User Tag List

Pagina 68 di 204 PrimaPrima ... 185867686978118168 ... UltimaUltima
Risultati da 671 a 680 di 2037
Like Tree153Likes

Discussione: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto

  1. #671
    mutualista in saor
    Data Registrazione
    18 Nov 2013
    Località
    Venetorum angulus
    Messaggi
    17,626
    Mentioned
    513 Post(s)
    Tagged
    93 Thread(s)

    Predefinito Re: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto

    Son più fiducioso sul superamento quota lega '96... siamo già oltre 700 mila votanti.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #672
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    37,943
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto

    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  3. #673
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Oct 2010
    Messaggi
    6,606
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto

    Un referendum in Crimea, e uno a Venezia. Per l’indipendenza
    Carlo Lottieri
    Le caratteristiche del conflitto russo-ucraino – per ora solo potenziale – sono chiare. Le stranezze della storia hanno posto, a seguito di una lontana decisione di Krusciov, la penisola di Crimea all’interno dell’Ucraina. Ma allora la divisione tra i due Paesi contava poco, entro un’Unione sovietica retta da un regime totalitario. Poi il socialismo è crollato, l’unità si è dissolta e la Crimea (a larghissima maggioranza russa) si è trovata sotto il governo di Kiev. Ovviamente i russi non hanno mai smesso di rivendicare un controllo su quell’area e quando è venuta a profilarsi una dirigenza anti-russa e tutta proiettata verso Bruxelles, ne hanno tirato le conseguenze.
    Così ora in Crimea si è votato, entro un quadro che comunque predefiniva il risultato: non solo per la presenza delle truppe russe, ma anche per l’ampio favore della popolazione. Nelle stesse ore, però, ha preso le mosse un referendum sull’indipendenza di tenore assai diverso.
    Organizzato da un’associazione politica costituitasi lo scorso anno e sostenuto da un gran numero di volontari e militanti, in Veneto si è cominciato a votare – con procedure on line – in una consultazione che chiede ai cittadini di esprimersi su una scelta secca tra Italia e Veneto indipendente. Secondo i dati diffusi dagli organizzatori, alle 12 avevano votato circa 150 mila persone e alle 18.30 il numero era salito a 430 mila. Le urne telematiche resteranno aperte fino al 21 marzo e la speranza degli organizzatori è che in questi giorni le luci dei riflettori si accendano su questa iniziativa indubbiamente coraggiosa e anche assai innovativa sul piano formale. In un certo senso, il voto del Veneto assomiglia a quello della Crimea, e al tempo stesso si differenzia in maniera radicale. In entrambi i casi si tratta di ridefinire le frontiere europee interpellando la gente e mettendo in gioco le regole della democrazia, ma mentre in Crimea sono le autorità locali filo-russe e l’esercito di Putin a gestire le operazioni, a Venezia o a Padova è la società civile “dissidente” che prova ad attribuire un nuovo diritto alla popolazione. Il regime politico italiano avversa ogni espressione politica di questo tipo ed è quindi solo l’intraprendenza di alcuni visionari che sta ponendo il tema della libertà del Veneto al centro della scena.
    All’estero di questa vicenda si sta iniziando a parlare. Ne parlano “The Telegraph”, “Express”, la BBC, “The Independent”, “The New Zealand Telegraph” ecc.
    Presto se ne accorgerà anche la politica italiana. Non c’è dubbio.
    Un referendum in Crimea, e uno a Venezia. Per l?indipendenza ? il Blog di Carlo Lottieri

    GAZEBI E PLEBISCITO … NON SONO LA STESSA COSA
    di Giorgio Burin
    Stiamo assistendo in questi giorni ad un fiorire di iniziative sul fronte indipendentista.
    Quando si esce dalla stretta cerchia degli attivisti, indipendentisti dichiarati, ci si imbatte però in una grande confusione e disinformazione. Stentano i cittadini comuni a capire qualcosa nel dedalo di sigle e iniziative che agiscono separatamente, pur dichiarando di perseguire il medesimo scopo.
    Un utente su Facebook mi ha candidamente detto che non è necessario votare al Plebiscito Digitale, avendo lui già firmato in un gazebo della Lega. SONO DUE COSE DIVERSE !!!!
    Analizziamo in dettaglio le due iniziative
    La Lega Nord sta raccogliendo firme per supportare il Referendum Regionale sull’indipendenza. Per bocca del suo Segretario Matteo Salvini, si propone con queste firme, di far pressione “a Destra e a Sinistra”. In realtà la Lega Nord dispone di 18 seggi in Consiglio Regionale, più 6 del Governatore Luca Zaia, della Lega anche lui. Sfugge quindi su chi debbano fare pressione e perché questa numerosa rappresentanza non si attivi spontaneamente a cercare i pochi voti che mancano (anche tra i 13 consiglieri alleati del PDL) per poter votare il progetto di legge che attiva il referendum.
    Dall’altra parte, anche in “supplenza” delle iniziative in Consiglio Regionale si è attivata una innovativa iniziativa di voto telematico volta a chiedere direttamente ai Veneti cosa ne pensino dell’indipendenza. Mentre per il Referendum regionale si tratta di un parere consultivo, per il Plebiscito digitale il valore è puramente morale, trattandosi di una iniziativa privata. E’ però lodevole e significativo il modo di operare e le forze che si sono aggregate intorno a questa operazione, tanto da far sperare a molti che un buon risultato possa smuovere davvero i meccanismi dell’autodeterminazione.
    Tornando quindi ai meccanismi, per votare al Plebiscito è necessario acquisire un codice personale, analogo alla scheda elettorale delle votazioni italiane. Questo codice è recapitato a gran parte dei Veneti per lettera, ma chi non lo ricevesse deve autonomamente registrarsi sul sito.
    GAZEBI E PLEBISCITO ? NON SONO LA STESSA COSA | Vivere Veneto

    Servizio di TV veneta Antenna Tre



    Ecco il momento della liberazione di Raffaele Serafini, Gianluca Busato e Orazio Scavazzon dalla caserma dei carabinieri di col madalena in riva degli Schiavoni dopo la brutale, arrogante e goffa interruzione del reportage televisivo sul referendum di indipendenza del Veneto del 16-21 marzo della televisione russa NTV e della TV veneta Antenna Tre, in violazione dei più basilari diritti di informazione e di libera espressione. La Repubblica Veneta oggi ha sconfitto lo staterello italiano che teme e presagisce il trionfo dei Sì nel referendum di indipendenza del Veneto - www.plebiscito.eu





    Ieri a Venezia autogoal dello stato italiano, mentre le registrazioni a Plebiscito.eu superano quota 300.000 e la notizia fa il giro del mondo
    Venerdì 21 marzo tutti a Treviso
    Ieri lo stato italiano ha dimostrato tutta la propria goffaggine e inadeguatezza storica, impedendo lo svolgimento di un’intervista della televisione russa NTV (che ha 100 milioni di telespettatori), che ha svolto un reportage sul Referendum di indipendenza del Veneto del 16-21 marzo.
    Credo che questo sia stato un autentico autogoal, frutto di una mentalità burocratica di uno stato che sopravvive a sé stesso.
    Sempre ieri abbiamo registrato un attacco hacker alla piattaforma informatica che gestisce la votazione elettronica del referendum e che è stato sventato in meno di un minuto. L’indirizzo internet IP di provenienza dell’attacco era francese, quasi a rievocare un vano tentativo “napoleonico” di bloccare il ripristino della sovranità della Repubblica Veneta.
    Sono due episodi diversi della giornata di ieri, che testimoniano in realtà la crescente preoccupazione della controparte di fronte alla crescita impetuosa di popolarità del Referedum di indipendenza del Veneto, che oggi ha visto superare la quota di 300.000 iscritti, con una curva di crescita che sta assumendo un andamento esponenziale, a testimoniare la viralità della campagna referendaria.
    Ieri a Venezia autogoal dello stato italiano, mentre le registrazioni a Plebiscito.eu superano quota 300.000 e la notizia fa il giro del mondo | Comitato per il Sì nel Referendum di indipendenza del Veneto

    PLEBISCITO.EU: quasi 500.000 veneti votano il Referendum di indipendenza del Veneto nel primo giorno di votazione.
    Sono 492.256 i veneti che alle 22 di domenica 16 marzo hanno risposto al quesito "Vuoi che il Veneto diventi una Repubblica Federale indipendente e sovrana? SI o NO?". Le votazioni riprenderanno domani mattina alle ore 9. I veneti potranno votare il referendum fino alle 18 di venerdì 21 marzo sul sito www.plebiscito.eu, al telefono al numero 0423 40 20 16 e ai seggi predisposti in tutto il Veneto. I risultati definitivi saranno proclamati in occasione di una storica manifestazione nazionale che si terrà a Treviso venerdì 21 marzo in piazza dei Signori a partire dalle ore 19.

    PLEBISCITO.EU: SONO GIA’ OLTRE 700.000 I VOTI NEL REFERENDUM PER L’INDIPENDENZA DEL VENETO
    GIANE
    Alle 18 di lunedì 17 marzo al voto il 18,7% dei veneti. Emerge con grande forza e visibilità mediatica internazionale lo spaccato di un Veneto determinato a decidere il proprio futuro.
    Alle ore 18 del 17 marzo, secondo giorno di votazione del Referendum di indipendenza del Veneto, sono 700.837 gli elettori che hanno espresso il loro voto via internet sul sito www.plebiscito.eu, al telefono al numero 0423 40 20 16 e nei seggi predisposti nel territorio.
    Continua ad essere Vicenza la provincia con più affluenza (oltre 182.000 elettori), seguita da Treviso (179.000), Padova (166.000), Venezia (143.000), Verona (92.000), Belluno (28.000) e Rovigo (29.000).
    Continua pertanto anche nel secondo giorno di votazione una tendenza per molti inaspettata di grande seguito popolare della consultazione referendaria, che fa emergere con grande forza lo spaccato di un Veneto determinato a decidere il proprio futuro.
    La notizia del Referendum di indipendenza del Veneto sta avendo grande risalto e visibilità ancora soprattutto internazionale con grande richiamo su un’opera di organizzazione e di radicamento territoriale che sta dimostrando la grande spinta che il comitato referendario ha saputo dare all’esigenza di dare ai cittadini veneti la possibilità di decidere il proprio futuro.
    In merito ad alcune presunte notizie di stampa, si precisa infine che il controllo dei dati di voto è assicurato da procedure batch notturne di incrocio e verifica dati con il database delle anagrafiche elettorali. La query di verifica non viene fatta in tempo reale, in quanto gli indici di ricerca non consentirebbero dei tempi di risposta accettabili per la votazione. Grazie a tali procedure di controllo, i voti che emergono non apportati da persone iscritte all’anagrafe elettorale veneta vengono ripuliti e scomputati dal conteggio finale.
    PLEBISCITO.EU: SONO GIA? OLTRE 700.000 I VOTI NEL REFERENDUM PER L?INDIPENDENZA DEL VENETO | Referendum per l'indipendenza del Veneto

    Del plebiscito digitale veneto parlano di più i giornali stranieri che i giornali itagliani....

    Venice prepares for referendum on secession from Italy
    Campaigners calling for the independence of Venice and the surrounding Veneto region look to Scotland and Catalonia as examples
    Around 3.8 million people in the Veneto are eligible to vote and campaigners hope to achieve a majority in favour of independence
    Nick Squires
    Voting will begin on Sunday in a referendum on whether Venice and its surrounding region should secede from the rest of Italy, in a bid to restore its 1,000-year history as a sovereign republic.
    "La Serenissima" – or the Most Serene Republic of Venice – was an independent trading power for a millennium before the last doge, or leader, was deposed by Napoleon in 1797.
    The republic encompassed not just Venice but what is now the surrounding region of Veneto and it is there that the vote will take place from Sunday until Friday.
    Campaigners have been inspired by the example of Scotland, which will hold its referendum on independence from the rest of the UK in September, and Catalonia, where around half the population say they want to break away from Spain.
    Activists say that the latest polling shows that 65 per cent of voters in the Veneto region, which includes historic cities such as Treviso, Vicenza and Verona, are in favour of cutting ties with Rome.
    For decades there has been deep-seated dissatisfaction in the rich northern regions of Italy with what is widely regarded as inefficient and venal rule from Rome, as well as resentment that hard-won tax revenues are sent south and often squandered.
    Around 3.8 million people in the Veneto are eligible to vote and campaigners hope to achieve a majority in favour of independence.
    They want a future independent state to be known as "Repubblica Veneta" – in English the Republic of Veneto.
    They acknowledge that the vote is not binding on the national government in Rome and could cause a massive constitutional upheaval, but insist that if it passes, they will start taking steps to withhold taxes, in what would effectively be a unilateral declaration of independence.
    "If there is a majority yes vote, we have scholars drawing up a declaration of independence and there are businesses in the region who say they will begin paying taxes to local authorities instead of to Rome," Lodovico Pizzati, the spokesman for the independence movement, told The Telegraph.
    "It won't be like in Scotland, where London has said it will recognise a vote in favour of independence. Rome has tried to ignore us, but we are not going to wait for their recognition. eople are fed up with the economic crisis and have had it with Rome. cotland and Catalonia are way ahead of us, but the Veneto is very fertile ground – there has been an independence movement here since the 1970s," said Prof Pizzati, a former World Bank economist who currently teaches at California State University.
    But many people in the Veneto are opposed to the idea of seceding from Italy. "It is anachronistic to think of a Europe made out of regions when we should strive for a Europe of stronger nations," said Pietro Piccinetti, the head of a committee campaigning for a no vote. We want to change, but within a stronger Italy."
    By coincidence, the vote will take place on the same day as Crimea's referendum on independence from Ukraine.
    "Venetians not only want out of Italy, but we also want out of the euro, the EU and Nato," said Raffaele Serafini, another pro-independence activist.
    Like several other regions of Italy, the Veneto's ties with the rest of the country are fragile and of relatively recent origin.
    After Napoleonic troops ended Venice's independence in 1797, the lagoon city was part of the Austrian empire for 60 years.
    It was only in 1866 that it was annexed to the newly-unified Kingdom of Italy.
    Venice prepares for referendum on secession from Italy - Telegraph

    Anche i nostri fratelli catalani si occupano del plebiscito digitale veneto.

    Al Vènet també hi ha avui un referèndum sobre la independència
    La consulta popular, entre avui i divendres, és impulsada per grups extraparlamentaris
    Malgrat els discursos d'alguns dirigents estatals sobre la suposada anacronia de plantejar actualment la secessió de territoris, la realitat és obstinada i no para d'oferir exemples en un altre sentit. A la data del referèndum sobre la independència d'Escòcia del 18 de setembre al calendari i de la consulta catalana del 9 de novembre a les previsions, en poc temps s'hi han sumat algunes cites més, de casuística molt diferent, no previstes fins fa ben poc.
    D'una banda, el referèndum exprés que ha impulsat la majoria russòfona de Crimea respecte al manteniment d'aquesta república autònoma a Ucraïna o bé la incorporació a la Federació Russa. I, d'una altra banda, el plebiscit digital que alguns grups independentistes venecians porten a terme del 16 al 21 de març.
    Aquesta última consulta popular proposa als ciutadans que s'hi hagin enregistrat prèviament de recuperar la sobirania de l'antiga República de Venècia, desmantellada per Napoleó el 1797, amb una pregunta tan clara com la resposta: 'Vols que el Vènet esdevingui una república federal independent i sobirana? Sí o no.'
    La decisió de dur a terme un plebiscit consultiu sobre la qüestió va sorgir arran de l'últim ajornament al Consell Regional del Vènet per votar sobre una convocatòria de referèndum d'independència, el setembre passat. Anteriorment, el moviment extraparlamentari Independència Vèneta al darrere de la consulta d'ara havia aplegat vint mil signatures per demanar que es convoqués una consulta d'aquestes característiques.
    Al Vènet també hi ha avui un referèndum sobre la independència - VilaWeb

    SENPRE, SENPRE, SENPRE LIBARTA’ !!!!
    di Mirco Mengarda
    Qualche giorno fa, implotonato con i miei fratelli alpini davanti al monumento ai caduti di Belluno, sono stato colto una profonda amarezza. Mentre si alzava la bandiera italiana mi risuonavano nella mente le parola pronunciate poco prima: “Onore ai caduti!“.
    Quanta tristezza in quelle parole. Una frase che andrebbe continuata così, in loro ricordo: ”Onore ai nostri concittadini caduti! Ai nostri fratelli mandati a morire dall’italia, non per la loro libertà ma perché l’italia dichiarò guerra all’Austria. Quella stessa Austria che li governava rispettosamente solo pochi anni prima”.
    E sulle note dell’inno di mameli, penso invece a quanto sia bello l’Inno del mio caro Veneto. Dove alla fine non si parla di schiavi di roma, ma di libertà, sempre sempre sempre libartà!
    SENPRE, SENPRE, SENPRE LIBARTA? !!!! | Vivere Veneto



  4. #674
    email non funzionante
    Data Registrazione
    03 Jan 2013
    Messaggi
    160
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto

    andate a votare veneti via web via telefono nei seggi .. www.plebiscito.eu

  5. #675
    mutualista in saor
    Data Registrazione
    18 Nov 2013
    Località
    Venetorum angulus
    Messaggi
    17,626
    Mentioned
    513 Post(s)
    Tagged
    93 Thread(s)

    Predefinito Re: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto

    Citazione Originariamente Scritto da misonveneto Visualizza Messaggio
    andate a votare veneti via web via telefono nei seggi .. www.plebiscito.eu
    Toh, ecoło che'l se fa da novo vivo...

    PS: fame un piaser, canbia ła firma e meti el sito uficiałe vostro, che sta ròba che gavì i siti co nomi de altri movimenti che ponta al sito vostro ła xe asé scoreta e poco da vèneti...

  6. #676
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    37,943
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto

    Io non so scrivere in veneto, e me ne dispiace, ma posso scrivere nella lingua di merda obbligata che non solo è molto scorretto, ma soprattutto penosamente ridicolo.
    Poco da veneti.
    Pochissimo da uomini.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  7. #677
    Venetia
    Data Registrazione
    06 Sep 2011
    Località
    Venetia
    Messaggi
    4,068
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto

    750.000 voti....
    sklöpp & kanù

  8. #678
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    37,943
    Mentioned
    9 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto

    Ogni tanto ritornano ...
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  9. #679
    mutualista in saor
    Data Registrazione
    18 Nov 2013
    Località
    Venetorum angulus
    Messaggi
    17,626
    Mentioned
    513 Post(s)
    Tagged
    93 Thread(s)

    Predefinito Re: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto

    Citazione Originariamente Scritto da ventunsettembre Visualizza Messaggio
    Io non so scrivere in veneto, e me ne dispiace, ma posso scrivere nella lingua di merda obbligata che non solo è molto scorretto, ma soprattutto penosamente ridicolo.
    Poco da veneti.
    Pochissimo da uomini.
    All'inizio, all'epoca della prima frattura di Veneto Stato (quando per un periodo ci sono stati due sogetti con lo stesso nome), la cosa aveva anche un senso: perché il sito non era del partito ma di un privato facente parte della fazione epurata con un colpo di mano interno al movimento (tra l'altro anche di dubbia legalità)... e in altre sedi forumistiche/bloggistiche li avevo pure difesi...
    Ma poi quando han cambiato nome e sul sito è spuntata la scritta "Veneto Stato diventa Indipendenza Veneta"... cosa ripetuta poi più avanti quando li han mandati via da IV...
    E tra l'altro non è solo il sito (da tener presente che tutto il materiale informativo tipo volantini e adesivi riportava il sito vecchio, dunque l'altra fazione ha dovuto buttar via tutto e rifarli), ma anche i profili su facebook e twitter...

  10. #680
    gigiragagnin@gmail.com
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,996
    Mentioned
    32 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto

    poco da Veneti, pochissimo da Uomini. rifletti pomopero. devi sfidare a duello 21/9

 

 
Pagina 68 di 204 PrimaPrima ... 185867686978118168 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226