User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
Like Tree6Likes

Discussione: II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di votazione dei DDL

  1. #1
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,953
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di votazione dei DDL

    apro il thread di votazione sul tema delle pensioni, durata 48 ore, si chiuderà Giovedì 28 alle ore 13:00

    DDL Alepk sulle Pensioni

    La riforma Fornero del sistema pensionistico ha traghettato l'Italia sui binari della sostenibilità, dell'equità e della trasparenza. Il doloroso passaggio al nuovo sistema, aggravato dall'urgenza del provvedimento, è stato per quanto possibile attenuato da margini di gradualità nell'introduzione dei provvedimenti. Scopo di questo DDL è fornire alcuni necessari aggiustamenti che non vogliono stravolgere lo spirito della riforma ma porre l'accento sull'equità dei provvedimenti.

    1 - Viene recepita l'attuale legislazione italiana, ogni altra disposizione precedente viene abrogata.

    2 – L'obbligo previsto per l'età minima di pensionamento a 66 anni nel 2018 è abolito. Quello per l'età minima a 67 anni nel 2021 viene dilazionato al 2029.

    3 – Per quanto concerne i lavori usuranti, viene modificato il meccanismo delle quote in questo modo: ogni anno di età superiore ai 60 anni viene conteggiato 2 volte. Inoltre, il limite di massimo anticipo rispetto alla generalità dei lavoratori viene portato da 3 a 7 anni.

    4 – Questione esodati: viene garantita ai cosiddetti esodati, valutati dall'INPS nell'ordine di 300.000, l'accesso alla pensione anticipata con un sistema di riduzioni inversamente proporzionale agli anni di contributi versati.

    5 – Vengono inoltre disposti:
    - blocco rivalutazioni per baby pensioni e vitalizi per la parte eccedente ai 1000;
    - blocco rivalutazioni per pensioni retributive per la parte eccedente ai 1500;
    - blocco rivalutazioni per pensioni misto retributivo-contributivo per la parte eccedente ai 2000;
    - blocco rivalutazioni per pensioni solo contributivo per la parte eccedente i 2500;
    I vari blocchi saranno in vigore fino al 2018, salvo futuri dilazionamenti di questa data.
    DDL Lucrezio sulle Pensioni

    PRESENTAZIONE

    La finalità è abbastanza chiara l' allungamento della età lavorativa prevista dalla riforma Fornero pecca fortemente di rigidità, facendo permanere lavoratori anziani in mansioni , oltrechè usuranti , di responsabilità e delicatezza spesso non più adatti all'avanzamento dell' età, bloccando tra l' altro l' occupazione , ma anche la carriera dei giovani lavoratori . già gli art 2 e 3 (se li ho ben compresi) provano a porre rimedio dando più flessibilità , ma conservano alcune criticità , in particolare la pensione anticipata che comporti una riduzione dell'assegno , concede si al pensionato la possibilità di dedicarsi ad altre attività come nuove attività professionali o attività assistenziali per la società o la propria famiglia , ma lo rende molto vulnerabile nell' ultima parte della vita quando nessuna capacità lavorativa potrà essere espletato e si moltiplicano i bisogni anche economici
    La proposta in esame quindi prevede un inizio di politica per la terza età identificabile tra i 60 e 70 anni per la quale è ipotizzabile un' attività lavorativa ma non con l' impegno e ritmi della precednete fase . Permette nello stesso tempo ,o ve possibile , di mettere a disposizione dei givoani lavoratori in entrata l' esperienza e la rete di relazioni dei lavoratori anziani . Si affida alle regioni programmi incentivanti in tal senso
    Dal punto di vista finanziario si prevede un onere di anticipazione per il primo periodo di semipensione pareggiato dal secondo, più quello relativo alla possibile mortalità

    TESTO

    Art. 1
    I lavoratori quattro anni prima del termine previsto per il conseguimento del diritto alla pensione possono richiedere che il per un periodo pari ad un massimo di tre anni precedente a detto termine e un egual numero di anni susseguente di essere inserito in un programma di semi pensione .
    Durante detto periodo dovrà garantire il pagamento di contributi pensionistici pari alla metà di quelli erogati nell' ultimo anno precedente

    art. 2
    Durante detto programma al lavoratore ammesso al programma viene concesso un trattamento pensionistico pari alla metà di quello previsto al termine originale .
    Eventuali redditi percepiti dal lavoratore ammesso al programma sono sottoposti al regime contributivo pensionistico eventualmente applicabile ai lavoratori non in quiescenza
    I contributi di cui al comma precedente sono versati direttamente all' istituto responsabile del trattamento pensionistico del lavoratore al momento dell' adesione al programma
    I contributi di cui al comma precedente sono calcolati, sino a concorrenza a scomputo dell' obbligo di cui al comma 2 dell'art 6

    art. 3
    al termine del programma di semipensione .il lavoratore ha diritto al trattamento pensionistico derivante da quanto maturato al momento della adesione al programma e dal calcolo die contributi versati ai sensi del presento capo calcolati secondi il metodo contributivo

    art. 4
    Le regioni sono autorizzate a predisporre ,programmi incentivanti per imprese e pubbliche amministrazioni che in parallelo con l' accesso al programma di semipensione di lavoratori anziani prevedano l' assunzione e il graduale inserimento in posizioni lavorative qualificate di giovani inoccupati , sottooccupati e occupati in mansioni non congrue con il corso di studi
    I programmi incentivanti di cui al precedente comma potranno riguardare la formazione del personale coinvolto, facilitazioni creditizie per l'acquisizione di beni strumentali , sia in riferimento alle imprese o alle amministrazioni richiedenti , come ad eventuali attività imprenditoriale, professionali o assistenziali posti in essere dai lavoratori ammessi ai programmi di semi pensione
    Testo Unico Francpolitik-Haxel sul Sistema Previdenziale

    Parte I – Il regime contributivo italiano

    Articolo 1

    L'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale dovrà predisporre piani previdenziali personali per tutti coloro che entrino nel mondo del lavoro a partire dal Primo Gennaio 2014, iniziando a versare all'ente i contributi previdenziali.

    Sino a tale data i lavoratori già contribuenti saranno sottoposti al regime previsto dal presente testo unico di legge in materia previdenziale.

    Articolo 2

    Tutti i lavoratori di cui al comma 2 dell'articolo 1 del presente testo che abbiano versato all'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale contributi per almeno 40 anni netti, hanno diritto all'erogazione del regolare assegno previdenziale, da calcolarsi esclusivamente in base ai contributi effettivamente versati, seguendo, cioè, il sistema di calcolo contributivo. Tale diritto è acquisito a prescindere dall'età anagrafica e dalla tipologia di lavoro svolta.

    Articolo 3

    I lavoratori di cui al comma 2 dell'articolo 1 del presente testo di legge possono accedere all'erogazione dell'assegno previdenziale da parte dell'INPS al compimento del cinquantottesimo anno di età, qualora il richiedente sia stato impiegato in un settore altamente usurante, del sessantduesimo anno di età, qualora il richiedente sia stato impiegato in un settore usurante, del sessantaquattresimo anno di età, qualora il richiedente sia stato impiegato in un settore semi usurante, e sempre al compimento del sessantacinquesimo anno di età, qualora il richiedente sia stato impiegato in un settore non usurante.

    L'equiparazione tra i sessi nella maturazione di tali requisiti deve compiersi entro il Primo Gennaio 2015.

    Articolo 4

    Sono classificati come altamente usuranti quelle attività appartenenti a una delle seguenti categorie:
    •lavori in galleria, cava o miniera;
    •lavori in cassoni ad aria compressa;
    •lavori svolti dai palombari;
    •lavori ad alte temperature;
    •lavori del vetro cavo;
    •lavori espletati in spazi ristretti;
    •lavori di asportazione dell'amianto.


    Sono classificati come usuranti quelle attività appartenenti a una delle seguenti categorie:
    •lavori notturni;
    •lavori in catena di montaggio;
    •conducenti di veicoli pesanti.


    Sono classificati come semi usuranti quelle attività appartenenti a una delle seguenti categorie:
    •lavori nelle forze dell'ordine;
    •lavori nel settore di vigilanza;
    •lavori infermieristici;
    •insegnanti( cui verrà stabilito un piano di meritocrazia e quindi di qualità del proprio lavoro)


    Tutte le attività non comprese in una categoria di cui ai commi 1, 2, 3 del presente articolo della presente legge sono da considerarsi lavori non usuranti.

    Parte II – Il nuovo regime previdenziale

    Articolo 5

    I lavoratori contribuenti di cui l'articolo 1 comma 1 del presente testo di legge possono liberamente scegliere di aderire al sistema previdenziale gestito dall'INPS.

    Articolo 6

    I lavoratori contribuenti di cui l'articolo 1 comma 1 del presente testo di legge che decidano di non aderire al sistema previdenziale gestito dall'INPS sono comunque soggetti all'obbligo di sottoscrivere un'assicurazione pensionistica o di aderire a un piano previdenziale privato.

    Articolo 7

    I lavoratori contribuenti di cui l'articolo 1 comma 1 del presente testo di legge devono versare, in forma rateizzata in dodici mesi o in blocco unico ogni anno, un'aliquota pari al 20% del proprio reddito lordo all'INPS o all'altro ente previdenziale privato di propria scelta.

    L'ente preposto ha il compito di presentare un prospetto informativo al nuovo contribuente al fine di pianificare al meglio le esigenze future dello stesso. In base a tale prospetto, il lavoratore contribuente può aumentare l'aliquota base sino ad un massimo del 35% del proprio reddito lordo.

    Articolo 8

    I lavoratori contribuenti di cui l'articolo 1 comma 1 del presente testo di legge devono versare, in forma rateizzata in dodici mesi o in blocco unico ogni anno, un'aliquota variabile tra un minimo del 3% e un massimo del 7% del proprio reddito lordo all'INPS.

    Spetta all'Istituto modulare le aliquote in base alle esigenze finanziarie e di bilancio, al fine di avvicinarsi il più possibile al pareggio dei propri conti.

    Articolo 9

    L'accantonamento derivante dall'aliquota di cui l'articolo 7 comma 1 del presente testo di legge è inviolabile. Gli introiti derivanti sono vincolati alla maturazione del fondo pensionistico personale e non possono essere utilizzati, dall'ente preposto, per fini differenti, quali la copertura delle erogazioni ad altri soggetti.

    Articolo 10

    L'accantonamento derivante dall'aliquota di cui l'articolo 8 comma 1 del presente testo di legge è a disposizione esclusiva dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.
    L'extra gettito prodotto durante la fase iniziale della transizione tra i due sistemi previdenziali deve essere accantonato dall'Istituto e investito in titoli di Stato italiani al fine da fungere quale riserva da utilizzare al raggiungimento, durante la fase finale della transizione, di un disavanzo di bilancio.

    Articolo 11

    I lavoratori di cui l'articolo 1 comma 1 del presente testo di legge che non raggiungano, al compimento dei 70 anni di età – soglia da aggiornarsi al termine della fase di transizione – la quota di contributi necessaria a sostenere uno stile di vita dignitoso, avranno la possibilità di richiedere l'erogazione di un assegno di sostegno da finanziarsi, al termine della fase di transizione, attraverso l'accantonamento derivante dall'aliquota di cui l'articolo 8 comma 1 del presente testo di legge.

    Parte III – Gli Amministratori dei Fondi Pensione

    Articolo 12

    I lavoratori di cui l'articolo 1 comma 1 del presente testo di legge che decidano di non aderire al sistema previdenziale gestito dall'INPS, quindi soggetti all'obbligo di cui l'articolo 6 comma 1 del presente testo di legge, hanno piena libertà nella scelta dell'ente previdenziale privato al quale rivolgersi.

    Tali enti assumono il nome di Amministratori dei Fondi Pensione.

    Articolo 13

    E' istituita l'Autorità Garante dei Fondi Pensione. Tale organo ha il dovere di controllare il rigoroso rispetto delle normative di trasparenza e correttezza da parte degli Amministratori dei Fondi Pensione, con potere di vigilanza e intervento in caso di frode, furto o tentata frode.

    Articolo 14

    Gli Amministratori dei Fondi Pensione operano in regime di libera concorrenza. Spetta all'Autorità la verifica e la sanzione di costituzioni di cartelli d'interesse tra gli Amministratori a danno dei contribuenti.

    Articolo 15

    Gli Amministratori dei Fondi Pensione non possono impegnarsi in attività differenti dalla gestione dei piani previdenziali personali e devono operare con titoli a basso rischio che presentino il massimo grado di rating possibile.

    Articolo 16

    La base minima contrattuale tra lavoratore contribuente e Amministratore di Fondi Pensione deve essere paritetica a quella tra il cittadino e l'INPS. Gli enti privati possono competere esclusivamente sui rendimenti rispetto al capitale investito e sui servizi offerti.

    Parte IV – La fase transitoria e i mezzi di finanziamento

    Articolo 17

    L'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale a partire dal Primo Aprile 2013 acquisirà competenze esclusive in materia previdenziale. Le funzioni di sostegno al reddito sono interamente avocate allo Stato, che deve intervenire con l'adeguamento al nuovo sistema, attraverso la creazione di un istituto autonomo o l'individuazione di norme che permettano l'esercizio di tali funzioni per mezzo della fiscalità generale.

    Articolo 18

    I bilanci dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale sono salvaguardati dal fondo di cui l'articolo 10 del presente testo di legge e dagli introiti derivanti dall'aliquota di cui l'articolo 8 del presente testo di legge.

    Qualora tali interventi dovessero dimostrarsi insufficienti il Parlamento delega il governo ad individuare un'imposta, da applicarsi ai lavoratori di cui l'articolo 1 comma 1, che sia pari alla differenza tra l'aliquota di cui l'articolo 7 comma 1 e l'aliquota totale contributiva media attualmente in vigore.

    Eventuali altri ammanchi dovranno essere coperti attraverso l'istituzione di un'imposta a carico dei soggetti gestori delle società di cui l'articolo 12 del presente testo di legge, ovvero degli Amministratori dei Fondi Pensione.

    Ulteriore disavanzo dovrà essere coperto attraverso l'emissione di titoli propri dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale da dilazionarsi in un arco temporale di 30 anni ai quali fare fronte attraverso gli introiti derivanti dalla gestione dei fondi pensione individuali.

    Parte V – Il finanziamento del regime contributivo vigente

    Articolo 19

    A tutti gli assegni erogati dall'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale derivanti dal versamento di contributi da parte dei lavoratori di cui l'articolo 1 comma 2 del presente testo di legge, è applicata un'imposta permanente in forma di scaglioni.

    L'imposta è così suddivisa:
    •tra i 35.001 e i 65.000 euro annui: 50% di imposta sulla parte eccedente i 35.000 euro
    •tra i 65.001 e i 97.500 euro annui: 60% di imposta sulla parte eccedente i 65.000 più l'ammontare delle imposte derivate dallo scaglione precedente
    •tra i 97.501 e i 120.000 euro annui: 70% di imposta sulla parte eccedente i 97.500 più l'ammontare delle imposte derivate dai precedenti scaglioni
    •oltre i 120.001 euro annui: 75% di imposta sulla parte eccedente i 120.000 più l'ammontare delle imposte derivate dagli scaglioni precedenti


    Articolo 20

    E' altresì bloccata l'indicizzazione all'inflazione sino al 2018 per le seguenti categorie:
    •pensionati baby e assegni vitalizi per la parte eccedente i 1000 euro mensili
    •pensioni calcolate con il sistema retributivo per la parte eccedente i 1500 euro mensili
    •pensioni calcolate con il sistema misto retributivo contributivo per la parte eccedente i 2000 euro mensili
    •pensioni calcolate con il sistema contributivo per la parte eccedente i 2500 euro


    Articolo 21

    Gli introiti e i risparmi derivanti dalle misure di cui gli articoli 19 e 20 del presente testo di legge sono interamente destinati alla copertura delle spese comportate dagli articoli 2 e 3 del presente testo di legge.

    Parte VI - Disposizioni finali

    Articolo 22

    Potranno aderire al fondo pensionistico privato solo i lavoratori che entrano per la prima volta nel mondo del lavoro.

    Articolo 23

    Le disposizioni normative sancite dagli articoli del presente testo di legge entreranno in vigore a partire dal Primo Gennaio 2014. A partire dalla data di pubblicazione della riforma, il governo sarà tenuto ad individuare l'Autorità di Garanzia per i Fondi Pensione e l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale dovrà predisporre i piani individuali.


    modalità di voto:

    DDL Alepk sulle pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []

    DDL Lucrezio sulle Pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []

    Testo Unico Francpolitik-Haxel sulle Pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []
    Ultima modifica di Haxel; 26-02-13 alle 13:01
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    FIAT EUROPA - PEREAT UE
    Data Registrazione
    30 Oct 2009
    Località
    Granducato di Toscana
    Messaggi
    72,466
    Mentioned
    569 Post(s)
    Tagged
    59 Thread(s)

    Predefinito Re: II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di votazione dei DDL

    DDL Alepk sulle pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [x]
    ASTENUTO []

    DDL Lucrezio sulle Pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [x]
    ASTENUTO []

    Testo Unico Francpolitik-Haxel sulle Pensioni
    FAVOREVOLE [x]
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []

    [Occidentale Gestioni Commerciali] Il Caffe' di POL
    PIU' TETRAGONIA PER TUTTI
    AUT CONSILIO AUT ENSE
    Possono tenersi il loro paradiso.
    Quando morirò, andrò nella Terra di Mezzo.


  3. #3
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,953
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Re: II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di votazione dei DDL

    DDL Alepk sulle pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [x]
    ASTENUTO []

    DDL Lucrezio sulle Pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [x]
    ASTENUTO []

    Testo Unico Francpolitik-Haxel sulle Pensioni
    FAVOREVOLE [x]
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  4. #4
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di votazione dei DDL

    DDL Alepk sulle pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [X]
    ASTENUTO []

    DDL Lucrezio sulle Pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [X]
    ASTENUTO []

    Testo Unico Francpolitik-Haxel sulle Pensioni
    FAVOREVOLE [X]
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    13 Apr 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    14,438
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di votazione dei DDL

    DDL Alepk sulle pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [X]
    ASTENUTO []

    DDL Lucrezio sulle Pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [X]
    ASTENUTO []

    Testo Unico Francpolitik-Haxel sulle Pensioni
    FAVOREVOLE [X]
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []

  6. #6
    Francpolitik
    Data Registrazione
    05 Jul 2010
    Località
    Pescara
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di votazione dei DDL

    DDL Alepk sulle pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [ X ]
    ASTENUTO []

    DDL Lucrezio sulle Pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO []
    ASTENUTO [ X ]

    Testo Unico Francpolitik-Haxel sulle Pensioni
    FAVOREVOLE [ X ]
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []
    L'uomo è nato libero ma ovunque è in catene

  7. #7
    Forumista senior
    Data Registrazione
    20 Apr 2009
    Messaggi
    2,908
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di votazione dei DDL

    DDL Alepk sulle pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [x]
    ASTENUTO []

    DDL Lucrezio sulle Pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [x]
    ASTENUTO []

    Testo Unico Francpolitik-Haxel sulle Pensioni
    FAVOREVOLE [x]
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []

  8. #8
    Forumista storico
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    48,522
    Mentioned
    1009 Post(s)
    Tagged
    39 Thread(s)

    Predefinito Re: II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di votazione dei DDL

    DDL Alepk sulle pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [x]
    ASTENUTO []

    DDL Lucrezio sulle Pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [x]
    ASTENUTO []

    Testo Unico Francpolitik-Haxel sulle Pensioni
    FAVOREVOLE [x]
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []
    non piu' interessato a questo forum

  9. #9
    Seguace di Eraclito
    Data Registrazione
    29 Sep 2006
    Località
    Portici (NA)
    Messaggi
    6,395
    Mentioned
    21 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Re: II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di votazione dei DDL

    DDL Alepk sulle pensioni
    FAVOREVOLE [X]
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []

    DDL Lucrezio sulle Pensioni
    FAVOREVOLE [X]
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []

    Testo Unico Francpolitik-Haxel sulle Pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO []
    ASTENUTO [X]
    Ultima modifica di Cabraizinho; 27-02-13 alle 01:00
    "Ma questo lungo termine è una guida fallace per gli affari correnti: nel lungo termine siamo tutti morti" (J.M. Keynes)
    "Qualcuno vivo che se lo prende nel culo però c'è sempre!" (Cabra)

  10. #10
    Dall'Inferno
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Cimitero
    Messaggi
    57,410
    Mentioned
    400 Post(s)
    Tagged
    42 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di votazione dei DDL

    DDL Alepk sulle pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [X]
    ASTENUTO []

    DDL Lucrezio sulle Pensioni
    FAVOREVOLE []
    CONTRARIO [X]
    ASTENUTO []

    Testo Unico Francpolitik-Haxel sulle Pensioni
    FAVOREVOLE [X]
    CONTRARIO []
    ASTENUTO []
    Primo Ministro di TPol...[MENTION]
    Proudly member of the Bilderberg Group-Chtulhu Section..

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. II seduta del Senato - tema: università - fase di votazione dei DDL
    Di Haxel nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 28-02-13, 15:01
  2. II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di presentazione dei DDL
    Di von Dekken nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 80
    Ultimo Messaggio: 20-02-13, 16:41
  3. II seduta del Senato - tema: riforma delle pensioni - fase di dibattito libero
    Di von Dekken nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 09-02-13, 11:28
  4. IV seduta del Senato, II legislatura, tema per il sud, fase di votazione
    Di Haxel nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 12-10-11, 21:14
  5. II Seduta del Senato, II legislatura, tema sul lavoro - fase di votazione
    Di Haxel nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 20-06-11, 12:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226