Ciao a tutte/i,
Nell'ultimo pezzo inserito nel blog sul quale scrivo, modestamente analizzo quello di cui il Movimento 5 Stelle è stato portatore nella realtà politica italiana, tendenzialmente abbastanza piatta. Sinteticamente di questo nuovo fenomeno si può così mettere in luce diversi aspetti positivi quali la modernità, la lotta ai difetti cronici della politica italiana, la mancanza di pressioni esterne, una ventata di idee e persone nuove ma anche qualche pecca quali un po' di inesperienza, la mancanza di una idea organica di riforma istituzionale, un po' di catastrofismo savonaroliano, i toni troppo spesso offensivi ed un po' troppa permalosità nei riguardi di chi all'interno dissente. Tuttavia la somma dei pro e contro sempre a mio avviso fa pendere la bilancia dalla parte di una valutazione sostanzialmente positiva, come vera novità democratica di questi ultimi tempi. Anzi potrei affermare che sarebbe positivo che a far da contraltare al M5S ci fosse in parlamento un altro soggetto simile, magari nato da una costola ribelle al suo interno o da uno dei classici partiti riformati a dovere...Forse l'unica cosa che fa difetto ai grillini è essere sì portatori di valori e novità ma di non avere forti ideali da perseguire e forse anche per questo non sarà facile per loro mantenere un'unità di intenti che già sembra traballare.
Puntare sulla democrazia diretta è giusto ma si deve andare anche in una direzione che veda l'ampliamento dell'importanza delle comunità locali e per chi è interessato all'argomento invito ancora una volta a leggere le pagine del blog sul quale scrivo:
Comunità In Fermento | Comuni in movimento? specialmente il primo articolo denominato "perché questo blog?" dove potrete commentare trovare passione per la politica e nessuna pubblicità!
Un cordiale saluto a tutte/i!
Joseph Gary