CALDORO COME OBAMA: VA ALLA GUERRA SU YOUTUBE CONTRO MOODY’S – VIDEO

Di Dimitri Buffa - “Un declassamento che ci arriva da Moody’s solo per la facoltà, di cui ancora non ci siamo avvalsi, di contrarre del debito per pagare le aziende e fare ripartire l’economia campana”. Il governatore della Campania,Stefano Caldoro, denuncia in un video su Youtube i tentativi di condizionamento contro la regione e promette battaglia.A partire da azioni anche di tipo giudiziario sulla falsariga di quelle promesse e promosse da Obama a suo tempo negli Stati Uniti proprio contro gli organismi che si occupano di rating. Le famose class action.Nel video Caldoro sottolinea il fatto che la stessa Moody’s ha dovuto distinguere la Campania dalle altre tre regioni “avvisate” di declassamento, tra cui una molto grande del Nord, cioè il Piemonte (le altre due sono il Lazio e la Sicilia), se non altro per avere fatto grossi progressi nel miglioramento del debito passato e per avere rimesso in equilibrio la spesa sanitaria. Ma il vero problema dietro a queste iniziative e declassamenti minacciati non è solo il tentativo di fare pressione su una regione che si sta dimostrando virtuosa. Quelli di Moody’s infatti appartengono alla “scuola dell’algoritmo farlocco” che ha scatenato l’austerity dell’Europa, opportunamente manovrata dietro le quinte dalla Germania. Trattasi dei professori Carmen Reinhart e Kenneth Rogoff, ampiamente sputtanati nelle scorse settimane da tutta la stampa economica mondiale. Caldoro invece dimostra di prediligere la scuola keynesiana di Paul Krugman che giorni fa dalle colonne della prestigiosa “The New York review of books” aveva ulteriormente ridicolizzato il binomio dell’austerity, rigirando il coltello nella piaga.In realtà Krugman, come d’altronde adombra lo stesso Caldoro e anni prima persino Obama, ci mette molta buona volontà a credere nell’errore da college dei due economisti. Perché il sospetto è che questa austerity e questi declassamenti siano stati spinti da alcune banche centrali e da altri speculatori internazionali per mettere in ginocchio i paesi con il debito più alto. E lucrarci sopra. Infatti se fosse stato vero il calcolo di Carmen Reinhart e Kenneth Rogoff secondo cui se in un paese avviene lo sforamento del parametro del 90 per cento del pil da parte del debito pubblico allora quel paese precipita in recessione ci sarebbe stata la possibilità da parte del Fmi di imporre a tutto il mondo le folli politiche restrittive per ora appioppate soprattutto agli stati mediterranei, Italia compresa.Oggi che sappiamo invece che questo calcolo è sbagliato, guarda caso, sembra che anche la Merkel, sia pure dopo le prossime elezioni politiche in Germania, si convertirà al neo keynesianesimo. E d’altronde morire di fame e di crisi con i conti in ordine è una cosa idiota, economicamente parlando, anche a livello intuitivo. Non a caso Caldoro nel video di cui sopra fa anche vedere una lettera da lui indirizzata a Letta in cui chiede al premier di fare come ha fatto Rajoy in Spagna: mettere lo stato a fianco delle regioni. Sia nella lotta per il risanamento sia anche però per fare fronte comune contro le pretese rigoriste dell’ “Europa dell’algoritmo farlocco”.

CALDORO COME OBAMA: VA ALLA GUERRA SU YOUTUBE CONTRO MOODY?S ? VIDEO | Clandestinoweb