Onan ovvero l’incesto nella bibbia

Di incesti nella bibbia se ne incomincia a parlare male ed è condannato ufficialmente con pena capitale nella legge di Mosè quando Israele da comunità patriarcale diventa popolo e nazione come tutti gli altri popoli dopo l’esilio dall’ Egitto . Prima non era tollerato perché bastava la legge naturale non scritta ,ma non se ne aveva viva condanna morale o di coscienza prima .
Già ai tempi di Abramo abbiamo che Lot fu costretto dalle uniche figlie femmine che aveva ad avere rapporti sessuali con loro per assicurare una discendenza alla stirpe, al padre . Non a caso l’ episodio avviene ,è descritto nell ‘ambito del racconto della distruzione di Sodoma e Gomorra , cioè due città in cui la degenerazione sessuale aveva oramai raggiunto livelli inauditi e non più tolleranti da Dio .
Ma già all’ inizio nella coppia Adamo ed Eva , quando non esiste ancora il concetto di matrimonio moderno che abbiamo , la discendenza era assicurata seguendo l ordine naturale divino di prolificare e riempire la terra ,quindi i primi fratelli e sorelle formavano famiglie con sorelle perché era l’unico modo per assicurare una prole e uno sviluppo all ordine divino, all’ umanità . Del resto nemmeno la legge di Mosè condanna a non avere figli a un fratello che muore giovane senza lasciare una stirpe , ci penserà un altro membro maschio , suo fratello a dargli la discendenza dalla sua donna ; era previsto per legge morale questo !!! Quindi l’incesto era voluto nella bibbia in certi casi ,quando in altri prevede la pena capitale . La chiarezza ci viene proprio dall episodio ,per noi increscioso, di Onan grazie al quale possiamo capire quello che avviene oggi su una materia delicata di morale in tutte le coppie moderne . Onan non aveva bisogno di avere altri rapporti, aveva sua moglie ma il suo interesse era economico , solamente economico . Salvaguardare l eredità , la borsa e l’ economia familiare e usava un trucco ben noto al 99% dei cattolici e non cattolici . Questo ingannava la società, il padre , ma non poteva ingannare Dio che legge nei cuori degli uomini . La donna non aveva nessuna colpa ; voleva solo una discendenza ma c’erano interessi familiari economici da salvaguardare da parte del fratello . Del resto cosa potrebbe fare una donna ? Nulla per opporsi ad un uomo che non ne vuole sapere di figli .
by affus