User Tag List

Pagina 1 di 29 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 281
Like Tree13Likes

Discussione: Bestiario americano

  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    21,699
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Bestiario americano

    Pakistan: Onu, droni Usa illegali; violano sovranita'

    (AGI) - Islamabad - I raid aerei dei droni della Cia sul Pakistan sono illegali perche' violano la sovranita' del Paese.
    E' quanto ha stabilito un team delle Nazioni Unite che indaga sulle vittime causate dai bombardamenti degli aerei senza pilota americani, guidato da Ben Emmerson, relatore speciale dell'Onu sui diritti umani e la lotta al terrorismo. Gli sperti, che hanno effettuato una visita segreta in Pakistan di tre giorni, hanno indagato su 25 bombardamenti che hanno causato la morte in totale di 400 civili.
    Ultima modifica di Lawrence d'Arabia; 20-03-13 alle 17:03
    Majorana likes this.
    "Non abbiamo l'unione sociale ma solo quella economica e finanziaria. Finchè non capiamo questo, non capiremo perché i populisti hanno tanto successo!". Gabriele Zimmer
    Gratteri: "L'Ue è una prateria per le mafie"

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    21,699
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Bestiario americano

    Stragi Usa: colpo alla riforma, addio al bando dei fucili d'assalto

    (AGI) - Washington , 19 mar. - Il giro di vite voluto da Barack Obama sulle armi negli Usa e' di fatto gia' dato morto. E anche per colpa dei 'suoi' senatori democratici, maggioranza nella Camera Alta, che si sono uniti ai repubblicani nell'osteggiare la messa al bando dei fucili d'assalto (versione civile dei fucili automatici usati dai militari). Si tratta delle armi usate nelle ultime stragi, a partire da quella di Newtown in Connecticut in cui il 14 dicembre un folle armato di un fucile d'assalto Bushmaster AR-15 massacro' 20 bimbi e 6 adulti. Ad annunciare il 'de profundis' del cuore della riforma e' stato lo stesso capogruppo della maggioranza democratica al Senato, Harry Reid. Secondo il leader della maggioranza (al Senato i democratici hanno 55 seggi), secondo il quale meno di 40 senatori su 100 sostengono la reintroduzione del divieto di vendita delle armi d'assalto. "Al momento", ha riferito Reid, il progetto di legge preparato dalla senatrice Dianne Feinstein per la messa al bando dei fucili d'assalto, puo' contare, "su meno di 40 voti". Questo era il cuore della riforma di Obama insieme al divieto di vendita di caricatori oltre i 10 colpi. Il bando era stato introdotto nel 1994 da Bill Clinton ed era rimasto in vigore fino al 2004 quando nessuno lo volle reintrodurre.
    L'annuncio di Reid conferma che l'ostilita' ad una riforma della legge sulle armi e' trasversale. Non e' osteggiata solo dai repubblicani ma anche da non pochi democratici. Il testo di Fenstein, infatti, sulla carta poteva contare sui 55 voti del suo stesso partito. Stasera canta vittoria la potente lobby delle armi, La National Rifle Association.
    Ultima modifica di Lawrence d'Arabia; 20-03-13 alle 17:01
    "Non abbiamo l'unione sociale ma solo quella economica e finanziaria. Finchè non capiamo questo, non capiremo perché i populisti hanno tanto successo!". Gabriele Zimmer
    Gratteri: "L'Ue è una prateria per le mafie"

  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    21,699
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Bestiario americano

    Usa: Ny, dopo 22 anni scagionato da accusa omicidio di un rabbino - Adnkronos Esteri

    New York, 20 mar. (Adnkronos) - Dopo 22 anni di prigione David Ranta e' stato scagionato dall'accusa di aver ucciso nel 1990, durante un tentativo di rapina in una gioielleria di Williamsburg, a Brooklyn, il rabbino hassidico Chaskel Werzeberger. La notizia viene riportata con grande risalto oggi dal New York Times che ricorda come, anche nella New York del 1990 dove si registravano 2245 omicidi all'anno, il caso del "rabbino assassinato" suscito' un'ondata di dolore e di proteste nella comunita' ebraica newyorkese, con l'allora sindaco David Dinkins che mise anche una taglia di 10mila dollari sul responsabile dell'omicdio del rabbino che era un sopravvissuto di Auschwitz.
    "Non abbiamo l'unione sociale ma solo quella economica e finanziaria. Finchè non capiamo questo, non capiremo perché i populisti hanno tanto successo!". Gabriele Zimmer
    Gratteri: "L'Ue è una prateria per le mafie"

  4. #4
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Bestiario americano

    "si registravano 2245 omicidi all'anno"
    Per carità!
    E pensare che per alcuni sono un modello da seguire.

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    20 Mar 2013
    Località
    VERONA
    Messaggi
    13,146
    Inserzioni Blog
    2
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: Bestiario americano

    L'America è la più grande delle opportunità e la peggiore delle influenze.

  6. #6
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    21,699
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Bestiario americano

    Citazione Originariamente Scritto da Nazionalistaeuropeo Visualizza Messaggio
    "si registravano 2245 omicidi all'anno"
    Per carità!
    E pensare che per alcuni sono un modello da seguire.
    questo negli anni 90.
    "Non abbiamo l'unione sociale ma solo quella economica e finanziaria. Finchè non capiamo questo, non capiremo perché i populisti hanno tanto successo!". Gabriele Zimmer
    Gratteri: "L'Ue è una prateria per le mafie"

  7. #7
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Bestiario americano

    Citazione Originariamente Scritto da Turriciano Visualizza Messaggio
    questo negli anni 90.
    Se è peggiorato davvero non invidio gli americani.

  8. #8
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Bestiario americano

    Citazione Originariamente Scritto da Azael Visualizza Messaggio
    L'America è la più grande delle opportunità e la peggiore delle influenze.
    Io non ci vivrei mai.
    È bella a livello di ambiente,fauna e flora





    è avanzatissima tecnologicamente(diciamo che almeno per il 70% il merito della rete odierna è loro)
    ma è troppo pericolosa,troppo inquinata e rischi di fare una brutta fine se finisci nelle maglie della "giustizia"

    Home - CarloParlanti.com

    In sintesi: preferirei trasferirmi in Africa che in USA,è altrettanto bella e meno pericolosa.
    Ultima modifica di Nazionalistaeuropeo; 20-03-13 alle 17:32

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    15 Jul 2009
    Messaggi
    21,699
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Bestiario americano

    non dimentichiamo il nostro connazionale detenuto senza prove

    Chico Forti: in carcere da 13 anni
    Il caso di Chico Forti, condannato per omicidio ma senza prove


    In questo articolo voglio far conoscere ai cari lettori di LeggiOggi un caso che, come l’omicidio di Meredith Kercher, ha collegato le giurisdizioni di Paesi differenti, divenendo un fatto di cronaca internazionale. È la storia di un italiano, Enrico Forti, detto “Chico”, da tredici anni rinchiuso in un carcere di massima sicurezza a Miami, condannato all’ergastolo per omicidio.

    Il giovane Forti, originario di Trento, campione internazionale di windsurf, si trasferì nel ’92 negli Stati Uniti, dopo aver vinto una importante cifra nel famoso gioco televisivo chiamato “TeleMike”.

    Con questa vincita, Forti iniziò la sua nuova vita a Miami, dove intraprese la carriera di filmaker e produttore, attività che gli permisero di accumulare una piccola fortuna. Sposò una giovane modella, Heather Crane, dalla quale ebbe tre figli.

    Il ragazzo di Trento sembrò aver realizzato il sogno americano. Ma il suo spirito intraprendente e il suo fiuto per gli affari non lo ripagarono adeguatamente. La fortuna presentò ben presto il conto.

    Thomas Knott, tedesco, malfattore, arrestato per droga e varie truffe in Germania, era il vicino di casa di Forti a Williams Island, Miami.

    Tramite Knott, Forti conobbe Anthony Pike, un australiano, proprietario di un famoso albergo di Ibiza, in Spagna, il Pikes Hotel.

    Tony Pike era in una situazione economicamente difficile, la sua attività era in passivo, il suo albergo, che all’inizio degli anni ’90 era frequentato da gente dello spettacolo, lo portò ad indebitarsi fortemente.

    Perciò a Forti venne offerto di acquistare il Pikes. Intanto il figlio di Tony, Dale, di ritorno dalla Malesia, venne invitato a Miami, dove sperava di intraprendere una nuova carriera nel mondo del cinema grazie all’aiuto di Chico.

    Il giovane Pike arrivò a Miami il 15 febbraio 1998 e dopo un incontro con Forti, che andò a prelevarlo dall’aeroporto, i due si separarono nel parcheggio di un ristorante a Key Biscayne, dandosi un appuntamento il 18 febbraio, quando si sarebbero incontrati con il padre di Dale.

    Il giorno successivo, il 16 febbraio, Dale venne trovano morto e denudato in un boschetto a Sewer Beach, una spiaggia molto conosciuta dai surfisti.

    Il 18 febbraio Forti, che si trovava a New York, venne a conoscenza della morte di Dale e rientrò a Miami. Si presentò alla polizia, dove gli confermarono della morte di Dale e gli comunicarono la scomparsa, non vera, di Anthony.

    Ed è qui che Forti commise il suo grande errore. Terrorizzato dalla notizia della morte di due delle persone a lui più vicine, affermò di non aver mai incontrato il giovane Pike.

    Il 20 febbraio si ripresentò alla polizia, senza l’assistenza di un legale, per consegnare alle autorità i documenti riguardanti i suoi affari con il padre della vittima. Dopo un estenuante interrogatorio durato 14 ore, dichiarò di aver incontrato Dale poche ore prima della sua morte e di averlo accompagnato al ristorante in Virginia Key.

    Forti venne arrestato in un primo momento con l’accusa di frode, circonvenzione di incapace e concorso in omicidio.

    Assolto successivamente da ogni accusa di frode, tornò libero per venti mesi, ma con una cauzione da record: un milione di dollari.

    Le indagini sulla morte di Dale continuarono. La macchina di Forti venne minuziosamente controllata, finché 45 giorni dopo l’omicidio i periti trovarono sul gancio di traino dell’auto alcuni granelli di sabbia, che secondo l’accusa provenivano da Sewer Beach, la spiaggia dove venne trovato il corpo senza vita di Pike. Secondo la perizia della difesa quei granelli non ricollegavano direttamente l’auto alla spiaggia, essendo comune alla sabbia di molte altre spiagge della zona.

    L’arma del delitto, mai ritrovata, risultò compatibile con una pistola, che fu acquistata da Tom Knott (ve lo ricordate?) con la carta di credito di Forti.

    Secondo l’accusa Forti aveva un movente. Temeva che Dale potesse interferire con le trattative per l’acquisto dell’albergo. Forti intendeva comprarlo a basso costo da Tom Pike, ormai vecchio e demente. Così invitò Dale a Miami e “lo condusse verso la morte”.

    Il 15 giugno del 2000 i dodici giurati della contea di Miami Dade emisero il verdetto: COLPEVOLE!

    “La Corte non ha le prove che lei sig. Forti abbia premuto materialmente il grilletto, ma ho la sensazione, al di là di ogni dubbio, che lei sia stato l’istigatore del delitto. I suoi complici non sono stati trovati ma lo saranno un giorno e seguiranno il suo destino. Portate quest’uomo al penitenziario di Stato. Lo condanno all’ergastolo senza condizionale”!

    Una sensazione, quindi. Una sensazione che ha prodotto la morte civile di un italiano, per molti assolutamente innocente.

    Con gli anni il movimento dei sostenitori di Chico è cresciuto notevolmente, soprattutto grazie alla rete e ai numerosi gruppi che sono sorti sui social network e che hanno svolto un’intensa opera di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul caso Forti.

    Da Jovanotti a Fiorello, fino ad arrivare alla criminologa Roberta Bruzzone, che nel suo ultimo libro, “Chi è l’assassino – Diario di una criminologa”, sostiene la tesi dell’innocenza di Chico e della presenza di un complotto. Le motivazioni dell’accusa cedono davanti al ragionamento della criminologa, che in un dossier diretto all’ex ministro degli Affari Esteri, Giulio Terzi, chiede che venga riaperto il caso e che giustizia sia fatta.

    Il finale di questo giallo è ancora tutto da scrivere e forse, con l’intervento delle autorità italiane, si potrà far luce su questa storia e portare alla liberazione di Chico o alla conferma della condanna ma “al di là di ogni ragionevole dubbio”.


    Chico Forti: in carcere da 13 anni
    "Non abbiamo l'unione sociale ma solo quella economica e finanziaria. Finchè non capiamo questo, non capiremo perché i populisti hanno tanto successo!". Gabriele Zimmer
    Gratteri: "L'Ue è una prateria per le mafie"

  10. #10
    Moderatore
    Data Registrazione
    04 Jun 2009
    Località
    Mein Reich ist in der Luft
    Messaggi
    11,094
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Bestiario americano

    Ottimo 3d
    Ti Bibi likes this.
    ████████

    ████████

    Gli umori corrodono il marmo

 

 
Pagina 1 di 29 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Bestiario quotidiano
    Di ioleggosolofeltri nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-11-09, 14:17
  2. Bestiario etnonazionalista
    Di ulfenor nel forum Destra Radicale
    Risposte: 231
    Ultimo Messaggio: 09-11-06, 10:43
  3. Da Bestiario
    Di ErTigre nel forum POLSchedina
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-05-06, 00:42
  4. ***Bestiario AntiameriKano****
    Di Pieffebi nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 16-03-05, 18:55
  5. Bestiario biotech
    Di Davide (POL) nel forum ZooPOL
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-08-03, 10:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226