottrinalmente affidabile.
    Per quanto riguarda la "alleanza contingente" coi cattolici integralisti, penso che sia impossibile, sia perchè di loro non ci si può mai fidare, così lacerati nell'anima come sono, sia perchè da parte loro non è minimamente presa in considerazione. Noi siamo il male tanto quanto per l'islam e così via, quindi... ognuno per sé.
    Bisogna solo avere l'accortezza di non mescolare le questioni urgenti identitarie, dove è necessario anche il numero, con piani più elevati.
    Si è vero,dopotutto Faye ha avuto una preparazione "totale" si ma un pò approssimativa in certi campi,non poteva certo essere un novello Eliade.Rispetto alla eventuale alleanza con i cattolici sono d'accordissimo con te,ho provato diverse volte a spingere su quel tasto,ma oltre ad essere degradante per un gentile il scendere a compromessi con il fanatismo galileo,è assolutamente deleterio e impossibile,questo perchè lo stesso Islam che loro vorrebbero contrastare si basa su assiomi molto simili se non uguali ai loro,dopotutto noi siamo "idolatri" e finiremo all'inferno o nella gehenna...ognuno per la sua strada e non se ne parli più.Anche Faye li era stato molto machiavellico ma ha forzato troppo le cose,in maniera cosciente tra l'altro,ma forse i cattolcii francesi sono più secolarizzati dei nostriciao.

  6. #6
    Forumista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Umbria, Terni
    Messaggi
    875
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Paganesimo di Guillame Faye

    Ma lo stesso Guillame Faye che sosteneva la creazione di due religioni, una colta per le gerarchie, ed una superstiziosa per i plebei, così da controllarli meglio?

  7. #7
    Aghori
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    9,736
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Paganesimo di Guillame Faye

    Citazione Originariamente Scritto da Scapigliato" Visualizza Messaggio
    Ma lo stesso Guillame Faye che sosteneva la creazione di due religioni, una colta per le gerarchie, ed una superstiziosa per i plebei, così da controllarli meglio?
    Più o meno.
    Auspicava/prevedeva che l'élite aderisse ad uno "gnosticismo pagano" e la popolazione comune ad un Cattolicesimo di tipo medievale.
    Insomma, roba che in ogni caso fa a pugni con chi nella propria isteria vorrebbe cancellare il Cristianesimo.
    Gli Arya seggono ancora al picco dell'avvoltoio.

  8. #8
    .
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    9,351
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Paganesimo di Guillame Faye

    Citazione Originariamente Scritto da Scapigliato" Visualizza Messaggio
    Ma lo stesso Guillame Faye che sosteneva la creazione di due religioni, una colta per le gerarchie, ed una superstiziosa per i plebei, così da controllarli meglio?
    Proprio come Nietzsche:

    "Il filosofo come lo intendiamo noi, spiriti liberi - come l'uomo che ha la responsabilità più vasta e per il quale lo sviluppo dell'uomo (Gesammt-Entwicklung des Menschen) è un fatto di coscienza: questo filosofo si servirà della religione per la sua opera di allevamento e di educazione (Züchtungs- und Erziehungswerke) allo stesso modo in cui utilizzerà le condizioni politiche ed economiche del momento" (Al di là del bene e del male)


    "Redigere un codice come quello di Manu [dove è codificato l'ordine delle caste indiane] significa concedere a un popolo il diritto di divenire maestro, di divenire perfetto, di ambire alla somma arte della vita. A tale fine è necessario renderlo incosciente: questo è lo scopo di ogni sacra menzogna.

    Abbiamo appena considerato una legislazione religiosa che ha come scopo quello di «eternare» una grandiosa organizzazione sociale, condizione suprema perché la vita prosperi." (L'Anticristo)

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,701
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Paganesimo di Guillame Faye

    Citazione Originariamente Scritto da Scapigliato" Visualizza Messaggio
    Ma lo stesso Guillame Faye che sosteneva la creazione di due religioni, una colta per le gerarchie, ed una superstiziosa per i plebei, così da controllarli meglio?
    Esattamente, infatti l'elitè è quella che comanda e non potrebbe scegliere che una gnosi pagana come novelli Marco Aurelio o Giuliano Imperatore, alle plebi grezze e incolte và benissimo una semplice superstitio orientale,ne abbiamo diversi esempi.

  10. #10
    Aghori
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    9,736
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Paganesimo di Guillame Faye

    Citazione Originariamente Scritto da Arthur Machen Visualizza Messaggio
    Esattamente, infatti l'elitè è quella che comanda e non potrebbe scegliere che una gnosi pagana come novelli Marco Aurelio o Giuliano Imperatore, alle plebi grezze e incolte và benissimo una semplice superstitio orientale,ne abbiamo diversi esempi.
    Immagino che tu faccia parte dell'élite (l'accento va sulla prima "e", noi della plebe grezza e incolta teniamo all'ortografia).
    Gli Arya seggono ancora al picco dell'avvoltoio.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-09-12, 21:21
  2. I veri Pagani contro l'Islam-Guillame Faye
    Di Arthur Machen nel forum Destra Radicale
    Risposte: 35
    Ultimo Messaggio: 07-12-09, 09:09
  3. Ancora in ascolto di Guillame Faye
    Di Arthur Machen nel forum Destra Radicale
    Risposte: 104
    Ultimo Messaggio: 29-10-09, 23:13
  4. Padre Denis Guillame è mancato
    Di massimo57 nel forum Chiesa Ortodossa Tradizionale
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 27-06-08, 15:02
  5. Paganesimo vissuto, Paganesimo pensato
    Di Otto Rahn nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 11-04-07, 20:09

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226