L'attacco dei Giganti è un fumetto manga di genere horror e d'azione, pubblicato in Giappone nel 2009, in Italia è uscito nel 2012.





In un Medioevo alternativo la razza umana è stata decimata dall'avvento dei Giganti, grandi creature, fisicamente simili all'uomo, di altezza compresa tra i 3 e i 15 metri. Sono esseri primitivi e con un'intelligenza limitata, non sembrano necessitare di cibo per vivere ma che si nutrono di umani.

Quel che resta dell'umanità è sopravvissuta all'interno di ciclopiche mura concentriche: il Wall Maria il più esterno, il Wall Rose quello centrale e il Wall Sina il più interno che protegge la capitale e la corte del Re. Per garantire che i giganti non attacchino il territorio degli uomini le mura sono alte 50 metri, con l'unico punto debole costituito dalle grandi porte che ne permettono l'attraversamento. Per non dover disperdere le forze nell'intera protezione delle mura, gli uomini si sono concentrati a vivere in città che sorgono adiacenti alle muraglie, attirando però i giganti, ma in questo modo potendo ammassare in quei punti le loro difese. Le mura hanno consentito agli esseri umani di godere di un secolo di pace, al sicuro dagli attacchi dei giganti.

Gli uomini hanno istituito tre ordini militari di protezione: il Corpo di Guarnigione, che comprende i soldati che difendono le mura e le città; il Corpo della Gendarmeria, la sezione che regola l'ordine pubblico all'interno delle città e ha privilegio personalmente di servire il Re; il Corpo di Ricerca, organismo di soldati che si avventurano oltre le mura per combattere i giganti nel loro territorio ma con lo scopo specifico di scoprire di più sulla loro razza e le sue debolezze per poterli sconfiggere definitivamente, è ovviamente l'ordine che subisce maggiori perdite correndo maggiori rischi, ma è anche quello che attua ricerche per ampliare la tecnologia militare per combattere i giganti.

La storia inizia nell'anno 845, quando compare un gigante di oltre 60 metri che con un calcio crea una breccia nella cinta esterna del Wall Maria, presso la città di Shiganshina. I giganti sciamano al suo interno divorando quanti più umani possibili, mentre questi tentano di difendersi inutilmente trasferendo la popolazione nella seconda cinta muraria, ma prima che gli uomini riescano a chiudere la porta un gigante corazzato la sfonda con un colpo e gli umani sono costretti a ripiegare sul Wall Rose. In seguito avviene un tentativo disperato di riconquista del territorio perduto, ma fallisce miseramente. L'enorme perdita di uomini attua una carestia di cibo. Il gigante colossale e quello corazzato spariscono misteriosamente dopo aver spianato la strada ai loro simili.
Tra i sopravvissuti alla tragedia vi sono: Eren Jaeger, che nel giorno dell'irruzione dei giganti perde sua madre, divorata davanti ai suoi occhi, l'accaduto genera nel bambino un odio sconsiderato per i giganti e giura di sterminarli tutti; Mikasa Ackermann, un'orfana che dopo la perdita dei suoi genitori ha vissuto sotto l'ala protettiva della famiglia Jaeger, ma che il giorno del massacro perde tutto come il migliore amico di Eren, Armin Arelet. La storia si sposta cinque anni dopo l'accaduto, i tre amici sono cresciuti e fanno parte delle guardie della città, quando i giganti si presentano di nuovo. Per i tre ricomincia il battesimo di fuoco...