User Tag List

Risultati da 1 a 10 di 10
Like Tree1Likes
  • 1 Post By nomeutente

Discussione: Mistica nel protestantesimo

  1. #1
    Fede speranza amore
    Data Registrazione
    26 Jan 2010
    Messaggi
    3,843
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Question Mistica nel protestantesimo

    Vorrei chiedervi se nell'ambito delle comunità evangeliche/protestanti trova cittadinanza una qualche forma di mistica e come viene considerata nei vostri ambienti. Vi ringrazio per le vostre eventuali risposte.
    "Non c'è amore più grande di chi dona la vita per gli amici" (Gv 15,13)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    anti bufale
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    35,169
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Re: Mistica nel protestantesimo

    cosa intendi?

    se intendi superstizioni o strane forme di spiritismo assolutamente NO
    i post di Capitano e Blacksheep sono patrimonio dell'UNESCO!!!
    Quelli in grassetto profumano di fascio!

  3. #3
    Fede speranza amore
    Data Registrazione
    26 Jan 2010
    Messaggi
    3,843
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Mistica nel protestantesimo

    Citazione Originariamente Scritto da Leviathan Visualizza Messaggio
    cosa intendi?

    se intendi superstizioni o strane forme di spiritismo assolutamente NO
    Hai ragione. Avrei dovuto essere più preciso.
    Non mi riferisco alla cosiddetta mistica del sentimento, quella propria di chi ha "doni soprannaturali" ma a quella speculativa (vedi Angelus Silesius ed il suo Pellegrino Cherubico http://forum.termometropolitico.it/r...san-paolo.html. Lui è, tra le altre cose, un luterano convertitosi al cattolicesimo).
    "Non c'è amore più grande di chi dona la vita per gli amici" (Gv 15,13)

  4. #4
    anti bufale
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    35,169
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Re: Mistica nel protestantesimo

    mai sentito argomenti simili almeno nell'abiente che conosco io...
    Nei culti si parla solo della bibbia e della predicazione con un occhio all'attualità
    i post di Capitano e Blacksheep sono patrimonio dell'UNESCO!!!
    Quelli in grassetto profumano di fascio!

  5. #5
    chi è l'uomo?
    Data Registrazione
    31 Jan 2011
    Località
    hirpinia
    Messaggi
    3,866
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Mistica nel protestantesimo

    Citazione Originariamente Scritto da AgnusDei Visualizza Messaggio
    Vorrei chiedervi se nell'ambito delle comunità evangeliche/protestanti trova cittadinanza una qualche forma di mistica e come viene considerata nei vostri ambienti. Vi ringrazio per le vostre eventuali risposte.
    "mistica" come ben sai, è una semplice parola; può significare qualsiasi cosa, può essere oggetto e soggetto di un intero libro

    ciò detto, aggiungo qualche semplice considerazione

    in linea di testimonianza cristiana è molto chiaro che quando si parla di Dio non si sta parlando di una realtà rappresentabile con immagini, statue o artefatti simili, ma bensì di un'entità conosciuta e conoscibile per rivelazione; rivelazione che trova la sua pienezza di espressione umana nel Cristo (Iddio che si fa uomo, Iddio che si presenta all'uomo, Iddio che manifesta in carne d'uomo la potenza e la sapienza che è nella Sua Parola)

    ciò che infatti si cela dietro questi altri culti (immagini, statue et similia), in luce cristiana, può essere infatti variamente definito: culto pagano, culto a divinità morte, a falsi dei, culto ai demoni o più generalmente mistica
    ........ma il dono di Dio è la vita eterna, in Cristo Gesù, nostro Signore.
    (Romani 6:23)

    chiese e comunità cristiane evangeliche

  6. #6
    Fede speranza amore
    Data Registrazione
    26 Jan 2010
    Messaggi
    3,843
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Mistica nel protestantesimo

    Citazione Originariamente Scritto da nomeutente Visualizza Messaggio
    "mistica" come ben sai, è una semplice parola; può significare qualsiasi cosa, può essere oggetto e soggetto di un intero libro

    ciò detto, aggiungo qualche semplice considerazione

    in linea di testimonianza cristiana è molto chiaro che quando si parla di Dio non si sta parlando di una realtà rappresentabile con immagini, statue o artefatti simili, ma bensì di un'entità conosciuta e conoscibile per rivelazione; rivelazione che trova la sua pienezza di espressione umana nel Cristo (Iddio che si fa uomo, Iddio che si presenta all'uomo, Iddio che manifesta in carne d'uomo la potenza e la sapienza che è nella Sua Parola)

    ciò che infatti si cela dietro questi altri culti (immagini, statue et similia), in luce cristiana, può essere infatti variamente definito: culto pagano, culto a divinità morte, a falsi dei, culto ai demoni o più generalmente mistica
    Per prima cosa ti ringrazio per l'articolata risposta e per l'ospitalità nel vostro forum.
    Come spiegavo faccio riferimento alla mistica speculativa propria del neoplatonismo cristiano di Meister Eckhart, Angelus Silesius, Giovanni Taulero, Enrico Suso ed altri mistici cattolici. Mi chiedevo come si possa ritenere che Dio sia onnipresente laddove, al contrario, si asserisce che onnipresente è in realtà il male, il peccato, Satana. Rammento come durante l'omelia di un pastore evangelico questi ripeteva che Satana è ovunque. La domanda che mi sorge spontanea è: se Satana è ovunque, ovunque viene fatta la Volontà di Satana? L'Onnipresenza non è una qualità di Dio?.
    La mia formazione neoplatonica, invece, mi porta a dire che ovunque trionfa un'unica Volontà: quella di Dio. Come vi ponete rispetto a queste riflessioni? Grazie per l'eventuale risposta.
    "Non c'è amore più grande di chi dona la vita per gli amici" (Gv 15,13)

  7. #7
    chi è l'uomo?
    Data Registrazione
    31 Jan 2011
    Località
    hirpinia
    Messaggi
    3,866
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Mistica nel protestantesimo

    Citazione Originariamente Scritto da AgnusDei Visualizza Messaggio
    Per prima cosa ti ringrazio per l'articolata risposta e per l'ospitalità nel vostro forum.
    Come spiegavo faccio riferimento alla mistica speculativa propria del neoplatonismo cristiano di Meister Eckhart, Angelus Silesius, Giovanni Taulero, Enrico Suso ed altri mistici cattolici. Mi chiedevo come si possa ritenere che Dio sia onnipresente laddove, al contrario, si asserisce che onnipresente è in realtà il male, il peccato, Satana. Rammento come durante l'omelia di un pastore evangelico questi ripeteva che Satana è ovunque. La domanda che mi sorge spontanea è: se Satana è ovunque, ovunque viene fatta la Volontà di Satana? L'Onnipresenza non è una qualità di Dio?.
    La mia formazione neoplatonica, invece, mi porta a dire che ovunque trionfa un'unica Volontà: quella di Dio. Come vi ponete rispetto a queste riflessioni? Grazie per l'eventuale risposta.
    Nel proseguire questo dibattito andrei al di là dei riferimenti di predicazione del pastore o del prete, appartenenti all'una o all'altra denominazione o confessione religiosa.

    Onnipresenza di Dio, in sommaria considerazione, vuol dire semplicemente che il Signore può essere trovato da qualunque creatura, in qualunque condizione e dovunque questa fosse.

    Lo stesso Satana, capo e signore dei reprobi e ribelli, ingannatore, menzognero e micidiale, nella sua posizione più estrema di lontananza e contrarietà al Santo, qualora venisse a ravvedimento riconoscendo la superiorità del Figliuolo di Dio riceverebbe perdono e ritroverebbe il Creatore.

    E' nei fatti però che il Signore, benché come detto possa essere trovato da chiunque, non può essere dovunque.

    Qualche esempio.

    Non è con il rapinatore, né con il sacerdote che offre incenso ad idoli, né nel consiglio dei micidiali o degli empi, benché gli uni e gli altri sono sottoposti alla Sua Volontà, alla Sua giustizia, benché gli uni e gli altri possano trovare luogo a ravvedimento facendo sì che il Signore entri nella loro vita con la Sua presenza.

    Vede e conosce ogni cosa, ma ciò non significa che approva ed è in ogni cosa.
    ........ma il dono di Dio è la vita eterna, in Cristo Gesù, nostro Signore.
    (Romani 6:23)

    chiese e comunità cristiane evangeliche

  8. #8
    anti bufale
    Data Registrazione
    12 Jan 2011
    Messaggi
    35,169
    Mentioned
    66 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Re: Mistica nel protestantesimo

    Citazione Originariamente Scritto da AgnusDei Visualizza Messaggio
    Per prima cosa ti ringrazio per l'articolata risposta e per l'ospitalità nel vostro forum.
    Come spiegavo faccio riferimento alla mistica speculativa propria del neoplatonismo cristiano di Meister Eckhart, Angelus Silesius, Giovanni Taulero, Enrico Suso ed altri mistici cattolici. Mi chiedevo come si possa ritenere che Dio sia onnipresente laddove, al contrario, si asserisce che onnipresente è in realtà il male, il peccato, Satana. Rammento come durante l'omelia di un pastore evangelico questi ripeteva che Satana è ovunque. La domanda che mi sorge spontanea è: se Satana è ovunque, ovunque viene fatta la Volontà di Satana? L'Onnipresenza non è una qualità di Dio?.
    La mia formazione neoplatonica, invece, mi porta a dire che ovunque trionfa un'unica Volontà: quella di Dio. Come vi ponete rispetto a queste riflessioni? Grazie per l'eventuale risposta.
    il male nel cristianesimo vuol dire (cito il mio ex professore di religione cattolica a scuola) l'assenza del bene.
    Quando l'uomo pecca, non è detto che ci sia Satana di mezzo
    i post di Capitano e Blacksheep sono patrimonio dell'UNESCO!!!
    Quelli in grassetto profumano di fascio!

  9. #9
    Fede speranza amore
    Data Registrazione
    26 Jan 2010
    Messaggi
    3,843
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Mistica nel protestantesimo

    Citazione Originariamente Scritto da nomeutente Visualizza Messaggio
    Nel proseguire questo dibattito andrei al di là dei riferimenti di predicazione del pastore o del prete, appartenenti all'una o all'altra denominazione o confessione religiosa.

    Onnipresenza di Dio, in sommaria considerazione, vuol dire semplicemente che il Signore può essere trovato da qualunque creatura, in qualunque condizione e dovunque questa fosse.

    Lo stesso Satana, capo e signore dei reprobi e ribelli, ingannatore, menzognero e micidiale, nella sua posizione più estrema di lontananza e contrarietà al Santo, qualora venisse a ravvedimento riconoscendo la superiorità del Figliuolo di Dio riceverebbe perdono e ritroverebbe il Creatore.

    E' nei fatti però che il Signore, benché come detto possa essere trovato da chiunque, non può essere dovunque.

    Qualche esempio.

    Non è con il rapinatore, né con il sacerdote che offre incenso ad idoli, né nel consiglio dei micidiali o degli empi, benché gli uni e gli altri sono sottoposti alla Sua Volontà, alla Sua giustizia, benché gli uni e gli altri possano trovare luogo a ravvedimento facendo sì che il Signore entri nella loro vita con la Sua presenza.

    Vede e conosce ogni cosa, ma ciò non significa che approva ed è in ogni cosa.
    Mi spiace ma non riesco a concepire un Dio che non sia Onnipervadente. Il dio in questione è un oggetto determinato definito in base ai desideri, volizioni e bisogni dell'uomo. Non a caso nel contesto protestante (come pure in quello cattolico tomista del resto) esistono tanti dio quante sono le innumerevoli denominazioni cristiane. A mio modo di vedere si tratta di una proiezione psicologica, una costruzione idolatrica per cui, per dirla con Feuerbach, il parlare di dio da parte dell'uomo è sempre un parlare dell'uomo. Dal punto di vista di un mistico come Nicola Cusano, invece, Dio è coincidentia oppositorum, unità dei contrari (vedi Eraclito).


    Citazione Originariamente Scritto da Leviathan Visualizza Messaggio
    il male nel cristianesimo vuol dire (cito il mio ex professore di religione cattolica a scuola) l'assenza del bene.
    Quando l'uomo pecca, non è detto che ci sia Satana di mezzo
    La posizione del tuo professore è quella sposata del tomismo. Io, invece, mi richiamavo al neoplatonismo cristiano.
    "Non c'è amore più grande di chi dona la vita per gli amici" (Gv 15,13)

  10. #10
    chi è l'uomo?
    Data Registrazione
    31 Jan 2011
    Località
    hirpinia
    Messaggi
    3,866
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Mistica nel protestantesimo

    Citazione Originariamente Scritto da AgnusDei Visualizza Messaggio
    Mi spiace ma non riesco a concepire un Dio che non sia Onnipervadente. Il dio in questione è un oggetto determinato definito in base ai desideri, volizioni e bisogni dell'uomo. Non a caso nel contesto protestante (come pure in quello cattolico tomista del resto) esistono tanti dio quante sono le innumerevoli denominazioni cristiane. A mio modo di vedere si tratta di una proiezione psicologica, una costruzione idolatrica per cui, per dirla con Feuerbach, il parlare di dio da parte dell'uomo è sempre un parlare dell'uomo. Dal punto di vista di un mistico come Nicola Cusano, invece, Dio è coincidentia oppositorum, unità dei contrari (vedi Eraclito).
    I riferimenti logici e teologici inquadrati ed inquadrabili nell'una o nell'altra confessione, nell'una o nell'altra denominazione religiosa possono essere messi da parte.

    La verità e realtà di Luce che è in Dio resta intangibile, inaccessibile, immodificabile, benchè questa si rivela, diffonde, colora, definisce, separa.

    Sebbene ai Suoi occhi non v'è tenebra alcuna in quanto Egli conosce ogni cosa, ciò non vuol dire che Egli pervade ogni cosa.

    Se io conosco un tizio, ad esempio, ciò non vuol dire che io e quel tizio siamo una stessa cosa, una stessa persona.

    Il Signore Iddio conosce la realtà vivente del male nella sua profondità di principio e nella sua finalità, ma non per questo Egli lo pervade.
    Ultima modifica di nomeutente; 16-10-13 alle 15:25
    Leviathan likes this.
    ........ma il dono di Dio è la vita eterna, in Cristo Gesù, nostro Signore.
    (Romani 6:23)

    chiese e comunità cristiane evangeliche

 

 

Discussioni Simili

  1. il protestantesimo in Svezia
    Di FrancoAntonio nel forum Chiese e Comunità Cristiane Evangeliche
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 10-02-14, 14:17
  2. Il protestantesimo in Danimarca
    Di FrancoAntonio nel forum Chiese e Comunità Cristiane Evangeliche
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 08-02-14, 14:09
  3. protestantesimo e sacramenti
    Di FrancoAntonio nel forum Cattolici
    Risposte: 49
    Ultimo Messaggio: 16-10-13, 15:51
  4. protestantesimo
    Di Allanim nel forum Imperial Regio Apostolico Magnifico Senato
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-11-04, 21:49
  5. Protestantesimo e massoneria
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 08-01-04, 09:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226