User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    sübre ò söpèi? No, Zølfø.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Canton Basgovia, Bagossonia Prealpina
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Trapianti: classifica degli Ospedali.

    1° Riuniti di Bergamo
    2° Padova
    3° Niguarda


    Libero News - TRAPIANTI: OSPEDALI RIUNITI BERGAMO, RECORD DONAZIONI E INTERVENTI NEL 2009

    TRAPIANTI: OSPEDALI RIUNITI BERGAMO, RECORD DONAZIONI E INTERVENTI NEL 2009

    Milano, 3 ago. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Cifre da record per gli ospedali Riuniti di Bergamo: e' la struttura che nei primi sei mesi del 2009 ha registrato il maggior numero di donazioni e di trapianti d'organo nel Nord Italia. Con 94 interventi, 24 in piu' rispetto allo stesso periodo del 2008, e 17 possibili donatori segnalati (di cui 12 sottoposti effettivamente a prelievo), si e' lasciata alle spalle persino un maxi-ospedale come il Niguarda di Milano (fermo a quota 93 trapianti) e quello di Padova (87). Il primato dei Riuniti emerge dai dati diffusi dal Nord Italian Transplant (Nitp), uno dei tre centri di Coordinamento interregionali italiani che agiscono sotto la supervisione del Centro nazionale trapianti.

    Il resoconto, pubblicato nei giorni scorsi, analizza l'attivita' di tutte le regioni coordinate dal Nitp, cioe' Lombardia, Veneto, Trentino, Friuli-Venezia Giulia, Liguria e Marche, che insieme costituiscono un'area di circa 19 milioni di abitanti, 80 ospedali in cui si effettuano i prelievi d'organo, 42 unita' di trapianto (localizzate in 16 ospedali) e un Centro interregionale di riferimento per la gestione delle liste d'attesa e degli organi da destinare agli interventi. Nell'attivita' dei Riuniti spiccano i trapianti di fegato - 44 in 6 mesi, di cui 16 con tecnica split (si divide l'organo in due parti per trapiantarlo in 2 persone diverse) - e quelli di polmone, 19 in tutto, 5 di polmone singolo e 5 di doppio polmone.

    Al 30 giugno nel Centro di Bergamo erano stati inoltre eseguiti 20 trapianti di rene e 3 di doppio rene, 14 di cuore, 1 combinato cuore-rene, 1 combinato fegato-rene e 1 multiviscerale, quello sul piccolo Etion del maggio scorso, che ha ricevuto intestino, fegato, pancreas, milza e stomaco. "Unico obiettivo: dare una nuova vita a chi e' in lista d'attesa e non vanificare un gesto cosi' prezioso come la donazione degli organi", commenta in una nota Claudio Sileo, direttore sanitario degli ospedali Riuniti.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Trapianti: classifica degli Ospedali.

    Se non sbaglio qui ai Riuniti di Bergamo ci sono stati tra l'altro anche casi di trapianti veramente eccezionali, o delle prime in assoluto o comunque delicatissimi interventi. Uno dei più all'avanguardia in questo campo.


    Gli altri, i più solari, più gentili, più aperti, più generosi, più solidali... secondo la ex first lady Franca, poi quando si tratta di guardare i numeri spariscono sempre in fondo alle classifiche.

    Occorre più sangue | il nostro tempo

    «Donare sangue. Un regalo per la vita»: è il titolo dell’appello che all’inizio di marzo il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, e l’assessore comunale ai Servizi sociali, Marco Borgione, hanno rivolto ai concittadini per ricordare l’importanza delle donazioni. Un appello inconsueto, perché se circa un milione e 450 mila italiani (il 2,5 per cento della popolazione) concordano con loro e sono donatori volontari, non altrettanto numerosi sono i politici che promuovono analoghi inviti. E poi, perché ribadisce un problema quotidiano nelle strutture sanitarie: la richiesta aumenta in modo più che proporzionale alle donazioni.

    I dati diffusi lo scorso dicembre dall’Istituto superiore di sanità (Iss) e riferiti al 2004 (ultimi dati disponibili) confermano che i donatori italiani sono in costante aumento (1.472.000 contro i circa 1.300.000 nel 2001) e che sono state raccolte oltre 2.274.000 donazioni di sangue intero e 725 mila litri di plasma.

    Purtroppo, come ha ricordato l’Avis, la maggiore associazione di volontari, «l’autosufficienza di sangue non è stata raggiunta anche perché esistono forti squilibri tra Regioni eccedentarie e Regioni carenti. Solo dodici sono autosufficienti: Piemonte, Valle d'Aosta, Lombardia, province autonome di Trento e Bolzano, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Molise, Campania; mentre non lo sono: Abruzzo, Lazio, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna (Iss 2003)».

    Certamente nel 2004, rispetto all’anno prima, l’aumento delle donazioni di sangue al Sud ha superato l’8 per cento e nelle Isole il 4 per cento. Dati che fanno dire all’Avis che «è il riscatto del Meridione, dove la raccolta del sangue è sempre stata più difficile e che da qualche anno ha invertito la rotta». Ma proprio lì continua a esserci la maggiore carenza.

    Per quanto riguarda il plasma, la situazione è ancora più critica. La quantità totale raccolta (684 mila litri nel 2003 e 725 mila nel 2004) è insufficiente per coprire la richiesta stimata in circa 800 mila litri annui. Nelle aree carenti perdurano, quindi, il ricorso alla donazione occasionale e la dipendenza dall’importazione di farmaci plasmaderivati dall’estero.

    Proprio per aumentare la solidarietà, il ministero della Salute continua le campagne promozionali, svolte insieme con le maggiori associazioni di volontariato: Avis, Fidas, Cri e Fratres. Associazioni che da sempre operano perché la donazione sia anonima, gratuita e periodica (al contrario, Paesi come Svezia, Germania, Austria retribuiscono i donatori), in modo da sviluppare la cultura del dare gratuitamente, senza discriminazioni, e offrire a chi ha bisogno un aiuto concreto, evitando speculazioni economiche.

    L’Avis, ricordiamolo, è stata fondata nel 1927 a Milano dal dottor Vittorio Formentano e si è costituita ufficialmente come Associazione volontari italiani del sangue nel 1946. La Fidas-Federazione italiana associazioni donatori di sangue è nata a Torino nel 1959, su impulso del professor A. M. Dogliotti, che nell'immediato Dopoguerra aveva fondato il gruppo provinciale di Torino e poi l’Associazione Piemonte. La Croce rossa italiana-Cri e i suoi volontari non hanno bisogno di presentazioni. Fratres, infine, è un’associazione che «ha in comune con le Misericordie l’ispirazione cristiana, un’organizzazione basata soprattutto sull’aderenza alle diverse culture locali, sulla libera espressione delle potenzialità e sulla capacità di dare risposte concrete ai bisogni della comunità».

    Un discorso a sé, al quale accenniamo appena, riguarda la donazione d’organi. Secondo dati del Centro nazionale trapianti, nel 2005 «l’Italia mantiene il suo secondo posto fra le grandi nazioni europee per numero di donatori». A livello regionale, ancora una volta in testa c’è il Centro-Nord: prima la Liguria (40,7 donatori per milione di persone), seguita da Emilia Romagna (36,4), Piemonte-Valle d’Aosta (34,1) e Veneto (32). In fondo alla classifica: Puglia (7,5), Sicilia (7,2) e Calabria (6,5). In termini numerici, nel 2005 sono stati effettuati 3.166 trapianti (tra i quali 1.663 di rene, 1.049 di fegato e 345 di cuore) quando i pazienti in lista d’attesa erano ben 8.883.

    Anche dietro questi interventi c’è l’estrema necessità di sangue. Come ricorda un recente documento della Fidas Piemonte, per un trapianto di organi necessitano anche 40 sacche di sangue, e l’ospedale «Molinette» di Torino, il più importante del capoluogo, ne richiede in media 140 ogni giorno. A fronte di queste esigenze e di una media raccomandata dall’Organizzazione mondiale della sanità di cinque donatori ogni cento abitanti, la media italiana non raggiunge, come s’è detto, i tre.

    Ben venga, quindi, il recente invito del sindaco di Torino a donare sangue, gesto che «interroga le nostre coscienze e ci spinge a riflessioni sull’esistenza umana e sulla qualità della vita: non dobbiamo pensare che sia solo un problema che riguarda altri». Non a caso, papa Benedetto XVI, domenica 13 giugno 2005, in occasione della Giornata mondiale del donatore di sangue (quest’anno cadrà l’11 giugno) ha ringraziato i donatori per «la loro generosità rivolta ai fratelli che ne hanno bisogno. Il loro gesto, che supera l’aspetto umanitario già di per sé meritorio, è un atto tipicamente cristiano e, sull’esempio di Cristo che ci ha redento con il Suo sangue, chiede di essere imitato e continuato».
    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  3. #3
    sübre ò söpèi? No, Zølfø.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Località
    Canton Basgovia, Bagossonia Prealpina
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Trapianti: classifica degli Ospedali.

    Ci sono alcuni articoli (non troppo circostanziati,
    li troverai grazie al solito motore di ricerca)
    che parlano di una contrazione del numero di
    donazioni di organi, con relativo sfogo dell'assessore
    alla sanità lombarda e tirata d'orecchie ai cittadini.
    Amen.

    Giusto per la cronaca: chi sono (e da dove vengono)
    gli "utilizzatori dei pezzi di ricambio"? Tanto per avere
    un'idea...

 

 

Discussioni Simili

  1. La lista degli ospedali che chiudono (spending review)
    Di dedelind nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 05-07-12, 18:06
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-03-12, 15:20
  3. Privatizzazione degli ospedali (per abbassare le tasse)
    Di Antitesi nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 29-09-08, 20:17
  4. Mussolini: il 60% degli ospedali occupato da extracomunitari
    Di frontista nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 247
    Ultimo Messaggio: 28-04-08, 08:33
  5. Mussolini: il 60% degli ospedali occupato da extracomunitari
    Di frontista nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-11-04, 09:17

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226