User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    09 Dec 2011
    Messaggi
    308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito brutta bestia l'amarezza

    Dopo aver letto queste due testimonianze di questi fratelli (leviathan e trilex) mi è venuto a mente quel versetto di Ebrei 12:15 -”badando bene che nessuno rimanga privo della grazia di Dio e che non spunti alcuna radice d'amarezza che vi dia molestia e attraverso il quale molti vengano contaminati”. E così che parla la Parola di Dio riguardo i tremendi effetti dell'amarezza, una velenosissima radice che può contaminare l' intero spirito nostro e far davvero del male e contaminare anche molti altri fratelli in Cristo.
    Un motivo per il quale l'amarezza è estremamente pericolosa è perchè può mettere radice e cominciare poi a crescere e a diffondersi e contaminare ed avvelenare spiritualmente il cuore prima che uno si renda conto di cosa c'è che non va con se stesso. Difatti la nostra natura umana rende assai facile che noi ci giustifichiamo e troviamo e delle ragioni per dire che abbiamo diritto a nutrire sentimenti feriti e di fare gli offesi contro qualcuno (altre chiese, altri cristiani), quando sentiamo che qualcuno ci ha fatto del male o maltrattato. E senza renderci conto, possiamo anche far gli offesi con Dio stesso (giacchè nulla accade ad un cristiano senza il suo permesso).
    Come avviene con molte piante, piccole RADICI di risentimento e di amarezza usualmente giacciono a difondersi e a crescere sempre più profondamente. E se si consente loro di continuare a crescere, tali radici d'amarezza s'apriranno una strada fino al cuore e allo spirito, finchè alla fine ci lasciano spiritualmente morti e in pratica di nessun uso per il Signore.
    L'amarezza è molto simile alla vite sudamericana chiamata MATADOR. Queta qua comincia l'opera sua ai piedi di un albero, la vite matador piano piano s'arrampica su, sempre più su, fino in cima. Ma mentre lo fa, essa UCCIDE l'albero e alla fine quando raggiunge la sua cima, emette un fiore di trionfo. “MATADOR” letterelmente significa ASSASSINO; e questa amarezza può sembrare innocua, quand'è piccola, ma se le si permette di crescere, i suoi viticci del risentimento, della malizia e dell'odio ben presto si stringeranno intorno al cuore e alla fine uccideranno l'anima.
    Ecco perchè la parola di Dio ci esorta di “rimuovere da voi ogni amarezza, ira, cruccio, tumulto, e maldicenza, con ogni malizia” (Efs. 41). E se volete possiamo parlarne, giacchè è un argomento molto radicato tra i protestanti e i cattolici - “l'amarezza” per il passato che frena il presente e non lascia liberi questi fratelli ad amare e servire il Signore e gli altri essendo ostacolati da questo distruttivo ordigno del diavolo. Così che si possa “deporre ogni peso e il peccato che ci sta sempre attorno, allettandoci” (Ebrei 12:1).

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    chi è l'uomo?
    Data Registrazione
    31 Jan 2011
    Località
    hirpinia
    Messaggi
    3,866
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: brutta bestia l'amarezza

    Citazione Originariamente Scritto da solocristiano Visualizza Messaggio
    Dopo aver letto queste due testimonianze di questi fratelli (leviathan e trilex) mi è venuto a mente quel versetto di Ebrei 12:15 -”badando bene che nessuno rimanga privo della grazia di Dio e che non spunti alcuna radice d'amarezza che vi dia molestia e attraverso il quale molti vengano contaminati”. E così che parla la Parola di Dio riguardo i tremendi effetti dell'amarezza, una velenosissima radice che può contaminare l' intero spirito nostro e far davvero del male e contaminare anche molti altri fratelli in Cristo.
    Un motivo per il quale l'amarezza è estremamente pericolosa è perchè può mettere radice e cominciare poi a crescere e a diffondersi e contaminare ed avvelenare spiritualmente il cuore prima che uno si renda conto di cosa c'è che non va con se stesso. Difatti la nostra natura umana rende assai facile che noi ci giustifichiamo e troviamo e delle ragioni per dire che abbiamo diritto a nutrire sentimenti feriti e di fare gli offesi contro qualcuno (altre chiese, altri cristiani), quando sentiamo che qualcuno ci ha fatto del male o maltrattato. E senza renderci conto, possiamo anche far gli offesi con Dio stesso (giacchè nulla accade ad un cristiano senza il suo permesso).
    Come avviene con molte piante, piccole RADICI di risentimento e di amarezza usualmente giacciono a difondersi e a crescere sempre più profondamente. E se si consente loro di continuare a crescere, tali radici d'amarezza s'apriranno una strada fino al cuore e allo spirito, finchè alla fine ci lasciano spiritualmente morti e in pratica di nessun uso per il Signore.
    L'amarezza è molto simile alla vite sudamericana chiamata MATADOR. Queta qua comincia l'opera sua ai piedi di un albero, la vite matador piano piano s'arrampica su, sempre più su, fino in cima. Ma mentre lo fa, essa UCCIDE l'albero e alla fine quando raggiunge la sua cima, emette un fiore di trionfo. “MATADOR” letterelmente significa ASSASSINO; e questa amarezza può sembrare innocua, quand'è piccola, ma se le si permette di crescere, i suoi viticci del risentimento, della malizia e dell'odio ben presto si stringeranno intorno al cuore e alla fine uccideranno l'anima.
    Ecco perchè la parola di Dio ci esorta di “rimuovere da voi ogni amarezza, ira, cruccio, tumulto, e maldicenza, con ogni malizia” (Efs. 41). E se volete possiamo parlarne, giacchè è un argomento molto radicato tra i protestanti e i cattolici - “l'amarezza” per il passato che frena il presente e non lascia liberi questi fratelli ad amare e servire il Signore e gli altri essendo ostacolati da questo distruttivo ordigno del diavolo. Così che si possa “deporre ogni peso e il peccato che ci sta sempre attorno, allettandoci” (Ebrei 12:1).
    condivido gran parte delle tue osservazioni ritenendole molto edificanti, in via consiliare, nel cammino della grazia

    ciò che però non condivido è la strumentalizzazione di tali insegnamenti al fine di accordi religiosi che nulla hanno a che fare con il cristianesimo

    benchè il cristiano, di Cristo, non nutre rancore verso alcuno e, come ben fai notare, sta bene in guardia rispetto al proliferare di tali semi e radici d'amarezza, ciò non significa che in via qualunquistica, superficiale e generica "ama tutti ed è legato a tutti"

    la Sacra Scrittura, come ben sai, non dice tutto nè in un solo versetto, nè in una centinaio di versetti da imparare al catechismo od in qualche scuola biblica

    una domanda

    che accordo (lega di affetto ed amore) può esservi tra il tempio di Dio e gli idoli?

    tra la Chiesa e coloro che praticano l'idolatria?
    ........ma il dono di Dio è la vita eterna, in Cristo Gesù, nostro Signore.
    (Romani 6:23)

    chiese e comunità cristiane evangeliche

  3. #3
    Forumista
    Data Registrazione
    09 Dec 2011
    Messaggi
    308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: brutta bestia l'amarezza

    una domanda

    che accordo (lega di affetto ed amore) può esservi tra il tempio di Dio e gli idoli?

    tra la Chiesa e coloro che praticano l'idolatria?[/QUOTE]


    Non c'è nessun accordo con l'idolatria consapevole, ma c'è un comandamento unico che il Signore comanda è di amarci tra cristiani (Gv. 134).
    Che poi questi cristiani o chiese siano per te «idolatri» ugualmente (almeno per me) vanno amati in Cristo. E questo non vuol dire compromettersi con l'errore, ma ubbidire al suo comandamento. Se poi uno di questi fratelli (idolatri) mi chiede il mio parere riguardo alle sue dottrine, semplicemente rispondo secondo verità e mitezza di cuore verso di lui, sperando «che Dio conceda a lui di ravvedersi per riconoscere la verità» (2°Tim. 2:24,25).
    Basta leggere le lettere alle chiese di Apc. 2 e 3 per vedere in che stato erano tutte, fuori che una! Ma ugualmente che disse il Signore alla peggiore di esse (laodicea)? - «Io (il Signore! Non qualunque cristiano) riprendo è castigo T-U-T-T-I quelli che AMO..». E secondo me, se il Signor mio ha amato quella chiesa così idolatra, mal ridotta e con nessuna virtù cristiana, altrettanto devo far io, in quanto seguace del mio Maestro e fratello loro «Il servo non è più grande del suo Signore» (Gv. 15:20).

  4. #4
    chi è l'uomo?
    Data Registrazione
    31 Jan 2011
    Località
    hirpinia
    Messaggi
    3,866
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: brutta bestia l'amarezza

    Citazione Originariamente Scritto da solocristiano Visualizza Messaggio
    Non c'è nessun accordo con l'idolatria consapevole, ma c'è un comandamento unico che il Signore comanda è di amarci tra cristiani (Gv. 134).
    Che poi questi cristiani o chiese siano per te «idolatri» ugualmente (almeno per me) vanno amati in Cristo. E questo non vuol dire compromettersi con l'errore, ma ubbidire al suo comandamento. Se poi uno di questi fratelli (idolatri) mi chiede il mio parere riguardo alle sue dottrine, semplicemente rispondo secondo verità e mitezza di cuore verso di lui, sperando «che Dio conceda a lui di ravvedersi per riconoscere la verità» (2°Tim. 2:24,25).
    Basta leggere le lettere alle chiese di Apc. 2 e 3 per vedere in che stato erano tutte, fuori che una! Ma ugualmente che disse il Signore alla peggiore di esse (laodicea)? - «Io (il Signore! Non qualunque cristiano) riprendo è castigo T-U-T-T-I quelli che AMO..». E secondo me, se il Signor mio ha amato quella chiesa così idolatra, mal ridotta e con nessuna virtù cristiana, altrettanto devo far io, in quanto seguace del mio Maestro e fratello loro «Il servo non è più grande del suo Signore» (Gv. 15:20).
    nessun dubbio riguardo all'amore generale ed incondizionato che il Signore Iddio Padre opera verso tutti gli uomini

    altro discutere della falsa dottrina "dell'amare tutti", "non esiste il purgatorio" e "neanche l'inverno"...etc....

    ignori aspetti fondamentali della Parola

    non serve dichiararsi cristiani di nome (lo fanno anche i cattolici ed i testimoni di geova pur non avendo tale titolo nella loro denominazione di riferimento) per essere davvero dei cristiani
    Ultima modifica di nomeutente; 02-09-13 alle 13:16
    ........ma il dono di Dio è la vita eterna, in Cristo Gesù, nostro Signore.
    (Romani 6:23)

    chiese e comunità cristiane evangeliche

  5. #5
    Forumista
    Data Registrazione
    09 Dec 2011
    Messaggi
    308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: brutta bestia l'amarezza

    Citazione Originariamente Scritto da nomeutente Visualizza Messaggio
    nessun dubbio riguardo all'amore generale ed incondizionato che il Signore Iddio Padre opera verso tutti gli uomini

    altro discutere della falsa dottrina "dell'amare tutti", "non esiste il purgatorio" e "neanche l'inverno"...etc....

    ignori aspetti fondamentali della Parola

    non serve dichiararsi cristiani di nome (lo fanno anche i cattolici ed i testimoni di geova pur non avendo tale titolo nella loro denominazione di riferimento) per essere davvero dei cristiani
    

    guarda che non parlavo dell'amore in generale, ma dell'amore fraterno, verso altri cristiani che amano e credono in Gesù Cristo come loro Salvatore, anche se poi ogni chiesa ha le sue particolare dottrine e interpretazioni riguardo alle profezie ecc; quello che conta è che uno creda fermamente che Gesù è il suo personale Salvatore e Signore (Gv.1:12). Poi il Signore stesso dice che, Lui conosce i suoi e loro conoscono la sua voce. E questo è l'aspetto fondamentale della Parola - che ci amiamo come Lui ci ha amati! Poi ogni chiesa e cristiano ha le sue vedute e idee riguardo l'interpretazione di certe Scritture, ma la cosa che ci unisce è l'amore di Cristo in noi; e quando si cammina nel suo amore, questo «copre tante nostre mancanze e sbagli» verso i fratelli che non la pensano uguale a me o a te. Difatti, è molto più facile guardare e criticare altri cristiani che «ignorano gli aspetti fondamentali della Parola» e che magari diciamo che loro sono cristiani di nome e che tu e io siamo veri cristiani, e può essere vero. Ma per me l'aspetto fondamentale della Parola è l'Amore «compassionevole, pietoso, umile» e in questo sì, è l'aspetto fondamentale della Parola - «Conservatevi nell'amore di Dio» (Giuda 21). E in questo «fondamento della Parola» che il cristiano che cammina in amore godrà della comunione con il Padre Celeste. Poi se questi «cristiani» non hanno i titoli, io lo lascio decidere al Padre che vede oltre le mie limitatezze, giacchè «i suoi pensieri sono più alti dei miei pensieri, come i cieli sono più alti della terra».

  6. #6
    chi è l'uomo?
    Data Registrazione
    31 Jan 2011
    Località
    hirpinia
    Messaggi
    3,866
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: brutta bestia l'amarezza

    Citazione Originariamente Scritto da solocristiano Visualizza Messaggio
    guarda che non parlavo dell'amore in generale, ma dell'amore fraterno, verso altri cristiani che amano e credono in Gesù Cristo come loro Salvatore, anche se poi ogni chiesa ha le sue particolare dottrine e interpretazioni riguardo alle profezie ecc; quello che conta è che uno creda fermamente che Gesù è il suo personale Salvatore e Signore (Gv.1:12). Poi il Signore stesso dice che, Lui conosce i suoi e loro conoscono la sua voce. E questo è l'aspetto fondamentale della Parola - che ci amiamo come Lui ci ha amati! Poi ogni chiesa e cristiano ha le sue vedute e idee riguardo l'interpretazione di certe Scritture, ma la cosa che ci unisce è l'amore di Cristo in noi; e quando si cammina nel suo amore, questo «copre tante nostre mancanze e sbagli» verso i fratelli che non la pensano uguale a me o a te. Difatti, è molto più facile guardare e criticare altri cristiani che «ignorano gli aspetti fondamentali della Parola» e che magari diciamo che loro sono cristiani di nome e che tu e io siamo veri cristiani, e può essere vero. Ma per me l'aspetto fondamentale della Parola è l'Amore «compassionevole, pietoso, umile» e in questo sì, è l'aspetto fondamentale della Parola - «Conservatevi nell'amore di Dio» (Giuda 21). E in questo «fondamento della Parola» che il cristiano che cammina in amore godrà della comunione con il Padre Celeste. Poi se questi «cristiani» non hanno i titoli, io lo lascio decidere al Padre che vede oltre le mie limitatezze, giacchè «i suoi pensieri sono più alti dei miei pensieri, come i cieli sono più alti della terra».
    la tua posizione "affettiva", per quanto umanamente condivisibile, se rapportata agli insegnamenti del Cristo presenta un chiaro errore sostanziale

    se ho ben capito infatti, tutti quelli che ti circondano e che in un qualche modo si avvalgono di quel Nome sono da considerarsi fratelli e ciò al di là dei fatti e dei manifesti correlati alla loro professione di fede, alle loro idee ed alla loro interpretazione delle Scritture

    prova pure a citare qualche passo biblico a sostegno delle tue tesi, leggiamolo ed esaminiamolo insieme
    ........ma il dono di Dio è la vita eterna, in Cristo Gesù, nostro Signore.
    (Romani 6:23)

    chiese e comunità cristiane evangeliche

  7. #7
    Forumista
    Data Registrazione
    09 Dec 2011
    Messaggi
    308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: brutta bestia l'amarezza

    Citazione Originariamente Scritto da nomeutente Visualizza Messaggio
    la tua posizione "affettiva", per quanto umanamente condivisibile, se rapportata agli insegnamenti del Cristo presenta un chiaro errore sostanziale

    se ho ben capito infatti, tutti quelli che ti circondano e che in un qualche modo si avvalgono di quel Nome sono da considerarsi fratelli e ciò al di là dei fatti e dei manifesti correlati alla loro professione di fede, alle loro idee ed alla loro interpretazione delle Scritture

    prova pure a citare qualche passo biblico a sostegno delle tue tesi, leggiamolo ed esaminiamolo insieme

    caro fratello, ho scritto che considero un fratello in Cristo Gesù, tutti coloro che credono in Gesù Cristo come Figlio di Dio, loro Salvatore e Signore. Poi che siano Protestanti, cattolici, ortodossi ecc., non cambia il loro stato di figli di Dio (atti 161). Ora non sto parlando dei T.d.Geova o altri gruppi come loro, che sì parlano di Gesù, ma non hanno niente a che vedere con il Cristianesimo. Ma sto parlando di coloro che credono che Gesù è morto sulla Croce per i loro peccati e l'hanno ricevuto come loro Signore e Salvatore. Che poi fanno parte della chiesa o denominazione tal dè tali non ha importanza riguardo alla salvezza, quella è una scelta riguardo alla loro appartenenza - come tu appartieni alla comunità di fratellanza protestante e altri cristiani appartengono ad altre comunità e via di seguito.
    Ma quando si parla di cristiani in generale, si parla di tutti coloro che credono in Gesù Cristo come il loro personale Salvatore e Signore - Questo è un Cristiano e nient'altro! Io non sono più cristiano di un cattolico e viceversa, magari sarò un cattivo cristiano, ma sempre salvato per la Grazia di Dio! Difatti la Salvezza è solo una questione di fede, e solo questione di credere in quello che ha fatto Gesù per noi peccatori, cioè che è morto per salvarci dal peccato che ha portato la morte (su te, me e tutti). E per l'appunto, tutti coloro che hanno creduto nel sacrificio di Gesù Cristo in croce possono sì avvalersi del prezioso Nome di Gesù e di far parte della fratellanza cristiana, avendo come Padre, il «Santo Padre Celeste». Se poi alcuni «cristiani» vogliono anche il «santo padre terrestre» e be' chi lo vieta, «sia fatto secondo la loro fede»; ma non per questo sia io (che non sono cattolico) che loro, non siamo salvati e non siamo cristiani. Che poi io o abbia le mie personali idee e interpretazione delle Scritture, questo non cambia la Parola di Dio che dice «Chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio..» e se quel «chiunque» ha come Padre - Dio, allora è mio fratello dello stesso sangue che il Signore Gesù ha versato per la mia e sua Salvezza. Ed anche se lui non piace a me per via della sua professione di fede, delle sue strane idee di interpretare le Scritture, questo è una cosa che riguarda il Signore suo che è anche mio - «Ora accogliete chi è debole nella fede (o crede alla sua maniera un po' strana), ma non per giudicare le sue opinioni (idee). L'uno crede di poter mangiare d'ogni cosa (il cristiano che basa la sua fede tutta sulla Parola), mentre l'altro, che è debole, mangia solo legumi (interpretazioni di religiosi bigotti). Colui che mangia non disprezzi colui che non mangia, e colui che non mangia non giudichi colui che mangia, POICHE' DIO LO HA ACCETTATO (essendo un suo figlio come lo sono io) Romani 1:1-3).
    Perciò ripeto, anche se tu hai idee e interpreti le Scritture diversamente di come l'intendo io; il Signore nostro ci Comanda di AMARCI come Lui ci ha amati. E questo E' forse l'unica volta in cui il Signore Comanda i cristiani di fare!!!

  8. #8
    chi è l'uomo?
    Data Registrazione
    31 Jan 2011
    Località
    hirpinia
    Messaggi
    3,866
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: brutta bestia l'amarezza

    Citazione Originariamente Scritto da solocristiano Visualizza Messaggio
    caro fratello, ho scritto che considero un fratello in Cristo Gesù, tutti coloro che credono in Gesù Cristo come Figlio di Dio, loro Salvatore e Signore. Poi che siano Protestanti, cattolici, ortodossi ecc., non cambia il loro stato di figli di Dio (atti 161). Ora non sto parlando dei T.d.Geova o altri gruppi come loro, che sì parlano di Gesù, ma non hanno niente a che vedere con il Cristianesimo. Ma sto parlando di coloro che credono che Gesù è morto sulla Croce per i loro peccati e l'hanno ricevuto come loro Signore e Salvatore. Che poi fanno parte della chiesa o denominazione tal dè tali non ha importanza riguardo alla salvezza, quella è una scelta riguardo alla loro appartenenza - come tu appartieni alla comunità di fratellanza protestante e altri cristiani appartengono ad altre comunità e via di seguito.
    Ma quando si parla di cristiani in generale, si parla di tutti coloro che credono in Gesù Cristo come il loro personale Salvatore e Signore - Questo è un Cristiano e nient'altro! Io non sono più cristiano di un cattolico e viceversa, magari sarò un cattivo cristiano, ma sempre salvato per la Grazia di Dio! Difatti la Salvezza è solo una questione di fede, e solo questione di credere in quello che ha fatto Gesù per noi peccatori, cioè che è morto per salvarci dal peccato che ha portato la morte (su te, me e tutti). E per l'appunto, tutti coloro che hanno creduto nel sacrificio di Gesù Cristo in croce possono sì avvalersi del prezioso Nome di Gesù e di far parte della fratellanza cristiana, avendo come Padre, il «Santo Padre Celeste». Se poi alcuni «cristiani» vogliono anche il «santo padre terrestre» e be' chi lo vieta, «sia fatto secondo la loro fede»; ma non per questo sia io (che non sono cattolico) che loro, non siamo salvati e non siamo cristiani. Che poi io o abbia le mie personali idee e interpretazione delle Scritture, questo non cambia la Parola di Dio che dice «Chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio..» e se quel «chiunque» ha come Padre - Dio, allora è mio fratello dello stesso sangue che il Signore Gesù ha versato per la mia e sua Salvezza. Ed anche se lui non piace a me per via della sua professione di fede, delle sue strane idee di interpretare le Scritture, questo è una cosa che riguarda il Signore suo che è anche mio - «Ora accogliete chi è debole nella fede (o crede alla sua maniera un po' strana), ma non per giudicare le sue opinioni (idee). L'uno crede di poter mangiare d'ogni cosa (il cristiano che basa la sua fede tutta sulla Parola), mentre l'altro, che è debole, mangia solo legumi (interpretazioni di religiosi bigotti). Colui che mangia non disprezzi colui che non mangia, e colui che non mangia non giudichi colui che mangia, POICHE' DIO LO HA ACCETTATO (essendo un suo figlio come lo sono io) Romani 1:1-3).
    Perciò ripeto, anche se tu hai idee e interpreti le Scritture diversamente di come l'intendo io; il Signore nostro ci Comanda di AMARCI come Lui ci ha amati. E questo E' forse l'unica volta in cui il Signore Comanda i cristiani di fare!!!
    parli di salvezza come di un qualcosa che si realizza con una semplice confessione di fede

    nei fatti invece, la salvezza si realizza sì credendo nella Parola, ma altresì nel progresso della fede, nella perseveranza, nella conoscenza di Dio, nel compimento che è in Cristo

    veniamo dunque a qualche aspetto più particolare relativo a questa confessione

    se ho ben capito, ad esempio, a te sta bene che il battezzo che Gesù ha comandato ai suoi discepoli debba essere impartito ai neonati

    è arcinoto infatti che nel corso dei secoli per una qualche teoria e filosofia in odore di cristianesimo il mondo ecclesiastico cattolico ha approvato tale "altro" comandamento

    nell'espletamento di tale comandamento o sacramento si ritiene così di poter rivestire un uomo appena venuto al mondo di manto da cristiano con tanto di collanina di proprietà cattolica

    queste cose a te stanno bene, è così?
    ........ma il dono di Dio è la vita eterna, in Cristo Gesù, nostro Signore.
    (Romani 6:23)

    chiese e comunità cristiane evangeliche

  9. #9
    Forumista
    Data Registrazione
    09 Dec 2011
    Messaggi
    308
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: brutta bestia l'amarezza

    Citazione Originariamente Scritto da nomeutente Visualizza Messaggio
    parli di salvezza come di un qualcosa che si realizza con una semplice confessione di fede

    nei fatti invece, la salvezza si realizza sì credendo nella Parola, ma altresì nel progresso della fede, nella perseveranza, nella conoscenza di Dio, nel compimento che è in Cristo







    veniamo dunque a qualche aspetto più particolare relativo a questa confessione

    se ho ben capito, ad esempio, a te sta bene che il battezzo che Gesù ha comandato ai suoi discepoli debba essere impartito ai neonati

    è arcinoto infatti che nel corso dei secoli per una qualche teoria e filosofia in odore di cristianesimo il mondo ecclesiastico cattolico ha approvato tale "altro" comandamento

    nell'espletamento di tale comandamento o sacramento si ritiene così di poter rivestire un uomo appena venuto al mondo di manto da cristiano con tanto di collanina di proprietà cattolica

    queste cose a te stanno bene, è così?

    Ho parlato di Salvezza per grazia perchè non si può che essere cristiani se prima non si faccia «una semplice confessione di fede» (Romani 10:9,10). Ed è proprio questa semplice confessione di fede, creduta col cuore che riceve la Parola (Gesù) e si ha poi i «titoli» di diventare figli di Dio, fratelli di Gesù Cristo e veri Cristiani (Gv. 1:12). Difatti, lo stesso Gesù ci dice che il regno di Dio è per coloro che lo ricevono come un bambino (Mat.18). Perciò la Salvezza è alla portata di TUTTI, è pronta a nostra disposizione, uno deve solo decidere di volerla. E il peccatore (che siamo tutti!) può scegliere se ricevere Cristo (il Dono di Dio per salvare l'umanità) o rigettarlo, una delle due; persino un fanciullo può far questa decisione - se scegliere il bene o il male. Insomma, è un dono gratuito, non si deve altro che chiedergliela. Anzi, e talmente da bambino che non si deve nemmeno fare questo - basta che lo si desidera, senza dire una parola. Già sta bussando alla porta (del cuore) con la sua Parola ed «in spirito» sta aspettando di entrare (Apc.3:20). Insomma, come disse Paolo al suo carceriere «Credi nel Signore Gesù Cristo, e sarai salvato tu e la casa tua». Come disse, mi sembra Lutero - La Parola, più la fede, più nient'altro!
    Poi è chiaro una volta che uno è salvato (nato di nuovo) e non fa mai nulla per il Signore, dimostra chiaramente che non ha i «titoli» per dire che ama molto Gesù, se non lo riflette. Ecco che dopo, allora che la fede (che opera per mezzo dell'amore) viene dimostrata per mezzo delle opere (Giac. 2:17,18). Ma la Salvezza non è una ricompensa, nè un salario, nè una remunerazione; è semplicemente un regalo (ai bambini piacciono i regali) che non si merita perchè si è buoni, nè perchè si è fedeli, nè con nessun' altro tipo di opere personali. Difatti il buon Paolo dice agli Efesini - «Voi infatti siete stati salvati per grazia, mediante la fede, e ciò non viene da voi, è il dono di Dio, NON PER OPERE, perchè nessuno si glori» (si vanti per aver i titoli) e proprio a questo si riferisce quando dice: «CIO' NON VIEN DA VOI».
    Ebbene sì, c'è una sola «opera» che chiunque può fare, persino un bambino - RICEVERLO! Non è assolutamente per opere (protestanti o cattoliche o mie), nè uno deve raggiungere e sforzarsi d'aver alcuna esperienza emotiva, nè deve farla scendere (la Salvezza) a furia di preghiere o ottenere questo «Dono di Dio» con tanti sforzi, ma ricevere la Parola (Gesù), confessare che si ha bisogno d'AMORE, giacchè Dio è Amore e l'Amore è Dio. Ecco qua tutta la Salvezza di Gesù Cristo - AMORE!

    Quando poi sul fatto dei battesimi di piccoli o grandi che sia, io non vedo che c'è di male, e non sta a me giudicare i miei fratelli in Cristo; posso solo dire quello che disse Paolo ai Romani - «Ora dunque non vi è alcuna condanna per coloro che sono in Cristo Gesù, i quali non camminano secondo la carne ma secondo lo Spirito (d'Amore)».
    Dipende con la motivazione con cui vien fatto! Tutto ciò che vien fatto in Amore e con fede (cristiana) è lecito! Fa del male a qualcuno? L'AMORE! A me no! Ecco qua quel che mi sta bene è che, penso stia bene al Padre mio che sta nel regno suo d'AMORE!!!

  10. #10
    chi è l'uomo?
    Data Registrazione
    31 Jan 2011
    Località
    hirpinia
    Messaggi
    3,866
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: brutta bestia l'amarezza

    Citazione Originariamente Scritto da solocristiano Visualizza Messaggio
    Ho parlato di Salvezza per grazia perchè non si può che essere cristiani se prima non si faccia «una semplice confessione di fede» (Romani 10:9,10). Ed è proprio questa semplice confessione di fede, creduta col cuore che riceve la Parola (Gesù) e si ha poi i «titoli» di diventare figli di Dio, fratelli di Gesù Cristo e veri Cristiani (Gv. 1:12). Difatti, lo stesso Gesù ci dice che il regno di Dio è per coloro che lo ricevono come un bambino (Mat.18). Perciò la Salvezza è alla portata di TUTTI, è pronta a nostra disposizione, uno deve solo decidere di volerla. E il peccatore (che siamo tutti!) può scegliere se ricevere Cristo (il Dono di Dio per salvare l'umanità) o rigettarlo, una delle due; persino un fanciullo può far questa decisione - se scegliere il bene o il male. Insomma, è un dono gratuito, non si deve altro che chiedergliela. Anzi, e talmente da bambino che non si deve nemmeno fare questo - basta che lo si desidera, senza dire una parola. Già sta bussando alla porta (del cuore) con la sua Parola ed «in spirito» sta aspettando di entrare (Apc.3:20). Insomma, come disse Paolo al suo carceriere «Credi nel Signore Gesù Cristo, e sarai salvato tu e la casa tua». Come disse, mi sembra Lutero - La Parola, più la fede, più nient'altro!
    Poi è chiaro una volta che uno è salvato (nato di nuovo) e non fa mai nulla per il Signore, dimostra chiaramente che non ha i «titoli» per dire che ama molto Gesù, se non lo riflette. Ecco che dopo, allora che la fede (che opera per mezzo dell'amore) viene dimostrata per mezzo delle opere (Giac. 2:17,18). Ma la Salvezza non è una ricompensa, nè un salario, nè una remunerazione; è semplicemente un regalo (ai bambini piacciono i regali) che non si merita perchè si è buoni, nè perchè si è fedeli, nè con nessun' altro tipo di opere personali. Difatti il buon Paolo dice agli Efesini - «Voi infatti siete stati salvati per grazia, mediante la fede, e ciò non viene da voi, è il dono di Dio, NON PER OPERE, perchè nessuno si glori» (si vanti per aver i titoli) e proprio a questo si riferisce quando dice: «CIO' NON VIEN DA VOI».
    Ebbene sì, c'è una sola «opera» che chiunque può fare, persino un bambino - RICEVERLO! Non è assolutamente per opere (protestanti o cattoliche o mie), nè uno deve raggiungere e sforzarsi d'aver alcuna esperienza emotiva, nè deve farla scendere (la Salvezza) a furia di preghiere o ottenere questo «Dono di Dio» con tanti sforzi, ma ricevere la Parola (Gesù), confessare che si ha bisogno d'AMORE, giacchè Dio è Amore e l'Amore è Dio. Ecco qua tutta la Salvezza di Gesù Cristo - AMORE!

    Quando poi sul fatto dei battesimi di piccoli o grandi che sia, io non vedo che c'è di male, e non sta a me giudicare i miei fratelli in Cristo; posso solo dire quello che disse Paolo ai Romani - «Ora dunque non vi è alcuna condanna per coloro che sono in Cristo Gesù, i quali non camminano secondo la carne ma secondo lo Spirito (d'Amore)».
    Dipende con la motivazione con cui vien fatto! Tutto ciò che vien fatto in Amore e con fede (cristiana) è lecito! Fa del male a qualcuno? L'AMORE! A me no! Ecco qua quel che mi sta bene è che, penso stia bene al Padre mio che sta nel regno suo d'AMORE!!!
    senza entrare nel merito delle tue condivisibili considerazioni relative alla dottrina della salvezza ed al che cosa tu intenda, in sintesi ed esperienza di fede con tale termine "salvezza", ciò che voglio sottolineare è sempre lo stesso aspetto

    nella tua giustizia ed interpretazione del messaggio del Cristo ai discepoli di ogni tempo, tu ritieni che il battezzo, battesimo dei neonati sia pratica lecita

    insomma, se a dispetto degli insegnamenti del Maestro, vivente, presente e risplendente in mezzo alla Chiesa, ai sette candelabri, un giorno arriva qualcuno e ci viene a dire che oltre all'inferno ed al paradiso c'è una via di mezzo, una sorta di luogo di purificazione sacrificale, poi arriva un'altro e dice che questo purgatoio non c'è più, poi arriva un'altro e dice che l'inferno non esiste, poi un'altro che dice che c'è solo il paradiso e cose simili....
    a te sta bene

    sarà

    al pari, se qualcuno, a cospetto del Cristo, ti viene a raccontare che è necessario battezzare dei neonati con tanto di cerimoniale, testimoni e mangiata di compagnia.... a te sta bene

    a me invece quasi vengono i brividi, seppure ritengo che le tue conclusioni, le quali comunque comportano una tua chiara responsabilità davanti a Dio ed al Suo Figliuolo, in fondo derivano dalla tua limitata conoscenza dell'opera più reale ed eterna del Figliuolo di Dio

    domande

    quando è stato aggiunto, in via tradizionale e di magistero cattolico, tale battezzo neonatale?

    quali riferimenti di Scrittura sono utilizzati a tale fine?
    Ultima modifica di nomeutente; 09-09-13 alle 08:15
    ........ma il dono di Dio è la vita eterna, in Cristo Gesù, nostro Signore.
    (Romani 6:23)

    chiese e comunità cristiane evangeliche

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Brutta bestia l'invidia...
    Di Atlantideo nel forum Fondoscala
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15-10-10, 13:59
  2. Brutta bestia l'invidia
    Di isoica nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 17-09-09, 01:20
  3. anoressia :una brutta bestia!
    Di lupodellasila nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 02-06-08, 21:14
  4. la retorica è una brutta bestia...
    Di carbonass nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 15-08-03, 21:01
  5. L'economia, brutta bestia
    Di Il_Siso nel forum Fondoscala
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 15-07-02, 10:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226