User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    142
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito PER DUE SOCIOLOGI FRANCESI I NERI E GLI ARABI SONO CONTROLLATI PIU' DEI BIANCHI

    FOCUS. SICUREZZA E IDENTITÀ. LO STUDIO DUE SOCIOLOGI FRANCESI HANNO FILMATO DI NASCOSTO 525 INTERVENTI DELLE FORZE DELL' ORDINE I LUOGHI SOTTO ESAME CINQUE PUNTI DENTRO O VICINO ALLE DUE STAZIONI DELLA GARE DU NORD E DI CHÂTELET-LES HALLES, TRA LE PIÙ FREQUENTATE



    HTTP://ARCHIVIOSTORICO.CORRIERE.IT/2...90731005.SHTML


    Neri e arabi controllati più dei bianchi


    La felpa sospetta Grande attenzione ai ragazzi vestiti con felpe e cappucci (la divisa di fatto delle banlieues) In Italia L' Associazione funzionari: mancano direttive su come effettuare meglio i controlliRicerca su Parigi: minoranze prese di mira nelle verifiche «casuali» della polizia in metrò
    La Francia della laïcité che vieta hijab, crocefissi e kippah nelle scuole, perché ostacoli all' integrazione. La Francia che ritiene fallimentare il multiculturalismo messo alla prova dal caso olandese di Theo Van Gogh (il regista ucciso per il film anti-islamico «Submission») o da quello più recente del professore Henry Gates di Harvard (ricevuto ieri sera da Obama dopo l' ingiusto arresto). Ma anche la Francia delle banlieues degli immigrati arabi, esplose nel 2005 dopo l' uccisione di due ragazzi da parte delle forze dell' ordine. E dei tanti atti di razzismo di flics e gendarmes denunciati finora unilateralmente da minoranze e da Ong, che sembrano adesso confermati - per la prima volta - da uno studio scientifico. La ricerca è stata voluta e finanziata dalla fondazione Open Society Institute del miliardario americano di origini ungheresi George Soros, impegnato da anni in una battaglia globale contro il razzismo. «I cittadini francesi di origine straniera, soprattutto quelli di origine nord-africana e sub-sahariana, si lamentano da tempo di essere oggetto di controlli polizieschi discriminatori e ingiusti. L' inchiesta ha confermato che la polizia si basa in effetti sull' apparenza e non sul comportamento, su quello che la gente sembra piuttosto che su quello che fa - sostengono Fabien Jobard e René Lévy, i due sociologi coordinatori della ricerca condotta dal Centre National de la Recherce Scientifique, il Cnr transalpino -. In particolare: per i "neri" le probabilità di essere fermati dalla polizia sono 7,8 volte più alte che per i "bianchi". Per gli "arabi" sono 6 volte di più». Lo studio - raccolto in un ponderoso rapporto dal titolo «Polizia e minoranze visibili» - è stato compiuto in cinque punti dentro o vicino alle due stazioni parigine della Gare du Nord e di Châtelet-Les Halles. Luoghi prescelti perché da lì, a ogni ora, passano migliaia di persone di ogni tipo, e i controlli di polizia sono frequenti. Tra l' ottobre 2007 e il maggio 2008, in giornate qualsiasi, un gruppo di osservatori ne ha seguiti discretamente 525, filmandoli con telefonini e annotando età, sesso, abiti, aspetto delle persone che passavano vicino alle pattuglie, in genere ignorate, e di quelle fermate. Queste ultime, poi, sono state intervistate, per sapere quanto frequentemente capitasse loro di essere controllate (molte hanno risposto «spesso»), se fossero state trattate bene (in genere sì), se fosse stato spiegato il motivo del controllo (quasi mai). Ma la parte centrale della ricerca ha riguardato i criteri in base ai quali i «sospetti» sono stati ritenuti tali. E così, è emerso che se sulle 38 mila persone passate accanto alle pattuglie i «bianchi» erano il 57,9%, i «neri» il 23% e gli «arabi» l' 11,3%, i fermati appartenenti ai tre gruppi sono stati rispettivamente 141, 201 e 102. Questione di look, concludono quindi Jobard e Lévy, e questo non vale solo per il colore della pelle. Anche l' abbigliamento, infatti, è spesso motivo di fermo. «Le persone che indossano abiti associati a "culture giovanili" come l' hip-hop, il gotico, il tecktonik o il punk sono solo il 10% della popolazione, ma hanno rappresentato il 47% dei fermati», dicono i ricercatori del Cnrs. Ma il dato, aggiungono, conferma ancora una volta il racial profiling, ovvero l' inclusione di elementi razziali nel sospettare qualcuno come possibile criminale. Due ragazzi su tre, tra quelli così vestiti e fermati dalla polizia, appartengono infatti a minoranze etniche: gli «arabi» e i «neri», ad esempio, adorano i cappucci. I risultati dell' indagine, corredata da varie raccomandazioni alle autorità per creare reciproca fiducia tra le forze dell' ordine e le minoranze, hanno fatto parlare in Francia. Ma sono stati respinti dal governo: «Non è esatto affermare che i controlli sono effettuati in base all' aspetto fisico - ha dichiarato Christian Estrosi, ministro dell' Industria, molto vicino a Nicolas Sarkozy, autore della nuova e contestata legge sulle bande armate -. E in quella stessa indagine, solo il 3% delle persone fermate ha protestato, l' 82% non ha avuto niente di cui lamentarsi». Nessun commento, invece, dai vertici della polizia francese: nemmeno sulle raccomandazioni per controlli più «etnicamente corretti», già iniziati a diventare realtà ad esempio in Spagna e in Ungheria. «La ricerca ha alcuni punti deboli ma offre spunti molto interessanti anche per l' Italia - sostiene Enzo Letizia, segretario nazionale dell' Associazione funzionari di polizia -. Punti deboli perché è stata effettuata solo a Parigi in due zone ad alto traffico, dove la gente si comporta tutta nello stesso modo e per ovvi meccanismi psicologici sono le differenze d' aspetto a contare. Spunti interessanti perché lo studio indica che sarebbero necessarie, anche da noi, direttive su come effettuare meglio i controlli». Per Letizia bisognerebbe allargare la visione all' intero territorio nazionale. «Se facessimo un simile studio a Roma e Milano i risultati sarebbero probabilmente identici - spiega -, con la differenza che da noi i rom hanno una presenza più importante che in Francia e questa etnia esprime un' emergenza per furti e borseggi: un dato che emerge dalle statistiche, purtroppo, non certo da pregiudizi razzisti. Ma se guardiamo ad esempio alle zone ad alto rischio mafioso, i controlli di polizia riguardano in modo preponderante gli italiani». Così, quando era giovane funzionario a Malpensa durante la guerra del Golfo, Letizia ricorda che l' attenzione era rivolta ai passeggeri in arrivo dai Paesi a rischio terrorismo, ma non meno a quelli provenienti dalla Sicilia o dall' America latina per le emergenze mafia e droga. Vero è che anche in Italia l' aspetto conta, lo prova la recente protesta di Marcello Veneziani su Libero: il suo «aspetto vagamente arabo-islamico-mediorientale», ha scritto, lo sottopone a continui controlli e perquisizioni. Ma per Letizia il racial profiling da noi «non è avvertito». «Qui - dichiara - siamo ferrei sulla formazione e sul comportamento dei nostri uomini. La deontologia è vitale e la nostra organizzazione è da sempre impegnata a favore l' integrazione». Anzi, aggiunge Letizia, l' Associazione dei funzionari di polizia si sta battendo perché nelle forze dell' ordine vengano assunti immigrati di seconda generazione, che sarebbero utilissimi a livello linguistico, tecnico e culturale. «Avere dei Petrosino arabi, cinesi o rom significherebbe maggior integrazione ma anche più sicurezza per l' intero Paese. Negli Usa l' hanno fatto con ottimi risultati», dice. In Italia, però, i tempi non sembrano maturi: «Nel 2008 - rivela Letizia - abbiamo mandato una lettera con questa proposta a tutti i candidati premier. Nessuno ci ha risposto, e finora non si è mosso niente». Cecilia Zecchinelli
    Zecchinelli Cecilia
    Pagina 11
    (31 luglio 2009) - Corriere della Sera








    LA RICERCA E’ STATA VOLUTA E FINANZIATA DA GEORGE SOROS, IMPEGNATO NELLA LOTTA CONTRO IL RAZZISMO BIANCO, AVREBBE DOVUTO SCRIVERE LA GIORNALISTA.



    I DUE SOCIOLOGI, Fabien Jobard e René Lévy, NON AGGIUNGONO NULLA DI NUOVO CHE NON SI CONOSCE GIA’. QUESTO TIPO DI RICERCHE SONO IN LIENA COL PENSIERO DEL POLITICAMENTE CORRETTO E CON L’OTTICA LIBERAL-SINISTROIDE-PROGRESSISTA DEI NOSTRI TEMPI.





    ALTRE RICERCHE ANALOGHE SONO STATE COMPIUTE IN INGHILTERRA E IN USA. LA CONCLUSIONE E’ QUASI SEMPRE LA STESSA, S’INTENDE QUELLE RICERCHE DIVULGATE DAI MEDIA E DAI GIORNALI DI GRANDI TIRATURE PER DARE UN SEGNALE DI ACCUSA E DI RAZZISMO NEI CONFRONTI DEI CITTADINI IMMIGRATI, SPECIE, A DETTA DELLA RICERCA, ARABI E NERI.

    IL SOLITO PREGIUDIZIO CHE NUTRIREBBERO GLI APPARTENENTI DELLE FORZE DELL’ORDINE COMPOSTE DA AUTOCTONI BIANCHI, QUANDO AVREBBERO A CHE FARE CON GIOVANI COLORATI O AFFINI.


    LA SOSTANZA DELLO STUDIO, SE COSI’ SI VUOLE CHIAMARE, IN REALTA’ E’ UN PREGIUDIZIO IDEOLGICO INTERPRETATO DA UN PROPRIO MODO DI RAGIONARE, CHE VEDE UNICAMENTE LE SOLE FORZE DELL’ORDINE RESPONSABILI DI OGNI SOPRUSO VERSO LE MINORANZE COLORATE, MENTRE QUESTE ULTIME SONO VITTIME DI ESPRESSIONI RAZZISTE, SENZA ESSERE PIU’ COLPEVOLI DEI BIANCHI. QUINDI DA QUESTI PRETESTI, I COLORATI VERREBBERO PIU’ FERMATI, PIU’ MALTRATTATI, PIU’ UMILIATI, INSOMMA SUBIREBBERO PIU’ TORTI SOLO PER IL COLORE DELLA PELLE O PER COME VESTONO.



    INFATTI LA RICERCA, NON E’ UN CASO CHE SIA STATA EFFETTUATA IN AMBIENTI DI STAZIONI IN FRANCIA, DOVE BENE SI SA CHE LE PERSONE CHE VENGONO MAGGIORMENTE ARRESTATE PER MOTIVI CHE SPAZIANO DAL FURTO, ALLA MOLESTIA, O ALTRO, SONO PROPRIO LE SUDDETTE MINORANZE. QUINDI, DIVENTA LOGICO IL PERCHE’ LE MINORANZE COLORATE VENGONO MAGGIORMENTE FERMATE.


    DUBITO CHE I PUNK E CHI SI VESTE DA HIP HOP VENGA FERMATO, QUESTA E’ UNA PANZANA DEI SOCIOLOGI DEL POLITICAMENTE CORRETTO. IN UN AMBIENTE DI SOLI PUNK, A VENIRE FERMATO PER ESSERE CONTROLLATO E’ PIU’ FACILE CHE SIA CHI E’ VESTITO DIVERSAMENTE DA LORO.


    ANCHE I CONTROLLI ESEGUITI SECONDO L’ASPETTO FISICO E’ TALE IDIOZIA FRUTTO DEL MODO DI VEDERE DISTORTO, OPPURE LA MALAFEDE DEI DUE STUDIOSI DILETTANTI.


    ANCHE QUEST’ALTRA TROVATA E’ COSA RIDICOLA: L' inchiesta ha confermato che la polizia si basa in effetti sull' apparenza e non sul comportamento, su quello che la gente sembra piuttosto che su quello che fa - sostengono Fabien Jobard e René Lévy, i due - CERTAMENTE DAL MODO DI APPARIRE UNA PERSONA PUO’ DIVENIRE SOSPETTA, E QUINDI PUO’ ESSERE FERMATO, COME A SUA VOLTA RILASCIATO SE RISULTA PULITO. CERTO SE UNO ATTIRA L’ATTENZIONE DELLE FORZE DELL’ORDINE LA STORIA E’ DIVERSA, COSI’ COME IL COMPORTAMENTO VERSO I TUTORI, CHE SPESSE VOLTE QUANDO FERMANO PER CONTROLLI SUBISCONO ATTI DI VIOLENZA FISICA E VERBALE QUASI SEMPRE DALLE MINORANZE, QUINDI GLI ATTEGGIAMENTI VERSO QUESTE CATEGORIE CAMBIANO A SUA VOLTA CON CHI HANNO A CHE FARE, QUESTO A PRESCINDERE DALLA CONNOTAZIONE ETNICA.



    GIUSTAMENTE COME AFFERMA LETIZIA DIPENDE DAL TIPO DI INDAGINE CHE SI SVOLGE E DAL LUOGO CHE SI PRENDE IN CONSIDERAZIONE.
    INFINE LA SOLITA DISINFORMAZIONE CHE LA GIORNALISTA HA TIRATO FUORI SU QUEL BEDUINO DI VENEZIANI, SCAMBIATO PER ARABO ISLAMICO MEDIORIENTALE, COSA DI CUI NELL’ARTICOLO SCRITTO DA LUI SU LIBERO, HA PARLATO NON DI RAZZISMO, MA DI IGNORANZA E DI MANCANZA DI PROFESSIONALITA’, SOLO DI UN CERTO VAGO RAZZISMO.



    TRA L’ALTRO HA AMMESSO ESSENDO ESTATE E ABBRONZATO DI ESSERE AFFINE AD UN ARABO, CHE E’ COSA VERA.



    QUESTO PERO’ NON TOGLIE CHE NELLE FORZE DELL’ORDINE, NON VI POSSANO ESSERE ANCHE DEI RAZZISTI ANCHE SE PUR MINORITARI CHE AGISCONO RAZZIALMENTE, COMUNQUE QUELLO CHE CONTANO SONO LE DIRETTIVE, LE QUALI SONO ANTIRAZZISTE IN TUTTA EUROPA, ANZI DIVERSE VOLTE SI EVITANO CONTROLLI PER EVITARE ACCUSE DI RAZZISMO. VEDERE I CASI AVVENUTI IN TUTTA ITAGLIA, SPECIE A ROMA VERSO I ROM.



    ALLA FINE IL FUNZIONARIO NON POTEVA CHE CONCLUDERE NEL MODO POLITICAMENTE CORRETTO, DICENDO: aggiunge Letizia, l' Associazione dei funzionari di polizia si sta battendo perché nelle forze dell' ordine vengano assunti immigrati di seconda generazione, che sarebbero utilissimi a livello linguistico, tecnico e culturale. «Avere dei Petrosino arabi, cinesi o rom significherebbe maggior integrazione ma anche più sicurezza per l' intero Paese. Negli Usa l' hanno fatto con ottimi risultati», dice. In Italia, però, i tempi non sembrano maturi: «Nel 2008 - rivela Letizia - abbiamo mandato una lettera con questa proposta a tutti i candidati premier. Nessuno ci ha risposto, e finora non si è mosso niente». Cecilia Zecchinelli


    QUI DIMOSTRA E DIMOSTRANO DI NON AVERE CAPITO NULLA DELLA PSICOLOGIA DI QUESTI POPOLI. ANCHE DA NOI SI ASSISTERA’ IN FUTURO A VEDERE NELLA GIA’ MALANDATE FORZE DELL’ORDINE-DISORDINE, PULOTTI O CARAMBOLA ROM E A TANTI PETROSINI ARABI. COSI’ SARA’ LA FINE DEL RAZZISMO DEI BIANCHI E COMINCERA’ QUELLO DELLE MINORANZE.

    IN USA OTTIMI RISULTATI, QUALI?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,336
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: PER DUE SOCIOLOGI FRANCESI I NERI E GLI ARABI SONO CONTROLLATI PIU' DEI BIANCH

    Citazione Originariamente Scritto da PSICOLOGO Visualizza Messaggio

    QUI DIMOSTRA E DIMOSTRANO DI NON AVERE CAPITO NULLA DELLA PSICOLOGIA DI QUESTI POPOLI. ANCHE DA NOI SI ASSISTERA’ IN FUTURO A VEDERE NELLA GIA’ MALANDATE FORZE DELL’ORDINE-DISORDINE, PULOTTI O CARAMBOLA ROM E A TANTI PETROSINI ARABI. COSI’ SARA’ LA FINE DEL RAZZISMO DEI BIANCHI E COMINCERA’ QUELLO DELLE MINORANZE.

    IN USA OTTIMI RISULTATI, QUALI?
    Dipende da ottimi per chi :giagia: , per chi vuole rendere il mondo una grande favelas questo è ottimo .

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,963
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: PER DUE SOCIOLOGI FRANCESI I NERI E GLI ARABI SONO CONTROLLATI PIU' DEI BIANCH

    ho fatto anchio una grande scoperta "sociologica-progressista " ..

    I PLURICONDANNATI SONO PIU' CONTROLLATI DEGLI INCENSURATI ! BASTA CON QUESTO RAZZISMO !

    ostridicolo:ostridicolo:ostridicolo:
    vulgus vult decipi

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,336
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: PER DUE SOCIOLOGI FRANCESI I NERI E GLI ARABI SONO CONTROLLATI PIU' DEI BIANCH

    Citazione Originariamente Scritto da larth Visualizza Messaggio
    ho fatto anchio una grande scoperta "sociologica-progressista " ..

    I PLURICONDANNATI SONO PIU' CONTROLLATI DEGLI INCENSURATI ! BASTA CON QUESTO RAZZISMO !

    ostridicolo:ostridicolo:ostridicolo:
    Esatto, si vergognino gli onesti :sofico: !!!

  5. #5
    Forumista
    Data Registrazione
    31 May 2009
    Messaggi
    142
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: PER DUE SOCIOLOGI FRANCESI I NERI E GLI ARABI SONO CONTROLLATI PIU' DEI BIANCHI

    INFATTI LA RICERCA OLTRE CHE AD ESSERE PRETESTUOSA, E' FATTA APPOSTA CON L'INTENTO DI CREARE MAGGIORE LIVORE VERSO GLI AUTOCTONI BIANCHI GIA' ODIATI DA QUEI GRUPPI MENZIONATI, I QUALI SANNO BENE CHE CERTE ARGOMENTAZIONI SONO SOLO UN MEZZO DA SFRUTTARE A LORO PIACIMENTO.


    IL PROBLEMA PERO' RESTA CHE MOLTI BIANCHI, PIU' DI TENDENZE PSICOLOGICHE SINISTROIDI, ANCHE IN BUONE FEDE, CREDE A TALE RICERCA. QUESTO E' IL PUNTO.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,336
    Mentioned
    109 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Re: PER DUE SOCIOLOGI FRANCESI I NERI E GLI ARABI SONO CONTROLLATI PIU' DEI BI

    Citazione Originariamente Scritto da PSICOLOGO Visualizza Messaggio


    IL PROBLEMA PERO' RESTA CHE MOLTI BIANCHI, PIU' DI TENDENZE PSICOLOGICHE SINISTROIDI, ANCHE IN BUONE FEDE, CREDE A TALE RICERCA. QUESTO E' IL PUNTO.
    Ci sono generazioni di indottrinamento dietro a questo, incluso quello di cinema, e mass media in generale ,per questo ogni occasione di creare una voce controcorrente, compreso forum come questo va bene per dare una scossa :giagia: !

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06-04-13, 22:24
  2. Tutta colpa dei bianchi? Ma i misfatti sono neri
    Di Iafet nel forum Destra Radicale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 12-07-08, 14:31
  3. Watson: i neri sono meno intelligenti dei bianchi
    Di 230174 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 29-10-07, 10:39
  4. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 18-10-07, 21:44
  5. Watson: i neri sono meno intelligenti dei bianchi
    Di 230174 nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-10-07, 12:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226