User Tag List

Pagina 5 di 11 PrimaPrima ... 456 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 105
Like Tree65Likes

Discussione: Parigi, scrittore suicida a Notre-Dame contro le nozze gay. Evacuata la cattedrale.

  1. #41
    Cacciaguida
    Data Registrazione
    29 May 2008
    Messaggi
    35,409
    Mentioned
    598 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Parigi, scrittore suicida a Notre-Dame contro le nozze gay. Evacuata la cattedral

    Citazione Originariamente Scritto da Cale Yarborough Visualizza Messaggio
    Yukio Mishima, 7 luglio 1970


    Quando penso ai miei ultimi venticinque anni mi meraviglio di quanto siano stati vuoti. Non posso dire di avere realmente "vissuto". Sono soltanto passato oltre turandomi il naso.
    Ciò che odiavo venticinque anni fa continua pervicacemente a sopravvivere, sia pur in forma lievemente diversa. Non solo è sopravvissuto ma si è propagato ed infiltrato con enorme virulenza in tutto il Giappone. E' il terribile virus della democrazia del dopoguerra e dell'ipocrisia che essa ha generato.
    Pensavo che ipocrisie ed inganni sarebbero svaniti con la fine dell'occupazione americana, ma m'illudevo. I giapponesi hanno sorprendentemente scelto di farli diventare parte della loro natura. Nella politica, nell'economia, nella società, perfino nella cultura.
    Dal '45 al '57 si è pensato che io fossi un tranquillo sostenitore dell'"arte per l'arte". Mi limitavo a sorridere con disprezzo. Un giovane per alcuni versi fragile come io ero non conosceva altro mezzo per opporsi che sorridere con disprezzo. Poi ho cominciato a sentire che dovevo combattere proprio contro i miei sorrisi ironici, contro il mio cinismo.
    In questi venticinque anni la conoscenza non mi ha procurato che infelicità. Tutte le mie gioie sono scaturite da un'altra sorgente.
    E' vero, ho continuato a scrivere romanzi. E anche numerose opere tatrali. Ma per un autore accumulare scritti equivale ad accumulare escrementi. Non giova assolutamente a diventare più saggi. E neppure a trasformarsi in meravigliosi idioti.
    Ho in qualche modo il vanto di aver mantenuto in questi venticinque anni una certa purezza ideologica, ma in fondo non posso considerarlo un grande merito. Non ho sofferto prigionia, non ho sparso sangue per conservarmi fedele alle mie idee. E d'altronde il rifiuto a tradirle può essere da parte mia la prova di una testardaggine un po' ottusa, piuttosto che di una duttile, sottile sensibilità. Un esame più approfondito evidenzierà la mia carenza "virile tenacia". Ma in fondo tutto questo non m'importa.
    La domanda che mi ossessiona è se ho mantenuto ciò che avevo promesso. Con il mio rifiuto e la mia critica ho senza dubbio promesso qualcosa. Non sono un politico, e mantenere la parola data non significa per me procurare a qualcuno dei vantaggi reali, eppure sono ossessionato notte e giorno dalla sensazione di non avere ancora mantenuto una promessa più necessaria ed importante di quelle dei politici. A tratti sono tentato dall'idea di sacrificare persino la letteratura pur di mantenere quella promessa. Sarà forse un riflesso d'"orgoglio virile", ma è indubbio che l'aver vissuto tranquillamente in questi venticinque anni di democrazia, traendone vantaggi nonostante la mia disapprovazione, ferisce da lungo tempo il mio animo.
    Tornando al mio problema individuale, in questi venticinque anni ho seguito un piano alquanto bizzarro. Che non è stato sufficientemente compreso. Non m'importa, poiché non l'ho intrapreso per ottenere comprensione: il mio progetto era di attribuire medesimo valore al mio corpo e al mio spirito e di darne una dimostrazione pratica, distruggendo così alla radice le illusioni del modernismo letterario.
    E' un mio antico sogno fondere con un atto di volontà gli estremi contrasti della fragilità del copro e della forza della letteratura, della debolezza della letteratura e della solidità del corpo: un'impresa probabilmente mai progettata nemmeno dagli scrittori europei, il cui compimento mi avrebbe consentito, come scrisse Baudelaire, di "essere il boia e il giustiziato". L'epoca moderna iniziò forse quando nella distanza fra soggetto ed oggetto si scoprì la solitudine ed il perverso orgoglio dell'artista. Ma questo significato di "moderno" può applicarsi anche al mondo antico, a poeti come Otomo no Yakamochi (1), ad autori tragici come Euripide.
    In questi venticinque anni ho trovato molti amici ed altrettanti ne ho perduti. La responsabilità va attribuita unicamente al mio egoismo. Mi difetta la virtù della tolleranza: avrò lo stesso destino di Akinari Ueda (2) e di Gennai Hiraga (3).
    Mi domando sovente come mai io, sebbene sia piuttosto rude e fin tropo avventuroso, non riesca ad approdare allo stato del "piacere volgare". Non amo molto la vita. A meno che lottare continuamente contro i mulini a vento non significhi amare la vita.
    In questi venticinque anni ho perso ad una ad una tutte le mie speranze, ed ora che mi sembra di scorgere la fine del mio viaggio, sono stupito dall'immenso sperpero di energie che ho dedicato a speranze del tutto vuote e volgari. Se avessi riversato altrettante energia nel disperare, avrei forse ottenuto qualcosa di più.
    Non posso continuare a nutrire speranza per il Giappone futuro. Ogni giorno si acuisce in me la certezza che, se nulla cambierà, il "Giappone" è destinato a scomparire. Al suo posto rimarrà, in un lembo dell'Asia estremo-orientale, un grande Paese produttore, inorganico, vuoto, neutrale e neutro, prospero e cauto. Con quanti ritengono che questo sia tollerabile, io non intendo parlare.

    note:

    (1) grande poeta e uomo di stato nipponico dell'VIII secolo

    (2) scrittore giapponese (1734-1809), autore di poesie e inventore del racconto yomihon

    (3) scrittore, pittore, scienziato e inventore giapponese del XVIII secolo
    Quanta trasparenza.
    Quanta pulizia.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #42
    email non funzionante
    Data Registrazione
    29 Oct 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,485
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Parigi, scrittore suicida a Notre-Dame contro le nozze gay. Evacuata la cattedral

    Citazione Originariamente Scritto da Giò Visualizza Messaggio
    Perché mi do la morte
    Sono sano di spirito e di corpo e sono innamorato di mia moglie e dei miei figli.
    Amo la vita e non attendo nulla nell'al di là, se non il perpetrarsi della mia razza e del mio spirito.
    Cionondimeno, al crepuscolo di questa vita, di fronte agli immensi pericoli per la mia patria francese ed europea, sento il dovere di agire finché ne ho la forza; ritengo necessario sacrificarmi per rompere la letargia che ci sopraffà.
    Offro quel che rimane della mia vita nell'intenzione di una protesta e di una fondazione.
    Scelgo un luogo altamente simbolico, la cattedrale Notre Dame de Paris che rispetto ed ammiro, che fu edificata dal genio dei miei antenati su dei luoghi di culto più antichi che richiamano le nostre origini immemoriali.
    Quando tanti uomini vivono da schiavi, il mio gesto incarna un'etica della volontà.
    Mi do la morte al fine di risvegliare le coscienze addormentate. Insorgo contro la fatalità. Insorgo contro i veleni dell'anima e contro gli invadenti desideri individuali che distruggono i nostri ancoraggi identitari e in particolare la famiglia, nucleo intimo della nostra civiltà plurimillenara.
    Così come difendo l'identità di tutti i popoli presso di loro, insorgo contro il crimine consumato nel rimpiazzo della nostra popolazione.
    Essendo impossibile liberare il discorso dominante dalle sue ambiguità tossiche, appartiene agli Europei di trarre le conseguenze.
    Non possedendo noi una religione identitaria cui ancorarci, abbiamo in condivisone, fin da Omero, una nostra propria memoria, deposito di tutti i valori sui quali rifondare la nostra futura rinascita in rottura con la metafisica dell'illimitato, sorgente nefasta di tutte le derive moderne.
    Domando anticipatamente perdono a tutti coloro che la mia morte farà soffrrie, innanzitutto a mia moglie, ai miei figli e ai miei nipoti, così come ai miei amici fedeli.
    Ma, una volta svanito lo choc del dolore, non dubito che gli uni e gli altri comprenderanno il senso del mio gesto e che trascenderanno la loro pena nella fierezza.
    Spero che si organizzino per durare. Troveranno nei miei scritti recenti la prefigurazione e la spiegazione del mio gesto.

    Dominique Venner

    Onore al camerata Dominique Venner
    Letta la notizia, quel nome risuonava nella mia memoria
    Ecco allora che mi sovviene un testo delle edizioni akropolis, che pure non avevo mai letto, ma che campeggiava costantemente nei cataloghi dei centri librari, insomma, un tuffo nel passato

    Un gesto di dignità estrema contro la manifestazione estrema del declino, il matrimonio omosessuale
    Un gesto che lo colloca nell'Olimpo come esempio imperituro di valore

    non sono mai stato razzista, e ho sempre contenuto la mia omofobia entro limiti assolutamente non aggressivi, ma tra la Kyenge ministro e i culattoni che dettano legge...
    La mano del potere striscia sulla gola
    ma l'aristocrazia combatte anche da sola

  3. #43
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    118,252
    Mentioned
    552 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Parigi, scrittore suicida a Notre-Dame contro le nozze gay. Evacuata la cattedral

    Il bianco sole dei vinti

    Scritto da Gabriele Adinolfi
    Mercoledì 22 Maggio 2013 00:42

    Così Dominique Venner ha messo fine al suo cuore ribelle



    "Ci vorrà certamente un gesto nuovo, spettacolare e simbolico per scuotere la sonnolenza, scrollare le coscienze anestetizzate e risvegliare la memoria delle nostre origini", ha scritto Venner, sul suo blog, annunciando la sua morte. "I manifestanti del 26 maggio contro i matrimoni omosessuali hanno ragione di gridare la loro collera. Una legge infame che, una volta votata può sempre essere abrogata". Per Venner però "non basterà organizzare delle gentili manifestazioni di strada per impedirle ". Bisognerà invece procedere a una vera "riforma intellettuale morale".
    Questa la ragione per la quale, secondo Repubblica, si sarebbe tolto la vita Dominique Venner, sparandosi in bocca alle 16 di ieri a Parigi, dentro la Cattedrale di Notre Dame.
    Una spiegazione molto riduttiva e sbrigativa che sembra fare di Venner un moralista anziché un militante nazionalista che fin dalla gioventù si era battuto contro la decadenza della Francia e della sua civiltà.
    Saggista e storico di prim'ordine, Venner è stato tra i più grandi storici del dopoguerra, particolarmente ferrato nella storia delle armi ma anche in quella del terrorismo, lasciò libri significativi su epopee guerriere quali i Corpi Franchi e la Guerra di Secessione, rigorosamente dalla parte del Sud. Distaccano tra le sue opere, oltre a quelle tecniche sulle armi, Baltikum (1974), Le Blanc Soleil des vaincus (1975), Le Cœur rebelle (1994), Gettysburg (1995), Histoire critique de la Résistance (1995), Histoire d'un fascisme allemand: les corps-francs du Baltikum et la révolution (1996), Les Blancs et les Rouges (1997), Histoire de la Collaboration (2000), Histoire du terrorisme (2002).
    Venner , che aveva aderito a Jeune Nation dopo i moti d'Ungheria (1956) e quindi aveva fondato con Pierre Sidos il Parti Nationaliste (1959), coinvolto da giovane nella guerra d'Algeria e nell'OAS, era stato fondatore di Europe-Action (1963).
    Dopo aver contribuito alla fondazione del Grece se n'era allontanato per maggior anticomunismo fondando l'Institut d'études occidentales (IEO), critico verso l'antiatlantismo di de Benoist.
    Nel 1990 aveva dato vita ad una rivista storica ad altissima diffusione Enquête sur l'histoire, per poi fondare nel 2002 La Nouvelle Revue d'Histoire, trasformata nel 2006 NRH.
    Militare e militante, questo Junker gallico, autentica incarnazione del mioto dei Centurioni di Lartéguy, ha dedicato la vita a combattere ogni forma di sovvertimento.
    Così anche il suo ultimo gesto è stato quello di un guerriero: si è dato la morte e le ha dato un significato. Quello dell'ultimo quadrato, in linea con tutta la sua esistenza combattiva.
    Il suo cuore ribelle ha cessato di vivere con un coup d'éclat, in un luogo sacro, alzando nel cielo il bianco sole dei vinti.

    Il bianco sole dei vinti
    amerigodumini likes this.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

  4. #44
    email non funzionante
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    San Gottardo
    Messaggi
    34,277
    Inserzioni Blog
    3
    Mentioned
    317 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Parigi, scrittore suicida a Notre-Dame contro le nozze gay. Evacuata la cattedral

    Intanto oggi hanno inscenato una messinscena dentro e fuori la cattedrale con una femen.
    Quello che c'e' scritto sul torso della stronza e' terribile .....
    il tutto tra l'indifferenza o la compiacenza dei presenti.

    E lui si e' sparato per queste merde...Utoya!!!!!


    Possiamo concludere che tutto il peggio che succede in Italia e' dovuto alle elites PD ed al vaticano?
    Stupri, attentati, invasione, fallimenti, disoccupazione, emergenza sociale, denatalita',violenza verbale , suicidi, omicidi....

  5. #45
    Cacciaguida
    Data Registrazione
    29 May 2008
    Messaggi
    35,409
    Mentioned
    598 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Parigi, scrittore suicida a Notre-Dame contro le nozze gay. Evacuata la cattedral

    In ogni caso ha espresso nel suo "testamento" non solo la rivolta contro l'ignominia dei matrimoni omosessuali ma anche contro la politica di "sostituzione della popolazione" francese da parte dei sistemi di potere immigrazionisti.

  6. #46
    Cacciaguida
    Data Registrazione
    29 May 2008
    Messaggi
    35,409
    Mentioned
    598 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Re: Parigi, scrittore suicida a Notre-Dame contro le nozze gay. Evacuata la cattedral

    Citazione Originariamente Scritto da animal Visualizza Messaggio
    Intanto oggi hanno inscenato una messinscena dentro e fuori la cattedrale con una femen.
    Quello che c'e' scritto sul torso della stronza e' terribile .....
    il tutto tra l'indifferenza o la compiacenza dei presenti.

    E lui si e' sparato per queste merde...Utoya!!!!!


    Quella di Venner è stata appunto, immagino, una sorta di "evocatio"(credo che il termine sia questo) per quella parte anche piccola di giovani in grado di esprimere in futuro capacità militari adeguate e naturalmente per tutti gli uomini di buona volontà, non un gesto di resa.
    Ultima modifica di amerigodumini; 22-05-13 alle 20:43

  7. #47
    Mistica Fascista
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    118,252
    Mentioned
    552 Post(s)
    Tagged
    24 Thread(s)

    Predefinito Re: Parigi, scrittore suicida a Notre-Dame contro le nozze gay. Evacuata la cattedral

    Citazione Originariamente Scritto da amerigodumini Visualizza Messaggio
    In ogni caso ha espresso nel suo "testamento" non solo la rivolta contro l'ignominia dei matrimoni omosessuali ma anche contro la politica di "sostituzione della popolazione" francese da parte dei sistemi di potere immigrazionisti.
    Ben capendo che le due cose non sono affatto scollegate.
    amerigodumini likes this.
    Credere - Pregare - Obbedire - Vincere

    "Maledetto l'uomo che confida nell'uomo" (Ger 17, 5).

  8. #48
    .
    Data Registrazione
    22 Jul 2010
    Messaggi
    58,731
    Mentioned
    664 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Re: Parigi, scrittore suicida a Notre-Dame contro le nozze gay. Evacuata la cattedral

    Citazione Originariamente Scritto da amerigodumini Visualizza Messaggio
    In ogni caso ha espresso nel suo "testamento" non solo la rivolta contro l'ignominia dei matrimoni omosessuali ma anche contro la politica di "sostituzione della popolazione" francese da parte dei sistemi di potere immigrazionisti.
    tutto al contrario invitava i protestatari per la faccenda degli invertiti a preoccuparsi del problema biopolitico su più vasta scala

    "Les manifestants du 26 mai ne peuvent ignorer cette réalité. Leur combat ne peut se limiter au refus du mariage gay. Le « grand remplacement » de population de la France et de l’Europe, dénoncé par l’écrivain Renaud Camus, est un péril autrement catastrophique pour l’avenir."

    La manif du 26 mai et Heidegger www.dominiquevenner.fr
    Ultima modifica di Troll; 22-05-13 alle 20:42

  9. #49
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Dec 2009
    Località
    Morte al liberismo!
    Messaggi
    15,665
    Mentioned
    155 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)

    Predefinito Re: Parigi, scrittore suicida a Notre-Dame contro le nozze gay. Evacuata la cattedral

    Non sono della sua parrocchia ma un uomo che riesce a sacrificare la sua vita per le sue idee, ebbene, merita rispetto.

    PS: Femen al rogo!
    Ultima modifica di LupoSciolto°; 22-05-13 alle 20:42
    Bellisonus likes this.

  10. #50
    paracadute zen
    Data Registrazione
    23 Feb 2011
    Messaggi
    10,543
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Parigi, scrittore suicida a Notre-Dame contro le nozze gay. Evacuata la cattedral

    Un gesto estremo, compiuto con serena compostezza. Un autentico soldato.
    Bellisonus likes this.
    Trollhunter delle 2 Sicilie.

 

 
Pagina 5 di 11 PrimaPrima ... 456 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 1929
    Ultimo Messaggio: 07-06-13, 17:41
  2. Parigi : storico si suicida sull'altare di Notre-Dame . No alle nozze gay
    Di il diavoletto di Choruǧ nel forum Fondoscala
    Risposte: 85
    Ultimo Messaggio: 26-05-13, 21:41
  3. La Moschea di Notre Dame
    Di carlomartello nel forum Cattolici
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 16-11-09, 12:10
  4. Francia, proteste a Notre Dame
    Di arduinus nel forum Cattolici
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 12-09-06, 10:44
  5. Mosquée Notre Dame de Paris di Elena Chudinova
    Di kalashnikov47 nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 18-03-06, 21:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226