User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Campidano
    Messaggi
    3,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Morto Mario Ciuffi, il calcio viola in lutto, addio a un'istituzione

    Morto Mario Ciuffi, il calcio viola in lutto, addio a un'istituzione

    Morto Mario Ciuffi, il calcio viola in lutto, addio a un'istituzione - La Nazione - Firenze

    Firenze, 18 febbraio 2013 - E' morto Mario Ciuffi, supertifoso viola, conosciuto da tutti i supporter della Fiorentina. Che da dovunque scrivono su Facebook e sui social network il loro dolore per la morte dell'opinionista tv per eccellenza. Una vera istituzione per la città. Ciuffi aveva fin dalla fine dell'anno problemi di salute, che lo avevano costretto a un ricovero all'ospedale di Careggi.

    Storico commentatore delle prestazioni dei viola, per decenni è stato superpresente nelle trasmissioni radiofoniche e televisive sportive locali e nazionali. Famose le sue ''frustate'' inflitte metaforicamente a giocatori allenatori, senza esclusione di colpi.

    Per anni alla presentazione da parte della Fiorentina di nuovi giocatori, tecnici, ma anche dirigenti, era lui a mettergli al collo una sciarpa viola in segno di benvenuto. Cosi' ha fatto anche per Vincenzo Montella. La sua scomparsa lascia un grande vuoto nel mondo del tifo viola essendo stato molto seguito.



    MATTEO RENZI: "PERDIAMO UN TIFOSO E UN CITTADINO APPASSIONATO" - ''Con Mario Ciuffi perdiamo un grande tifoso della Fiorentina, ma anche un cittadino appassionato, interessato alla cosa pubblica, innamorato di Firenze oltre che della sua Fiorentina''. Lo afferma, in una nota, il sindaco di Firenze Matteo Renzi. ''Sono vicino alla famiglia; aggiunge il sindaco - e alla comunità di tutti gli amici pronti a scherzare, tifare, soffrire insieme a lui''.

    IN PALAZZO VECCHIO UN MINUTO DI SILENZIO - Minuto di silenzio, seguito da un composto e commosso applauso, in consiglio comunale a Firenze, per ricordare, Mario Ciuffi. A proporre il momento di raccoglimento è stato il presidente dell'assemblea, Eugenio Giani. ''Una perdita che ci addolora, con lui se ne va un pezzo di fiorentinità viola - ha detto Giani -. Mario era una persona straordinaria, che aveva grandi capacità nelle relazioni umane, un grande senso dell'ironia, una simpatia tutta fiorentina che abbiamo identificato con la voce della tifoseria viola''. ''Ci mancheranno i suoi racconti, i suoi ricordi, la sua frusta e la sua sciarpa viola - aggiunge in una nota l'assessore al traffico Massimo Mattei - L' unica consolazione è che ieri sera abbia potuto vedere una delle partite più belle mai giocate dalla Fiorentina''.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Campidano
    Messaggi
    3,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Morto Mario Ciuffi, il calcio viola in lutto, addio a un'istituzione

    «Mario, uno di noi»: Firenze piange lacrime viola - La Nazione

    «Mario, uno di noi»: Firenze piange lacrime viola
    L’addio a Ciuffi nella chiesa di San Piero in Palco: sul feretro le sciarpe gigliate e la frusta che l’ha reso unico

    Firenze, 21 febbraio 2013 - di STEFANO BROGIONI
    INIZIA e finisce con gli applausi, in un crescendo di emozioni forti. Scende una lacrima, un sorriso la ricaccia indietro, i fumogeni viola ridanno un senso a un cielo di piombo e la voce della curva lo colloca, meglio di qualsiasi epitaffio, in quell’olimpo che è di molti ma non di tutti. «Mario uno di noi, uno di noi». Il Ciuffi è stato l’anello di congiunzione tra il tifoso, quello sanguigno, passionale, ironico e istrionico come era lui, e i beniamini di questo popolo che adesso ha una guida in meno. Lui, soltanto lui, è riuscito a riunire gli uni e gli altri, in una chiesa, la stessa che salutò Gino Bartali, che sembra fatta apposta per dire addio ai Grandi, e comunque a quelli a cui la gente vuole bene.
    UNA DELLE CELEBRI FRUSTATE DI MARIONE/VIDEOCosì, per il Ciuffi, si siedono sulla stessa panca Montella e il Masala, Mencucci e il Titti, Viviano e Tendi, Mirella (shop) e Valcareggi, Di Chiara e lo Scaravilli, Rigoletto Fantappiè e Gianfranco Monti, Moreno Roggi e Sergio Forconi, Amerini ed Elvis, Guerini e Macia, Gigi Boni e Narciso Parigi. In fondo, cos’era Mario, se non la concentrazione di tutto questo? Il calcio, lo spettacolo, la comicità, spontanea e mai costruita.
    E POI C’È LA FEDE, in questo caso s’intende quella viola, che ben s’amalgama con l’altra, rappresentata da don Massimiliano e il suo predecessore, nel ruolo di cappellano della Fiorentina, don Giovanni. Il risultato è una liturgia composta, durante la quale, sull’altalena del passato, del presente e del futuro, salgono a turno i grandi ed eterni amori di Mario. C’è la bandiera della Fiorentina, ci sono i ragazzi della Primavera con la tuta, ci sono le sciarpe al collo e quelle sulla bara. C’è la gente dello stadio, che lo conosce anche senza mai avergli rivolto la parola, c’è chi ha avuto l’onore di vedersi benedire al suo arrivo a Firenze. Era uno dei tanti riti che si era inventato, da custode della fiorentinità quale era.
    INSIEME al Ciuffi, se ne va anche la sua frusta, simbolo del massimo splendore televisivo-radiofonico di cui aveva goduto, ma anche del suo carattere: mai assuefatto al potere, pronto a nerbare pur di difendere la maglia, la Fiorentina, Firenze. La frusta arriva insieme al feretro, avvolto nel bandierone viola. Puntuale, alle dieci, dopo aver fatto il giro dello stadio e aver incassato il saluto del bar Marisa, l’università del calcio. Il vicesindaco Nardella con la fascia istituzionale al petto, Giani, Guetta (Radio Blu ha trasmesso i funerali in diretta), Tenerani e Vuturo s’alternano nel portare a spalla la bara al centro di San Piero in Palco. Un primo applauso accompagna il suo ingresso. Un altro, ugualmente spontaneo, si solleva quando don Gabbricci depone la sua sciarpa viola, ricordo delle trasferte di gioventù, insieme a quelle donate dagli ultrà.
    La celebrazione è così un omaggio all’Onnipotente ma anche l’occasione per bramare il terzo scudetto. Un rito sacro e pagano, un inno alla passione che ha segnato, fino a farlo morire povero, l’esistenza di Mario Ciuffi; un tributo al suo modo di essere viola e alla donna, la signora Renza, che gli è stata accanto fino alla fine.
    PER LEI, parla l’amica Lucia: racconta, prima di una poesia, dell’ultimo venerdì del Ciuffi; di come, consapevole di essere arrivato all’epilogo, abbia insistito affinchè fossero ringraziati «tutti, proprio tutti, ma soprattutto la Fiorentina, la mia famiglia». Montella e Viviano salutano la vedova, ma prima del triplice fischio c’è ancora tempo per emozionarsi. Fuori dalla chiesa, ci sono i tifosi. Così, mentre la bara s’incammina verso il cimitero del Pino e si canta l’inno, il viola si respira nell’aria e si srotola un altro striscione. «Ciao Mario... Che questi colori ti accompagnino in cielo».

 

 

Discussioni Simili

  1. Addio ad Antonio Parlato, lutto in casa insorgenza
    Di x_alfo_x nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21-07-10, 17:12
  2. Calcio Mercato Viola: Quanti acquisti
    Di fabiosko (POL) nel forum ACF Fiorentina e squadre toscane
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21-07-08, 21:49
  3. Un grande giorno... per la Viola ed il calcio
    Di O'Rei nel forum ACF Fiorentina e squadre toscane
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-05-08, 18:42
  4. Addio Mario
    Di italiano9 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-11-06, 19:56
  5. LUTTO: morto Nino Manfredi
    Di UgoDePayens nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 04-06-04, 14:42

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226