Centrostudi Giuseppe Federici - Per una nuova insorgenza
Comunicato n. 67/13 del 27 giugno 2013, Ss. Protomartiri Romani
Rassegna stampa del 27.06.2013

I grembiulini di Salvator Allende
24/04/2013 - Allende: ilPresidente del Cile che non abbandonò mai la massoneria - "Nella terra delle opinioni, spesso l'errore è compagnodella ricerca. Capita a volte che ciclicamente qualcuno metta in discussionel'appartenenza convinta di Salvador Allende alla Libera Muratoria. C'è anchechi scrive che si allontanò, o non difese i valori degli uomini del dubbio. Inrealtà Allende non abbandonò mai la Massoneria.Fedeltà alle idee dellaMassoneria espresse nel suo viaggio a Cuba, come ha confermato il Gran Maestrodella Libera Muratoria cubana, Fr. Evaristo Rubén Gutiérrez Torres, in questigiorni in Italia dopo aver partecipato alla Gran Loggia del Grande Oriented'Italia, a Rimini. 'E' stato un massone convinto, fino alla fine', ha piùvolte scritto l'ex Gran Maestro di Cuba, Fr. José Ramón González Díaz (…)
http://www.grandeoriente.it/rassegna-stampa/2013/04/(agenparl)-allende-il-presidente-del-cile-che-non-abbandono-mai-la-massoneria.aspx#sthash.KtmlH8sM.dpuf
Olanda: eutanasia anche per i bambini
6/06/2013 - Se unneonato ha problemi di salute così gravi da impedirgli di sopravvivere, ilmedico che si occupa del caso può decidere di porre fine alla sua vita perlimitare la sofferenza sua e quella dei genitori, costretti ad attendere illento e letale decorso della malattia. Il nuovo confine dell’eutanasia ètracciato dalla Knmg, l’associazione dei medici olandesi, che ha predisposto undocumento in cui sono contenute le linee guide per seguire i bimbi che nonhanno alcuna speranza, come nel caso dell’asportazione dell’apparato polmonare.La notizia, stata pubblica dal Volkskrant, riguarda un numero di casi limitato,in media 300 creature l’anno. Nel 2001 l’Olanda è stato il primo paese europeaa legalizzare l’eutanasia. Dieci anni più tardi, i numeri di casi di dolcemorte superava le 3500 unità. Il Belgio, arrivato secondo, sta prendendo inconsiderazione l’allargamento di quella possibilità anche per minori. Ilragazzo “se reputato in grado di giudicare ragionevolmente nei suoi interessi»,potrà richiedere l’eutanasia. Se ha meno di 16 anni, è necessarial’autorizzazione dei genitori. Se ha già compiuto i 16 anni, è obbligatorioavere il parere dei genitori, che però non è vincolante. Il testo è attualmentein discussione al parlamento federale. (…)
http://www.lastampa.it/2013/06/13/esteri/olanda-eutanansia-per-i-bimbi-malati-piE9FP8z1rNcp7GYy00nCO/pagina.html
Se non hai la scorta ministeriale, andare contromano èreato...
21/6/2013 -Multa per la processione nel nome della sicurezza - Ha fatto molto discutere lamulta di 52 euro fatta a Balzola dal Comune alla Parrocchia per la processionedel Corpus Domini, in quanto andava in “contromano”. Sulla questioneinterviene, attraverso una lettera al giornale (che pubblichiamo a pagina 35),il sindaco Gianfranco Bergoglio. Il primo cittadino spiega che non ha grandeimportanza se un corteo è in “contromano” quando autorizzato e sottoposto avigilanza. La processione invece, ha visto «non autorizzati, ripetuti edincomprensibili cambi di direzione».
http://www.ilmonferrato.it
Roma brecciaiola: assessorato agli Stili di Vita
22/6/2013 - Lo schema del neosindacoè abbastanza semplice, meno le persone che dovrebbero incarnarlo: vuole unagiunta formata per lo più da tecnici, la presenza politica ridotta all'osso, incui l'elemento di vera novità sarà lo spacchettamento degli assessoratitradizionali con una scomposizione e ricomposizione delle deleghe cheassumeranno nuovi "titoli". L'esempio da cui partire è l'assessoratoagli Stili di Vita, dove dovrebbe andare Luca Pancalli, che riunirà Sport,Salute, un pezzo della Cultura. E' per questo che sta cercando figure versatilie multifunzione, come l'ingegner Quintilio Napoleoni, classe '64, ricercatoredi Geotecnica presso il Dipartimento di idraulica trasporti e strade allaSapienza, in pole position per un assessorato monstre che unisca Mobilità e unpezzo di Ambiente.
http://roma.repubblica.it/cronaca/2013/06/22/news/nascer_lassessorato_dedicato_agli_stili_di_vita-61612144/


I sillogismi ecumenico-modernisti di Bergoglio
24/06/2013 - "E poi ci sonotante persone, cristiani e non cristiani, che 'perdono la propria vita' per laverità. E Cristo ha detto 'io sono la verità', quindi chi serve la verità serveCristo".
http://visnews-ita.blogspot.it/2013/06/papa-francesco-ai-giovani-andate.html
Sinagoga Santa Marta
24/06/2013 - Due parolesintetizzano il messaggio di Papa Francesco nell’Udienza di oggi al ComitatoEbraico Internazionale per le Consultazioni Interreligiose (InternationalJewish Committee on Interreligious Consultations): Shalom, il salutodi pace, ripetuto all’inizio e alla fine del discorso, e la frase rimasta giàalla storia “Per le nostre radici comuni, un cristiano non può essereantisemita!” (…) Ha accolto i “fratelli maggiori” ringraziando per il “dialogoregolare” che la Commissione per i Rapporti Religiosi con l’Ebraismointrattiene da oltre 40 anni e che ha contribuito a “rafforzare la reciprocacomprensione ed i legami di amicizia tra ebrei e cattolici”. (...) Nonostantenon fossero i primi contatti con personalità del mondo ebraico durante questimesi di pontificato, l’Udienza di oggi è stata per Bergoglio “la primaoccasione di conversare con un gruppo ufficiale di rappresentanti diorganizzazioni e comunità ebraiche”, come egli stesso ha sottolineato. Il SantoPadre non ha potuto fare a meno quindi di richiamare la Dichiarazioneconciliare Nostra Aetate che – ha spiegato – “rappresenta perla Chiesa cattolica un punto di riferimento fondamentale per quanto riguarda lerelazioni con il popolo ebraico”. (…) In particolare in Argentina, a BuenosAires, dove l’Arcivescovo Bergoglio ha avuto “la gioia di mantenere relazionidi sincera amicizia con alcuni esponenti del mondo ebraico”. Ne è un esempio illibro “Il cielo e la Terra” scritto a quattro mani con il rabbino AbrahamSkorka, rettore del Seminario Rabbinico di Buenos Aires. (…) Soprattutto, harimarcato, “come amici, abbiamo gustato l’uno la presenza dell’altro, ci siamoarricchiti reciprocamente nell’incontro e nel dialogo, con un atteggiamento diaccoglienza reciproca, e ciò ci ha aiutato a crescere come uomini e comecredenti”. (…) Commentando ‘a caldo’ il discorso del Santo Padre all’IJCIC sulquotidiano “Pagine Ebraiche”, il presidente dell'Unione delle Comunità EbraicheItaliane, Renzo Gattegna, ha dichiarato: “Le parole pronunciate dal Papatestimoniano il consolidamento di un percorso iniziato 50 anni fa con lapubblicazione della dichiarazione Nostra Aetate e con risultatiestremamente significativi nel segno del dialogo e della reciproca comprensionetra i popoli”. (…)
http://www.zenit.org/it/articles/un-cristiano-non-puo-essere-antisemita?utm_campaign=quotidiano&utm_medium=emai l&utm_source=dispatch


La repubblica francese incarcera i dissidenti
25/06/2013 -Processato per direttissima, condannato a quattro mesi di carcere e mille eurodi multa. E’ quello che è successo al 23enne Nicolas Bernard Busse. Il reatocommesso? «Ribellione e rifiuto di prelievo», scrivono i giornali francesi. Lostudente, nei giorni scorsi, aveva manifestato davanti al canale televisivo M 6– dove in quel momento si trovava Hollande - la propria opposizione al matrimoniogay. Poi era andato sugli Champs-Élysées, nel centro di Parigi, con alcuniamici. Tutti indossavano la maglietta della Manif, che mostra nel logo un padree una madre con i loro due figli. Lì sono stati raggiunti da sei poliziotti.Nicolas si è rifiutato di seguire i militari, andando a nascondersi in unristorante, prima di essere scoperto e portato via. Ora, non c’è bisogno diessere dei ferventi attivisti anti-nozze gay per rendersi conto dellasproporzione tra la colpa e la pena comminata allo studente. E infatti, inquesti giorni, si sono moltiplicate in Francia le manifestazioni per laliberazione del ragazzo. A Lione, nella giornata di domenica, si sono riunitecirca 1500 persone urlando slogan diretti al potere centrale (“Hollandedittatore”) e in difesa di Nicolas subito divenuto “prigioniero politico”.Henri de Beauregard, l’avvocato dello studente, ha parlato di una giustizia«grottesca»: «È stato processato – ha dichiarato - per delle infrazioniconsecutive a una richiesta di arresto che non aveva ragion d’essere. Questo èun tentativo di intimidazione».
http://vaticaninsider.lastampa.it/nel-mondo/dettaglio-articolo/articolo/francia-france-francia-25958/


Esami di maturità: a volte i negazionisti vanno bene
25/06/2013 - Il “Consiglio per la comunità armena di Roma”esprime il proprio profondo sgomento di fronte a talune affermazioni rilasciatea mezzo stampa da un alto funzionario del MIUR, il prof. Luciano Favini, chenel commentare le possibili tracce dei temi della maturità ha testualmenteaffermato l’impossibilità di proporre “un tema storico sul genocidio degliarmeni che va a colpire la particolare sensibilità della Turchia”. Sitratta di affermazioni sconcertanti, pronunciate, forse inconsapevolmente, daun alto esponente del Ministero della Pubblica Istruzione che alla fine sonorisultate gravemente lesive del sentimento di milioni di armeni nel mondo edella comunità in Italia. Il “Consiglio per la comunità armena di Roma”si unisce ad altre associazioni armene nella ferma condanna delle parole delprof. Favini. È assolutamente inconcepibile che per salvaguardare lasensibilità del negazionismo del regime turco si offenda la memoria di unmilione e mezzo di armeni. È vergognoso dover leggere a pochi mesi dalcentenario del Genocidio armeno del 1915 parole come quelle riportate dallastampa italiana. (…)
http://www.comunitaarmena.it/comunita/comunicati/min%20carozza%20250613.html
Milano: i contribuenti presi per il sedere
26/06/2013- Milano avrà una Casa dei Diritti: ad annunciarlo, nella conferenza stampa perla Milano Pride Week, è stato l'assessore alle Politiche sociali del Comune,Majorino. Nella struttura, che aprirà in autunno in uno spazio comunale (''esarà quindi a costo zero'', ha tenuto a precisare l'assessore), oltre adospitare associazioni, verranno coordinate attività di prevenzione e contrastoalla discriminazione e nascerà anche uno sportello Lgbt (lesbiche, gay, bisex etransgender).
Gay: a Milano una 'casa dei diritti' - Lombardia - ANSA.it


_____________________
Federici Blog | 
:: Centro Studi Giuseppe Federici - Per una nuova Insorgenza ::