Dove la Lega è al governo, non ce ne è per nessuno! a Fermignano, il sindaco Cancellieri, ha letteralmente scompaginato le file dell'opposizione!

http/www.corriereadriatico.it/articolo.aspx?varget=1F6CD1542D1F1B2A665D1A461C8A2 6BA
Contro il radicamentodella destra bisognaevitare a tutti i costile divisioni interne”

Guerre intestine nel Pd Smacchia abbandona


Fermignano Patrizia Smacchia, dopo tre anni, si è dimessa dalla segreteria del Pd. L’ennesima amara pagina di un partito che sembra non conoscere pace a Fermignano (un record di abbandoni da 13 anni a questa parte a capo della dirigenza). Rinuncia irrevocabile. La decisione aleggiava nell’aria già alla vigilia della festa “Volere volare” del Pd. Al primo appuntamento “tête-à-tête” con Marco Marchetti, segretario reggente provinciale, Patrizia Smacchia “ha detto no alle guerre personalistiche dibattute nei vari incontri, quando, invece, c’è una destra che si sta sempre più radicando nel territorio. Non c’è un clima che possa permettere di lavorare in maniera decisa per un obiettivo importante: la contrapposizione unitaria contro l’attuale governo della città. Sapevo ed ero cosciente di quello che mi aspettava, quando ho visto di non essere stata produttiva ho deciso di farmi da parte senza dare l’addio al mio impegno politico. Aspetto determinati segnali”.

Si stanno ripetendo gli errori del passato che lacerano i progressisti del centro metaurense. Sarà un comitato di segreteria a traghettare il Pd locale fino al congresso di circolo. Si è chiesto un congresso straordinario ma il veto, dall’alto, è stato tassativo. Lo strappo potrebbe avere l’effetto a catena.