User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
Like Tree2Likes
  • 1 Post By Quayag
  • 1 Post By dimecan

Discussione: Le pulci e i pidocchi.

  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,605
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Le pulci e i pidocchi.

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11890&mode= &order=0&thold=0

    ComeDonChisciotte - LE PULCI E I PIDOCCHI



    DI TRUMAN BURBANK Comedonchisciotte
    Alcune note a margine del convegno del 25-5, a Roma, sull’euro e sulla crisi, organizzato dal Comitato NO DEBITO.
    Una premessa dal romanzo di Irvin D. Yalom Le lacrime di Nietzsche:«Il problema», replicò Freud, «è che nessuna delle diagnosi spiega tutti i sintomi». «Sig[mund]», ribatté Breuer, alzandosi e parlando in tono confidenziale, «ti svelerò un segreto del mestiere. Un segreto che un giorno, in qualità di medico consulente, sarà il tuo pane. L'ho appreso da Oppolzer, che una volta mi ha detto: "I cani possono avere le pulci e anche i pidocchi"».
    «Intendendo dire che il paziente può...» «Proprio così», concluse Breuer, mettendogli un braccio sulle spalle. Dopo di che i due uomini si avviarono per il lungo corridoio. «Il paziente può avere due disturbi. In effetti, di norma è così ...Un tema più volte trattato nel convegno "Unione Europea, crisi democratica e crisi economica”, è quello ben illustrato da Alberto Bagnai sulle aree valutarie ottimali e sull'euro che non funziona e non poteva funzionare (o almeno non funziona per gli scopi dichiarati, aggiungerei). E il discorso di Bagnai appare decisamente ragionevole.
    Ma Moreno Pasquinelli approfondisce e dice che la crisi è più generale ed è di tutto il capitalismo.
    Il discorso di Pasquinelli è ben dettagliato sul blog Sollevazione (sollevazione: LE DIVERGENZE TRA IL COMPAGNO BAGNAI E NOI di Moreno Pasquinelli)
    Cito:nella copiosa produzione di Bagnai, a cominciare da “Il tramonto dell’euro”, per quanto possa sembrarvi paradossale non troverete mai il concetto di “crisi del sistema capitalistico”. Il fatto che ciò lo accomuni allo schieramento bipolare degli economisti mainstream divisi, così si dice, tra ortodossi ed eterodossi, non rende meno grave questa spaventosa deficienza. Una prova lampante che tutti costoro, liberisti e pseudo-keynesiani, pur accapigliandosi, si basano sul medesimo paradigma, la cui genetica caratteristica è quella di dare per scontato che quello capitalistico non è un sistema storicamente determinato, con contraddizioni sue proprie, bensì destinato ad essere eterno. Tutt’al più esso conoscerebbe solo “squilibri”, quindi essi si dividono solo sulle terapie: su come detti squilibri necessariamente momentanei debbano essere superati.
    senza una teoria generale non si va lontano, e senza questa non possiamo spiegarci la malattia congenita che affligge il sistema capitalistico, quindi non avremo alcuna terapia degna di questo nome.Anche il discorso di Pasquinelli appare ragionevole, anzi appare decisamente più ampio.
    Interviene infine Giulietto Chiesa e chiarisce che il problema è ben più serio, non è semplicemente una crisi del capitalismo, ma esso segnala il raggiungimento dei limiti dello sviluppo. Il riferimento è al rapporto "I limiti dello sviluppo" commissionato al MIT dal Club di Roma e pubblicato per la prima volta nel 1972 (in seguito è stato pubblicato un aggiornamento del rapporto).
    Bisogna imparare a convivere con il concetto di limite, dice Giulietto. Lo sviluppo non è più possibile. Se non vogliamo la guerra serve la decrescita.
    Quello di Chiesa appare il discorso più coerente e profondo di tutti, ne vediamo quotidianamente delle evidenze (per esempio con le alterazioni climatiche). La decrescita è ormai obbligata.
    Eppure la decrescita sembra giustificare le politiche di austerity che Bagnai giustamente critica, perché derivano da scelte concettualmente errate. Strano, a me sembra che il ragionamento di Bagnai spieghi bene perché si deve rifiutare l'austerity.
    Ritorniamo alla citazione iniziale: "Il cane può avere le pulci e anche i pidocchi".Significato: molto spesso nei malati non si trovano i sintomi di un'unica malattia, ma di più malattie combinate. Questo ai medici principianti crea problemi seri, perché si intestardiscono nel voler ricondurre tutto ad una sola malattia.
    Ma se per il prurito di un cane può essere conveniente considerare insieme due diverse cause, figuriamoci se può bastare un solo fattore causale per spiegare l'attuale crisi economico-politica, che sembra avere caratteristiche epocali. Sarebbe addirittura ingenuo pensare ad una sola spiegazione.
    In pratica, mi appare perfettamente possibile che il capitalismo reale sia in una delle sue crisi, come pure mi appare possibile, in contemporanea, che l'euro sia un errore colossale nei termini descritti da Bagnai. Ed è pure possibile che almeno alcuni limiti dello sviluppo siano stati raggiunti.
    Può darsi che la malattia dell'euro sia opportunista, che sfrutti una situazione difficile dell'organismo aggredito, creata da una crisi del capitalismo. E la crisi del capitalismo si potrebbe innestare su una generale crisi di civiltà.
    La mia proposta è levare le pulci e i pidocchi, cominciando dal più facile.
    Parlando fuori metafora, servono azioni puntuali, valori di riferimento, obiettivi strategici e pressione continua sul sistema politico.
    Se lo sviluppo infinito non c'è più bisogna puntare a una visione ecologica della politica, dove contino i rapporti umani e l'uso del proprio tempo più che il denaro. Una visione che sia anche etica. Una volta impostata una visione della politica orientata all'equilibrio con l'ambiente circostante, si potrà proporre un'alternativa al capitalismo dove non si lavori per il solo denaro, ma soprattutto per dare un senso alla propria vita. Qui si potrebbe riscoprire anche il valore dell'ozio. Secondo me nella decrescita ci sono ampi spazi per la felicità. Vale la pena di fare almeno un esempio: una volta in una famiglia bastava che lavorasse il capofamiglia per sostenere moglie e molti figli. Oggi si deve lavorare tutti e due, per orari sempre più lunghi, per guadagnare il denaro necessario. E spesso serve un secondo lavoro. Perché il denaro non basta mai in una società basata sul denaro. E invece bisogna tornare al valore del tempo al posto del valore del denaro. Stare più tempo con la famiglia, o con gli amici, invece che a lavorare. E lavorare con lentezza, per produrre bene qualcosa di utile e duraturo, non per fare cassa. Insomma, il denaro non dà la felicità, si sa, e in una società dove il denaro conta di meno si può essere più felici.
    La decrescita triste degli economisti deve diventare una decrescita felice alla Pallante (ricordo che l'economia era definita "la scienza triste", sarebbe ora di pensare a qualcosa di più divertente).
    E nel frattempo ci si coalizza per uscire dall'euro, come primo passo del progetto politico. Anche perché se restiamo stritolati dall'austerity non avremo un futuro in cui fare altro.
    Ricordando poi che un eventuale "euro del sud" (o euro dei PIIGS) mantiene tutte le tare che hanno portato al fallimento dell'euro attuale. Servono valute nazionali.
    Non sarà facile, ma non abbiamo molte scelte. L'unica cosa che abbiamo da perdere è una sofferenza infinita.
    E comunque l'esempio delle pulci e dei pidocchi come paradigma della crisi attuale, mi fa tornare in mente una vecchia frase: "L'imperialismo è una tigre di carta". Si può sconfiggere.
    Truman
    Fonte: www.comedonchisciotte.org26.05.2013

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Le pulci e i pidocchi.

    Concordo su tutto nella maniera più assoluta tranne che su una cosa, l'italia è molto peggio dell'Europa attuale, e uscire dall'euro per andarmene a zonzo per il mediterraneo con la sicilia, la calabria e company mi terrorizza letteralmente.
    sciadurel likes this.



  3. #3
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,605
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Le pulci e i pidocchi.

    Citazione Originariamente Scritto da Quayag Visualizza Messaggio

    Concordo su tutto nella maniera più assoluta tranne
    che su una cosa, l'italia è molto peggio dell'Europa
    attuale, e uscire dall'euro per andarmene a zonzo
    per il mediterraneo con la sicilia, la calabria e
    company mi terrorizza letteralmente.

    la decrescita presuppone
    una profonda riorganizzazione
    statuale dei territori.

    si potrebbe ipotizzare una confederazione
    di stati, rappresentati da altrettanti popoli
    culturalmente ed etnicamente omogenei.

  4. #4
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,701
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Le pulci e i pidocchi.

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    la decrescita presuppone
    una profonda riorganizzazione
    statuale dei territori.

    si potrebbe ipotizzare una confederazione
    di stati, rappresentati da altrettanti popol
    culturalmente ed etnicamente omogenei.
    si ma con l'itaglia non se ne fa nulla ... quelli vogliono fatturato, iva, irpef, imu. tarsu, bolli, ecc... hanno molta fame e "tengono tante famiggghie"

    NON SE NE ESCE, SENZA USCIRE DALL'iTAGLIA, senza se e senza ma

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    15,605
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Le pulci e i pidocchi.

    Citazione Originariamente Scritto da sciadurel Visualizza Messaggio

    si ma con l'itaglia non se ne fa nulla ...
    quelli vogliono fatturato, iva, irpef, imu.
    tarsu, bolli, ecc... hanno molta fame e
    "tengono tante famiggghie"

    NON SE NE ESCE, SENZA USCIRE
    DALL'iTAGLIA, senza se e senza ma

    la crisi va ben oltre i confini della penisola;
    non ci saranno più spazi a disposizione
    per gli inganni e le furbizie,
    la pratica delle virtù, sarà imposta dalla
    realtà.

  6. #6
    [email protected]
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,150
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Le pulci e i pidocchi.

    fossero solo pulci e pidocchi ... basta un bagno per le pulci e un bagno alla settimana per i pidocchi (ammazzi le uova). anche le piattole non sono un problema. il fatto è che abbiamo le zecche, e tante : una quarantina di milioni. con la democrazia non le attacchi.
    Eridano likes this.

  7. #7
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,040
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Le pulci e i pidocchi.

    Non capisco perchè uscire dall'euro debba significare andare alla deriva con il sud.
    L'euro è la causa prima di ogni male.
    Guarda caso siamo andati in merda da quando ci siamo entrati.
    Possibile che ancora non si capisca che chi dice queste fregnacce è solo un giornalaio asservito?
    Qualsiasi economista SERIO è in grado di dimostrare il contrario.
    Guai ad una Padania nell'euro: sarebbe inutile, tempo sprecato.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  8. #8
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    38,332
    Mentioned
    312 Post(s)
    Tagged
    51 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Re: Le pulci e i pidocchi.

    Citazione Originariamente Scritto da Maxadhego Visualizza Messaggio
    la decrescita presuppone
    una profonda riorganizzazione
    statuale dei territori.

    si potrebbe ipotizzare una confederazione
    di stati, rappresentati da altrettanti popoli
    culturalmente ed etnicamente omogenei.
    ricordiamo anche una cosa che i decrescisti sinistroidi non ricordano mai...
    che decrescita significa riduzione degli scambi monetari a vantaggio di forme informali di scambio come il baratto (scambio casa per vacanze, scambio vestiti etc), la moneta alternativa locale, l'auto-produzione etc cioè tutte metodologie che affamano le due bestie, la bestia dell'usura signoraggista e la bestia dello stato mangione.
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  9. #9
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,040
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Le pulci e i pidocchi.

    Sognare è sempre lecito.
    In una di queste notti ho sognato di essere ospite in un igloo di una eschimese, poi mi sono svegliato: mi ero solo scoperto nel sonno.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

 

 

Discussioni Simili

  1. Invasi anche dai pidocchi
    Di Gundam nel forum Padania!
    Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 19-10-06, 22:52
  2. Occhio, nei DS sono (ri)comparsi i pidocchi
    Di Bianca Zucchero nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 04-03-06, 16:46
  3. pidocchi!
    Di Jaki nel forum Fondoscala
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 20-01-05, 16:56
  4. Emergenza Pidocchi!!!!
    Di Nebbia nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 21-10-04, 18:47
  5. quanti pidocchi ci sono
    Di Jaki nel forum Fondoscala
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 01-09-03, 04:07

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226