Regione Piemonte, spunta un «buco» da 2,8 miliardi nel solo 2012 - Il Sole 24 ORE