L’ospedale israelitico di Roma è un fiore all’occhiello della città : come vorrei essere ebreo per poter usufruire delle migliori cure, in un ospedale riservato esclusivamente ai membri del mio popolo, invece quando sto male devo recarmi in un indebitatissimo Ospedale italiano, ricevere le cure peggiori, attendere mesi prima di una visita, e condividerlo con tutto “l’arricchimento culturale” proveniente dal terzo mondo… con la sua tubercolosi. Anche l’ospedale israelitico un tempo era indebitato e al limite del fallimento, ma l’arrivo di un nuovo amministratore fece il “miracolo” e l’ospedale tornò sulla cresta dell’onda e oggi rappresenta un centro, un enclave, una colonia, o meglio un ghetto, di eccellenza... per super-ghettizzati di lusso, mica gente da ridere, gente che nel ghetto tiene 60 milioni di sudditi Italiani e circa un paio di milioni di allogeni....
L’amministratore miracoloso è un certo Antonio Mastropasqua… magari avercelo noi goym un “eletto” del genere, magari a capo di qualche nostra istituzione a risolvere i problemi degli stolti e incapaci Italiani…. Io, francamente, mi chiedo dove abbia trovato i capitali per rilanciare così alla grande l' ospedale israelitico della capitale, considerando anche che i suoi beneficiati sono notoriamente diciamo così .. di manina un po' corta.....
Un momento, cosa mi dicono? Questo dirigente della efficientissima struttura sanitaria ebraica, il sig. Mastropasqua, è già dirigente di Equitalia?! .. e quindi già ci beneficia delle sue migliori doti , nessuna esclusa ?

Bè…non ci possiamo lamentare, tutti sappiamo come funziona bene Equitalia, lo sanno bene quelli che, sommersi dalle cartelle esattoriali, sono finiti, loro malgrado, appesi a un cappio: ecco l’efficienza ebraica applicata ai goym!
Ricapitolando , abbiamo: un dirigente di un ospedale ebraico - ora non più in fallimento - che dirige un ente che prende i soldi dagli italiani in fallimento. Nulla di strano, tutto ebraicamente normale. Come è ebraicamente normale il fatto che in tre anni sono cambiati due governi e nessuno dei due è stato espressione della volontà popolare, democrazia la chiamano… EQUItalia la chiamano…
Prima il governo Monti, l’advisor di Goldman Sachs, banca diretta da Lloyd Blankfein – ebreo novayorkese -
Con il suo vice – un altro ebreo – Gary Cohn, la stessa banca che fu la principale responsabile della crisi economica a cui Monti avrebbe dovuto far fronte... in effetti fece fronte, ma il fronte di Mario non era certo quello del popolo italiano, il fronte di Mario era quello della finanzia internazionale, del mondialismo, del giudaismo.
Come si suol dire, DIMMI COSA MANGI E TI DIRO’ CHI SEI:

DISSONANZE: CHI REGGE IL CAPPIO DEI SUDDITI ITALIANI.........