User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,580
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rassegna stampa nella festa dei Sette Santi Fondatori (12 febbraio 2013)

    Centro studi Giuseppe Federici - Per una nuova insorgenza
    Comunicato n. 16/13 del 12 febbraio 2013, Sant’Eulalia

    Rassegna stampa del 12.2.2013

    Omicidi stradali
    Per motivi di spazio non possiamo elencare tutte le persone travolte e uccise nelle ultime settimane dagli immigrati.

    Libertà d’espressione
    «Ribadisco che il potere finanziario mondiale è in mano al sistema giudaico-massone». Per questa affermazione pubblica il capogruppo in Provincia della Lega Nord, Paolo Polidori, finirà davanti al gip. Il pm Antonio Miggiani ne ha chiesto il rinvio a giudizio e l’udienza è stata fissata per il prossimo primo luglio. Polidori è accusato di aver violato la Convenzione internazionale sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale. La convenzione era stata firmata nel 1966 ma è entrata a far parte del nostro ordinamento appena il 13 ottobre 1975. Praticamente istigazione all’odio razziale. (…) Il 17 aprile, dopo che la notizia della singolare affermazione era stata pubblicata dal Piccolo, Paolo Polidori - si legge nella denuncia dell'avvocato Kostoris - «anziché scusarsi per le proprie asserzioni replicava alle critiche della Comunità ebraica e ribadiva consapevolmente che il potere finanziario mondiale è in mano a un sistema giudaico massone». «Sono annichilito», ha commentato ieri Polidori. Ha aggiunto: «Si perde tempo per un misero mortale che ha fatto una dichiarazione di stampo politico ed economico senza voler entrare in questioni razziali». E ha proseguito: «Ho letto molti testi in cui ci sono citazioni di rabbini che parlano di sistema giudaico massonico. Sono una persona libera».
    «Quel sistema giudaico-massone» Polidori dal gip - Cronaca - Il Piccolo

    Squadrismo ebraico
    31/1/2013 - Nei quartieri di New York abitati dagli ebrei ortodossi ci sono “comitati della modestia”, che perlustrano le strade e minacciano gli abitanti che si comportano in modo da violare i precetti. In alcuni casi entrano nei negozi e persino nelle case, affrontando i proprietari che non seguono le regole. Chiedono che i manichini troppo osè vengano tolti dalle vetrine, o sequestrano iPad e cellulari. La denuncia viene dal New York Times, e segue uno sviluppo di cronaca che ha colpito molto la città. La settimana scorsa Nechemya Weberman, membro molto in vista del gruppo Satmar Hasidim di Brooklyn, è stato condannato a 103 anni di prigione per abusi sessuali contro una ragazza. Weberman è un terapista senza licenza, e la giovane gli era stata mandata proprio da uno di questi “comitati” per correggere il suo comportamento. La vicenda ha attirato l’attenzione su questo fenomeno, spingendo il Times a condurre un’inchiesta. Il risultato è che i gruppi autonominati di custodi della decenza sono molto diffusi, soprattutto in zone come Williamsburg. Sono persone che spesso hanno rapporti con i rabbini locali, ma non hanno un incarico o un ruolo formale all’interno della comunità. Di loro iniziativa, però, si arrogano il diritto di controllare il comportamento dei vicini e sanzionarli, se li giudicano in contrasto con i precetti. (…)
    La Stampa - New York, i comitati della modestia dividono la comunità ebraica

    La difesa della razza
    1/2/2013 - Israele obbliga le donne immigrate dall’Etiopia a trattamenti medici invasivi, imposti contro la loro volontà o effettuati di nascosto, con lo scopo di renderle sterili. Lo denuncia il quotidiano israeliano Haaretz, che cita anche l’ammissione di una fonte governativa, arrivata dopo che il mese scorso il dramma era stato portato alla luce da un programma televisivo del canale israeliano IETV. A dicembre, intervistate da Vaacum su IETV, trentacinque donne etiopi hanno raccontato di come, mentre si trovavano nei centri di transito etiopi in attesa di essere ammesse in Israele, fossero state avvicinate da assistenti sanitari israeliani che le hanno obbligate ad assumere un contraccettivo, spiegando che era una condizione strettamente necessaria per entrare nel Paese. Altre hanno invece raccontato di come fosse stato loro detto che si trattava di un semplice vaccino. Tutte loro poi sono state obbligate ad assumere il farmaco ogni tre mesi anche dentro i confini di Israele, come spiega il Times of Israel. Ad aggravare la situazione, il fatto che il farmaco somministrato, il Depo-Provera, non è un semplice contraccettivo, ma un farmaco altamente invasivo, il cui uso può comportare una drastica diminuzione della densità ossea. E soprattutto è alto il rischio di sterilità una volta interrotta l’assunzione. In alcuni paesi il medrossiprogesterone acetato, che è alla base del farmaco, è utilizzato per la castrazione chimica degli stupratori. Mentre nel resto del mondo è somministrato con grande cautela a donne mentalmente disabili o pazienti d’istituti psichiatrici. Oltre a una vita spesso ai margini della società, nei campi in cui sono confinati “per adattarsi agli usi della società”, la comunità etiope in Israele è soggetta a un rigoroso controllo delle nascite da parte dello Stato. Le associazioni umanitarie accusano che tra i falascia (o Beta Israel) il tasso di natalità negli ultimi dieci anni sia diminuito addirittura del 50%. (…)
    Israele, Haaretz: ?Etiopi rese sterili con farmaci imposti nei campi profughi? - Il Fatto Quotidiano

    Parigi: adesso che gli uomini si vestono da donne, le donne possono vestirsi da uomini
    4/2/2013 - PARIGI - Le parigine sono finalmente, nel 2013, autorizzate a indossare i pantaloni senza correre il rischio di finire in carcere. Ci sono voluti due secoli affinché il ministero delle Pari Opportunità abrogasse l'ordinanza della polizia che risale alla fine del XVIII secolo e dispone che il gentil sesso nella capitale francese non possa coprire le gambe se non per ragioni mediche. In seguito due circolari estesero l'eccezione anche per le donne in bicicletta o a cavallo. (…) La vecchia norma, per la quale «ogni donna che desidera vestirsi da uomo deve presentarsi alla prefettura di polizia per ottenere l'autorizzazione», concessa solo per ragioni mediche, era stata pronunciata a Parigi il 17 novembre del 1799 perchè qui era nato il movimento dei sanculotti, figura emblematica della Rivoluzione francese. Questi rivoluzionari rivendicavano il diritto di portare i pantaloni lunghi per contrasto con la borghesia che portava le 'culottes', i mutandoni che arrivavano sotto il ginocchio. Per solidarietà anche le donne vollero indossare i pantaloni. Ma la polizia lo vietò, varando la controversa ordinanza. La gonna è stata anche la «divisa» imposta alle donne nel parlamento francese fino agli anni Ottanta. (…)
    Parigi sdogana i pantaloni per le donne: abrogato divieto del 1800 - Il Messaggero

    Che Quaresima ‘sto Concilio…
    5/2/2013 - L’11 Ottobre 2012 Benedetto XVI ha solennemente celebrato il 50° anniversario dell’apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II, voluto e iniziato dal Beato Giovanni XXIII, il “Papa Buono”. Il Beato Giovanni Paolo II, sin dall’inizio del Suo pontificato, aveva insistito “sulla permanente importanza del Concilio Vaticano II… pietra miliare nella storia bimillenaria della Chiesa e, di riflesso, nella storia religiosa ed anche culturale del mondo”. Nel suo testamento spirituale aveva poi annotato: “Sono convinto che ancora a lungo sarà dato alle nuove generazioni di attingere alle ricchezze che questo Concilio del XX secolo ci ha elargito” (17 Marzo 2000). A sua volta, Benedetto XVI ha riconosciuto nel Concilio la bussola del cammino da seguire: “Nell’accingermi al servizio, che è proprio del Successore di Pietro, voglio affermare con forza la decisa volontà di proseguire nell’impegno di attuazione del Concilio Vaticano II… Col passare degli anni, i documenti conciliari non hanno perso di attualità; i loro insegnamenti si rivelano anzi particolarmente pertinenti in rapporto alle nuove istanze della Chiesa e della società globalizzata del nostro presente” (21 Aprile 2005). Dedico, perciò, il messaggio della Quaresima 2013 a quanto il Concilio mi sembra abbiano ancora da dire a tutti noi. (…) (Messaggio di Quaresima di mons. Bruno Forte, “arcivescovo” di Chieti)
    Il Beato Giovanni XXIII e il Concilio Vaticano II, dono e profezia per la Chiesa e per il mondo | ZENIT - Il mondo visto da Roma

    Tortafobia
    6/2/2013 - Un bel pasticcio, verrebbe da dire. Sì, perché a Aaron Klein, cristiano e pasticcere in quel di Gresham (Oregon), il rifiuto di preparare una torta nuziale per una coppia di lesbiche potrebbe costare una multa di 50mila dollari. In effetti, secondo quanto scrive l’agenzia cattolica Aci Prensa, il proprietario della pasticceria “Sweet Cakes by Melissa” deve affrontare una causa presso l’Ufficio Generale dello stato dell’Oregon dopo la denuncia delle due donne. «Sono cristiano e credo che, come dice la Bibbia, il matrimonio sia quello tra un uomo e una donna. Non penso di dover essere punito per questo», ha dichiarato l’uomo ai media locali. Di tutt’altro avviso una delle denuncianti, Laura Bowman, secondo cui il pasticcere avrebbe apostrofato le due donne con un poco tollerante “siete un abominio agli occhi del Signore” e rincarato la dose con argomenti del tipo: “Il vostro denaro non è uguale a quello degli altri”. Frasi che avrebbero fatto scoppiare in lacrime la compagna della Bowman. Klein, dal canto suo, nega di aver mai pronunciato quelle parole: « Non ho intimidito nessuno. Ho semplicemente ribadito di non perdere il loro tempo con me perché io non avrei fatto torte per un matrimonio omosessuale». Matrimoni che non sono comunque legali in Oregon dove invece sono riconosciute le unioni civili (tra etero oppure omosessuali).
    ?Non fai la torta per le nozze gay? Multa di 50 mila dollari? - Vatican Insider

    La Russia tutelata l’infanzia
    8/2/2013 - I diritti dei gay avanzano in Occidente, ma non nella Russia del ‘macho’ Putin. Anzi, Mosca minaccia di ridurre il numero delle adozioni di bambini russi in Francia e in Gran Bretagna, se in questi due Paesi si arriverà al riconoscimento del matrimonio omosessuale, dopo i primi importanti passi legislativi dei giorni scorsi. Una reazione che segue il recente divieto delle adozioni in Usa come risposta ‘asimmetrica’ alla legge Magnitski, adottata negli Stati Uniti per mettere al bando tutti i funzionari russi ritenuti coinvolti nella morte in cella dell’omonimo avvocato anti corruzione. E che arriva dopo la recente approvazione in prima lettura di un progetto di legge che punisce con multe salate la propaganda dell’omosessualità presso i minori. “I gay francesi non avranno i nostri bambini”, si era affrettato a commentare martedì Pavel Astakhov, delegato del Cremlino per i diritti dell’infanzia. E Konstantin Dolgov, rappresentante per i diritti umani presso il ministero degli Esteri russo, ieri ha rincarato: “I parlamenti britannico e francese hanno legalizzato i matrimoni omosessuali, questo diminuisce le possibilità di adozione dei bambini russi da parte dei cittadini di questi Paesi”, ha twittato. Il timore è che possano finire nelle mani di coppie gay. Anche Narishkin, presidente della Duma, ha lasciato intendere che Mosca potrebbe rendere più severe le sue regole di adozione per la Francia. In Russia l’omosessualità è rimasta reato sino al 1993, ed è stata considerata malattia mentale sino al 1999.
    ?Mai bimbi russi ai francesi gay?

    ____________________________


    :: Centro Studi Giuseppe Federici - Per una nuova Insorgenza ::

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    IPERURANIO INTERIORE
    Messaggi
    2,998
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Lightbulb Re: Rassegna stampa nella festa dei Sette Santi Fondatori (12 febbraio 2013)

    12 FEBBRAIO 2019: I SETTE SANTI FONDATORI DELL’ORDINE DEI SERVI DELLA BEATA VERGINE MARIA…



    «12 FEBBRAIO I SETTE SANTI FONDATORI dell'Ordine dei Servi della B. V. Maria»
    "Guéranger, L'anno liturgico - 12 febbraio. I Sette Santi Fondatori dell'Ordine dei Servi di Maria"
    http://www.unavoce-ve.it/pg-12feb.htm




    http://www.sodalitium.biz/sette-santi-fondatori/
    «12 febbraio, i Sette Santi Fondatori, Confessori.

    “I sette santi Fondatori dell’Ordine dei Servi della beata Vergine Maria, Confessori, la cui deposizione si celebra nei rispettivi giorni. Essi, che in vita furono congiunti da uno stesso spirito di vera fraternita? e dopo morte ebbero tutti uniti la venerazione del popolo, dal Papa Leone decimoterzo furono anche insieme ascritti nel catalogo dei Santi”.
    A voi veniamo, nostri Padri antichi, come figli, discepoli, amici, per apprendere da voi, immagini vive di Cristo, come si ami Dio sopra ogni cosa e per i fratelli si spenda la vita; come il perdono vinca l’offesa e con il bene si ricambi il male; come al bisognoso si tenda la mano, dell’afflitto si lenisca la pena, il cuore si apra all’amico; come insieme ricostruisca la casa, e nella dimora paterna si viva, un cuor solo e un’anima sola. Ci accompagni, Padri nostri, il vostro esempio di comunione fraterna e di servizio a santa Maria, e ci sostenga la vostra intercessione e la materna protezione di Nostra Signora, oggi e in ogni tempo della nostra vita. Così sia.»
    http://www.sodalitium.biz/wp-content...ondatori-1.jpg






    "Sante Messe - Sodalitium."
    http://www.sodalitium.biz/sante-messe/

    "S. Messa in provincia di Verona - Sodalitium."
    http://www.sodalitium.biz/s-messa-provincia-verona/

    “Sodalitium - IMBC.”
    https://www.youtube.com/user/sodalitium

    “Omelie dell'I.M.B.C. a Ferrara.”
    https://www.facebook.com/OmelieIMBCFerrara/

    http://www.oratoriosantambrogiombc.it/
    “Oratorio Sant'Ambrogio, Milano - Offertur Oblatio Munda (Malachia 1, 11).”




    «Don Floriano Abrahamowicz - Domus Marcel Lefebvre.
    http://www.domusmarcellefebvre.it/
    https://www.youtube.com/user/florianoabrahamowicz/
    V domenica d. Epifania (Santa Messa)
    https://www.youtube.com/watch?v=adVRJ95yZLk
    V domenica d. Epifania - (Omelia)
    https://www.youtube.com/watch?v=oJR8QmeMXOs
    IV dom. dopo l'Epifania
    https://www.youtube.com/watch?v=tmgotU8TwQw
    IV domenica dopo Epifania (Omelia)
    https://www.youtube.com/watch?v=BBMsKuQKlgQ
    Purificazione della S. Vergine Maria
    https://www.youtube.com/watch?v=rS2tdVj3e_A
    III dom. dopo l'Epifania
    https://www.youtube.com/watch?v=vqLfMJ2qKmo
    http://www.domusmarcellefebvre.it/santa-messa-1.php]
    La Santa Messa tutte le domeniche alle ore 10.30 a Paese, Treviso».





    https://www.facebook.com/catholictradition2016/
    «MARTIROLOGIO ROMANO, 1955. Sancti et Sanctae Dei, orate pro nobis.»
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...45&oe=5CDFC9E6






    https://stateettenetetraditiones.blo...rdine-dei.html
    “martedì 12 febbraio 2019
    I Santi Sette Fondatori dell'Ordine dei Servi della Beata Vergine Maria, Confessori

    Doppio.
    Paramenti bianchi.
    Nel secolo XIII, allorché le contrade più fiorenti d'Italia erano divise dallo scisma funesto dell'imperatore Federico II e da crudeli fazioni, la provvidenza misericordiosa di Dio suscitò, fra gli altri uomini illustri per santità, sette nobili mercanti fiorentini, i quali, uniti nella carità, offrissero uno splendido esempio di amore fraterno.
    Questi sette uomini, vale a dire Bonfiglio (o Buonfiglio) dei Monaldi(†1262), Bonagiunta (o Buonagiunta) Manetti (†1257), Manetto dell'Antella (†1268), Amadio (o Amedeo o Amideo) degli Amidei(†1266), Uguccione degli Uguccioni (†1282), Sostene (o Sostegno) dei Sostegni (†1282) e Alessio Falconieri (†1310), appartenevano alla Compagnia dei Servi di Santa Maria, o dei Laudesi (o dei Laudanti), cioè una pia confraternita che al loro tempo sorgeva accanto alla cattedrale di Santa Reparata a Firenze e che si proponeva di tributare un culto speciale alla Santissima Vergine. Il dì dell'Assunzione della Beata Vergine Maria dell'anno 1233, mentre pregavano con maggior fervore la Madre di Dio, esaltandone la vita e i dolori con laudi in lingua volgare, in una delle radunanze di questa pia confraternita, apparve a ognuno di essi la stessa Madre di Dio, invitandoli ad abbracciare un genere di vita più santo e più perfetto.
    Preso pertanto prima consiglio dell'arcivescovo di Firenze, questi sette uomini, rinunziando alla nobiltà e alle ricchezze del casato (Evangelium), portando un cilizio sotto le vesti poverissime e usate, si ritirarono l'8 settembre 1233 in un'umile casetta di campagna (Villa Camarzia) per inaugurarvi il principio di una vita più santa il giorno stesso in cui la Madre di Dio aveva cominciato la sua vita santissima in mezzo ai mortali. Il sacerdote Iacopo da Poggibonsi, cappellano dei Laudesi e loro direttore spirituale, celebrò la Santa Messa e impose a ciascuno di essi l'abito dei Fratelli della Penitenza, un mantello e una tunica di lana grezza di colore grigio. Il più anziano di loro, Bonfiglio dei Monaldi, fu eletto superiore della piccola comunità, che alternava la giornata tra la preghiera, il lavoro e la questua per le vie della città.
    Dio mostrò con un miracolo quanto gli fosse accetto questo tenore di vita. Infatti, poco dopo, allorché questi sette uomini domandavano elemosina alle porte delle case per la città di Firenze, avvenne che d'un tratto furono acclamati “Servi della Beata Maria” dalla voce di alcuni bambini, tra cui ci fu San Filippo Benizi di appena cinque mesi di età: e col qual nome furono poi sempre chiamati. Quindi, onde evitare il concorso del popolo e presi dall'amore della solitudine, nel 1234, si ritirarono tutti nella solitudine del Monte Senario, vicino a Firenze, dove intrapresero un genere di vita veramente celeste. Infatti abitavano in caverne, contenti di sola acqua e di erbe; mortificavano il corpo con veglie ed altre austerità in espiazione dei peccati degli uomini (Inno del Mattutino), e meditavano continuamente la passione di Cristo e i dolori della sua afflittissima Madre (Oratio, Postcommunio). Applicandosi una volta a ciò con più ardore il Venerdì Santo, apparve loro a più riprese la stessa Beata Vergine Maria, mostrando l'abito lugubre che dovevano vestire; e fece conoscere che le sarebbe stato graditissimo se avessero fondato nella Chiesa un nuovo ordine religioso, il quale ricordasse continuamente e promovesse la memoria dei dolori che ella soffrì sotto la croce del Signore. San Pietro, illustre Martire dell'Ordine dei Predicatori, avendo appreso queste cose dalla relazione famigliare che aveva con quei santi uomini e anche da una particolare rivelazione della Madre di Dio, li indusse a fondare un ordine religioso sotto il nome di Servi della Beata Vergine Maria (Oratio).
    Il sommo Pontefice Innocenzo IV per primo concesse loro la protezione della Santa Sede e l'approvazione della vita di povertà e di penitenza da essi abbracciata con la bolla Ut religionis vestrae del 1° agosto 1254; il successore, il sommo Pontefice Alessandro IV, nel 1256 confermò questo atto del suo predecessore con la lettera Deo grata. La Regola e le Costituzioni dell'ordine furono approvate definitivamente solo dal sommo Pontefice Benedetto XI con la bolla Dum levamus dell'11 febbraio 1304.
    Pertanto quei santi uomini, cui si erano uniti numerosi compagni, cominciarono a percorrere le città e le borgate d'Italia, principalmente della Toscana, ovunque predicando Cristo crocifisso, calmando le civili discordie e richiamando sul sentiero della virtù pressoché innumerevoli traviati. Onorarono con le loro fatiche evangeliche non solo l'Italia, ma anche la Francia, la Germania e la Polonia. Infine dopo aver sparso in lungo e in largo il buon odore di Cristo, ed essersi resi ancora illustri in portenti, se ne volarono al Signore. Ma come la vera fratellanza e la religione li aveva riuniti in vita in un solo e medesimo amore, così dopo morte li racchiuse una stessa tomba sul Monte Senario, ed ebbero una stessa venerazione nel popolo. Quindi il sommo Pontefice Clemente XI confermò dapprima il culto di Alessio Falconieri (1° dicembre 1717), poi il sommo Pontefice Benedetto XIII quello dei suoi sei compagni (1725). Infine, il sommo Pontefice Leone XIII, dopo averne approvati i miracoli, operati da Dio per loro collettiva intercessione dopo che era stata concessa la loro venerazione, nel cinquantesimo anno del suo sacerdozio, il 15 gennaio 1888, li arricchì degli onori dei Santi, e stabilì che ogni anno se ne celebrasse la memoria in tutta la Chiesa con Ufficio e Santa Messa.
    «Infiammati di amore per l'afflitta Madre di Gesù» (Secreta), «associamoci alle lacrime» (Oratio) dei santi, che festeggiamo oggi, affinché, «meritando di gustare i frutti della Redenzione di Cristo (Postcommunio), abbiamo parte alle loro gioie» (Oratio).”
    https://2.bp.blogspot.com/-1R54LMf3F...ne%2BMaria.jpg





    https://1.bp.blogspot.com/-z1Xx_c9Hk...%2BServiti.jpg










    https://www.sursumcorda.cloud/
    https://www.facebook.com/CdpSursumCorda/
    «Carlo Di Pietro - Sursum Corda»
    https://www.sursumcorda.cloud/artico...a-eretico.html
    https://www.sursumcorda.cloud/tags/numero-147.html







    «Radio Spada è un sito di controinformazione cattolico http://www.radiospada.org e una casa editrice http://www.edizioniradiospada.com »
    https://www.facebook.com/radiospadasocial/
    « 12 FEBBRAIO 2019: I SETTE SANTI FONDATORI dell'Ordine dei Servi della B. V. Maria »
    https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net...8f&oe=5CEEDABD










    http://liguesaintamedee.ch/
    https://www.facebook.com/SaintAmedee/
    «Intransigeants sur la doctrine ; charitables dans l'évangélisation [Non Una Cum].»
    “Mieux vaut une petite œuvre dans la Vérité, qu’une grande dans l’erreur.”

    12 février : Saint Ludans, Confesseur :: Ligue Saint Amédée
    “12 février : Saint Ludans, Confesseur”
    http://liguesaintamedee.ch/applicati...int_ludans.jpg





    12 février : Sainte Eulalie de Barcelone, Vierge et Martyre (? 304) :: Ligue Saint Amédée
    “12 février : Sainte Eulalie de Barcelone, Vierge et Martyre († 304)”
    http://liguesaintamedee.ch/applicati...te_eulalie.jpg





    12 février : Les Sept Saints Fondateurs de l?ordre des Servites :: Ligue Saint Amédée
    “12 février : Les Sept Saints Fondateurs de l’ordre des Servites”
    http://liguesaintamedee.ch/applicati...s_servites.jpg








    Lodato sempre sia il Santissimo nome di Gesù, Giuseppe e Maria!!!
    Christus vincit! Christus regnat! Christus imperat!
    Luca, Sursum Corda – Habemus Ad Dominum!!!
    ADDIO GIUSEPPE, mio caro fratello di sangue e spirito, sono LUCA e nel mio CUORE sarai sempre PRESENTE!
    NOI 2 insieme, uniti OLTRE LA MORTE ed il tragico DESTINO SIA IN TERRA CHE IN CIELO, per SEMPRE VEDREMO LA LUCE - SURSUM CORDA!

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-02-19, 01:53
  2. Rassegna stampa nella festa dei Santi Filippo e Giacomo
    Di Guelfo Nero nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01-05-18, 21:53
  3. Rassegna stampa nella festa dei Santi protomartiri romani
    Di Luca nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-06-13, 11:56
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-01-10, 03:14
  5. Rassegna stampa nella festa dei Santi Innocenti Martiri
    Di Luca nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-12-09, 13:06

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226