User Tag List

Risultati da 1 a 1 di 1
  1. #1
    .
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    22,899
    Mentioned
    125 Post(s)
    Tagged
    44 Thread(s)

    Cool C'è un nero che firma per l'indipendenza della Lombardia

    C’è un nero che firma per l’indipendenza della Lombardia

    E' Tony Iwobi, bergamasco nato in Nigeria, già candidato per la Lega. La dimostrazione che una battaglia di libertà è l'esatto contrario del razzismo becero. In gioco ci sono diritti individuali negati, e territori rapinati, il resto è fuffa

    di Carlo Lottieri
    Si deve a Luca Schenato – autore di un fortunato libretto intitolato proprio così – il felice slogan “Veneto è chi il Veneto fa”, subito fatto proprio da tanti indipendentisti tra Verona e Treviso. Con quell’espressione il nuovo venetismo ha inteso affermare che la causa della libertà di una popolazione non può e non deve essere letta in termini etnico-nazionalisti, ma deve invece coinvolgere tutti quanti vogliano contribuire a dar vita a istituzioni nuove e sganciate da Roma. La formula “Veneto è chi il Veneto fa” introduce una distanza abissale con quanti offendono la ministra Kyenge prendendo spunto dal colore della sua pelle (invece che da quanto dice o decide). Come su queste colonne ha sottolineato con forza Marco Bassani, quella per l’indipendenza è una battaglia di libertà e non può essere sporcata da offese gratuite o razzismi più o meno espliciti. Pure in Lombardia inizia a trovare spazio un indipendentismo aperto a tutti (quale sia l’origine, la religione, il colore o altro), come attesta il fatto che l’altro giorno a Spirano siano successe alcune cose assai interessanti. In primo luogo, alle quasi 3 mila firme raccolte da CoLoR44 – che chiede alla Regione Lombardia d’indire un referendum consultivo per interpellare i lombardi sulla loro volontà di restare in Italia o dare vita a una realtà istituzionale indipendente – ieri si è aggiunta anche quella di Tony Iwobi, bergamasco nato in Nigeria (di cui L’Intraprendente si è occupato qui), già candidato per la Lega alle ultime elezioni regionali e ora solidale con la battaglia di chi chiede il diritto ad autodeterminarsi. Per giunta, l’occasione di questa firma è stata l’approvazione – da parte del comune bergamasco (più di 5 mila abitanti, a 12 chilometri dal capoluogo) – della mozione che CoLoR44 sta proponendo a tutti i comuni e a tutte le province della Lombardia sul tema del referendum per l’autodeterminazione della Lombardia. Alcune settimane fa, il 20 luglio, era stata la volta di Vizzola Ticino (Varese) e di seguito anche la Provincia di Brescia ha fatto lo stesso. Anche se a detta di taluni osservatori queste iniziative possono sembrare più subite che volute dalla dirigenza leghista, la richiesta “catalana” di un referendum lanciata dal comitato spontaneo va trovando uno spazio crescente. Certamente la base leghista sta rispondendo con entusiasmo. La cosa non deve stupire, dato che l’elettore e il militante leghista da trent’anni sperano di trovarsi dentro una cabina elettorale con una scheda che permetta loro di scegliere tra lo status quo e la nascita di una comunità più piccola e separata. Ma le adesioni alla richiesta di un referendum, sulla scia di quanto sta avvenendo in Veneto, vanno ben al di là della Lega. Nell’approvazione della mozione alla Provincia di Brescia, ad esempio, un ruolo decisivo l’ha avuto Giulio Arrighini, segretario di Indipendenza Lombarda (una formazione post-leghista ), e quel testo è stato votato anche dal gruppo consiliare del Pdl e da quello di Fratelli d’Italia. Il comitato che sta cercando di far crescere tale iniziativa è inoltre composto da persone che non sono iscritte ad alcun partito e che, al tempo stesso, sono pronte a collaborare con chiunque, se questo serve a far riconoscere ai lombardi il “diritto di voto” su tale questione. Per giunta, sulla scena pubblica lombarda ha iniziato a muovere i suoi primi passi pure un’associazione, che – ispirandosi a quanto già esiste in Catalogna – intende collegare tra loro e stimolare nelle loro iniziative tutte le amministrazioni locali che hanno accettato di sposare la causa di CoLoR44. In questi giorni è nata infatti l’AMI (Associazione municipi indipendentisti) Lombardia, che intende ispirare questo club che vede già al proprio interno due comuni e una provincia, ma che presto accoglierà altre realtà. Sono infatti numerose le amministrazioni in cui ci si appresta a votare questo documento. Se si considera che i grandi media hanno finora del tutto ignorato CoLoR44 e le stesse iniziative indipendentiste, è in qualche modo sorprendente che – sotto traccia – vi sia tanto fermento e una simile capacità di auto-organizzazione politica.
    Difficile dire se queste battaglie avranno successo o no. È però facile prevedere che un’affermazione sarà più facile e convincente se la firma di Tony Iwobi non sarà un’eccezione e se lo spirito indipendentista coinvolgerà molti dei nuovi lombardi “alla Mario Balotelli”: siano essi di origine cinese, africana, latino-americana, romena o altra ancora. È importante il contributo che questi giovani possono dare. E forse è ancor più decisivo, sul piano della comunicazione (e quindi della sostanza stessa), l’immagine rinnovata, aperta, liberale e universalistica che questa battaglia a difesa dei diritti può assumere nel momento in cui trova tante persone di altra origine e provenienza che se ne fanno interpreti. Lontano dai partiti e dalle burocrazie pubbliche, lontano dai pregiudizi e dalle ottusità, lontano dal potere e dalle sue logiche, forse è possibile che qualcosa del vecchio spirito lombardo possa rinascere dove meno te lo aspetti.
    "L'Intraprendente"

    ======================

    Proprio non ci facciamo più mancare niente...
    Ultima modifica di Ivan; 12-08-13 alle 17:53

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 63
    Ultimo Messaggio: 29-01-14, 21:24
  2. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 27-01-14, 17:26
  3. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 30-10-13, 21:16
  4. firma per l'indipendenza della Palestina
    Di anton nel forum Politica Estera
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 23-11-12, 02:59
  5. Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 15-03-08, 13:29

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226