User Tag List

Pagina 114 di 989 PrimaPrima ... 1464104113114115124164214614 ... UltimaUltima
Risultati da 1,131 a 1,140 di 9884
Like Tree2395Likes

Discussione: F-35 ...un costosissimo bidone senza rimedio

  1. #1131
    Forumista storico
    Data Registrazione
    14 Aug 2009
    Messaggi
    45,861
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: F-35 ...un costosissimo bidone senza rimedio

    ma dico leggi quello che posti???
    ISTANBUL — Turkey has been awarded billions of dollars worth of
    subcontracts without the purchase of the Joint Strike Fighter.
    Lockheed Martin has pledged to provide Turkey with at least $12 billion
    in subcontracts for the production of the F-35 fighter-jet. The pledge came
    despite Turkey’s refusal to place an order for the fifth-generation
    aircraft.

    praticamente su 12 contraenti solo 2 hanno confermato...
    bella media....
    Ultima modifica di blobb; 16-08-13 alle 18:25
    clash bankrobber

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #1132
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    44,461
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    92 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: F-35 ...un costosissimo bidone senza rimedio

    E si gli USA davano ai turchi (?????) 12 miliardi di commesse cosi, senza colpo ferire!!! Tanto per fare un favore tipo "fate-bene-fratelli".

    I turchi devono sostituire un centinaio di PHANTOM e F16 primo modello e avrebbero comprato l'eurofighter, il rafale o il gripen gia da un pezzo.

    Gli altri hanno ordinato o no il jet? Italia, israele e via dicendo.

  3. #1133
    Forumista storico
    Data Registrazione
    14 Aug 2009
    Messaggi
    45,861
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: F-35 ...un costosissimo bidone senza rimedio

    Citazione Originariamente Scritto da paulhowe Visualizza Messaggio
    E si gli USA davano ai turchi (?????) 12 miliardi di commesse cosi, senza colpo ferire!!! Tanto per fare un favore tipo "fate-bene-fratelli".

    I turchi devono sostituire un centinaio di PHANTOM e F16 primo modello e avrebbero comprato l'eurofighter, il rafale o il gripen gia da un pezzo.

    Gli altri hanno ordinato o no il jet? Italia, israele e via dicendo.
    intanto non lo hanno ordinato evidentemente alla lm conviene appaltare li...
    te vai per ipotesi ma di acquisti reali solo 2 nazioni confermano...
    clash bankrobber

  4. #1134
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    44,461
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    92 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: F-35 ...un costosissimo bidone senza rimedio

    Citazione Originariamente Scritto da blobb Visualizza Messaggio
    intanto non lo hanno ordinato evidentemente alla lm conviene appaltare li...
    te vai per ipotesi ma di acquisti reali solo 2 nazioni confermano...
    Si conviene appaltare li un accidente.

    Non esistono macchine alternative all'F35 perche tanto l'EFA quanto il Rafale quanto il Gripen sono in vendita da anni e quindi chi non voleva comprare il JSF avrebbe gia preso questi mezzi, e' chiaro come il sole.

    La versione -B ha gia cominciato da ieri la seconda serie di prove per l'imbarco su portaeromobile.


  5. #1135
    Clandestino
    Data Registrazione
    09 Jul 2012
    Messaggi
    16,126
    Mentioned
    112 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: F-35 ...un costosissimo bidone senza rimedio

    Citazione Originariamente Scritto da paulhowe Visualizza Messaggio
    Il cervello come detto non riporta.

    L'F35 e' in produzione tant'e che hanno superato da un pezzo quota cento.

    L'F22 e' stato comprato in 180 esemplari e la sua produzione e' stata stoppata per ragioni di carattere geo-strategico (fine della guerra fredda) e perche appunto si e' deciso di produrre l'F35A.

    Il pak fa e' un prototipo e non ha ricevuto alcun ordine perche la fase di industrializzazione non e' stata avviata e non lo sara prima di 5 anni.

    Come al solito vivi sulla Luna e non sai di cosa stai parlando.
    I cento aeri comprati dagli americani saranno rivenduti ai paesi stranieri, un centinaio di aeri o più li produrranno pure, altrimenti si dovrebbero buttare dalla finestra, per il resto è un aero che per il momento non lo sta comprando nessuno, visto che sentono tutti puzza di bruciato, solo l'italia ne vuole 90, ma sappiamo i politici italiani di che livello sono, con il paese in ginocchio questi aeri non andranno lontano, considera che i politici che appoggiano l'acquisto praticamente sono in agonia politica.
    Gli f22 ne dovevano comprare 700 sono rimasti a 180, visti ci costi di manutenzione e le prestazioni non proprio uguali a quelle promesse, del resto sappiamo tutti che figura ha fatto con l’eurofighter, che non è sviluppato neanche al massimo, non a caso gli usa seguitano a comprare f18 invece che f35 e f22, neanche più gli usa credono al f35 che doveva volare già da anni.
    Il pak fa ha uno sviluppo che procede secondo i tempi previsti e tra la russia e l'india ne produrranno più degli f22 e di sicuro più degli f35, senza contare che ci sono un bel po' di paesi come brasile, Venezuelae iran che non vedono loro di provarlo.

  6. #1136
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    44,461
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    92 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: F-35 ...un costosissimo bidone senza rimedio

    Citazione Originariamente Scritto da Metabo Visualizza Messaggio
    I cento aeri comprati dagli americani saranno rivenduti ai paesi stranieri, un centinaio di aeri o più li produrranno pure, altrimenti si dovrebbero buttare dalla finestra, per il resto è un aero che per il momento non lo sta comprando nessuno, visto che sentono tutti puzza di bruciato, solo l'italia ne vuole 90, ma sappiamo i politici italiani di che livello sono, con il paese in ginocchio questi aeri non andranno lontano, considera che i politici che appoggiano l'acquisto praticamente sono in agonia politica.
    Gli f22 ne dovevano comprare 700 sono rimasti a 180, visti ci costi di manutenzione e le prestazioni non proprio uguali a quelle promesse, del resto sappiamo tutti che figura ha fatto con l’eurofighter, che non è sviluppato neanche al massimo, non a caso gli usa seguitano a comprare f18 invece che f35 e f22, neanche più gli usa credono al f35 che doveva volare già da anni.
    Il pak fa ha uno sviluppo che procede secondo i tempi previsti e tra la russia e l'india ne produrranno più degli f22 e di sicuro più degli f35, senza contare che ci sono un bel po' di paesi come brasile, Venezuelae iran che non vedono loro di provarlo.


    Come detto bevi meno birra e piu caffe cosi qualche barlume di lucidita ti ritorna.

    Quanto ti ritorna ci dirai come verranno sostitute le flotte dei vari F16, F18, HARRIER, TORNADO e Phantom in giro per il mondo.
    Ultima modifica di paulhowe; 16-08-13 alle 18:52

  7. #1137
    Viva la piadina!!!
    Data Registrazione
    20 Nov 2009
    Località
    Miami, FL, USA
    Messaggi
    73,904
    Mentioned
    129 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: F-35 ...un costosissimo bidone senza rimedio

    Citazione Originariamente Scritto da blobb Visualizza Messaggio
    ma dico leggi quello che posti???
    ISTANBUL — Turkey has been awarded billions of dollars worth of
    subcontracts without the purchase of the Joint Strike Fighter.
    Lockheed Martin has pledged to provide Turkey with at least $12 billion
    in subcontracts for the production of the F-35 fighter-jet. The pledge came
    despite Turkey’s refusal to place an order for the fifth-generation
    aircraft.

    praticamente su 12 contraenti solo 2 hanno confermato...
    bella media....

    Per la Turchia le cose sono un poco diverse:

    ANKARA — Turkey said Jan. 11 it has postponed an order to purchase its first two U.S.-made F-35 fighter jets due to technical problems and rising costs, but said it still intends to buy 100 more in the long run.

    Turkey Postpones Order for Its First Two F-35 Fighters | Defense News | defensenews.com
    Globalizzazione..... si grazie.

  8. #1138
    Clandestino
    Data Registrazione
    09 Jul 2012
    Messaggi
    16,126
    Mentioned
    112 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: F-35 ...un costosissimo bidone senza rimedio

    Citazione Originariamente Scritto da paulhowe Visualizza Messaggio
    Come detto bevi meno birra e piu caffe cosi qualche barlume di lucidita ti ritorna.

    Quanto ti ritorna ci dirai come verranno sostitute le flotte dei vari F16, F18, HARRIER, TORNADO e Phantom in giro per il mondo.
    mondo

    http://www.analisidifesa.it/2013/08/al-bahrein-piace-il-typhoon-satelliti-italo-francesi-per-gli-emirati/

    Al Bahrein piace il Typhoon, satelliti italo-francesi per gli Emirati


    di Redazione16 agosto 2013, pubblicato in Analisi Mondo

    Gli Emirati Arabi Uniti hanno ordinato due satelliti militari italo-francesi da sorveglianza del tipo Helios nell’ambito del programma Falcon Eye da 700 milioni di euro nel quale concorreva anche la statunitense Lockheed Martin. Il contratto, gestito dal governo francese, comprende anche la stazione di controllo e l’addestramento di 20 tecnici ingegneri mentre militari francesi forniranno assistenza alle forze aeree degli EAU per la gestione del sistema. I due satelliti verranno realizzati da Astrium, (divisione Spazio di Eads) e dall’italo-francese Thales Alenia Space, joint venture tra Thales e Finmeccanica. Ricadute positive per Finmeccanica anche dal possibile contratto di export dei cacciabombardieri Typhoon in Bahrein. Nei giorni scorsi la britannica Bae Systems ha reso noto di supportare il governo britannico nei colloqui con l’emirato del Bahrein interessato ad acquisire un numero non specificato di jet di Eurofighter che potrebbero diventare la “star” delle aeronautiche militari del Golfo Persico impegnate a bilanciare la crescente potenza militare iraniana. Dopo i 72 esemplari acquistati dall’Arabia Saudita (che dovrebbero raddoppiare con altrettanti aerei della Tranche 3) e i 12 ordinati l’anno scorso dall’Oman per 1,5 miliardi di sterline altri Paesi della regione appartenenti al Gulf Cooperation Council sono interessati ad acquisire il Typhoon. Il Kuwait sta trattando l’acquisizione del velivolo (una quarantina di esemplari) mentre negli Emirati Arabi Uniti e in Qatar le commesse per una sessantina e una cinquantina di cacciabombardieri vedono ancora aperta la gara tra il Typhoon e il francese Dassault Rafale. I contratti per la vendita di armi vengono infatti sempre più spesso gestiti dai governi e Londra sta facendo pesare non poco la sua influenza presso gli ex possedimenti della Penisola arabica. Il contratto saudita per i Typhoon, che Riad doterà di missili da crociera MBDA Storm Shadow (che equipaggerà prima 81 Tornado sauditi ammodernati da Bae Systems) già impiegati dalle forze aeree britannica e italiana, potrebbe “fare da traino” per vendere il velivolo anche agli altri Stati dell’area con contratti miliardari pluriennali che includono l’assistenza tecnica e l’addestramento del personale locale. Il premier britannico, David Cameron, ha visitato gli emirati del Golfo il mese scorso per sostenere la vendita del Typhoon e di altri sistemi d’arma made in UK ma un successo di export britannico avrebbe ripercussioni positive su tutte le aziende del Consorzio Eurofighter incluse quelle di Finmeccanica coinvolte nella produzione di parti del velivolo (per il 19 per cento realizzato da Alenia Aermacchi), delle componenti imbarcate e degli armamenti con una partecipazione complessiva al programma valutata da Finmeccanica pario al 36 per cento. Contando il probabile raddoppio della commessa saudita, nel Golfo Persico sono in ballo ordini potenziali per oltre 200 Typhoon che si aggiungono ai 719 velivoli previsti, 571 in ordine fermo e circa 350 consegnati soprattutto alle aeronautiche dei Paesi europei che lo producono e dall’Austria. Commesse che garantirebbero lavoro ancora per molti anni anche agli stabilimenti Alenia Aermacchi di Torino –Caselle. Il cacciabombardiere europeo è inoltre in corsa anche per aggiudicarsi commesse anche in Canada, Corea del Sud e Danimarca dove rivaleggia con lo statunitense F-35.


    Del resto se prende a calci f22, f35 che è una carretta lo umilia proprio
    Ultima modifica di Metabo; 16-08-13 alle 19:29

  9. #1139
    Clandestino
    Data Registrazione
    09 Jul 2012
    Messaggi
    16,126
    Mentioned
    112 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: F-35 ...un costosissimo bidone senza rimedio

    F-35: CHI HA PAURA DI "METTERCI LA FACCIA" ? - Analisi Difesa
    F-35: CHI HA PAURA DI “METTERCI LA FACCIA” ?


    di Gianandrea Gaiani15 luglio 2013, pubblicato in Editoriale

    Aggiornato alle ore 19 – La politica impone al contribuente l’acquisto del cacciabombardiere F-35 Lightning II ma nessuna figura istituzionale italiana ha voglia di “mettere la faccia” davanti al jet statunitense. O almeno così sembra dopo la cancellazione della cerimonia con la quale il 18 luglio era prevista la celebrazione dell’avvio dei lavori di assemblaggio del primo F-35 italiano presso la stabilimento costruito a Cameri (nella foto). Nessuno stop ai lavori dell’impianto che cominceranno regolarmente giovedì ma la cerimonia che avrebbe dovuto vedere la presenza di figure importanti del mondo politico, militare e industriale italiano e statunitense è stata annullata senza fornire spiegazioni convincenti. Il portavoce di Lockheed Martin, Joe LaMarca, ha dichiarato alla Reuters che la cerimonia è stata cancellata su richiesta del ministero della Difesa italiano sottolineando che per l’evento erano in procinto di partire per l’Italia anche Orlando Carvalho, capo della divisione aeronautica dell’azienda statunitense e il generale Christopher Bogdan, che dirige il programma F-35 per il Pentagono.
    Poco dopo Lockheed Martin e Alenia Aermacchi hanno precisato che la cerimonia di inaugurazione della Linea di Assemblaggio Finale dell’F-35 “è stata posposta a data da destinarsi” con un comunicato che non ha spiegato le cause del rinvio. In modo informale e anonimo altre fonti hanno però confermato che lo stop è stato imposto dal dicastero retto da Mario Mauro, per non offrire ulteriori occasioni di polemica dopo il recente dibattito sull’acquisizione dell’F-35 alla Camera e quello imminente al Senato. Polemiche divenute ancor più roventi dopo che il Consiglio Supremo di Difesa ha “ricordato” che il programma JSF è stato già approvato dal governo e il Parlamento non ha potere di veto in proposito. Ambienti militari tendono invece ad attribuire il passo indietro alla difficile situazione politica non legata alla vicenda del cacciabombardiere ma che avrebbe determinato molte assenze tra le autorità e personalità attese a Cameri il 18 luglio.
    L’assenza di spiegazioni rende però plausibile l’ipotesi che ministri ed esponenti del governo, dello Stato, del Parlamento e delle amministrazioni locali fossero restie a “metterci la faccia”, cioè ad apparire ufficialmente come “padrini” di un programma militare costosissimo, criticato da molti (non solo dai pacifisti) e che non raccoglie certo ampi consensi popolari. Insomma, se l’F-35 non porta voti, meglio far partire i lavori a Cameri senza troppa pubblicità cancellando la cerimonia per ridurre la visibilità e abbassare il profilo della vicenda evitando anche domande scomode.
    Ad esempio sulla sostenibilità di una forza aerea italiana che, nonostante bilanci sempre più risicati, in futuro sarà basata su due velivoli (F-35 ed Eurofighter Typhoon) mentre forze aeree ben più ricche come quella francese e tedesca disporranno di un solo velivolo da combattimento (il Rafale in Francia e il Typhoon in Germania) impiegati sia come caccia sia per l’attacco al suolo. Il programma Typhoon, che all’Italia costa anche quest’anno oltre un miliardo di euro, sta subendo tagli consistenti per liberare risorse da destinare all’F-35. Dei 121 aerei previsti l’Aeronautica ne prenderà solo 96 (ma vorrebbe scendere a 72 vendendo sul mercato dell’usato le prime due dozzine) rinunciando agli ultimi 24 velivoli della tranche 3b, la più evoluta e con spiccate capacità di attacco al suolo.
    Il paradosso è quindi che rinunceremo a un cacciabombardiere europeo del quale abbiamo già pagato i costi di sviluppo e produzione per prenderne uno americano il cui sviluppo è ancora tecnologicamente immaturo e i cui costi continuano a crescere. Non è difficile ravvisare qualche contraddizione in questa decisione specie per una classe politica che ormai ogni giorno si riempie la bocca della parola “Europa” e per un Ministero della Difesa che ha varato un programma denominato “more Europe on Defence” da presentare in dicembre al Consiglio Europeo.La cancellazione della cerimonia di Cameri, per la quale erano già stati preavvisati tutti i media, non fa certo fare bella figura al governo italiano forse timoroso che possano emergere ancora più chiaramente i punti critici del programma Joint Strike Fighter. Del resto se fino a un anno or sono la Difesa parlava di 10 mila posti di lavoro italiani legati all’F-35 ora li ha ridotti a una previsione di “ben oltre 6 mila addetti” come ha detto il generale Domenico Esposito, capo della Direzione armamenti aeronautici, in un’intervista apparsa sul sito del Ministero della Difesa e segnalata anche da Analisi Difesa in cui viene evidenziato che la cancellazione della cerimonia di Cameri “non incide assolutamente sui piani industriali e sul programma di avvio dello stabilimento e assemblaggio del primo velivolo”.
    Invece di spiegare i motivi del rinvio della cerimonia, il Ministero della Difesa si è limitato a pubblicare l’intervista al generale Esposito che ribadisce le valutazioni positive sull’F-35 precisando inoltre che “uscire dal programma significherebbe disconoscere il patto d’onore siglato tra governi e minerebbe a livello internazionale il livello di affidabilità e credibilità del nostro Paese”. Ci sarebbe molto da dire in proposito ma forse è sufficiente ricordare le cancellazioni di commesse già avviate per velivoli italiani (elicotteri AW-101 presidenziali, cargo C-27J per le forze armate statunitensi e G-222 per l’Afghanistan) effettuate negli ultimi anni dagli Stati Uniti allo scopo di privilegiare le proprie aziende e i prodotti nazionali. Cancellazioni che da sole giustificherebbero l’addio dell’Italia all’F-35, al di là delle valutazioni sul velivolo di Lockheed Martin, ma evidentemente per i nostri vertici militari i “patti d’onore” sono solo a senso unico nei rapporti tra Roma e Washington.
    Post Scriptum – Sembra uno scherzo ma il 18 luglio Mario Mauro “visiterà a Roma la casa circondariale di Rebibbia. Al centro della visita – recita un comunicato del Gabinetto del Ministro – la situazione drammatica dei detenuti nelle carceri italiane, come stigmatizzato nella sentenza di condanna della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo”. Un tema certo rilevante ma forse un po’ meno aderente all’incarico di Mauro rispetto all’avvio dell’assemblaggio del primo F-35 italiano.

  10. #1140
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    new york
    Messaggi
    44,461
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    92 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: F-35 ...un costosissimo bidone senza rimedio

    In primis ne gli emirati ne l'arabia saudita hanno mai fatto parte del consorzio F35 e non hanno mai affermato di voler comprare tale macchina.

    In secondo gli acquisti di questi paesi rispondono ad una logica politica ed economica e non militare, perche vendendo un sacco di petrolio ai paesi europei devono pareggiare il conto ricomprando qualcosa da loro.

    Nessuno dei paesi che fa parte del consorzio F35 o si e' associato ad esso in tempi recenti ha comprato gli aerei sopra menzionati ne intende farlo.


    L'eurofighter e' un velivolo di molto inferiore tanto all'F22 quanto all'F35 perche non e' stealth, non dispone di radar AESA, non ha una sensoristica capace di fare data fusione e mancano della flessibilita operativa dei caccia USA.

    Quindi prima di riportare articoletti ridicoli meglio studiare e smetterla di fare il troll.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 57
    Ultimo Messaggio: 13-04-12, 00:33
  2. Trovato il rimedio...
    Di Rexal nel forum Fondoscala
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 08-03-12, 09:25
  3. Kyoto: inutile e costosissimo.
    Di Silvioleo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-11-05, 10:07
  4. urge rimedio
    Di Audace nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 22-10-05, 00:07
  5. Rimedio...
    Di yurj nel forum Fondoscala
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 05-10-04, 13:15

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Single Sign On provided by vBSSO

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224