User Tag List

Pagina 1 di 16 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 156
Like Tree45Likes

Discussione: Immigrazione: 10 domande ai padroni del vapore

  1. #1
    Super Troll
    Data Registrazione
    14 Apr 2009
    Messaggi
    55,905
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Immigrazione: 10 domande ai padroni del vapore

    Immigrazione: dieci domande ai padroni del vapore!

    di GILBERTO ONETO
    Questo articolo è stato pubblicato ieri sul quotidiano Libero: data l’attualità dei temi toccati, abbiamo ritenuto di ripubblicarlo sul nostro giornale online.



    Dopo un po’ di torpore, tornano alla ribalta i più focosi sostenitori delle meraviglie della società multirazziale chiedendo con vigore l’introduzione dello jus soli e l’eliminazione del reato di clandestinità. Con tutte le rogne che schiacciano la repubblica, queste non sono davvero delle priorità. Anzi è proprio il tumultuoso ambaradan dell’immigrazione incontrollata a costituire un enorme problema che si somma a tutti gli altri. È davvero singolare che, invece di affrontarlo come una emergenza, vengano proposti interventi che hanno più l’aria di aggravare che non di risolvere il disastro.
    A questo punto al cittadino della strada, alla mitica casalinga di Voghera, a tutti quelli che non sono addentro alle alchimie fumose del Palazzo ma che vivono quotidianamente il disagio della crisi e il fastidio dell’invasione foresta, sorgono dubbi e si pongono domande.


    Queste perplessità si possono riassumere in dieci quesiti principali che la gente comune, con sano buon senso e con semplicità forse anche (per fortuna) un po’ ingenua, pone ai detentori del potere pur senza aspettarsi delle risposte.



    1. All’inizio del 2013 in Italia ci sono 2.875mila disoccupati di cui 318mila stranieri: i cittadini italiani senza lavoro sono perciò 2.557mila. Gli stranieri occupati sono 2.357mila e quelli “inattivi” 1.250mila, poi ci sono le famiglie, i minori e i clandestini. Domanda: se non ci fossero gli stranieri ci sarebbero ancora questi livelli di disoccupazione o si tornerebbe a valori fisiologici che registrano il tasso di neghittosità di una parte della popolazione?



    2. Ogni anno fra 7 e 12 miliardi se ne vanno in money transfer legale o illegale verso i paesi d’origine degli immigrati: almeno 100 miliardi in dieci anni. Si fa tanto chiasso sui depositi di cittadini italiani in Svizzera, ipotizzati in circa 160 miliardi. Si è scatenata una campagna di criminalizzazione contro chi ha “esiliato” i propri risparmi oltre confine per farli quasi sicuramente rientrare per fronteggiare emergenze future. Quelli degli immigrati se ne sono andati e basta. Domanda: fa peggio all’economia nazionale chi parcheggia temporaneamente soldi all’estero o chi li ha fatti sparire definitivamente?



    3. Alla fine dello scorso anno su 65.701 detenuti nelle carceri italiane ben 23.492 (il 35,7%) erano stranieri con un costo di puro mantenimento di questi ultimi di 116 Euro a testa al giorno, e cioè in tutto circa un miliardo l’anno. Secondo il Consiglio d’Europa in Italia c’è un indice di sovraffollamento carcerario del 147%: ci sarebbe posto solo per 44.700 detenuti. Quelli italiani sono oggi 42.209. Domanda: se non ci fossero gli immigrati esisterebbe ancora il problema del sovraffollamento delle carceri?



    4. Nel 2012 in Italia c’erano circa sei milioni di imprese, di cui 454mila gestite da stranieri, che non vengono certo in questo caso a fare lavori che gli italiani rifiutano. Nello stesso anno ben 383mila imprese hanno chiuso i battenti e portato i libri in tribunale a causa della crisi economica. Domanda: senza le attività di stranieri ci sarebbe più spazio e ossigeno per il commercio e la piccola imprenditoria nostrana?



    5. Se più del 35% dei galeotti sono stranieri, si può ragionevolmente supporre che sia di mano foresta anche almeno una identica percentuale dei reati commessi. Domanda: è ragionevole ritenere che, senza gli stranieri, la criminalità spiccia diminuirebbe più del 35-40%?



    6. Ogni anno la presenza dell’immigrazione costa alla comunità nazionale una cifra difficile da dettagliare ma che varia fra i 20 e i 40 miliardi. È del tutto ragionevole ipotizzare che l’intero fenomeno sia costato in venti anni non meno di 500-600 miliardi. Domanda: è vero che senza gli immigrati il debito pubblico sarebbe inferiore di almeno un quarto?



    7. Si sente ripetere che molti degli immigrati abbiano alti livelli di istruzione e si verifica che sicuramente molti di essi hanno doti di sveltezza, intraprendenza e competitività superiori a quelle di molti italiani, soprattutto dei più anziani e dei meno scolarizzati. Domanda: in nome dell’integrazione si deve accettare che i più deboli dei nostri siano condannati a restare sempre gli ultimi?



    8. Circa il 10% della popolazione è straniera e tale percentuale raddoppia in parecchie aree metropolitane, soprattutto in quelle più densamente urbanizzate. Domanda: è vero che senza gli stranieri ci sarebbe il 20% in meno di traffico, inquinamento, consumo del territorio e affollamento? È vero che ci sarebbe almeno un 20% in più di posti letto disponibili negli ospedali, case popolari, spazio nelle strutture scolastiche eccetera?



    9. Si stanno facendo forti pressioni per fare passare la legge sullo jus soli che prevede la cittadinanza per quasi un milione di bambini stranieri e per altri 80mila ogni anno. Domanda: cosa impedirà a milioni di donne incinte di ogni parte del mondo di presentarsi alle frontiere per chiedere assistenza gratuita? Diventeremo un grande centro di ostetricia?



    10. Domanda finale e un po’ riassuntiva: se non ci fosse l’immigrazione cos’altro sarebbero costretti a inventarsi i vari Riccardi, Kyenge, Turco, Caritas, Boldrini, don Gallo e tutto il resto della cinguettante comitiva delle anime candide della solidarietà (sempre e solo “per gli altri”) per tormentare gli italiani?
    "... e accenderemo un altro rogo il 4, al "fante ignoto" che non vuol più stare a Roma divenuta una Bisanzio putrefatta sempre più gonfia della sua putrefazione"

    (G. D'Annunzio)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Smoderatore
    Data Registrazione
    29 Jan 2009
    Località
    Giornalia
    Messaggi
    51,795
    Mentioned
    791 Post(s)
    Tagged
    19 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Immigrazione: 10 domande ai padroni del vapore

    Citazione Originariamente Scritto da ugolupo Visualizza Messaggio
    immigrazione: Dieci domande ai padroni del vapore!


    di gilberto oneto
    questo articolo è stato pubblicato ieri sul quotidiano libero: Data l’attualità dei temi toccati, abbiamo ritenuto di ripubblicarlo sul nostro giornale online.



    dopo un po’ di torpore, tornano alla ribalta i più focosi sostenitori delle meraviglie della società multirazziale chiedendo con vigore l’introduzione dello jus soli e l’eliminazione del reato di clandestinità. Con tutte le rogne che schiacciano la repubblica, queste non sono davvero delle priorità. Anzi è proprio il tumultuoso ambaradan dell’immigrazione incontrollata a costituire un enorme problema che si somma a tutti gli altri. è davvero singolare che, invece di affrontarlo come una emergenza, vengano proposti interventi che hanno più l’aria di aggravare che non di risolvere il disastro.
    A questo punto al cittadino della strada, alla mitica casalinga di voghera, a tutti quelli che non sono addentro alle alchimie fumose del palazzo ma che vivono quotidianamente il disagio della crisi e il fastidio dell’invasione foresta, sorgono dubbi e si pongono domande.


    queste perplessità si possono riassumere in dieci quesiti principali che la gente comune, con sano buon senso e con semplicità forse anche (per fortuna) un po’ ingenua, pone ai detentori del potere pur senza aspettarsi delle risposte.



    1. all’inizio del 2013 in italia ci sono 2.875mila disoccupati di cui 318mila stranieri: I cittadini italiani senza lavoro sono perciò 2.557mila. Gli stranieri occupati sono 2.357mila e quelli “inattivi” 1.250mila, poi ci sono le famiglie, i minori e i clandestini. Domanda: Se non ci fossero gli stranieri ci sarebbero ancora questi livelli di disoccupazione o si tornerebbe a valori fisiologici che registrano il tasso di neghittosità di una parte della popolazione?



    2. ogni anno fra 7 e 12 miliardi se ne vanno in money transfer legale o illegale verso i paesi d’origine degli immigrati: Almeno 100 miliardi in dieci anni. Si fa tanto chiasso sui depositi di cittadini italiani in svizzera, ipotizzati in circa 160 miliardi. Si è scatenata una campagna di criminalizzazione contro chi ha “esiliato” i propri risparmi oltre confine per farli quasi sicuramente rientrare per fronteggiare emergenze future. Quelli degli immigrati se ne sono andati e basta. Domanda: Fa peggio all’economia nazionale chi parcheggia temporaneamente soldi all’estero o chi li ha fatti sparire definitivamente?



    3. alla fine dello scorso anno su 65.701 detenuti nelle carceri italiane ben 23.492 (il 35,7%) erano stranieri con un costo di puro mantenimento di questi ultimi di 116 euro a testa al giorno, e cioè in tutto circa un miliardo l’anno. Secondo il consiglio d’europa in italia c’è un indice di sovraffollamento carcerario del 147%: Ci sarebbe posto solo per 44.700 detenuti. Quelli italiani sono oggi 42.209. Domanda: Se non ci fossero gli immigrati esisterebbe ancora il problema del sovraffollamento delle carceri?



    4. nel 2012 in italia c’erano circa sei milioni di imprese, di cui 454mila gestite da stranieri, che non vengono certo in questo caso a fare lavori che gli italiani rifiutano. Nello stesso anno ben 383mila imprese hanno chiuso i battenti e portato i libri in tribunale a causa della crisi economica. Domanda: Senza le attività di stranieri ci sarebbe più spazio e ossigeno per il commercio e la piccola imprenditoria nostrana?



    5. se più del 35% dei galeotti sono stranieri, si può ragionevolmente supporre che sia di mano foresta anche almeno una identica percentuale dei reati commessi. Domanda: è ragionevole ritenere che, senza gli stranieri, la criminalità spiccia diminuirebbe più del 35-40%?



    6. ogni anno la presenza dell’immigrazione costa alla comunità nazionale una cifra difficile da dettagliare ma che varia fra i 20 e i 40 miliardi. è del tutto ragionevole ipotizzare che l’intero fenomeno sia costato in venti anni non meno di 500-600 miliardi. Domanda: è vero che senza gli immigrati il debito pubblico sarebbe inferiore di almeno un quarto?



    7. si sente ripetere che molti degli immigrati abbiano alti livelli di istruzione e si verifica che sicuramente molti di essi hanno doti di sveltezza, intraprendenza e competitività superiori a quelle di molti italiani, soprattutto dei più anziani e dei meno scolarizzati. Domanda: In nome dell’integrazione si deve accettare che i più deboli dei nostri siano condannati a restare sempre gli ultimi?



    8. circa il 10% della popolazione è straniera e tale percentuale raddoppia in parecchie aree metropolitane, soprattutto in quelle più densamente urbanizzate. Domanda: è vero che senza gli stranieri ci sarebbe il 20% in meno di traffico, inquinamento, consumo del territorio e affollamento? è vero che ci sarebbe almeno un 20% in più di posti letto disponibili negli ospedali, case popolari, spazio nelle strutture scolastiche eccetera?



    9. si stanno facendo forti pressioni per fare passare la legge sullo jus soli che prevede la cittadinanza per quasi un milione di bambini stranieri e per altri 80mila ogni anno. Domanda: Cosa impedirà a milioni di donne incinte di ogni parte del mondo di presentarsi alle frontiere per chiedere assistenza gratuita? Diventeremo un grande centro di ostetricia?



    10. domanda finale e un po’ riassuntiva: Se non ci fosse l’immigrazione cos’altro sarebbero costretti a inventarsi i vari riccardi, kyenge, turco, caritas, boldrini, don gallo e tutto il resto della cinguettante comitiva delle anime candide della solidarietà (sempre e solo “per gli altri”) per tormentare gli italiani?
    :d
    Ultima modifica di BlackSheep; 22-05-13 alle 23:53

  3. #3
    Cavaliere d'oro
    Data Registrazione
    12 Dec 2003
    Località
    L'ultima ridotta d'Italia
    Messaggi
    13,879
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione: 10 domande ai padroni del vapore

    soldato inglese fatto a pezzi a colpi di mannaia da due negri islamici:

    Londra / Soldato inglese ucciso a colpi di machete, forse atto terroristico di matrice islamica
    Leviathan and Ada De Santis like this.
    Quando le armi saranno fuorilegge, solo i fuorilegge avranno le armi

  4. #4
    Nemico del *****
    Data Registrazione
    17 Apr 2009
    Messaggi
    10,459
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione: 10 domande ai padroni del vapore

    ottime domande.

    risposte?

    (a parte: "razzista!", si intende)
    Metabo likes this.
    Difendi, Conserva, Prega

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    22 Jul 2002
    Messaggi
    16,995
    Mentioned
    22 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: Immigrazione: 10 domande ai padroni del vapore

    I rossi da oltre 70 anni hanno un solo nemico: gli italiani. Per sentirsi fighi costoro prima idolatrano potenze straniere ( prima i russi, poi i cinesi e infine gli anglosassoni) con un fiorire di "italiani di merda" "paese di merda" "popolo di merda" e quello che rimane veniva diretto contro il Cattolicesimo.
    Per generazioni il modo per sentirsi fighi era il semplice odio contro l'Italia e il suo popolo, la maniera per sentirsi evoluti era estrarsi psichicamente dalla propria italianità, vista (un paese tra i più pacifici e industrializzati del mondo) come una specie di inferno sulla terra popolato da mostri.
    Questa mentalità velenosa alla fine ha prodotto i suoi frutti: l'Italia verrà distrutta proprio a livello razziale come coronamento del nichilismo e odio di sè.
    Cambiare rotta a livello psichico, rendersi conto che non c'è ragione perchè la piccola nazione viene schiacciata da flussi migratori incontrallati e ingestibili ( cosa che NESSUN ALTRO STATO AL MONDO PERMETTE, non c'è uno stato dove i clandestini che commettono crimini violenti vengono protetti e aiutati come le vittime fossero loro) sarebbe forse troppo difficile.
    L'odio verso gli altri italiani, i mostruosi complessi di inferiorità nei confronti delle grandi potenze e quindi il bisogno di essere approvati da loro ad ogni costa genera dei comportamenti distruttivi che inevitabilmente porteranno gli eventi a degli esiti rovinosi.
    Se i sinistri avessero un'altra testa anche questi imponenti flussi migratori avrebbero avuto esiti ben diversi, con molti meno crimini, più occipazione per tutti e tensioni sociali ridotte ad un decimo.
    Il problema quindi è come ragionano i sinistri.
    Ultima modifica di Shambler; 23-05-13 alle 02:53
    La famosa artista idolo delle folle :" si figuri che uno ha addirittura scritto che avrei dovuto investire i MIEI soldi comprando un bar! Io!!!! La barista!!!!"

  6. #6
    anti bufale
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    37,137
    Mentioned
    88 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione: 10 domande ai padroni del vapore

    bellissimo articolo, altro che i dati truccati della Caritas
    Rick Hunter likes this.
    i post di Capitano e Blacksheep sono patrimonio dell'UNESCO!!!
    Quelli in grassetto profumano di fascio!

  7. #7
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    24 Aug 2010
    Località
    Bellagio-lago di Como
    Messaggi
    20,247
    Mentioned
    61 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione: 10 domande ai padroni del vapore

    Citazione Originariamente Scritto da Shambler Visualizza Messaggio
    I rossi da oltre 70 anni hanno un solo nemico: gli italiani. Per sentirsi fighi costoro prima idolatrano potenze straniere ( prima i russi, poi i cinesi e infine gli anglosassoni) con un fiorire di "italiani di merda" "paese di merda" "popolo di merda" e quello che rimane veniva diretto contro il Cattolicesimo.
    Per generazioni il modo per sentirsi fighi era il semplice odio contro l'Italia e il suo popolo, la maniera per sentirsi evoluti era estrarsi psichicamente dalla propria italianità, vista (un paese tra i più pacifici e industrializzati del mondo) come una specie di inferno sulla terra popolato da mostri.
    Questa mentalità velenosa alla fine ha prodotto i suoi frutti: l'Italia verrà distrutta proprio a livello razziale come coronamento del nichilismo e odio di sè.
    Cambiare rotta a livello psichico, rendersi conto che non c'è ragione perchè la piccola nazione viene schiacciata da flussi migratori incontrallati e ingestibili ( cosa che NESSUN ALTRO STATO AL MONDO PERMETTE, non c'è uno stato dove i clandestini che commettono crimini violenti vengono protetti e aiutati come le vittime fossero loro) sarebbe forse troppo difficile.
    L'odio verso gli altri italiani, i mostruosi complessi di inferiorità nei confronti delle grandi potenze e quindi il bisogno di essere approvati da loro ad ogni costa genera dei comportamenti distruttivi che inevitabilmente porteranno gli eventi a degli esiti rovinosi.
    Se i sinistri avessero un'altra testa anche questi imponenti flussi migratori avrebbero avuto esiti ben diversi, con molti meno crimini, più occipazione per tutti e tensioni sociali ridotte ad un decimo.
    Il problema quindi è come ragionano i sinistri.
    Dici bene .
    C'è un odio ancestrale di taluni italiani per tutto ciò che rappresenta l'italia ( buono o cattivo che sia )
    Odio puro , odio per se stessi in fin dei conti .
    E così una buona parte di italiani , tifa e supporta ogni cosa , ogni anelito , ogni richiesta che tende ad andare contro l'italianità .
    E mentre il magrebino , l'africano e l'asiatico pensano con amore alla propria terra abbandonata , alcuni italiani la odiano e si sottomettono al volere dello straniero, chiunque esso sia, pur di cancellare e sotterrare se stessi .
    La prova provata è l'odio verso Mussolini che, se errore fece, fu certo per la grandezza della Patria italiana !
    A mussolini si può perdonare tutto , perfino la guerra , fuorchè aver immaginato un'italia grande .
    Ecco, accondiscendere lo straniero , coccolarlo , aiutarlo , scusarlo, è la servitù di secoli che affiora in taluni italiani oltre l'odio del propri essere italiano ; l'idea di non essere capaci di far nulla senza avere lo straniero che ti controlla e ti guida, che perfino ti fotte le donne per rinsanguare la razza !

    Ecco perchè da sempre siam divisi in due blocchi : chi vorrebbe finalmente essere lui a decidere del suo destino dopo secoli e secoli di servaggio ( ultimi gli anglosassoni) e chi affiderebbe l'onere allo straniero di turno , fosse , nero , giallo o anglosassone .
    Rick Hunter likes this.
    DI ROSSO IN ITALIA C'E' SOLO IL VINO

    L'Italia è una razza, una storia, un orgoglio, una passione, l'Italia è una grandezza del passato.

  8. #8
    Forumista storico
    Data Registrazione
    24 Dec 2012
    Località
    genova
    Messaggi
    30,424
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: Immigrazione: 10 domande ai padroni del vapore

    Citazione Originariamente Scritto da CARLO NORD ITALIA Visualizza Messaggio
    Dici bene .
    C'è un odio ancestrale di taluni italiani per tutto ciò che rappresenta l'italia ( buono o cattivo che sia )
    Odio puro , odio per se stessi in fin dei conti .
    E così una buona parte di italiani , tifa e supporta ogni cosa , ogni anelito , ogni richiesta che tende ad andare contro l'italianità .
    E mentre il magrebino , l'africano e l'asiatico pensano con amore alla propria terra abbandonata , alcuni italiani la odiano e si sottomettono al volere dello straniero, chiunque esso sia, pur di cancellare e sotterrare se stessi .
    La prova provata è l'odio verso Mussolini che, se errore fece, fu certo per la grandezza della Patria italiana !
    A mussolini si può perdonare tutto , perfino la guerra , fuorchè aver immaginato un'italia grande .
    Ecco, accondiscendere lo straniero , coccolarlo , aiutarlo , scusarlo, è la servitù di secoli che affiora in taluni italiani oltre l'odio del propri essere italiano ; l'idea di non essere capaci di far nulla senza avere lo straniero che ti controlla e ti guida, che perfino ti fotte le donne per rinsanguare la razza !

    Ecco perchè da sempre siam divisi in due blocchi : chi vorrebbe finalmente essere lui a decidere del suo destino dopo secoli e secoli di servaggio ( ultimi gli anglosassoni) e chi affiderebbe l'onere allo straniero di turno , fosse , nero , giallo o anglosassone .

    Bah, quando leggo certe raccolte di scelte idiozie mi viene voglia di dare le dimissioni da italiano ( chi l'ha detto?)

  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    24 Aug 2010
    Località
    Bellagio-lago di Como
    Messaggi
    20,247
    Mentioned
    61 Post(s)
    Tagged
    6 Thread(s)

    Predefinito Re: Immigrazione: 10 domande ai padroni del vapore

    Citazione Originariamente Scritto da atvar51 Visualizza Messaggio
    Bah, quando leggo certe raccolte di scelte idiozie mi viene voglia di dare le dimissioni da italiano ( chi l'ha detto?)
    Sarebbe favoloso!
    Sarebbe favoloso vedere qualche centinaia di migliaia di italiani insulsi che se ne vanno via dall'italia .
    Fatevi altrove il vostro meraviglioso mondo multietnico e multirazziale !
    C'è l'africa che vi aspetta , il mondo arabo o la cina !
    Vediamo come vi accolgono voi tutti !

    Avete solo una fortuna !
    che ancora non è apparso il giusto leader che ricomponi tutti gli italiani ( veri italiani ) sotto un unica bandiera e riesca a trasformare i vostri insulti di razzismo in assist vincenti.
    Per il momento sono proprio le persone che volete difendere che vi sputano in faccia il loro odio e vi fanno capire quanto stupidi e pecoroni siete !
    Rick Hunter likes this.
    DI ROSSO IN ITALIA C'E' SOLO IL VINO

    L'Italia è una razza, una storia, un orgoglio, una passione, l'Italia è una grandezza del passato.

  10. #10
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    35,145
    Mentioned
    360 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Re: Immigrazione: 10 domande ai padroni del vapore

    Razzista !
    Sono nostri fratelli bisognosi, hanno diritto !
    " Solo i Sith ragionano per assoluti. "
    " Si ! "

 

 
Pagina 1 di 16 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Immigrazione: dieci domande ai padroni del vapore!
    Di cadutima nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 09-05-13, 19:59
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 13-07-12, 16:04
  3. Immigrazione: Boom Di Domande On Line
    Di otto grunf (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 17-12-07, 09:51
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30-06-05, 02:43

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226