User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: Chi voti?

Partecipanti
21. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Scelta Civica Popolare

    3 14.29%
  • Partito Democratico

    1 4.76%
  • Sinistra Ecologia e Libertà

    4 19.05%
  • Movimento 5 stelle

    1 4.76%
  • Fermare il Declino

    2 9.52%
  • Patria Italia

    5 23.81%
  • Lega Nord

    0 0%
  • Altri

    2 9.52%
  • Astensione/bianca/nulla

    3 14.29%
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 16
Like Tree1Likes

Discussione: Elezioni 2018, normalizzazione politica.

  1. #1
    Populista
    Data Registrazione
    24 Sep 2010
    Messaggi
    5,649
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    41 Thread(s)

    Predefinito Elezioni 2018, normalizzazione politica.

    Le elezioni del 2013 finiscono come ampiamente previsto dai sondaggi, ossia con una mezza vittoria di IBC che si ferma a 150 senatori. RC e FID fuori dal parlamento. Segue la famigerata convergenza PD-Monti, SeL preferisce non far parte del governo e passa all'opposizione.
    Il nuovo governo vede Bersani premier e Monti ministro dell'Economia. Prodi al quirinale.
    La maggioranza è abbastanza solida e riesce a durare l'intera legislatura, durante questi anni vengono partorite varie riforme, dalle liberalizzazioni al lavoro, viene portato avanti il processo di spending review ma sensa massicci tagli allo stato sociale. Non viene riformato seriamente il welfare per il veto dei giovani turchi. Una timida riduzione dell'irpef e della tassazione sul lavoro viene portata avanti negli ultimi anni della legislatura, l'IMU invece resta dov'è. Nessun progresso sui diritti civili per il veto dei montiani. La congiuntura economica migliora sensibilmente ed anche l'Italia ne beneficia, i conti pubblici si stabilizzano su parametri virtuosi.
    Complice l'età, a causa della sconfitta elettorale Berlusconi decide di ritirarsi dalla politica e come previsto il PDL nei mesi successivi si spacchetta in movimenti effimeri. A beneficiare del fuggi fuggi sono principalmente Monti e i partitini di estrema destra. Il nuovo assetto della destra ruota sempre più intorno a due poli: i montiani da un lato ed una nuova formazione di estrema destra, risultato della fusione dei vari Fratelli d'Italia, La Destra, ecc... con il nome di Patria Italia.
    Per cercare di superare il personalismo del movimento, Monti si fonde con UDC, FLI, ex-PDL in un unico soggetto politico: Scelta Civica Popolare (scusate non mi viene in mente niente di meglio )
    Con l'allentamento della crisi economica anche il M5S si sgonfia lentamente, scoppiano alcuni scandali in seguito al trasformismo di vari parlamentari grillini che aggravano la situazione.

    Viene cambiata le legge elettorale in un sistema tipo spagnolo: proporzionale con circoscrizioni da 7 seggi, nessuno sbarramento (formalmente). In pratica i partiti grandi sono sovrarappresentati,i medi sottorappresentati ed i piccoli non hanno speranze.


    Scelta Civica Popolare
    Il segretario è Passera, convinto da Monti a tornare sulla scena.
    Dietro ci sono i vari Casini, Fini, Pisanu + qualche liberale, tipo Ichino, oltre alla truppa “civile” dei montiani fra cui Montezemolo, Tinagli, Bombassei. Il partito promuove una più incisiva riduzione delle tasse, una riduzione del pubblico impiego, la semiprivatizzazione dell'università. Naturalmente è saldamente conservatore sui temi etici.


    Partito Democratico
    Nel 2013 Bersani viene confermato segretario nonostante la mezza vittoria, a spese di Civati. Il partito rimane grosso modo unito negli anni seguenti. Pochi mesi prima del voto le primarie vengono vinte per pochi voti da Renzi, sostenuto anche da Civati, contro Letta, candidato della nomenklatura. C'era anche Fassina candidato per i giovani turchi, il terzo posto alle primarie lo convince ad uscire dal partito per entrare in SeL. Il partito è ancora fortemente plurale, ma la leadership di Renzi rafforza i toni liberaldemocratici.
    Le proposte politiche più significative sono la riforma del welfare in senso universalistico e una riforma della scuola in senso verticale. Il partito è aperto ai diritti civili.


    Sinistra Ecologia e Libertà
    Il partito monopolizza fin da subito l'opposizione di sinistra al governo, riuscendo ad aumentare consenso elettorale nei sondaggi. Alla vigilia delle nuove elezioni, rinforzato da molti giovani turchi, tipo Fassina e Orfini, si propone come formazione saldamente a sinistra ma aperta ad un accordo con il PD. I punti forti del programma sono la patrimoniale sulle grandi ricchezze ed un massiccio piano di investimenti pubblici per il sud.


    Fermare il Declino
    Nonostante il partito non sia riuscito ad entrare in parlamento nel 2013, il notevole risultato del 3% ha dato visibilità al movimento permettendogli negli anni seguenti di capitalizzare sulle macerie della Lega e del PDL nel nord Italia. Invece al sud il partito è molto debole. I nomi sono gli stessi di oggi.
    Si presenta alle elezioni come alternativa liberale e liberista, con un programma analogo a quello attuale, pronto ad un accordo con Scelta Civica Popolare.


    Patria Italia

    Le varie anime della destra hanno trovato una sintesi efficace nella figura della segretaria Giorgia Meloni, che guida un partito nazionalista, euroscettico ma non del tutto estraneo ad un accordo con il centrodestra. Una sorta di ritorno ad AN. Vivono nel partito anche Storace, La Russa, Alemanno. Pruomuove il ritorno alla lira, l'uscita dall'UE, una stretta all'immigrazione sul modello danese.


    Movimento 5 stelle

    Fortemente ridimensionato, abbandonato da molti elettori che non lo ritengono adeguatamente antisistema, risulta comunque abbastanza carico. Le continue lotte del M5S oltre all'attenzione a temi sociali e ambientali hanno piano piano portato il partito verso sinistra, in accordo con la maggior parte della dirigenza ed i parlamentari, trasformandolo in una sorta di Italia dei Valori.
    Il partito continua a proporre l'abbattimento dei costi della politica, praticamente ignorato dal governo uscente, ma stavolta si dichiara disposto ad un appoggio esterno ad un governo di sinistra che accolga le sue richieste.

    Lega Nord
    Nonostante la macroregione divenga una realtà, il partito, visto come troppo compromesso con Berlusconi, non ritorna ai livelli di un tempo ed anzi perde terreno a vantaggio di FID. Non c'è spazio per la Lega nel nuovo centrodestra, ed infatti il partito torna ad assumere toni da anni '90, si presenta come fuori dai poli, vuole la secessione o almeno il federalismo fiscale. I personaggi sono i soliti, c'è anche Tremonti convertito al leghismo, e Maroni è ancora segretario.

    Radicali
    Fanno un accordo con FID per farsi rappresentare in parlamento.

    Rifondazione/IDV/Verdi
    Gli elementi più moderati finiscono in SeL, gli altri vanno in pensione o rimangono a percentuali da prefisso telefonico.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Populista
    Data Registrazione
    24 Sep 2010
    Messaggi
    5,649
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    41 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni 2018, normalizzazione politica.

    Media sondaggi 15gg dal voto

    SCP 35

    PD 30

    SeL 6

    M5S 7

    FiD 7

    PI 8

    LN 4

    Altri 3

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,438
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni 2018, normalizzazione politica.

    Perchè scrivi che la macroregione diviene una realtà?
    Cmq l'unica cosa che mi piace abbastanza è la legge elettorale.
    E mi astengo.
    Ultima modifica di von Dekken; 13-02-13 alle 15:12

  4. #4
    Populista
    Data Registrazione
    24 Sep 2010
    Messaggi
    5,649
    Mentioned
    136 Post(s)
    Tagged
    41 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni 2018, normalizzazione politica.

    Citazione Originariamente Scritto da von Dekken Visualizza Messaggio
    Perchè scrivi che la macroregione diviene una realtà?
    Chiedo scusa per le imprecisioni, intendo dire semplicemente che Maroni diventa presidente della Lombardia.

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,438
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni 2018, normalizzazione politica.

    Citazione Originariamente Scritto da Alepk Visualizza Messaggio
    Chiedo scusa per le imprecisioni, intendo dire semplicemente che Maroni diventa presidente della Lombardia.
    Capito.

  6. #6
    Comunista
    Data Registrazione
    05 Oct 2009
    Località
    Pannesi, Liguria, Italy, Italy
    Messaggi
    4,636
    Mentioned
    124 Post(s)
    Tagged
    31 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni 2018, normalizzazione politica.

    altri: pdci
    partecipate e aderite al partito COMUNISTA in pieno congresso a questo link http://forum.termometropolitico.it/6...l#post13212177

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    14,269
    Mentioned
    137 Post(s)
    Tagged
    17 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni 2018, normalizzazione politica.

    Altri: comunisti di Rizzo o Per il Bene Comune di Rossi.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    22 Apr 2013
    Messaggi
    103
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni 2018, normalizzazione politica.

    Citazione Originariamente Scritto da Alepk Visualizza Messaggio
    Le elezioni del 2013 finiscono come ampiamente previsto dai sondaggi, ossia con una mezza vittoria di IBC che si ferma a 150 senatori. RC e FID fuori dal parlamento. Segue la famigerata convergenza PD-Monti, SeL preferisce non far parte del governo e passa all'opposizione.
    Il nuovo governo vede Bersani premier e Monti ministro dell'Economia. Prodi al quirinale.
    La maggioranza è abbastanza solida e riesce a durare l'intera legislatura, durante questi anni vengono partorite varie riforme, dalle liberalizzazioni al lavoro, viene portato avanti il processo di spending review ma sensa massicci tagli allo stato sociale. Non viene riformato seriamente il welfare per il veto dei giovani turchi. Una timida riduzione dell'irpef e della tassazione sul lavoro viene portata avanti negli ultimi anni della legislatura, l'IMU invece resta dov'è. Nessun progresso sui diritti civili per il veto dei montiani. La congiuntura economica migliora sensibilmente ed anche l'Italia ne beneficia, i conti pubblici si stabilizzano su parametri virtuosi.
    Complice l'età, a causa della sconfitta elettorale Berlusconi decide di ritirarsi dalla politica e come previsto il PDL nei mesi successivi si spacchetta in movimenti effimeri. A beneficiare del fuggi fuggi sono principalmente Monti e i partitini di estrema destra. Il nuovo assetto della destra ruota sempre più intorno a due poli: i montiani da un lato ed una nuova formazione di estrema destra, risultato della fusione dei vari Fratelli d'Italia, La Destra, ecc... con il nome di Patria Italia.
    Per cercare di superare il personalismo del movimento, Monti si fonde con UDC, FLI, ex-PDL in un unico soggetto politico: Scelta Civica Popolare (scusate non mi viene in mente niente di meglio )
    Con l'allentamento della crisi economica anche il M5S si sgonfia lentamente, scoppiano alcuni scandali in seguito al trasformismo di vari parlamentari grillini che aggravano la situazione.

    Viene cambiata le legge elettorale in un sistema tipo spagnolo: proporzionale con circoscrizioni da 7 seggi, nessuno sbarramento (formalmente). In pratica i partiti grandi sono sovrarappresentati,i medi sottorappresentati ed i piccoli non hanno speranze.


    Scelta Civica Popolare
    Il segretario è Passera, convinto da Monti a tornare sulla scena.
    Dietro ci sono i vari Casini, Fini, Pisanu + qualche liberale, tipo Ichino, oltre alla truppa “civile” dei montiani fra cui Montezemolo, Tinagli, Bombassei. Il partito promuove una più incisiva riduzione delle tasse, una riduzione del pubblico impiego, la semiprivatizzazione dell'università. Naturalmente è saldamente conservatore sui temi etici.


    Partito Democratico
    Nel 2013 Bersani viene confermato segretario nonostante la mezza vittoria, a spese di Civati. Il partito rimane grosso modo unito negli anni seguenti. Pochi mesi prima del voto le primarie vengono vinte per pochi voti da Renzi, sostenuto anche da Civati, contro Letta, candidato della nomenklatura. C'era anche Fassina candidato per i giovani turchi, il terzo posto alle primarie lo convince ad uscire dal partito per entrare in SeL. Il partito è ancora fortemente plurale, ma la leadership di Renzi rafforza i toni liberaldemocratici.
    Le proposte politiche più significative sono la riforma del welfare in senso universalistico e una riforma della scuola in senso verticale. Il partito è aperto ai diritti civili.


    Sinistra Ecologia e Libertà
    Il partito monopolizza fin da subito l'opposizione di sinistra al governo, riuscendo ad aumentare consenso elettorale nei sondaggi. Alla vigilia delle nuove elezioni, rinforzato da molti giovani turchi, tipo Fassina e Orfini, si propone come formazione saldamente a sinistra ma aperta ad un accordo con il PD. I punti forti del programma sono la patrimoniale sulle grandi ricchezze ed un massiccio piano di investimenti pubblici per il sud.


    Fermare il Declino
    Nonostante il partito non sia riuscito ad entrare in parlamento nel 2013, il notevole risultato del 3% ha dato visibilità al movimento permettendogli negli anni seguenti di capitalizzare sulle macerie della Lega e del PDL nel nord Italia. Invece al sud il partito è molto debole. I nomi sono gli stessi di oggi.
    Si presenta alle elezioni come alternativa liberale e liberista, con un programma analogo a quello attuale, pronto ad un accordo con Scelta Civica Popolare.


    Patria Italia

    Le varie anime della destra hanno trovato una sintesi efficace nella figura della segretaria Giorgia Meloni, che guida un partito nazionalista, euroscettico ma non del tutto estraneo ad un accordo con il centrodestra. Una sorta di ritorno ad AN. Vivono nel partito anche Storace, La Russa, Alemanno. Pruomuove il ritorno alla lira, l'uscita dall'UE, una stretta all'immigrazione sul modello danese.


    Movimento 5 stelle

    Fortemente ridimensionato, abbandonato da molti elettori che non lo ritengono adeguatamente antisistema, risulta comunque abbastanza carico. Le continue lotte del M5S oltre all'attenzione a temi sociali e ambientali hanno piano piano portato il partito verso sinistra, in accordo con la maggior parte della dirigenza ed i parlamentari, trasformandolo in una sorta di Italia dei Valori.
    Il partito continua a proporre l'abbattimento dei costi della politica, praticamente ignorato dal governo uscente, ma stavolta si dichiara disposto ad un appoggio esterno ad un governo di sinistra che accolga le sue richieste.

    Lega Nord
    Nonostante la macroregione divenga una realtà, il partito, visto come troppo compromesso con Berlusconi, non ritorna ai livelli di un tempo ed anzi perde terreno a vantaggio di FID. Non c'è spazio per la Lega nel nuovo centrodestra, ed infatti il partito torna ad assumere toni da anni '90, si presenta come fuori dai poli, vuole la secessione o almeno il federalismo fiscale. I personaggi sono i soliti, c'è anche Tremonti convertito al leghismo, e Maroni è ancora segretario.

    Radicali
    Fanno un accordo con FID per farsi rappresentare in parlamento.

    Rifondazione/IDV/Verdi
    Gli elementi più moderati finiscono in SeL, gli altri vanno in pensione o rimangono a percentuali da prefisso telefonico.
    .
    Alla faccia della normalizzazione politica... hai delineato il sogno di qualsiasi elettore PD!
    Finalmente Berlusconi va a trascorrere la vecchiaia in pantofole chiudendosi a villa Certosa. Abbiamo un partito di centrodestra serio, sotto la guida di Monti-Passera. Grillo ridimensionato. La crisi economica in via di risoluzione...

    Ecco invece il quadro che si è avverato, esattamente secondo quanto previsto dalle leggi di Murphy (viste dal punto di vista PD):
    • Bersani e tutta la sua segreteria dimessa, PD allo sbando
    • Berlusconi, ampiamente in testa nei sondaggi, a meno di miracoli da parte di Renzi, ha la vittoria in pugno per le prossime elezioni
    • Il centro/centrodestra di Monti ininfluente
    • Grillo continua alacremente la sua propaganda
    • Governissimo Pd-PdL che, inevtabilmente, non porterà a nessuna buona riforma
    • La crisi economica non potrà che peggiorare

    Praticamente l'esatto contrario del quadro che hai descritto!
    Alepk likes this.

  9. #9
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni 2018, normalizzazione politica.

    Patria Italia, senza se e senza ma!
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  10. #10
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    50,416
    Mentioned
    1012 Post(s)
    Tagged
    40 Thread(s)

    Predefinito Re: Elezioni 2018, normalizzazione politica.

    Citazione Originariamente Scritto da Alepk Visualizza Messaggio
    Media sondaggi 15gg dal voto

    SCP 35

    PD 30

    SeL 6

    M5S 7

    FiD 7

    PI 8

    LN 4

    Altri 3
    questa cifre mi sembrano assurde: SCP non è nè carne nè pesce a gli italiani lo avrebbero punito a essere un partitino di meno dell'8% mentre Patria Italia ha un potenziale di oltre il 25% che scelgo anch'io anche se non voglio assolutamente ritorni indietro alla lira
    non piu' interessato a questo forum

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. 2014 - 2018
    Di Maria Vittoria nel forum Patria Italiana
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 11-05-13, 08:21
  2. Un tentativo di normalizzazione politica?
    Di Alepk nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 28-12-12, 01:18
  3. Elezioni Italia 2018
    Di Monsieur nel forum FantaTermometro
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 18-10-09, 13:36
  4. normalizzazione (piove)
    Di iproscritti nel forum Destra Radicale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 16-05-06, 18:09
  5. Normalizzazione linguistica
    Di Çorut nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 30-08-04, 14:55

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226