User Tag List

Pagina 177 di 179 PrimaPrima ... 77127167176177178 ... UltimaUltima
Risultati da 1,761 a 1,770 di 1781
Like Tree207Likes

Discussione: SIAMO TUTTI METICCI. PAROLA DI MINISDRA ROSSO-NEGRA.

  1. #1761
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Oct 2010
    Messaggi
    6,607
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: SIAMO TUTTI METICCI. PAROLA DI MINISDRA ROSSO-NEGRA.

    Nascondeva i reati commessi da richiedenti l'asilo, si dimette ministro olandese
    Il ministro della giustizia e della sicurezza olandese Mark Harbers si è dimesso dopo che il suo dipartimento è stato messo sotto accusa di aver minimizzato le statistiche sulla criminalità commessi dai richiedenti asilo.
    Il ministero è stato criticato per aver registrato centinaia di casi che riportavano reati gravi tra cui tentato omicidio e aggressioni sessuali nella categoria "altri" invece che in categorie più appropriate.
    La vicenda è emersa grazie a un'inchiesta del giornale "De Telegraaf", pubblicato la scorsa settimana in cui in sostanza si accusava il ministero di insabbiare i crimini commessi da rifugiati e richiedenti l'asilo. Le accuse hanno portato a una rapida indagine interna al ministero della giustizia culminata con le dimissioni di Harbers.
    Degli oltre 1000 reati che il ministero ha registrato come "altri", 79 erano reati sessuali, che vanno dall'assalto sessuale, all'abuso sessuale di bambini, allo stupro, al possesso di pornografia infantile. La polizia è stata chiamata per 51 casi di aggressione, 31 casi di omicidio o omicidio colposo. Si contavano inoltre 5 rapimenti o sequestri di ostaggi, 4 casi di traffico di esseri umani, e 73 casi di molestie.
    Il leader del partito anti-immigrazione VVD Geert Wilders ha accusato il ministero di "spazzare sotto un tappeto" i gravi crimini commessi da richiedenti asilo nei Paesi Bassi.
    https://www.mattinonline.ch/it/artic...PTWInpvhTh_1UI

    Germania. Duisburg-Marxloh. Un gran bel campanello di allarme.
    Big, il partito islamico si è presentato alle elezioni ed ha stravinto.
    BIG riceve il 35,71% nella circoscrizione 1001 di Duisburg! La Cdu è all’8.24%: se Frau Merkel avesse sperato nei voti dei mussulmani avrebbe preso un granchio grosso cosi'.
    Il test ha avuto successo, anche se questa è solo una piccola parte della città. Nella circoscrizione 1001 di Duisburg-Marxloh, dove molti musulmani sono in grande maggioranza, il partito islamico BIG ha ricevuto il maggior numero di voti in queste elezioni europee con il 35,71%, e con un ampio margine:
    Naturalmente, i media non sono interessati a tutto questo, dopo tutto, tutta la Germania è in un impeto di verde, quindi la notizia che la Germania viene islamizzata sempre più rapidamente non farebbe che turbare gli elettori che sono ubriachi sul clima.
    Ufficialmente, il BIG ha un aspetto moderno, in alcune parti il suo programma elettorale ricorda persino il programma elettorale dei Verdi, ma il partito è il nuovo braccio politico dei musulmani in Germania e probabilmente acquisirà sempre più influenza nel prossimo futuro.
    L’unica “consolazione“. Nel nord di Duisburg, fortemente segnato dalla migrazione, l’AfD ha raggiunto in alcuni casi più del 20%.
    Quando le risorse importate sono la maggioranza eleggono chi ritengono opportuno e governano secondo le leggi dell’Islam.
    Questo era solo un test, che ha dato esito favorevole. Adesso Big si organizzerà per benino su scala nazionale.
    https://senzanubi.wordpress.com/2019...y-VVsN72H9KIpE

    Bruxelles, eliminate fermate dei bus: rischio scabbia e tbc per migranti
    Gli autobus di Bruxelles salteranno una fermata. Perché la stazione di Gare de Nord, bivacco dei migranti, è considerata off limits: c'è un rischio sanitario
    Giuseppe Aloisi
    Gli autobus di Bruxelles non si fermeranno più in tutte le fermate previste.
    Non ci saranno persone ad aspettare nella stazione di Gare du Nord, dove per l'azienda che si occupa del trasporto pubblico della città belga esistono - c'è più di una certezza - una serie d'inconvenienti. Il primo tra questi, il pericolo che balza subito agli occhi di chi apprende la notizia, è relativo alle possibili conseguenze sulla salute di autisti e controllori.
    Si', perché quello snodo ferroviario è considerato tanto bacillo quanto diffusore potenziale di una situazione sanitaria degna di particolare attenzione. Una di quelle che sembrano buone per un allarme igienico. Sullo sfondo, ancora una volta, c'è il tema dei migranti e dei fenomeni migratori. In quella fermata - come nella maggior parte delle stazioni europee, centrali e non - si assiste a una sorta d'occupazione perpetua degli spazi pubblici. Sino ad arrivare, magari, a una specie di colonizzazione dell'intero quartiere. Sono gli ultimi e i penultimi, quelli che si addensano nelle periferie d'Europa in questa fase storica, ma la popolazione - questo, in fin dei conti, è il fulcro della questione - non puo' pagare sulla sua pelle, nel vero senso dell'espressione, i mancati interventi politico - amministrativi.
    A raccontare questa vicenda, ta gli altri, è stato il quotidiano Libero, che ha spiegato pure come il bivaccare continuativo e le possibili contaminazioni sanitarie influiscano sulla situazione sociale del posto. E gli effetti - viene aggiunto - non rilevano solo per gli operatori del settore, che hanno optato per evitare quello specifico passaggio, ma pure tutti i semplici cittadini.
    Ogni volta che ci si addentra in questo genere di tematiche bisogna fare attenzione a non scadere nel pressapochismo: si rischia di pensare che le malattie vengano importate da coloro che, in questi anni, sono arrivati nel Vecchio continente, cercando rifugio e futuro. Ma alcune fonti autorevoli hanno evidenziato come patologie quali scabbia, thc e tubercolosi siano comparse da quelle parti. Con tutto quello che ne consegue. L'ideologia del politicamente corretto - ovviamente - tende a evitare la questione, ma sindacati e giornali sembrano essere riusciti nell'intento di diffondere la preoccupazione, che è più che motivata.
    Gli autobus, a Bruxelles, faranno una fermata in meno. In una delle capitali dell'europeismo, forse quella che si è più distinta per multiculturalismo, l'integrazione non sembra sempre possibile.
    Bruxelles, eliminate fermate dei bus: rischio scabbia e tbc per migranti - IlGiornale.it

    MILANO, 463MILA EURO PER INTEGRARE I ROM
    Dal primo aprile del 2017 al 30 giugno del 2019, infatti, il Comune di Milano ha speso 463.000 euro nei campi rom per favorire percorsi di inclusione sociale, di autonomia abitativa e lavorativa e di integrazione scolastica dei minori
    “Dal primo aprile del 2017 al 30 giugno del 2019 il Comune di Milano ha speso 463.000 euro nei campi rom per favorire percorsi di inclusione sociale, di autonomia abitativa e lavorativa e di integrazione scolastica dei minori. A questi fondi comunali si aggiungono gli 1,2 milioni di euro di finanziamenti statali del Progetto Nazionale Rom, Sinti e Caminanti stanziati tra il 2013 e il 2016“. Lo segnala il Consigliere Comunale Silvia Sardone che commenta: “La sinistra non smette mai di buttare via soldi in nome di un’integrazione che esiste solo nelle favole. Basta infatti farsi un giro nei campi rom di Milano per rendersi conto che i bambini che vanno a scuola sono pochissimi e che gli adulti vivono in gran parte di espedienti. Mi chiedo quindi perché continuare a sperperare denaro pubblico se i risultati sono questi“.
    “Giusto per fare qualche esempio – prosegue Sardone – i rom che abitano nel Villaggio Martirano pagano solo il 20% dei canoni d’affitto dovuti; oltre la metà degli ospiti del Cat di via Sacile, costato 2 milioni in tre anni, non ha concluso il percorso di inclusione; il 40% degli ospiti accolti nel Centro di autonomia abitativa di via Novara dal 2016 al 2018 non ha di fatto trovato casa al termine dei progetti individualizzati promossi dal Comune per i nuclei famigliari provenienti dal Cat di via Sacile (1 milione di euro dal 2016 all’aprile 2019). E' assurdo che mentre migliaia di famiglie italiane attendono da anni una casa popolare e altre si trovano in serie difficoltà, il Comune di Milano continui a pensare ai rom: nemmeno l’evidenza dei numeri li ferma. Il sindaco Sala – conclude – l’anno scorso si era detto favorevole al superamento dei campi, salvo poi ritrattare qualche settimana fa: fino a quando la volontà politica e l’ideologia saranno queste i milanesi continueranno purtroppo a vedersi scavalcati anche dai rom oltre che dagli immigrati“.
    https://voxnews.info/2019/06/27/mila...tegrare-i-rom/

    IMMIGRATI VIETANO INGRESSO AI BAMBINI ITALIANI: “DOVETE PAGARE”
    L’obbligo di versare la gabella per poter accedere al giardino di piazza Azzurri d’Italia, a Padova; la fontana parco riservato a bambini e anziani trasformata in doccia e perfino bidet a cielo aperto, danneggiamenti dei giochi e violenze.
    Queste alcune delle forti lamentele che arrivano dai residenti di San Carlo e dintorni che, esasperati, hanno richiesto l’intervento della polizia locale più volte solo la scorsa settimana.
    «La situazione è precipitata da qualche settimana perchè ogni mattina arriva il camper di una famiglia rom, pare che stazionino dalle parti di San Giuseppe, che parcheggia su piazzale Azzurri d’Italia e, mentre il marito prende un camion lasciato durante la notte, il resto della famiglia madre e figliolanza, usano la zona come fosse casa loro, usando la fontana come bagno privato».
    Non solo. Se non fai l’elemosina, non entri al parco giochi dei bambini, perché gli immigrati vietano l’ingresso.
    https://voxnews.info/2019/06/24/immi...dovete-pagare/

    PARMA, AFFITTA SOLO A ITALIANI: POLEMICHE
    E' in procinto di lasciare Parma per Bari ma Yves Baraye, calciatore senegalese di 26 anni protagonista della rinascita del club crociato, ha deciso di restare legato alla città. Era pronto ad affittare una casa assieme al fratello (anch’egli calciatore) ma il suo primo contatto ha ricevuto lo stop del proprietario dell’appartamento che “non affitta ad extracomunitari”.
    Si puo' essere o meno d’accordo sulla scelta del proprietario, ma si chiama libertà e proprietà privata. O presto ci obbligherete anche ad andarci a letto senno' è razzismo?
    E comunque, chi affitta solo a italiani andrebbe favorito, non messo alla berlina. E’ pieno di affaristi che affittano solo a immigrati, nessuno dice nulla.
    https://voxnews.info/2019/06/20/parm...ani-polemiche/

    MILANO, IL 76% DEI SUSSIDI VA A IMMIGRATI: ANCHE CASE POPOLARI
    A Milano gli aiuti per le famiglie vanno quasi tutte agli immigrati. Se due anni fa i sussidi per il sostegno al reddito per i nuclei familiari con minori andavano per il 65% alle famiglie straniere, ora la percentuale è salita al 76%.
    Quelli del Pd puntano alla pulizia etnica di Milano.
    La Bebè Card va per il 72% va a donne extracomunitarie. E’ come se pagassimo i nostri assassini per ucciderci. E’ masochismo.
    Agli immigrati anche il 50% delle borse lavoro e il 68% del Rei.
    Capitolo case popolari: nel 2017, ultimo dato disponibile, i primi 200 nomi in lista erano in maggioranza stranieri (134) e, di conseguenza, gli italiani erano solo il 33%.
    Un dato incredibile dal momento che gli stranieri a Milano sono il 19%: che è un dato drammatico. Che aumenterà, visto che li trattano cosi' bene.
    https://voxnews.info/2019/06/26/mila...case-popolari/

    Algerino portato in ospedale ruba il cellulare alla sua soccorritrice
    L'uomo era stato visto su di giri nei pressi della stazione centrale di Milano la notte fra giovedi' e venerdi' scorso e portato al pronto soccorso. Qua il gesto nei confronti della donna che lo aveva aiutato
    Salvatore Di Stefano
    Era stato trovato in evidente stato confusionale che girovagava nei pressi della stazione centrale di Milano, quindi soccorso e condotto in ospedale con l'ambulanza.
    Protagonista dell'episodio, avvenuto la notte fra giovedi' e venerdi' scorso, un cittadino algerino di 30 anni.
    Una volta portato al pronto soccorso dell'ospedale Fatebenefratelli della città meneghina, mentre l'operatrice dell'ambulanza che lo aveva soccorso era impegnata al bancone del triage per le canoniche procedure di accettazione, l'algerino per ringraziarla ha pensato bene di impossessarsi del cellulare della sua soccorritrice, che la donna aveva lasciato appoggiato al bancone. Soltanto la successiva vibrazione dell'apparecchio ha permesso alla donna di accorgersi della mancanza del suo telefonino, trovato nelle tasche del nordafricano.
    Inevitabile a questo punto la telefonata alla polizia: gli agenti si sono recati presso l'ospedale ed hanno raccolto le testimonianze, dopodichè hanno fatto scattare le manette ai polsi del 30enne accusandolo di tentato furto ed hanno restituito il cellulare alla legittima proprietaria.
    Algerino portato in ospedale ruba il cellulare alla sua soccorritrice - IlGiornale.it

    Milano, egiziano aggredisce due anziani a caso
    Era appena uscito di casa e ha assalito le prime persone incontrate. Ricoverate entrambe le vittime
    Ancora violenza gratuita a Milano. Un egiziano di 30 anni ha picchiato a sangue due anziani incontrati per caso.
    Entrambe le vittime sono state ricoverate in ospedale, gravi ma non in pericolo di vita. Il loro aggressore è stato arrestato e denunciato. Erano circa le 16,30 quando l’uomo è uscito da casa, nel quartiere Forze armate, zona ovest di Milano, poco lontano da San Siro, e ha incrociato quella che sarebbe stata la sua prima vittima, un 80enne. Lungo la strada infatti stava camminando un anziano con in mano un bastone per le tende appena acquistato in in negozio. L’egiziano ha sottratto il bastone all’uomo e ha iniziato a colpirlo con violenza sul viso.
    Quando sul posto sono giunte le Forze dell’ordine e una ambulanza, del 30enne non vi era più traccia. Il personale medico ha soccorso sul posto l’anziano e, viste le sue condizioni, ha deciso di trasferirlo in ospedale dove è stato ricoverato. Intanto l’egiziano ha proseguito il suo viaggio tra Baggio e Cusago, percorrendo qualche centinaio di metri. Proprio qui ha incontrato la sua seconda vittima, un altro pensionato di 70 anni. L’aggressione è stata differente rispetto alla precedente. Questa volta infatti l’uomo è stato colpito e picchiato con una bicicletta.
    Subito dopo aver picchiato l’anziano è stato arrestato dagli uomini della Polizia locale. Ancora sconosciuti i motivi che hanno portato l’egiziano, risultato regolare nel nostro Paese, a scatenare la sua folle rabbia contro i due anziani. Agli agenti avrebbe raccontato di averli picchiati perché gli dovevano dei soldi. Questa versione che non risulta al momento credibile è ancora da verificare. E' stato arrestato e dovrà rispondere dell’accusa di tentato omicidio.
    Milano, egiziano aggredisce due anziani a caso - IlGiornale.it

    Pakistano violentatore, la giudice pro Ong lo aveva protetto perché lui dichiarava di essere gay
    Di Cristina Gauri
    Il pakistano arrestato ieri a Viterbo con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di due bambine di 11 e 13 anni era regolare sul territorio per sentenza del Tribunale di Firenze, avendo ottenuto la protezione dopo avere dichiarato di essere omosessuale (e quindi passibile di persecuzioni nel Paese d’origine). Stando a quanto riferisce Il Giornale la sezione speciale sull’immigrazione del tribunale fiorentino, presieduta dal giudice vicina alle Ong Luciana Breggia, nel primo semestre del 2017 aveva accolto l’87,5% dei ricorsi contro i decreti di espulsione, tra cui quello del violentatore pakistano. “Dietro quelle pratiche, quei fascicoli, c’è la storia umana del nostro tempo – ha dichiarato la Breggia – non sono numeri, ma persone e spesso dietro a queste persone ci sono altre persone in bilico, in pericolo”. In pericolo come le due bambine aggredite dall'”omosessuale” di Viterbo?
    La nota del Viminale
    Il Viminale ha ieri diffuso una nota molto critica nei confronti dell’operato della giudice pro immigrati. “Ha ottenuto la protezione dichiarando di essere omosessuale, ma questa mattina è stato arrestato per violenza sessuale su due ragazzine di nemmeno 14 anni – si legge – E' la vicenda del pakistano finito in manette a Viterbo: è regolare sul territorio nazionale per decisione del tribunale di Firenze. L’ordinanza a favore del pakistano è del 5 aprile 2017: nel primo semestre di quell’anno il tribunale toscano aveva accolto l’87,5% dei ricorsi di chi non vuole lasciare l’Italia”. La nota del Viminale continua impietosa contro il tribunale fiorentino: “E' il tribunale in cui, ad agosto 2017, è stata istituita la sezione specializzata sull’immigrazione presieduta dalla dottoressa Luciana Breggia, relatrice della sentenza che ha escluso il Viminale dal giudizio sull’iscrizione anagrafica di un immigrato. La dottoressa Breggia è il magistrato che ha partecipato a dibattiti con le Ong, ha presentato un libro contro i respingimenti e i porti chiusi e in un dibattito sul tema ‘Migranti alla frontiera dei diritti. Una questione storica-giuridica-culturale’ dell’8 aprile 2019 ha sostenuto che ‘nessuno è clandestino sulla terra‘”. La nota si conclude spiegando come “La commissione territoriale aveva respinto la richiesta di asilo del pakistano, ma l’immigrato aveva fatto ricorso. Tenuto conto della gravità dei fatti, grazie al Decreto Sicurezza – sottolinea il Viminale – verrà richiesta alla Commissione Nazionale la revoca del permesso che comunque scade il 24 luglio 2019. Fatte salve le esigenze cautelari, il pakistano potrà essere espulso”.
    “Affari suoi”
    Sulla vicenda si è pronunciato anche il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli (Lega): “La terribile vicenda di Viterbo – spiega – è ancora più ripugnante pensando al fatto che questo individuo era stato accolto in Italia in quanto si era dichiarato omosessuale e per questo a rischio nel caso fosse rimandato in Pakistan. Ora in Pakistan tornerà subito perché verrà espulso e a questo punto affari suoi se correrà rischi o meno, la cosa non ci riguarda. Ma resta il dramma di queste sue bambine violentate e la preoccupazione pensando che altre migliaia di immigrati avranno ottenuto la medesima protezione semplicemente dichiarando di essere omosessuali”.
    https://www.ilprimatonazionale.it/cr...120163-120163/

    Sono 150mila i “soldati” africani nelle nostre strade. Ogni giorno rastrellano 10 milioni di euro. Nostri
    Li avrete visti tutti, gli africani servizievoli che stazionano davanti tutti i nostri supermercati, da Bolzano a Trapani, che ci aiutano, ci salutano, chiedono qualche centesimo per il caffè. Ma non solo davanti ai supermercati: anche davanti ai bar di una certa grandezza, ai parcheggi, ai negozi, ai tabaccai. E poi ai benzinai: i self service, da anni, sono gestiti da loro: ti fanno benzina e gli dai qualche cosa. Secondo un calcolo approssimativo, questi “soldati” invisibili sono dai 100 ai 150mila in Italia, e nessuno di loro ha un lavoro retribuito né contributi né un contratto, vivono tutti di accattonaggio. Ci fanno pena perché sono poveri, e c’è persino qualcuno che crede che scappino da chissà quale guerra o persecuzione, ma non è vero nulla. Si tratta di un’organizzazione ferrea, precisa, determinata: la mattina i “soldati” vengono scaricati davanti ai luoghi di lavoro dove chiedono l’elemosina, poi il pomeriggio se ne vanno, dove non si sa. Ma prima vanno alle casse di supermercati o dei bar e si fanno cambiare i soldi: mediamente dai 50 ai 100 euro al giorno. Non occorre essere dei grandi economisti o matematici per capire che qui siamo di fronte a un giro si soldi fantascientifico: dieci milioni di euro al giorno, ogni giorno, esentasse, soldi nostri, che verosimilmente vanno tutti a finire alla mafia nigeriana, che lascia ai “soldati” solo le briciole, o magari solo vitto e alloggio, se va bene.
    I “soldati” sono stati fatti venire dalla sinistra
    E d’altra parte le centinaia di migliaia di clandestini che la sinistra ha fatto sbarcare nel corso degli anni non hanno alternativa: arrivati in Italia, si rivolgono ai loro connazionali o a chi li gestisce e costoro li indirizzano verso i supermercati, le pompe di benzina, o ai lavori agricoli stagionali, anche li' sottopagati. Ma questi dieci milioni di euro che ogni giorno noi volontariamente consegniamo loro, che fine fanno, a cosa servono? Servono semplicemente ad arricchire la mafia nigeriana, che ride degli italiani fessi che si commuovono per un poveretto che ti saluta e ti aiuta a caricare la spesa o ti fa benzina. Era questa l’accoglienza propalata dalla sinistra, era questa la compassione della chiesa cristiana, era questo il modello di integrazione sognato dalle anime belle del politicamente corretto? Ma questa della mafia nigeriana e delle organizzazioni che ci lucrano dietro è solo l’ipotesi più benevola, meno pericolosa. Perché di ipotesi se ne potrebbe formulare anche un’altra, sperando che sia solo eccesso di prudenza: e se questi 150mila “soldati” rappresentassero solo l’avanguardia di una vera e propria invasione? Non sembri fantascienza: non ci sono solo i “soldatini” davanti ai supermercati e ai benzinai, in molte zone d’Italia ci sono autentiche gang di immigrati ben organizzate che spacciano droga, fanno prostituire le donne, e all’occasione rapinano e violentano. Controllano interi quartieri. E non solo gli africani, quindi anche i maghrebini, ma anche le bande dell’est Europa, i sudamericani, certi asiatici. Tutti pronti a delinquere, a sfruttarci, in un’ultima analisi anche a vendicarsi di un mondo opulento e finora irraggiungibile che a loro avviso li ha sempre snobbati.
    Molti di questi “soldati” sono di religione islamica
    E oltre a questo, per moltissimi di loro c’è anche l’odio religioso: gli islamici infatti è noto che ci disprezzano e che se potessero applicherebbero la shaaria (la severa legge islamica) anche in Italia come già la applicano spietatamente in molti loro Paesi. Per ora sembra che l’aggressione all’Italia sia stata rallentata, ma ormai il danno è fatto: ne sono entrati troppi, a milioni, di clandestini, e la maggior parte di loro sono assolutamente incontrollabili e irrintracciabili. Se non di fronte ai nostri supermercati. A questo punto, poiché costoro commettono un reato, quello di accattonaggio, e probabilmente molti di loro non sono in regola coi documenti, e tutti non hanno un contratto i lavoro, invitiamo il ministero dell’Interno a farli sgombrare e nel contempo invitiamo le catene dei supermercati ad assumere una persona dedicata specificamente all’assistenza clienti all’esterno dei locali: in questo modo i crea lavoro, si contentano i clienti e si scontenta la mafia nigeriana. La prossima volta che vi sentirete nobili e generosi nel dare l’euro a quel poveretto, pensate a tutto questo, e pensate che i vostri figli tra pochi anni potrebbero maledirvi per non aver fermato l’aggressione all’Italia, pur sapendo che era in atto.
    https://www.secoloditalia.it/2019/05...AURHBNE8XY9MGo

    CINESE NON AVEVA NEMMENO 1 LAVORATORE REGOLARE: ARRESTATO
    Nonostante la revoca dell’autorizzazione ambientale continuava a lavorare e impiegava lavoratori a nero, molti dei quali non in regola con il permesso di soggiorno. Per questo un 35enne cinese, titolare di una stamperia a Prato, la Multistampa, è stato arrestato nel corso di un’operazione interforze. L’immobile dell’azienda è stato sequestrato.
    Lo scorso 20 giugno all’azienda era stata revocata l’autorizzazione ambientale da parte della Regione dopo dei controlli effettuati nel 2018 e una procedura di diffida.
    Nonostante questo l’azienda continuava a lavorare come se niente fosse e i titolari avevano rotto i sigilli apposti da Arpat sul sistema di abbattimento dei fumi e delle due linee di stampa, che non risultava in funzione per risparmiare sui costi aziendali. L’azienda generava cosi' fumi nocivi e maleodoranti, oggetto di segnalazioni da parte di numerosi cittadini della zona nelle scorse settimane. La ditta impiegava 18 lavoratori cinesi senza contratto, di cui 13 irregolari.
    Via della seta.
    https://voxnews.info/2019/06/28/cine...are-arrestato/

    POLIZIOTTA LO SALVA DA SUICIDIO, MIGRANTE TENTA DI STUPRARLA
    Zahir Abbas, immigrato musulmano in Inghilterra, aveva tentato il suicidio schiantandosi, drogato e ubriaco, con l’auto contro un’altra macchina e poi contro un muro.
    L’intervento di una poliziotta che voleva salvargli la vita è costato alla donna una violenza sessuale. Abbas ha tentato di stuprarla sul sedile posteriore dell’auto dove era rimasto bloccato dopo l’incidente.
    In certi casi meglio lasciare fare al destino. Che a volte ci vede più lungo di noi.
    https://voxnews.info/2019/06/29/poli...-di-stuprarla/

    LEOPARDI CONTRO CAROLA: “CHI PER PATRIA HA IL MONDO NON HA PATRIA”
    Giacomo Leopardi, che 221 anni fa, oggi, nasceva a Recanati, era un sovranista:
    Quando tutto il mondo fu cittadino Romano, Roma non ebbe piu' cittadini; e quando cittadino Romano fu lo stesso che cosmopolita, non si amo' né Roma né il mondo: l’amor patrio di Roma divenuto cosmopolita, divenne indifferente, inattivo e nullo: e quando Roma fu lo stesso che il mondo, non fu piu' patria di nessuno, e i cittadini romani, avendo per patria il mondo, non ebbero nessuna patria, e lo mostrarono col fatto.
    [“Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura” (più conosciuto come “Zibaldone”), 24 Dicembre 1.820, p. 457-458]
    Non c’è nulla di più stupido e qualunquista di chi si dice “cittadino del mondo”. E’ cittadino del nulla. E’ nulla.
    https://voxnews.info/2019/06/29/leop...non-ha-patria/

    MUSULMANI ASSALTANO COMMISSARIATO AL GRIDO “ALLAH AKBAR”
    Assalto in stile militare contro un commissariato di polizia nella zona di Rouen. Decine di giovani musulmani di seconda e terza generazione hanno assaltato la caserma al grido “Allah Akbar”, “Francesi froci” e “Uscite che vi bruciamo”:
    Come il giornale francese Figaro descrive la guerriglia islamica:
    Verso le due del mattino, decine di individui incappucciati hanno attaccato la caserma lanciando mortai, secondo quanto riferito dalla polizia. Dalle immagini di videosorveglianza che siamo stati in grado di consultare, vediamo due guardie che cercano di contenere l’attacco armato usando gli scudi. I funzionari, svestiti, non sembrano affatto preparati per un tale assalto. Fumo, “elementi pirotecnici” di tutti i tipi e le pietre del selciato vengono lanciati alla polizia.
    Secondo le indagini, i perpetratori sono giovani tra i 15 ei 20 anni. Durante l’assalto, molti di loro gridavano “Allah Akbar”, altri insultavano la polizia. Sul posto, sono stati trovati i resti di 115 proiettili.
    Cosi' ci vogliono ridurre con i ricongiungimenti familiari e i ‘corridoi umanitari’.
    https://voxnews.info/2019/06/29/musu...o-allah-akbar/

    DALAI LAMA: “EUROPA NON DIVENTI AFROISLAMICA, RIMPATRIATELI”
    Il Dalai Lama, ancora una volta, esprime la sua preoccupazione per il futuro dell’Europa.
    La guida spirituale dei buddisti tibetani teme che l’Europa possa diventare musulmana o africana se gli immigrati non verranno riportati nei loro Paesi.
    Il Dalai Lama, premio Nobel per la pace, ha già fatto affermazioni controcorrente sulla crisi migratoria. Ad esempio nel 2016 ha affermato che in Europa ci sono “troppi profughi” e che “la Germania non puo' trasformarsi in un Paese arabo”.
    “I Paesi europei devono accogliere i profughi e garantire per loro l’istruzione e la formazione, ma con l’obiettivo di farli ritornare in patria con determinate abilità”, ha evidenziato il leader spirituale dei buddisti.
    Il Dalai Lama ha inoltre sottolineato che “l’Europa è per gli europei” e che il continente, senza politiche di rimpatrio, rischia di diventare “musulmano o africano”.
    Sua Santità il Dalai Lama, al secolo Tenzin Gyatso, conosce anche troppo bene i danni dell’immigrazione.
    Il suo popolo li vive sulla propria pelle da mezzo secolo, da quando la Cina ha invaso il Tibet e ha iniziato un’opera di genocidio etnico e culturale attraverso l’immigrazione di cinesi etnici.
    Ci sono infatti due tipi di genocidi: quello più diretto, che consiste nello sterminare un popolo, ma è ormai troppo ‘volgare’ e anche gli stolti ne comprendono gli effetti. C’è poi quello più subdolo, e consiste del rendere insignificante un popolo rendendolo minoranza a casa propria, attraverso l’immissione di masse di immigrati. E’ il genocidio 2.0 che piace tanto ai nostri politici, perché non hanno bisogno di ‘sporcarsi le mani’ con il sangue del popolo.
    https://voxnews.info/2019/06/27/dala...-rimpatriarli/

    ITALIANI DEVONO PAGARE IL BONUS BEBE' ALLE AFRICANE
    Il bonus bebè spetta anche alle marocchine, anche se non munite di permesso di soggiorno di lunga durata. E’ l’ennesima sentenza eversiva della magistratura italiana.
    L’Inps aveva bocciato la richiesta, ma la sezione lavoro del Tribunale di Termini Imerese ha dichiarato la “natura discriminatoria” del provvedimento: perché se in Italia non finanzi la natalità degli immigrati ‘discrimini’. Rendetevi conto di quali magistrati stiamo mantenendo con i soldi delle nostre tasse.
    Khadija, questo il nome della marocchina, secondo il giudice Teresa Ciccarello, non puo' subire un trattamento diverso rispetto alle donne italiane. Del resto, non siamo mica in Italia, gli italiani non devono avere un trattamento privilegiato!
    Una sentenza che è stata applicata In Italia recependo direttamente una norma Ue, non recepita dal nostro Paese.
    In pratica, abbiamo un magistrato che emette una sentenza rifacendosi ad una direttiva sovranazionale non approvata dai rappresentanti del popolo: è eversione.
    Al centro della questione, sollevata dagli avvocati Alessandro Ribaudo e Monica Nanfa, c’è la mancanza del permesso di soggiorno di lavoro di lunga durata. Una norma europea, la direttiva 2011/98/Ue, prevale sulla legge nazionale, imponendo la parità di trattamento tra i lavoratori stranieri e i cittadini dello Stato che li ospita. Questo soprattutto per cio' che riguarda il settore della sicurezza sociale, compresi i trattamenti di maternità e paternità assimilati e le prestazioni familiari. “Condizionare il riconoscimento del bonus bebè – si legge nella sentenza – al possesso da parte dei cittadini extracomunitari del permesso di soggiorno di lungo periodo, crea una disparità di trattamento fra cittadini italiani e stranieri, ove questi siano anche lavoratori”. Per questo emerge la “natura discriminatoria” e “il diniego dell’Inps è espressione di un comportamento discriminatorio, seppur in applicazione di una norma di legge”.
    Se non usciamo dalla Ue e non approviamo un emendamento alla Costituzione in cui scriviamo ‘Prima gli italiani”, anzi, meglio “Solo gli italiani”, siamo destinati a perire.
    Intanto, ogni provvedimento dovrebbe avere al suo interno la ‘clausola Ceccardi’, che quasi azzera la possibilità per gli extracomunitari di accedere ai nostri diritti.
    https://voxnews.info/2019/06/28/ital...alle-africane/

    IMMIGRATO MASSACRA BARISTA A MARTELLATE: ITALIANO IN FIN DI VITA A FINALE EMILIA
    Brutale aggressione questa mattina a Finale Emilia. Un uomo anziano, barista del bar Castello, è stato aggredito alle spalle mentre stava preparando le colazioni.
    L’aggressore, un immigrato, lo ha massacrato a martellate per poi lasciarlo agonizzante. Lo straniero è stato arrestato.
    E’ stato un vicino di casa a trovarlo sentendo le urla. L’uomo è gravissimo all’ospedale di Baggiovara in neurochirurgia, lo stanno operando.
    https://voxnews.info/2019/06/28/immi...finale-emilia/

    UN SECOLO? BASTANO 5 ANNI PER ESPELLERE I 600MILA CLANDESTINI PRESENTI IN ITALIA
    Ma davvero, occorre 1 secolo per espellere i 500/600 mila clandestini presenti in Italia, come asserito dall’Istat?
    Neanche per sogno. Questo è solo quanto ci metteremmo ceteris paribus, ovvero procedendo al pachidermico ritmo odierno.
    Bastano cinque anni. E questo non volendo replicare il metodo del premio Nobel per la Pace San Suu Kyi, che in pochi mesi ha cacciato dalla Birmania quasi 1 milione di musulmani portati in loco dai colonizzatori britannici.
    Mentre la politica dei porti chiusi ha, di fatto, azzerato gli sbarchi, latitano i rimpatri di massa promessi.
    Dicono, i cultori dell’accoglienza, che è impossibile farlo.
    Mentono.
    In Italia ci sono circa 600mila clandestini. Quanto impiegheremmo a rimpatriarli? Beh, utilizzando gli aerei militari da trasporto non troppo tempo.
    L’Italia possiede 22 C-130. L’aereo puo' trasportare comodamente 100 clandestini a botta, con accompagnatori. In teoria, se ci fosse la volontà, ogni viaggio potrebbe trasferire lontano dall’Italia ben 2.200 clandestini. Con un solo viaggio a settimana, un ritmo nemmeno tanto frenetico, si potrebbero espellere più di 114mila clandestini in solo 1 anno: 560mila nel giro di una sola legislatura.
    E questo esclusi gli altri aerei civili che il governo potrebbe noleggiare. Il costo per ora di volo si aggira sui 6/7mila euro compresa la manutenzione. Tenendo conto che mediamente parliamo di 10 ore di volo tra andata e ritorno (ad esempio la Nigeria), il costo totale dell’espulsione ogni anno di 114mila clandestini ci costerebbe solo 80 milioni di euro. Una bazzecola rispetto ai 5 miliardi di euro che spendiamo per tenerli in hotel.
    Ovviamente non è cosi' semplice, ci vogliono accordi con i Paesi di provenienza, ma anche questo problema è superabile con un iniziale spostamento dei clandestini in un Paese terzo – metodo israeliano – e, oltretutto, con tutti i fondi che versiamo agli Stati africani – sia direttamente che attraverso le rimesse dei loro immigrati regolari -, potremmo minacciarli di blocco trasferimenti in caso si rifiutino di riprendersi i loro clandestini.
    Insomma, per eliminare dal territorio nazionale i vari Oseghale spenderemmo solo 500 milioni di euro in una legislatura. Le coop rimarrebbero a bocca asciutta e i nostri aerei militari servirebbero finalmente a proteggere le frontiere invece di andare a fare guerre inutili al servizio di Washington.
    E, magari, un’altra Pamela non sarà fatta a pezzi.
    https://voxnews.info/2019/06/18/bast...ono-in-italia/

    ITALIANO UCCISO A PUGNI DA BRANCO TUNISINI PERCHE' CHIEDE DI NON SPORCARE
    Pittore ucciso a pugni a Largo Preneste (Roma) per avere invitato un gruppo di giovani extracomunitari a non sporcare.
    Arrestato un 18enne tunisino che da pochi giorni era diventato cittadino italiano.
    L’arresto riguarda l’omicidio dell’artista Umberto Ranieri, morto a marzo scorso dopo essere stato preso a pugni a largo Preneste ed essere caduto violentemente a terra. Morendo.
    A fermare il giovane tunisino con cittadinanza italiana, i carabinieri della compagnia Casilina. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, l’artista sarebbe pestato perché aveva chiesto a un gruppo di giovani di non sporcare mentre mangiavano.
    Al tempo, i soliti media parlarono di ‘aggressione omofoba’. Invece no. Non l’hanno ucciso perché omosessuale. L’hanno ucciso perché italiano.
    Ogni anno entrano oltre 200mila afroislamici con i ricongiungimenti familiari. Oltre centomila diventano ‘italiani’. E’ questa la vera emergenza. Salvini, vuoi fare qualcosa? O ‘socchiudere’ i porti non sarà servito a nulla.
    https://voxnews.info/2019/06/26/ital...-non-sporcare/

    IL PRETE DI BERGOGLIO CHE SMISTA I CLANDESTINI IN ITALIA
    Don Zerai, il parroco eritreo soprannominato anche “don Barcone”, è fondatore dell’agenzia che gestisce il network telefonico Alarm PhonePer anni ha vissuto in Vaticano, e da li' ha gestito il traffico di clandestini eritrei verso l’Italia. Poi è diventato ingombrante e allora si è trasferito in Svizzera.
    Il nome del parroco eritreo ritorna comunque alla ribalta: Alarm Phone è quindi un network della rete di volontari fondata dal sacerdote eritreo. Un network pero' non esente da sospetti e soprattutto da conclamate bufale, come quella del barcone in avaria del 20 gennaio scorso o come quella di pochi giorni fa, che parla di una bimba morta a bordo di un gommone a largo della Libia, circostanza poi smentita dalla nostra marina miliare accorsa sul posto.
    Ed è un trafficante di droga: perché 2 chili di droga – hashish – sono roba pesante. E sono solo quelli per i quali è stato individuato. Tra l’altro, Zerai, venne anche espulso: ma solo sulla carta.
    https://voxnews.info/2019/06/18/il-p...ini-in-italia/

    SEAWATCH, VESCOVO ELOGIA SPERONAMENTO: “E’ UN GIORNO BELLO”
    “C’è voluta una donna tedesca per mettere in crisi e sparigliare le carte al ministro Salvini, una ragazza tedesca dai grandi valori, una donna straordinaria che ha avuto tutto dalla vita e ora dedica una parte della sua vita a chi non ha niente”.
    Cosi' padre Alex Zanotelli, fanatico dell’immigrazione, che evidentemente non ha le capacità di comprendere il danno enorme che la sua Carola ha fatto al mondo delle Ong e dell’accoglienza in generale.
    “Questa donna meriterebbe un premio Nobel – ha continuato il religioso comboniano – per il suo coraggio di sfidare una legge assurda, cui bisogna disobbedire, perché è un atteggiamento profondamente cristiano la disobbedienza alle ingiustizie, i primi martiri sono morti proprio per questo motivo”. Una martire. Siamo all’eresia.
    “Secondo me la capitana ha fatto un atto importante per tutelare la vita delle persone”, è intervenuto monsignor Giancarlo Perego. “Oggi è un giorno bello perché gente che rischiava la vita in mare è potuta approdare”. Alla capitana della Sea Watch potrebbe essere dedicato il porto di Lampedusa, ha proposto l’arcivescovo parlando.
    “Carola è una ragazza straordinaria e determinata, la vedo come un testimone di umanità e di diritto, perché c’è un diritto del mare, il diritto fondamentale dell’uomo, che precede le nostre normative”, ha invece affermato don Massimo Biancalani, parroco di Vicofaro (Pistoia). Che vorrebbe lanciare una prelazione su qualcuno dei giovani maschi africani traghettati dalla Sea Watch.
    “Accogliere chi si trova nello ‘status’ di migrante o rifugiato è un dovere e un principio fondamentale”, ha dichiarato il patriarca di Venezia Francesco Moraglia. “La risposta alla tragedia umana di interi popoli non puo' essere quella dei muri, ma quella della politica. Una politica che, una buona volta, voglia affrontare tale vicenda senza pregiudizi ideologici o ingenuo buonismo ma con realismo”.
    Ad accogliere la Ong al porto don Carmelo La Magra, il parroco della città siciliana. “Il Natale quando arriva arriva. Benvenuti nel Porto Salvo di Lampedusa”, ha dichiarato.
    Anche il presidente della Chiesa evangelica in Germania è intervenuto sulla vicenda della Sea Watch. Il vescovo luterano Heinrich Bedfort-Strohm si è infatti detto “triste e inquieto” per l’arresto della capitana Carola Rackete. E preoccupato per i propri soldi, visto che finanzia la Sea Watch e le altre ong con molti milioni di euro.
    https://voxnews.info/2019/06/29/seaw...-giorno-bello/

    BIANCALANI RIPORTA I SUOI AFRICANI IN PISCINA: “MA CON SALVINI NON BASTANO I SOLDI”
    Per don Biancalani Matteo Salvini è il male: “E' disumano, l’accoglienza è un dovere, lo dice il Vangelo di Nostro Signore che proprio Salvini fa vedere senza vergogna.” Lo stesso Vangelo che parla di amore “Ama il prossimo tuo come te stesso”.
    Il prossimo, non il giovane maschio africano che ti porti in piscina.
    Il vero motivo di rabbia contro Salvini, Biancalani lo svela poco dopo: “I soldi sono troppo pochi, non si puo' fare nulla. I ragazzi non possono fare neanche dei percorsi di integrazione. E' dura andare avanti cosi'”
    E come Sea Watch, anche Biancalani è un illegale. Negli spazi ritenuti “non idonei” dalla Prefettura don Biancalani continua ad ospitare immigrati e clandestini. Nessun magistrato interviene. Toghe rosse.
    I suoi ospiti bivaccano tutto il giorno nella struttura abusiva. Diversi di loro spacciano, alcuni li beccano, ma lui non chiude: “Il taglio dei fondi destinati alle strutture che accolgono metterà a dura prova le cooperative. Senza soldi non potranno più accogliere.”
    “Penso di portarli nuovamente in piscina” Si', ma con quali soldi? “Vedremo…”
    https://voxnews.info/2019/06/28/bian...stano-i-soldi/

    Renato Mannheimer, sondaggio sui migranti: il 40 per cento vuole una linea ancora più dura di Matteo Salvini
    Dopo il caso della Sea Watch la questione dei migranti è tornata centrale e gli italiani non solo condividono la linea dura di Matteo Salvini ma chiedono provvedimenti ancora più restrittivi. "I risultati dalle ricerche sono eloquenti: se diversi anni fa prevaleva l'atteggiamento di apertura e grossomodo la metà degli intervistati dichiarava addirittura di approvare l' idea di 'accogliere tutti gli immigrati'", scrive Renato Mannheimer su Il Giornale, "oggi questa percentuale è drasticamente crollata, sino a diminuire a meno del 20%. E si è di converso fortemente accresciuta la quota di chi dice che 'dobbiamo respingerli tutti' o, come sostiene la maggioranza relativa, che 'dobbiamo accettare solo i profughi da guerre o eventi naturali e respingere tutti gli immigrati per motivi economici'. Insomma, siamo diventati sempre più contrari a nuovi arrivi (e alla permanenza degli irregolari) o quantomeno molto più selettivi".
    In questo scenario Salvini "ha saputo e voluto - più di altri cogliere e interpretare questo trend dell'opinione pubblica del nostro paese e farlo proprio in modo dirompente" e, continua il sondaggista, "la stragrande maggioranza degli elettori pare a tutt'oggi condividere la sua linea e le sue azioni".
    Di più. "Il consenso alla linea dura va addirittura oltre la mera accettazione delle scelte del Governo: da un recente sondaggio (effettuato dall'Istituto EumetraMR, intervistando un ampio campione della popolazione al di sopra dei 17 anni di età) emerge come, secondo gran parte degli intervistati, l'azione dell'esecutivo appaia loro non solo positiva, ma addirittura ancora insufficiente rispetto alle esigenze del paese. E che vada incrementata". Insomma, "quasi il 40% del campione intervistato" sostiene che "il governo dovrebbe contrastare l'immigrazione in misura maggiore e più efficace. Quindi, in altre parole, intensificare (e non ridurre, come alcuni esponenti politici propongono) le scelte di freno rigoroso agli sbarchi".
    https://www.liberoquotidiano.it/news...o-salvini.html

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #1762
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,679
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: SIAMO TUTTI METICCI. PAROLA DI MINISDRA ROSSO-NEGRA.

    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  3. #1763
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,301
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: SIAMO TUTTI METICCI. PAROLA DI MINISDRA ROSSO-NEGRA.

    La chiamano integrazione.



    News Esteri
    Legge anti-burqa in Olanda, in piazza le donne con il velo

    I manifestanti chiedono la revoca della legge che vieta il copricapo in edifici pubblici

    Decine di donne con indosso il burqa o il niqab si sono date appuntamento in un parco dell'Aia, in Olanda, per manifestare contro il divieto di portare copricapi integrali, come il burqa o il niqab, in edifici pubblici o sui mezzi di trasporto.



    Le reazioni dei manifestanti
    "Sono qui oggi per esprimere la mia solidarietà, per difendere le donne che indossano il velo integrale ogni giorno.

    Spero che questa legge anti-burqua sia revocata", ha affermato una manifestante.


    "Il divieto è assurdo. I legislatori vogliono la libertà per le donne, ma la nostra libertà di indossare un burqa ci è negata", ha affermato una donna con il niqab.


    Legge anti-burqa in Olanda, in piazza le donne con il velo ESTERI Legge anti-burqa in Olanda, in piazza le donne con il velo I manifestanti chiedono la revoca della legge che vieta il copricapo in edifici pubblici

  4. #1764
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,301
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: SIAMO TUTTI METICCI. PAROLA DI MINISDRA ROSSO-NEGRA.

    https://news.google.com/articles/CAI...T&ceid=IT%3Ait
    Donna della Merdel.
    In tutti i sensi.

  5. #1765
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,013
    Mentioned
    58 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: SIAMO TUTTI METICCI. PAROLA DI MINISDRA ROSSO-NEGRA.

    Dalla presentazione del video
    Il 40% della polizia non è qualificato per maneggiare un'arma. Non sorprende che la sicurezza privata eclissi il numero di poliziotti in Sudafrica e il paese ha ora il terzo tasso di criminalità più alto al mondo.
    E' in inglese , ma vale la pena guardarlo anche con i sottotitoli .

    Il Silenzio per sua natura è perfetto , ogni discorso, per sua natura , è perfettibile .

  6. #1766
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,342
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: SIAMO TUTTI METICCI. PAROLA DI MINISDRA ROSSO-NEGRA.

    La realtà del sudafrica è sconosciuta a molti.

  7. #1767
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,013
    Mentioned
    58 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: SIAMO TUTTI METICCI. PAROLA DI MINISDRA ROSSO-NEGRA.

    Citazione Originariamente Scritto da psico Visualizza Messaggio
    La realtà del sudafrica è sconosciuta a molti.
    Ci sono due cose che non si devono conoscere per i mondialisti : le sofferenze del popolo boero e come sanno gestirsi i colorati .
    Come sempre ho pensato la verità è la prima vittima della democrazia .
    Il Silenzio per sua natura è perfetto , ogni discorso, per sua natura , è perfettibile .

  8. #1768
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,301
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: SIAMO TUTTI METICCI. PAROLA DI MINISDRA ROSSO-NEGRA.

    L'ultima trovata della pubblicità Amazon.
    Un bianco che deve fare da accompagnatore mansueto di una negra finta cieca.
    Il bianco è rappresentato con un cane.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  9. #1769
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,301
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: SIAMO TUTTI METICCI. PAROLA DI MINISDRA ROSSO-NEGRA.

    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  10. #1770
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,301
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: SIAMO TUTTI METICCI. PAROLA DI MINISDRA ROSSO-NEGRA.


 

 
Pagina 177 di 179 PrimaPrima ... 77127167176177178 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. siamo cinesi: parola d'onore!
    Di mosongo nel forum Politica Estera
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 29-05-06, 17:01
  2. Siamo tutti Israeliani siamo tutti Americani!
    Di Roberto Mime nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 66
    Ultimo Messaggio: 25-04-06, 21:36
  3. Pisanu:siamo Tutti Meticci, L'islam Non E' Terrorismo
    Di waldgaenger76 nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-09-05, 21:27
  4. Pisanu:siamo Tutti Meticci, L'islam Non E' Terrorismo
    Di waldgaenger76 nel forum Padania!
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 01-09-05, 13:46
  5. Alleanze rosso-brune? Parola di Fini....
    Di pietro nel forum Destra Radicale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 11-03-05, 01:35

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226