User Tag List

Risultati da 1 a 1 di 1
  1. #1
    Tirtsàkh ha Elohim!
    Data Registrazione
    17 Sep 2012
    Località
    Orumbovo - Cisalpino - Italico - Pianeta Terra
    Messaggi
    9,201
    Mentioned
    62 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    125

    Predefinito Siti celtici della lombardia

    Naturalmente, i siti archeologici sono molti di più.
    Ultimamente, sotto gli scavi della Brebemi, sono state rinvenute un sacco di necropoli celtiche e longobarde, solo una piccola minoranza è di origine romana..

    1) Provincia di Varese: Cromlec di Vigano (presso Somma Lombardo).
    Si tratta di un circolo di pietre chiamato cromlec anche se tale dicitura è usata più per descrivere circoli di megaliti (qui le pietre sono più piccole). Le somiglianze con siti come il più celebre Stonehenge ci fanno capire come queste genti avessero in comune la volontà di riprodurre l’orizzonte celeste circolare sul terreno. E’ dunque una struttura tipicamente celtica.
    Il circolo di pietre contiene al centro un cerchio più piccolo contenente una tomba (con l’urna di ceramica); altre tre tombe sono disposte, apparentemente a caso, qua e là all’interno del cromlec. In realtà ogni singola pietra e ogni tomba è collocata con ben precise ragioni, che l’archeoastronomia ha portato in luce.
    Il cromlec con le tombe è unito a un corridoio di pietre, con altre pietre disposte su file.
    Un primo allineamento portato in luce dagli studi archeoastronomici è quello meridiano, cioè l’asse della costruzione è orientato secondo il nord/sud celeste. I rilievi eseguiti nell’800 ci danno un errore, per questo allineamento, di 1,5 gradi (ma teniamo presente che all’epoca si usava solo la bussola, e vari altri problemi potevano dare un errore un po’ più grande di quello rilevabile oggi con teodolite e altri strumenti). Già però un errore di soli 1,5 gradi è molto buono.
    Ma si sono scoperte (ponendosi “le giuste domande” come sempre avviene nella Ricerca) altre orientazioni strabilianti.
    - L’allineamento meridiano (nord/sud celeste) già menzionato, utilizzava l’antico Polo Nord celeste, vicino a Kokab (beta dell’Orsa minore) nel 1000 a.C., e l’antico Polo Sud celeste, la Croce del Sud.
    - Un altro allineamento punta da un lato verso la levata eliaca di Vega (delta cigni) e dall’altro verso il tramonto di theta scorpi (coda dello Scorpione).
    - Un terzo allineamento punta verso il tramonto di Vega e la levata di theta scorpi.
    - Un quarto punta verso la levata di Betelgeuse e il tramonto di Bellatrix, due stelle del “celebre” Orione, costellazione osservata e tenuta in gran conto da moltissime antiche culture.
    A un primo sguardo archeoastronomico dunque, è palese che queste genti guardassero il cielo!
    C’erano quindi persone molto sapienti deputate allo studio del cielo, ma non è dato sapere con precisione chi fossero. Infatti, a differenza di altre popolazioni celtiche d’Oltralpe di cui si conosce la figura del Druido, in questo caso non abbiamo testimonianze riferite a druidi golasecchiani.
    Abbiamo però un sito (a Como, come vedremo in seguito) in cui è chiaro che l’uomo di religione è anche l’uomo deputato alla fusione dei metalli (prima bronzo e poi ferro).
    2) Provincia di Varese: Complesso del Monsorino (presso Golasecca).
    Comprendeva tre siti, di cui però quello centrale è stato travolto da una frana quindi è inutilizzabile a fini archeoastronomici.
    Anche qui si sono evidenziati molti allineamenti, con le stelle, il Sole e la Luna. Vedremo come anche negli altri siti golasecchiani ricompaiano sempre le stelle stelle di riferimento, a indicare che queste godevano di un “posto d’onore” nella cultura dei primi Celti d’Italia (e d’Europa).
    Un allineamento punta verso il Centauro, costellazione oggi invisibile dal nostro emisfero, ma allora compresa nell’orizzonte boreale a causa dei moti di precessione degli equinozi.
    Ritornano poi: tramonto della coda dello Scorpione, tramonto di Orione, levata di Cassiopea, levata delle Pleiadi e altre stelle che ritroviamo in altri siti.
    Qui però è da sottolineare come nel VII secolo a.C. queste genti erano in grado di costruire triangoli pitagorici, cioè conoscessero il famoso teorema di Pitagora: i triangoli emersi sono dati dal congiungimento dei centri delle tombe; dalla loro analisi si è potuto risalire all’unità base usata dai golasecchiani, che corrisponde ai nostri 85 cm.
    L’altro sito del Monsorino ha “meno geometria”, ma è più ricco come astronomia.
    La geometria del luogo è legata ai moti del Sole rispetto a solstizi ed equinozi, ma c’è di più: i centri di tue tombe sono allineati secondo orientamenti lunari.
    Ogni 18,61 anni solari avvengono il lunistizio superiore e, dopo 15 giorni, il lunistizio inferiore, cioè la Luna si troverà nella sua posizione più estremamente a nord, e poi in quella più a sud (il prossimo lunistizio superiore cadrà quest’anno, il 6 giugno, seguito da quello inferiore).
    Questo particolare orientamento lunare è riscontrabile anche in altri luoghi, per esempio la Valcamonica.
    Troviamo infine i soliti allineamenti stellari tipici di Golasecca: Scorpione, Cigno, Orione eccetera.
    Quel che più importa è sottolineare come alla base di queste costruzioni ci sia uno studio astronomico davvero formidabile.
    Alcune stelle erano evidentemente predilette dai golasecchiani.
    Antares, Aldebaran, Sirio, Capella davano le feste celtiche dei Galli, e possiamo notare come siano in comune ai Celti lombardi e a quelli d’Oltralpe.
    In particolare, sempre in questo sito del Monsorino, c’è un allineamento che punta sulla levata eliaca di ben quattro stelle: Sirio, Antares, Rigel, Mira.
    Questo ci dice che veniva utilizzato per sapere che giorno fosse durante l’anno, fatto questo assolutamente non scontato per quei tempi. Conoscere non solo il periodo generico, ma il giorno preciso era fondamentale per esempio per l’agricoltura e per le grandi feste comunitarie.
    3) Provincia di Varese: Brughiera della Garzonera (presso Vergiate).
    Anche qui troviamo allineamenti simili, che si riscontrano anche in altri siti vicino a Sesto Calende, tutti datati attorno al VII-VI secolo a.C.
    4) Provincia di Varese: sito di Belcora.
    Sono stati trovati all’inizio due tumuli, di cui uno più grande, sempre con gli allineamenti tipici golasecchiani. Un elemento interessante è emerso quando, durante i lavori per l’aeroporto di Malpensa, è stato trovato un terzo tumulo, distante dai primi due. I due di Belcore sono allineati fra loro e puntano su Vega, ma se ci poniamo sul tumulo presso Case Nuove notiamo come questo sia allineato in modo che le punte dei primi due, sovrapponendosi in parte, formino un vero e proprio mirino per l’osservazione astronomica.
    5) Como: sito di Pianvalle (rilievo che sovrasta l’attuale città).
    Sito del V secolo a.C. costituito da due sezioni distinte: un insediamento posto sul pendio, e un luogo sacro posto sulla cima.
    L’insediamento era formato da capanne e viuzze contorte, nel modo tipico delle culture celtiche, così diverso da quello romano, riconoscibile per le sue estreme “squadrature” (a Como si riconosce subito la porzione edificata dai Romani).
    Il luogo sacro è formato da una grande roccia con incisioni e coppelle, buche per l’infissione di pali, più alcuni forni di fusione.
    Nelle buche, levigatissime e profonde 1,5 metri, stavano dei pali che non servivano per sostenere un tetto (data la loro disposizione), ma per marcare alcuni allineamenti solari (tramonto e levata ai solstizi), lunari (lunistizi) e stellari.
    Il luogo sacro comprende anche una casa (del “druido”, cioè dell’uomo preposto alla religione), con un focolare posto al centro, secondo la disposizione tipica di questa cultura.
    Le incisioni sulla roccia comprendono vaschette, buchi e ruote solari, con una serie di coppelle di 7 e di 5: questa è proprio la distribuzione dei mesi del calendario lunare.
    Dunque l’uomo di religione golasecchiano poteva, grazie a queste coppelle, e presumibilmente a sassolini che servivano per riempirle, sapere che giorno fosse nel calendario lunare.
    Questo sito con i suoi forni ci mostra anche come la classe sacerdotale golasecchiana fosse preposta anche alla fusione dei metalli (prima bronzo, di cui sono state trovate tracce nei forni, poi ferro).
    6) Como: Fonte della Mojenca (vicino al sito precedente).
    Oltre agli ormai soliti allineamenti, c’è da sottolineare il fenomeno che si ripeterà a giugno di quest’anno, la “retrogradazione dei nodi” (che ha un ciclo di 18,61 anni): la Luna sorgerà esattamente nella valletta della fonte.
    7) Provincia di Pavia: Gambolò.
    Un intero sistema di tombe mostra molti allineamenti, sempre secondo gli elementi celesti descritti in precedenza, ma questo sito è molto antico: risale al XIII secolo a.C.

    Mancano anche i siti che si trovano in provincia di Milano, di Brescia, di Bergamo e altri ancora!!!
    Ultima modifica di GILANICO; 01-06-13 alle 20:58

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

 

 

Discussioni Simili

  1. Cognomi celtici della cisalpina
    Di GILANICO nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 123
    Ultimo Messaggio: 20-12-14, 15:38
  2. Toponimi celtici della cisalpina
    Di GILANICO nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-06-13, 19:32
  3. I celtici amano le palanche
    Di ZEUS nel forum Fondoscala
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 30-09-11, 14:25
  4. I ristoranti celtici
    Di Marximiliano nel forum Fondoscala
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 09-07-11, 14:17
  5. ► Siti importanti relativi al PDL e altri siti politici interessanti
    Di TEBELARUS nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-06-11, 08:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226